Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Penisola iberica > Portogallo > Portogallo settentrionale > Minho > Guimarães

Guimarães

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Guimarães
Palazzo ducale (Paço Ducal) di Guimarães
Stemma e Bandiera
Guimarães - Stemma
Guimarães - Bandiera
Stato
Regione
Abitanti
Prefisso tel
Posizione
Mappa del Portogallo
Guimarães
Guimarães
Sito del turismo
Sito istituzionale

Guimarães è una città nella regione Minho nel Portogallo settentrionale.

Da sapere[modifica]

Il centro storico di Guimarães è un bene protetto dall'UNESCO e la città è stata una capitale europea della cultura nel 2012 insieme a Maribor (Slovenia).

Guimarães è un centro di industrie tessili, di commerci e di artigianato soprattutto di coltelleria e oreficeria, è situata nel verde paesaggio del Minho, regione storica del Portogallo.

Piazza Toural

Cenni storici[modifica]

Città di origine celtica e un tempo chiamata Wimara. Nel X secolo il re Ramiro II del Leon diede un convento alla contessa Mumadona Dias attorno al quale si consolidò l'insediamento, pertanto la contessa è considerata la fondatrice della città che divenne la capitale della contea di Portucale data nel 1095 da Alfonso VI re di Castiglia e León al genero Enrico di Borgogna che fissò vi la sua residenza. Alla sua morte il figlio Alfonso Henriques si ribello alla reggenza della madre appoggiata dai sovrani del Leon e si mise a capo di cavalieri che combatterono gli spagnoli del regno per l'indipendenza, che ottenne nel 1128 con la vittoria nella battaglia di Sao Mamede a pochi chilometri dal castello di Guimarães. Alfonso Henriques si diede allora a combattere gli Arabi che ancora occupavano il sud e li vinse definitivamente nel 1139 nella battaglia di Orique. Si fece proclamare re e da lui si fa iniziare il Regno del Portogallo. Liberata anche Lisbona nel 1147 vi portò la capitale e Guimarães perse d'importanza. Grazie all'intraprendenza dei suoi borghesi si sviluppò nel XVI secolo come polo manufatturiero portoghese e tale è tuttora.

Come orientarsi[modifica]

Praça da oliveira (Piazza Oilveira)


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Il modo più facile andare a Guimarães in aereo è volare all'aeroporto internazionale Sa Carneiro di Porto (OPO) e da lì prendere un treno o un autobus per Guimarães. L'autobus impiega circa un'ora per andare da Porto a Guimarães, mentre il treno quasi un'ora e mezza.

Ci sono compagnie molto low cost con voli per Porto, quelle che volano da più luoghi sono Ryanair e EasyJet. Inoltre, proveniente da Parigi, arriva Transavia, o da Barcellona Clickair. Ci sono anche compagnie aeree a più basso costo che volano a Porto, ma hanno meno viaggi al giorno.

Una volta arrivati ​​all'aeroporto di Porto, si può prendere i seguenti mezzi di trasporto per Guimarães:

Treno/Metro[modifica]

Prendere la metropolitana per la stazione di Campanhã o São Bento e poi prendere un treno per Guimarães. Il tragitto necessita di 2 ore ad un prezzo di circa 5€.

Trasferimento in bus[modifica]

C'è un trasferimento diretto in autobus per Guimarães dall'aeroporto di Porto e viceversa, operativo tutti i giorni. Impiega 50 minuti ad un prezzo di 7,5€ sola andata e 12€ andata e ritorno.

Taxi[modifica]

I taxi si trovano al piano degli arrivi dell'aeroporto di Porto. Impiegano 40 minuti per un prezzo di circa 60€.

In treno[modifica]

Stazione dei treni
  • 1 Estação Ferroviária de Guimarães. Il treno costituisce il mezzo più economico e il modo più comodo per arrivare a Guimarães. La società portoghese CP è quella che offre viaggi in treno. Da Lisbona i treni diretti impiegano circa quattro ore. Da Porto c'è un treno ogni ora.
Chi arriva con l'Alfa Pendular, deve necessariamente cambiar treno a Porto, per raggiungere Guimarães. Il viaggio in treno permette belle viste sulle campagne e i villaggi circostanti. La ferrovia passa su vari ponti che scavalcano fiumi e torrenti. Stazione di Guimarães su Wikipedia stazione di Guimarães (Q8779877) su Wikidata

In autobus[modifica]

  • 2 Estaçao Rodoviaria de Guimaraes, Alameda Dr. Mariano Felgueiras 257. Rede Expressos è una società di autobus a livello nazionale, ed è il modo migliore per arrivare a Guimarães. Con questa azienda si può arrivare da quasi tutte le principali città del Portogallo (e.g. Lisbona, Porto, Coimbra).
Se si viaggia in centri situati nei dintorni di Guimarães (nel raggio di circa 50 km), come ad esempio, Braga o Porto, si deve sempre chiedere alla gente (cosa molto comune in Portogallo) dove è possibile prendere un autobus per Guimarães. L'autobus potrà effettuare un sacco di fermate durante il viaggio, ma è un modo per conoscere meglio il nord.


