Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Montserrat (monte)
Macizo de Montserrat
Veduta sul massiccio di Montserrat
Stato
Territorio
Catena montuosa
Altezza
Sito del turismo

Montserrat è una montagna catalana e una nota meta di pellegrinaggio verso il famoso Monastero di Santa Maria de Montserrat.

Da sapere[modifica]

Vista sul monastero

La montagna dà anche il nome all'isola caraibica di Montserrat ed è nota per l'abbazia benedettina di Santa Maria di Montserrat.

Cenni geografici[modifica]

Montserrat si trova nel comune di Monistrol de Montserrat nella comunità autonoma della Catalogna, a 50 km nord-est da Barcellona. All'altezza di 1.236 m. si erge Sant Jeroni, il picco più alto della montagna.

Quando andare[modifica]

Montserrat gode di clima mediterraneo con temperature invernali che oscillano tra i -5 °C e 20 °C, e temperature estive che vanno da 10 °C a 30 °C, e in media 5 giorni di nebbia al mese. È possibile controllare in tempo reale qual è la situazione meteorologica a Montserrat grazie alla webcam puntata sul monastero.

Cenni storici[modifica]

Secondo la leggenda, nell'880 l'immagine della Madonna venne trovata nella grotta. Nel 1025 l'abate fondò il Monastero di Santa Maria di Montserrat e nel 1409 divenne un'abbazia indipendente. Nel 1476 iniziò la costruzione del Chiostro gotico, mentre nel 1493 Bernat Boïl, monaco di questo monastero, accompagnò Cristoforo Colombo nel suo secondo viaggio verso l'America. Durante il XVII e XVIII secolo Montserrat divenne un centro culturale di primo ordine che diede vita a importanti compositori. Purtroppo nel 1811 venne distrutto dai soldati di Napoleone e i monaci vi ritornarono a stabilirsi appena nel 1844; iniziarono la ricostruzione nel 1858 sotto la guida dell'abate Muntadas. Nel 1881 il papa Leone XIII proclamò la Madonna di Montserrat patrona della Catalogna. Durante la Guerra civile spagnola (1936-39) i monaci dovettero temporaneamente abbandonare il monastero per poi ritornarci a fine guerra. Nella seconda metà del XX secolo venne inaugurato il ristorante, il museo e la montagna di Montserrat venne dichiarata parco naturale.

Territori e mete turistiche[modifica]


Come arrivare[modifica]

Interno del Monastero

In aereo[modifica]

L'aeroporto di Barcelona (BCN) si trova a sud di Montserrat. Al terminal A atterrano voli internazionali, al terminal B i voli nazionali/europei, al terminal C i voli domestici.

All'aeroporto di Girona-Costa Brava (GRO) atterrano molti voli low cost della Ryanair provenienti da diverse città italiane tra cui Alghero, Bergamo, Bologna, Cagliari, Perugia, Pescara, Pisa, Roma Ciampino, Torino e Treviso. L'aeroporto si trova a 12 km a sud di Girona.


In treno[modifica]

Uno dei migliori modi per chi è in vacanza a Barcellona e intende visitare Montserrat è la card Transfer Montserrat o la card Tot Montserrat. La Transfer Montserrat include il biglietto di andata e ritorno in treno da Barcellona, biglietto di andata e ritorno a scelta tra la funicolare Cremallera e la teleferica Aeri, uso illimitato delle funicolari Sant Joan e Santa Cova, accesso alla sala multimediale. La Tot Montserrat card invece include tutto ciò che offre la Transfer card e in più comprende il biglietto d'ingresso per il museo e il pranzo nel self-service di Montserrat.

In autobus[modifica]

Ogni giorno gli autobus della Autocares Julià partono da Plaça dels Països Catalans a Barcellona alle ore 9.15, mentre alle ore 18.00 lasciano Montserrat per tornare nella capitale catalana. Il biglietto di sola andata costa € 4,65.

A piedi[modifica]

Da Monistrol o Collbató è possibile raggiungere Montserrat a piedi, seguendo i diversi sentieri che conducevano e conducono soprattutto i pellegrini alla meta dopo circa 1 ora e tre quarti di camminata.

Panorama dalla montagna di Montserrat


Come spostarsi[modifica]

La teleferica Aeri dal 1930 è il modo più veloce per raggiungere il monastero. La teleferica impiega solo 5 minuti ad effettuare il percorso e parte ogni 20 minuti. Il costo del biglietto andata e ritorno è di € 8, mentre per un'unica tratta è di € 5.

La funicolare Cremallera raggiunge il monastero in 15 minuti con corse che partono ogni 20 minuti. Il biglietto di andata e ritorno costa € 6,50 o € 7,30 (alta stagione), mentre il biglietto di corsa semplice è di € 4,10 o € 4,60.


Dal Santuario partono due diverse funicolari: Funicolare Sant Joan e Funicolare Santa Cova. La funicolare Sant Joan conduce in 7 minuti circa a un'altezza di 1.000 m, mentre la funicolare Santa Cova dal 1929 porta alla Santa Grotta. Il biglietto di andata e ritorno per Sant Joan costa € 6,60 o € 4,15 per la tratta unica, mentre il biglietto di andata è ritorno per Santa Cova costa € 2,70 e quello di corsa semplice € 1,70. Esiste anche un biglietto per entrambe le funicolari al prezzo di € 7,45.

