Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordoccidentale > Piemonte > Arco alpino piemontese > Lago d'Orta

Lago d'Orta

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Lago d'Orta
Lago di Orta
Tipo area
Stato
Regione
Provincia

Lago d'Orta, chiamato anche Cusio, è situato in Piemonte.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Lago prealpino del Piemonte, ad est del Lago Maggiore dal quale è separato dal monte Mottarone, mentre a ovest, monti alti fino a 1300 metri separano lo specchio acqueo dalla Valsesia. È il più occidentale fra i grandi laghi prealpini, originato dal fronte meridionale del ghiacciaio del Sempione. Contrariamente a quanto accade con molti laghi alpini, che hanno un emissario a sud, le acque del lago d'Orta escono dal lago a nord e attraversano la città di Omegna, dando origine al torrente Nigoglia, che confluisce nello Strona che, a sua volta, sfocia nel Toce e quindi nel Lago Maggiore.

Cenni storici[modifica]

La presenza umana sul lago d'Orta è antica e risale almeno al neolitico, come testimoniano gli scavi archeologici condotti sull'isola di San Giulio. Nel corso dell'età del ferro il lago era abitato da genti celtofone inquadrabili nell'ambito della Cultura di Golasecca. Nei secoli successivi il territorio segue il processo di romanizzazione che caratterizza la Transpadana. Alla fine del IV secolo i due fratelli greci Giulio e Giuliano, originari dell'isola di Egina arrivano sulle rive del lago e si dedicano, con il beneplacito dell'imperatore Teodosio I all'abbattimento dei luoghi di culto pagani e alla costruzione di chiese. Con l'arrivo dei Longobardi, attorno all'anno 570, le terre dell'Alto Novarese furono inquadrate nel ducato di San Giulio. Dopo lotte per la supremazia fra franchi e Longobardi, nel XIII secolo si ebbero contese fra il Vescovo e il Comune di Novara, quando nacque formalmente il feudo vescovile della Riviera di San Giulio. Nel 1311 lo staterello divenne contea imperiale e successivamente conosciuta anche come principato vescovile. Nel 1767 i diritti sovrani sul territorio furono ceduti alla casa Savoia. La definitiva cessione di potere ai Savoia avvenne però solo nel 1817 con la rinuncia ufficiale da parte dell'ultimo principe-vescovo titolare. Il Comune di Omegna e la parte settentrionale del lago si federarono invece con il Comune di Novara fin dal 1221, seguendo le sorti del Novarese.

Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • Gozzano — La cittadina di Gozzano si trova nella pianura a sud del lago, notevoli alcune chiese romaniche presenti sul territorio comunale, direttamente sul lago si trova la località Lido di Buccione con una bella spiaggia attrezzata e la vicina riserva naturale Torre del Buccione
  • Miasino — Miasino è situato sulla collina affacciata sulla sponda orientale del lago, offre un ottimo panorama sul lago ed è punto di partenza per numerosi sentieri escursionistici sulle colline.
  • Nonio — Il piccolo comune collinare di Nonio ha due frazioni sulle rive del lago: Oira, dove in passato si trovavano numerose cave di serpentino e Brolo dove si trova Villa Tarsis, villa-palazzo con un bel giardino all'italiana.
  • Omegna — Omegna è situtata nell'estremità settentrionale del lago ed è il comune più popoloso del territorio lacustre, situata in una valle compresa tra il Mottarone - che separa la regione del lago d'Orta da quella del lago Maggiore e le pendici della valle Strona. Cittadina caratterizzata da un'impronta industriale vi si trovano alcuni spacci di marchi industriali legati al settore del casalingo. Nel centro si trovano diversi edifici storici interessanti.
  • Orta San Giulio — Il centro abitato di Orta San Giulio si trova su un promontorio sulla riva orientale del lago che si protende verso l'Isola di San Giulio, unica isola del lago d'Orta. Il pittoresco borgo è caratterizzato da strette viuzze in mezzo a palazzi storici coi caratteristi e ci tetti in pietra.
  • Pella (Italia) — L'abitato di Pella si trova ai piedi dell'imponente parete rocciosa su cui si trova il santuario della Madonna del Sasso. In direzione della frazione di Alzo si trova il complesso della chiesa di San Filiberto, unica chiesa italiana dedicata a questo santo.
  • Pettenasco — Pettenasco è un piccolo comune situato sulla riva orientale del lago, dispone di diverse strutture di accoglienza (hotel e b&b), una graziosa passeggiata a lago e una spiaggia pubblica attrezzata.
  • San Maurizio d'Opaglio — Il comune, importante centro di produzione di rubinetti, è composto da diverse frazioni. Si affaccia sulla riva occidentale del lago la caratteristica antica frazione di Lagna, da Punta Lagna si gode di una vista spettacolare sul lago.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • Aeroporto di Milano Malpensa (a circa 40 km)
  • Aeroporto di Milano Linate (a circa 80 km)

In auto[modifica]

  • Casello autostradale di Borgomanero sull'autostrada A26 Genova Voltri - Gravellona Toce seguendo le indicazioni per Gozzano, primo centro sulla sponda meridionale del lago
  • Uscita casello autostradale di Arona - autostrada A26 Genova Voltri-Gravellona Toce; proseguire a sinistra sulla SP142 e infine prendere a destra la SP 229
  • La Strada provinciale 229 del lago d'Orta costeggia tutta la sponda est.

In treno[modifica]

Stazioni : Gozzano, Bolzano Novarese (solo in periodo scolastico), Orta San Giulio (fr. Legro), Pettenasco, Omegna.


Come spostarsi[modifica]

Durante la stagione estiva un servizio di navigazione pubblica interessa gli scali di Orta, Isola di San Giulio, Pettenasco, Omegna, Ronco, Pella, Lagna, Buccione. Per informazioni: info@navigazionelagodorta.it

C'è anche un servizio privato di collegamenti lacustri con tutte le località rivierasche, avente sede a Orta San Giulio in Piazza Motta, 1. Per informazioni: info@motoscafisti.com

Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.