Come spostarsi[modifica]

Autobus del TUG n.4025
Vista della città dal Monte da Penha
Noleggio bici Get Green

Con mezzi pubblici[modifica]

Il trasporto pubblico urbano è gestito dalla Transportes Urbanos de Guimarães (TUG) che gestisce 21 linee di autobus.

A Guimarães, c'è un autobus che permette di viaggiare attraverso il centro della città. Ma il suo centro non è molto grande quindi probabilmente sarà preferibile andare a piedi e godere dell'armonia di questa città medievale. Il prezzo biglietti è di circa 1,25 €.

Per andare al Monte da Penha la soluzione migliore è salire sul Teleférico da Penha. Se si preferisce si può fare una passeggiata attraverso la montagna che è molto sicura, e ci sono delle belle strade per salire, ma ci vorranno circa 30 minuti.

In auto[modifica]

Noleggiare un'auto può essere una soluzione buona (e poco costosa), perché in una piccola città non ci sono ingorghi, e se si vuole andare in un luogo "lontano" dal centro, questo può essere facilmente raggiunto. Ma se si vuol davvero sentire la città con le sue stradine medievali del centro, lo si può fare godendosele solo a piedi.

In bicicletta[modifica]

  • Get Green, Av. Conde de Margaride 175, +351 935 310 373. Simple icon time.svg Lun-Sab: 10:00-19:00. Noleggio bici.


Cosa vedere[modifica]

Architetture civili[modifica]

Aqui nasceu Portugal
Castello di Guimarães
  • 1 Aqui nasceu Portugal, Largo do Toural.
  • 2 Castello di Guimarães. In posizione dominante sull'abitato, il castello di Guimarães fu eretto nel X secolo a baluardo sia dei Mori attestati sulla linea di frontiera a sud di Coimbra sia dei Normanni che con le loro agili imbarcazioni si spingevano fino a questi lontani lidi. La costruzione originaria fu ampliata di parecchio un secolo più tardi, quando Enrico di Borgogna, 1° conte del Portogallo (1066 – 1112) e la sua sposa Teresa di León lo scelsero come residenza.
Nel 1127 Alfonso VII di León cinse d'assedio Guimarães dove si era asserragliato Dom Afonso Henriques (1112-1185) conte di Portogallo che aveva rifiutato di fargli atto di vassallaggio. Le truppe dei due contendenti si affrontarono Il 24 giugno del 1128 nel vicino campo di São Mamede. Vinse Dom Afonso Henriques che poté cingere la corona di primo re del Portogallo. La battaglia di São Mamede è considerata l'atto di nascita della nazione portoghese. Il castello di Guimarães è una delle più vaste fortificazioni dell'intero Portogallo. È cinto da mura merlate e imponenti torri. Fa parte delle Sette meraviglie del Portogallo. Castello di Guimarães su Wikipedia castello di Guimarães (Q2658498) su Wikidata
Palazzo dei duchi di Bragança (Paço Ducal)
Antico palazzo municipale
  • 3 Palazzo dei Duchi di Bragança (Paço dos Duques de Bragança), Rua Conde Dom Henrique 3 (Alle falde della collina dove si erge il castello di Guimarães). Simple icon time.svg Lun-Dom 10:00-18:00. Completato nel 1442 su commissione di Dom Afonso, 1.º duca di Bragança il palazzo ricorda nello stile i castelli di Borgogna che il duca ebbe occasione di visitare durante uno dei suoi frequenti viaggi in Francia. Allorché i suoi successori preferirono trasferirsi a Vila Viçosa, il palazzo fu abbandonato e cadde in rovina.
Il restauro eseguito nel 1933 al tempo della dittatura di Salazar fu causa di ampie critiche. Oggetto di polemiche fu soprattutto la sala dei banchetti realizzata a forma di caravella per esaltare le glorie marittime del Portogallo secondo lo spirito nazionalista dell'epoca. Alcune sale interne sono aperte al pubblico ed espongono arazzi fiamminghi, tappeti persiani e mobili d'antiquariato. Palace of the Dukes of Braganza (Q4892877) su Wikidata
  • 4 Antico Palazzo Comunale (Antigos Paços do Concelho), Largo da Oliveira e Praça de Santiago. Realizzato al tempo di Dom João I, il vecchio palazzo comunale fu completamente rimodellato nel XVII secolo ad opera dell'architetto João Lopes de Amorim. Belli i soffitti delle sale interne in legno dipinto. I suoi interni accolgono le collezioni del Museu de Arte Primitiva Moderna.
  • 5 Nuovo palazzo comunale. Ha sede nell'ex convento de Santa Clara, costruito nel XVI secolo su iniziativa del canonico Baltazar de Andrade. Il convento fu confiscato nel 1834.
  • 6 Zona de Couros, Largo Conego Jose Maria Gomes. Vasche ove anticamente avveniva la concia delle pelli. A Guimarães l’industria conciaria, finita negli anni 60 del XX secolo, aveva una tradizione che risaliva al medioevo e contribuì alla ricchezza economica della città.

