Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Pella
Veduta di Pella dall'Isola di San Giuslio
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Pella (Italia)
Pella
Sito istituzionale

Pella è un centro del Piemonte.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Il suo territorio si sviluppa sulla riviera occidentale del Lago d'Orta.

Cenni storici[modifica]

Mancano notizie certe relative agli insediamenti più antichi. È stato però recentemente ritrovato un masso coppellato del IV-I secolo a.C., probabilmente un altare religioso che trova confronti con quelli di Bugnate e Monte Zuoli. Nel territorio si rinvenne anche un piccolo sepolcreto con urne cinerarie e monete del III e IV secolo d.C. È citato nelle carte a partire dal 1039. Il paese seguì le vicende di tutte le terre legate all'Isola di San Giulio, sotto il potere vescovile fino al 1767. Quindi anche Pella fu possedimento vescovile a partire dal X secolo con Orta e Cozzano. L'antico "castrum" venne preso nel 957 da Litolfo figlio dell'imperatore Ottone I, chiamato dal padre a porre riordino nelle terre dell'Italia Settentrionale e ad opporsi alla tirannia di Berengario II e Adalberto, signori dell'Isola di San Giulio. Nel 1529 con Orta e gli altri paesi del Cusio respinse l'invasione di Cesare Maggio capitano di Carlo V.

Come orientarsi[modifica]

Sulla strada che da Alzo giunge a Pella, prima di entrare in paese, c’è un’area di sosta.

Quartieri[modifica]

Nel suo territorio comunale si trovano i paesi di Alzo, Monte S.Giulio, Ronco e Ventraggia.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

In auto[modifica]

  • Casello autostradale Borgomanero
  • Casello autrostradale Arona

Entrambi sull’Autostrada A26 GenovaGravellona Toce

  • Strada provinciale n. 46 Gozzano – Omegna ‘’strada occidentale del lago d’Orta
  • Strada provinciale n. 48 San Maurizio d’Opaglio – Pella ‘’Lungolago Lago d’Orta’’

In nave[modifica]


In treno[modifica]

In autobus[modifica]

  • Linee di pullman: orari e linee [1]
  • Arona – Borgomanero – Omegna – fermata ad Alzo bivio via Zanotti
  • Borgomanero - Alzo – Omegna - fermate Alzo bivio, piazza Fiorentini, Ventragia, San Filiberto, via Zanotti


Come spostarsi[modifica]