Cosa vedere[modifica]

Vista sul monastero
  • Monastero di Santa Maria di Montserrat monastero benedittino edificato in una posizione molto suggestiva, sull'omonima montagna all'altezza di 725 m. Il monastero è una nota meta di pellegrinaggio. L'entrata principale è in Plaça de la Creu che prende nome dalla grande croce disegnata dallo scultore Josep M. Subirachs, lo stesso scultore che eseguì la facciata della Passione nella Sagrada Familia.
  • Basilica dove è custodia la Vergine Nera comunemente chiamata Moreneta per il suo colore scuro. La statua risale al XII secolo mentre nel 1881 la Vergine di Montserrat fu ufficialmente proclamata patrona della Catalogna. Orario: dalle 7.30 alle 20.
  • Museo di Montserrat contiene sei diverse collezioni per un totale di 1.300 pezzi tra cui spiccano il sarcofago egizio del XIII secolo a.C. e dipinti di Picasso, Dalí, Monet, Sisley, Degas, Chagall,Miró, Dalí e Picasso. Orario: dalle 10 alle 19. Ingresso: € 6,50, ridotto € 5,50.
  • Santa Cova la Santa Grotta dove secondo la leggenda nel 880 venne trovata la prima immagine della Vergine (in catalano Mare de Déu de Montserrat).
  • Escolania uno dei più antichi cori di voci bianche (maschili) d'Europa che esisteva già nel XIV secolo. È possibile sentire il coro da lunedì a venerdì alle 13.00, e la domenica alle 12.00 e alle 18.45.

Itinerari[modifica]

La Santa Cova (grotta)

Il Parco Naturale di Montserrat fu dichiarato parco naturale nel 1987 e offre diversi itinerari per escursionisti. La particolarità del monte Montserrat è divenuta ormai uno dei simboli della Catalogna e la cima di Sant Jeroni (1.236 m) offre un sorprendente panorama che spazia dai Pirenei al mare. Di seguito l'elenco degli itinerari proposti:

Difficoltà bassa[modifica]

  • Percorrendo il sentiero Ruta de la Riera de Margadell di 3,8 km (difficoltà bassa) si può visitare l'Ermita Romànica de Santa Cecília edificata neln'XI secolo e l'Ermita de Sant Esteve de Marganell, un chiaro esempio di arte rurale romanica del XIII secolo.
  • Attraversando la Ruta de la Font Gran a la Font de Guilleumes di 2,4 (difficoltà bassa) km si possono vedere le storiche fonti d'acqua del popolo di Monistrol, la torre romanica di Bestorre, la Plaça del Bo-bo, l'acquedotto romano e la chiesa di Sant Pere.
  • La Ruta de les Ermites Romàniques lunga 13,5 (difficoltà bassa) km passa presso l'Ermita de Sant Jaume del XII secolo, l'Ermita de Sant Esteve de Marganell un chiaro esempio di arte rurale romanica, l'Eremita de Sant Cristòfol del XI secolo, l'Ermita Romànica de Santa Cecília dell'XI secolo, la Riera de Marganell e il Pont de fusta.
  • La Ruta del Camí dels Degotalls di 1,8 (difficoltà bassa) è ricca di attrazioni turistiche in quanto passa vicino al Monastero di Montserrat.
  • La Ruta del Camí del serrat dels Gatells percorre 2 km (difficoltà bassa) e conduce al Conjunt Medieval del Casc Antic, all'Ermita de La Salut e alla Cova del Salnitre.
  • Percorrendo i 3,5 km della Ruta del Bruc a Sant Pau Vell (difficoltà bassa) si raccomanda di visitare l'antica parrocchia di Sant Pau de la Guàrdia, la zona archeologica del torrente della Diablera e la Cova Tapada.
  • La Ruta dels Camins rurals de la Vinya Nova i l'Alzina Gran è lunga 5,3 km (difficoltà bassa) e propone la visita al Clot de l'Alfonsa, alla Cova del Salnitre, all'Ermita de La Salut, al Museu de les Coses del Poble e al nucleo medievale di Collbató.

Difficoltà medio-alta[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Non ci sono molti post dove mangiare a Montserrat ma sono di buona qualità sebbene un po' cari. Se state solo facnedo una gita in giornata l'ideale è portarsi il pranzo al sacco. Se arrivate da Barcellona una buona idea può essere quella di alzarsi presto, andare al mercato de La Boqueria vicino alla ramble e comprare dei panini. A Montserrat potete comunque acquistare prodotti locali come dolciumi, carne e anche due tipi di formaggi che si trovano solo qui.


Sicurezza[modifica]

Montserrat è un centro sicuro e non si segnalano problemi legati alla sicurezza personale. Le uniche raccomandazioni sono per chi fa escursionismo: sebbene la maggior parte dei sentieri nei dintorni siano facili fate sempre molta attenzione, evitate le escursioni da soli e non allontanatevi mai dal vostro gruppo.

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Montserrat (monte)
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Montserrat (monte)
2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene informazioni su come arrivare e sulle principali attrazioni o attività da svolgere.