Architetture religiose[modifica]

Igreja de Nossa Senhora da Oliveira
São Miguel do Castelo
Convento de São Francisco
  • 7 Igreja de São Miguel do Castelo. Una piccola cappella sotto l'entrata del castello. In stile tardo romanico è il luogo dove fu battezzato il 1° re del Portogallo, Dom Afonso Henriques. Church of São Miguel do Castelo (Q3780680) su Wikidata
  • 8 Igreja de Nossa Senhora da Oliveira. Chiesa ricostruita nel XIV secolo sui resti dell'antico monastero di Numadona e molto rimaneggiata nei successivi secoli. Igreja de Nossa Senhora da Oliveira (Guimarães) (Q4894732) su Wikidata
  • 9 Igreja e Convento de São Francisco, Largo de São Francisco. Convento de São Francisco (Guimarães) (Q17117708) su Wikidata
San Domenico
Chiesa di Nostra Signora della Consolazione e dei Santi Passi (Igreja de Nossa Senhora da Consolação e Santos Passos)
  • 10 Venerável Ordem Terceira De São Domingos. Nel 1959 la chiesa fu riconosciuta come edificio d’interesse pubblico e la sua sagrestia è diventata un museo. Il chiostro dell'attiguo convento è monumento nazionale dal 1910.
  • 11 Igreja e Convento das Dominicas, R. Dr. Bento Cardoso 45.
  • 12 Igreja de Nossa Senhora da Consolação e Santos Passos (Igreja de São Gualter), Largo de São Brás 42, +351 253 416 310.

Musei[modifica]

  • 13 Museu Regional De Alberto Sampaio‎, R. Alfredo Guimarães 39 (Centro storico), +351 253 423 910. Occupa gli spazi della collegiata di Nossa Senhora da Oliveira e del chiostro del monastero. Vi sono esposti frammenti architettonici, sculture e pitture che coprono un arco di tempo che va dal medievo al XVIII secolo. Notevoli anche gli oggetti d'arte sacra. Tra questi ultimi spicca un calice dell'epoca di Dom Sancho I e un retablo (pala d'altare) gotico del XIV secolo raffigurante la natività.
  • 14 Centro Internacional das Artes Jose Guimaraes (Plataforma das Artes e da Criatividade), Avenida Conde de Margaride 175, +351 253 424 715. Ospita opere dell'artista José de Guimarães e oggetti collezionati dallo stesso e divisi in tre sezioni: arte tribale, arte africana, archeologia cinese e precolombiana. Il centro è stato inaugurato nel 2012 in un nuovo edificio sorto sulla piazza del mercato.


Eventi e feste[modifica]

Cortei pasquali a Guimarães
  • Romaria Grande de São Torcato.. Simple icon time.svg Luglio. Pellegrinaggio all'omonimo santuario.
  • Festas Gualterianas. Simple icon time.svg Agosto.
  • Nicolinas. Simple icon time.svg Dicembre. (Q10336793) su Wikidata
  • Festa de Santa Luzia. Simple icon time.svg Dicembre. Festa di santa Lucia su Wikipedia Festa di santa Lucia (Q883628) su Wikidata


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Centro Cultural Vila Flor
Estádio Dom Afonso Henriques
Multiusos Guimaraes

Spettacoli[modifica]