In taxi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • Masso coppellato, Sentiero Scalpellini (Sec. IV a,C:). Si ritiene risalga alla seconda età del Ferro (IV-I secolo a.C.). È situato all'inizio del territorio pellano, lungo l'antica via degli Scalpellini proveniente da San maurizio d'Opaglio.Gli studiosi propendono per considerarlo una sorta di altare per riti religiosi, forse sacrifici; le coppelle e le scanalature praticate nel masso avrebbero la funzione di convogliare verso il basso i liquidi, forse il sangue delle offerte sacrificati.
La torre medievale
  • Torre medievale, Via lungo Lago. È l'unica testimonianza rimasta delle antiche fortificazioni di quando Pella e gli altri centri rivieraschi respinsero nel 1529 i soldati spagnoli di Carlo V. Di proprietà privata, si erge sul lungolago e la si riconosce da lontano; è un po' il simbolo del paese.
Il ponte antico di Pella
  • Ponte sul fiume Pellino (Ad Alzo). Riporta scolpita la data 1578 ed il nome del costruttore; l'antica struttura a schiena d'asino era il percorso dei cortei funebri dalla chiesa al cimitero, dato che serviva per collegare il cimitero di San Rocco al paese.
  • Chiesa di San Filiberto (Ad Alzo), +39 0322 969118. La chiesa si erge in riva al lago, e mostra notevoli richiami alla sua origine romanica nonostante le variazioni e i lavori intervenuti successivamente. Ha la particolarità di essere l'unica chiesa dedicata in Italia a San Filiberto. Il complesso architettonico conta 14 cappelle, costruite nel 1794, collegate fra loro da una muraglia bassa a secco e riportanti scene della via Crucis. Il campanile sorge isolato di fronte alla chiesa; datato fra il 1075 ed il 1110, ha una massiccia struttura quadrata con feritoie nella parte inferiore e due ordini di bifore nella zona alta della torre.
L'edificio, che ora svolge la funzione di chiesa cimiteriale, è ritenuto il più antico della riviera occidentale del lago in quanto edificata nel secolo XI. Fu riedificata alla fine del Cinquecento. La facciata a capanna dell'ingresso è la parte più antica della struttura; l'abside, più alta, è di costruzione successiva. L'interno, a cui si accede scendendo qualche scalino, è ad unica navata incorniciata da due arcate a sesto acuto; l'aula converge nell'abside sopraelevata con catino a falde e base pentagonale.
Sulla parete destra della chiesa sono venute alla luce tracce di affreschi con San Giulio ed altre figure di difficile datazione; una scritta in caratteri gotici riporta il nome di San Filiberto. Un dipinto di San Giulio si conserva sotto il portico della Cappella di Lourdes, di autore anonimo del Cinque-Seicento.
  • Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista (In frazione Alzo), +39 0322 969141. Fu costruita quando venne eretta la parrocchia della frazione di Alzo nel 1674; la sua struttura è ad una sola navata con quattro cappelle laterali.
  • Chiesa parrocchiale di Sant’Albino, Via Pietro Durio 96 (Ad Alzo), +39 0322 969118. È la chiesa parrocchiale di Pella e fu costruita nel 1591, come testimonia la data incisa nell'architrave in granito del portale di ingresso; in quell'anno la chiesa divenne indipendente dalla Pieve dell'Isola di San giusto, dalla quale dipendevano quasi tutte le chiese del lago. La nuova parrocchia fu eretta con ogni probabilità su una costruzione romanica già esistente. Lavori di ampliamento sono stati fatti poi nell'Ottocento, quando venne allungata l'unica navata e fu costruito il portico sulla facciata. La chiesa conserva una ragguardevole tela del Peracino, sul lato destro dell'ingresso.
Il campanile attuale ha sostituito il precedente nel 1936.
  • Chiesa di San Defendente (In frazione Ronco Sotto), +39 0322 969141. Si trova lungo l'antico percorso che collegava la Valsesia al lago ed è intitolata al soldato romano divenuto Santo che si considera protettore contro la peste. Fra i dipinti ospitati dall'edificio c'è una Natività di Maria Santissima che proviene dall'oratorio omonimo di Ronco Sopra.
  • Oratorio di San Giulio (In frazione Ronco Sopra), +39 0322 969118.


Eventi e feste[modifica]

  • Armonie sul Lago. Simple icon time.svg Luglio - Agosto. rassegna concertistica
  • Traversata del Lago d'Orta. Simple icon time.svg in luglio. Manifestazione natatoria non agonistica e agonistica da Pella ad Orta San Giulio di mt. 1500


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

  • Spiaggia comunale Rialaccio (Frazione Roncallo sul Lago).


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • Albergo Ristorante La Rosa Blu, Via Pietro Durio 106 (a Alzo), +39 0322 969282, fax: +39 0322 969282.

Campeggi[modifica]

  • Castellania del Lago d’Orta, via Buonarroti 10, +39 0322 969298, fax: +39 0322 969622.

Casa per ferie[modifica]

  • Maria Ausiliatrice, via Lungo Lago 64, +39 0322 969125, fax: +39 322 969444.


Sicurezza[modifica]

Italian traffic signs - icona farmacia.svg Farmacia

  • Farmacia del Lago, Via Pietro Durio 128 (a Alzo), +39 0322 969317.-->


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • Poste italiane, Via Roma 5, +39 0322 969154, fax: +39 0322 969154.
  • Poste italiane, Oiazza Fiorentini 1 (Ad Anzo), +39 0322 969153, fax: +39 0322 969153.


Nei dintorni[modifica]

Informazioni utili[modifica]

  • Pro Loco Pella – informazioni turistiche, Via Vignaccia 2, +39 0322 969171.


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Pella (Italia)
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Pella (Italia)
2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).