  • 1 Centro Cultural Vila Flor, Avenida Dom Afonso Henriques, 701, +351 253 424 700. Centro Cultural Vila Flor (Q17390146) su Wikidata
  • 2 Estádio Dom Afonso Henriques. Estádio D. Afonso Henriques su Wikipedia estádio D. Afonso Henriques (Q1057274) su Wikidata
  • 3 Multiusos de Guimarães, Alameda Cidade de Lisboa 481, +351 253 520 300. È un'arena polivalente, utilizzata principalmente per ospitare fiere, mostre, congressi, concerti ed eventi sportivi. Ha una capacità totale di 3.000 posti.
L'arena è stata selezionata dall'emittente RTP per ospitare la finale della selezione nazionale per l'Eurovision Song Contest 2018, il Festival da Canção, il 4 marzo 2018. Pavilhão Multiusos de Guimarães su Wikipedia Pavilhão Multiusos de Guimarães (Q7155855) su Wikidata
  • 4 Teatro Jordao, Av. Dom Afonso 321. Attualmente chiuso. Riapertura prevista per il 2020.

Locali notturni[modifica]

Una scappatella a Largo da Oliveira è sempre la scelta migliore; ricorda alcuni luoghi in Spagna con un sacco di bei caffè.

  • 5 Café Milenário, Largo do Toural, +351 253 412 526.
  • 6 El Rock Bar, Praça de São Tiago 31.
  • 7 Pintado de Fresco, Praça de São Tiago 25.
  • 8 Bar Tásquilhado, Rua da Santa Maria, 42, +351 963 845 581. Bar games.
  • 9 Pátria Wine House, Travessa da Pereira 151, +351 939 112 746. Wine Bar.
  • 10 Salado Bar, Rua Rainha Dona Maria II, n° 2. Cocktail bar.
  • 11 For migas, Rua Antero de Quental 503. Restaurante Bar.
  • 12 Bar da Ramada, Rua da Ramada 52 (Instituto de Design). Stile vecchio pub con pareti rivestite in legno e musica di sottofondo.
  • 13 Morocco: House of Tea, Av. Dom João IV n° 1317 (Vicino alla stazione dei treni), +351 967 240 278. Simple icon time.svg Lun-Dom: 08:00-24:00. Sala da té.
  • 14 Século XIX, Rua Rómulo de Carvalho 257 (Vicino all'università), +351 912 890 559. Disco Club frequentato da studenti.
  • 15 Bar Académico, Rua de Francos 373 (Zona universitaria), +351 253 696 969.


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Dona Maria
  • 1 Taberna Trovador, Largo do Trovador 10, +351 913 205 263.
  • 2 Cantinho dos Sabores, Rua Francisco Agra, 29, +351 253 095 645.
  • 3 Mumadona, Rua de Serpa Pinto 260, +351 253 416 111. Simple icon time.svg Lun-Dom 09:30 - 11:30.

Prezzi medi[modifica]

  • 4 Buxa, Largo da Oliveira 23, +351 911 175 763. Simple icon time.svg Lun-Dom 12:30-15:00 e 19:00-20:00.
  • 5 Dona Maria, Rua João Lopes de Faria, 79, +351 916 840 485. Simple icon time.svg Mar-Dom: 12:00-23:00.
  • 6 Solar de Arco, Rua de Santa Maria, 48-50, +351 253 035 233.


Dove alloggiare[modifica]

I giardini della pousada Santa Marinha
Interno della Pousada Santa Marinha
Casa de Sezim

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]

  • Emergenza: 112
  • Polizia comunale: +351 253 421 222
  • Sicurezza pubblica (P.S.P) : +351 253 540 660
  • Guardia nazionale repubblicana (G.N.R.):+351 253 422 575
  • Pompieri : +351 253 515 444


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Caldas das Taipas e il ponte sul rio Ave
Nord
  • 3 Braga — La Bracara Augusta del periodo romano, con un gran numero di chiese.
  • 4 Caldas das Taipas — Cittadina termale a 8 km verso Braga.
  • 5 Citânia de Briteiros — A 15 km a nord e una interessante zona archeologica coi resti di un antico insediamento dei Celti-Iberi che nel VI secolo a.C. occupavano il territorio fra i fiumi Douro e Minho.
Est
  • 6 Amarante — Cittadina bagnata dal fiume Tâmega famosa per le sue architetture romaniche.
Ovest
  • 7 Vila do Conde — Città e porto di pesca sulla foce del rio Ave che forma un unico agglomerato con il centro balneare di Póvoa do Varzim.

Informazioni utili[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).