Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordoccidentale > Lombardia > Prealpi e grandi laghi lombardi > Varesotto > Castiglione Olona

Castiglione Olona

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Castiglione Olona
Panorama
Appellativi
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Castiglione Olona
Castiglione Olona
Sito istituzionale

Castiglione Olona è una città della Lombardia.

Da sapere[modifica]

È una città creata dal conte cardinale Branda Castiglioni che ne fece edificare nel Quattrocento i principali monumenti, e ne modificò completamente la struttura urbana.

Cenni geografici[modifica]

Al confine fra Varesotto e Alto Milanese, sulla riva sinistra del fiume Olona, dista 10 km da Varese, 19 da Busto Arsizio, 25 da Como e 55 da Milano. È un borgo quattrocentesco allungato nel verde e bagnato, oltre che dal fiume Olona, da una moltitudine di piccoli torrenti. Al confine tra Castiglione e Lozza sfocia nell'Olona il torrente Selvagna, alimentato dal torrente Felisera e dal Riale Gasletti. Il torrente Mornaga scorre tra le frazioni di Caronno Corbellaro e Gornate Superiore, e riceve le acque della Marnetta, formata dal Rio Griano e dal Rio Dietro Costa, e del Rio Canale, emissario del laghetto per la pesca sportiva; in seguito il Mornaga sfocia nell'Olona, così come il Riale delle Selve ed il Marubbio. Al confine tra Castiglione e Gornate Olona scorre il Valdessera, tributario dell'Olona. All'estremo nord ovest, Castiglione è lambito dal torrente Tenore.

Quando andare[modifica]

Il periodo migliore per recarsi a Castiglione olona è nella seconda settimana di luglio, quando viene organizzato il Palio dei Castelli.

Cenni storici[modifica]

Il paese è ricco di testimonianze storiche ed artistiche. I cronisti dell'epoca registrarono la presenza longobarda da cui discese, attorno all'anno 1000, la nobile famiglia Castiglioni, possidente del feudo castiglionese perlomeno dal 1028. Nel contesto delle battaglie per il controllo del Contado del Seprio, Castiglione Olona si trovò più volte coinvolto in giochi di alleanze politiche con le famiglie potenti che gestivano il potere locale, parteggiando quindi ora per i Torriani ora per i Visconti. Risalgono a questo periodo le costruzioni delle mura di cinta del borgo che si conservano solo nella parte più alta del colle dove venne eretta nell'XII secolo la rocca difesa dal corso del fiume Olona per ben tre quarti e da un massiccio bastione con ponte levatoio nella parte rimanente.

Nel 1809 il re Napoleone annesse al comune Caronno Corbellaro, Gornate Superiore e Lozza, portando di colpo l'abitato da 900 a 1394 abitanti, ma pochi anni dopo i restaurati austriaci annullarono tutto. Le prime due delle tre annessioni furono poi riproposte da Mussolini nel 1927.

Come orientarsi[modifica]

Il punto di riferimento più importante di Castiglione Olona è strada statale SS 233 "Varesina", che taglia in due il centro abitato.

Quartieri[modifica]

Fanno parte del suo territorio le località di Caronno Corbellaro e Gornate Superiore.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Castiglione Olona non è fornita di aeroporti ma dista circa 20 km da quello di Milano-Malpensa, che è il secondo hub italiano dopo Roma Fiumicino.

In auto[modifica]

Strade statali e provinciali[modifica]

  • La Strada Statale 233 Italia.svg strada statale 233 "Varesina" collega Castiglione Olona con Varese e Milano.

Autostrade[modifica]

Castiglione Olona non è servita dalla rete autostradale italiana. L'autostrada più vicina è l'A8 Milano-Varese

In nave[modifica]

Non è possibile raggiungere Castiglione Olona attraverso vie d'acqua.

In treno[modifica]

Castiglione Olona è servita dalla stazione di Venegono Superiore-Castiglione, che si trova lungo la ferrovia Saronno-Laveno.

In autobus[modifica]

Il servizio di trasporto pubblico che collega Castiglione Olona con gli altri comuni è gestito da varie aziende. Le linee che attraversano Castiglione Olona sono:

  • B45: Varese - Lozza - Castiglione Olona - Somadeo - Gornate Superiore - Torba - Castelseprio - Cascina Sant'Anna - Tradate (gestito da GIULIANI E LAUDI)
  • B48: Tradate- Castiglione Olona (gestito da FNMA)

Come spostarsi[modifica]

Castiglione Olona non possiede un servizio urbano di autobus.

Cosa vedere[modifica]

Collegiata dei Santi Stefano e Lorenzo
Palazzo del Cardinal Branda
  • 1 Collegiata dei Santi Stefano e Lorenzo. Sorse sulle rovine del castello di Castiglione Olona, nel Seprio, fortificazione più volte distrutta tra il Basso medioevo e il primo Rinascimento. Detta anche la Collegiata, per la presenza un tempo di un collegio di canonici, la chiesa fu consacrata il 15 marzo 1425 e venne costruita in stile gotico lombardo. Oltre alla chiesa sono presenti un campanile e il chiostro dove si affaccava la canonica ed il battistero, costruito sulle fondamenta di una torre. In una sala è infine allestito il museo della Collegiata, dove sono esposti dipinti e arredi sacri. Chiesa dei Santi Stefano e Lorenzo (Castiglione Olona) su Wikipedia "chiesa dei Santi Stefano e Lorenzo" su Wikidata
  • 2 Chiesa del Santissimo Corpo di Cristo (Chiesa di Villa). L'intero complesso dichiara una stretta discendenza dai modelli architettonici del Brunelleschi probabilmente dovuta all'intervento di un maestro toscano attivo in Lombardia in quegli anni, forse il Vecchietta, che si stabilì in città come aiutante di Masolino. Può essere considerata come il primo edificio di matrice brunelleschiana al di fuori della Toscana non solo per una serie di caratteristiche stilistiche quali l'uso dell'ordine completo e la bicromia tra la pietra delle mebrature e l'intonaco, ma anche per l'impiego di tipologie costruttive quali la spina di pesce nella cupola. Chiesa del Santissimo Corpo di Cristo (Castiglione Olona) su Wikipedia "chiesa del Santissimo Corpo di Cristo" su Wikidata
  • 3 Palazzo Branda, piazza Garibaldi 1. L'edificio venne costruito tra il XIV e il XV secolo ed è costituito da due corpi, il primo del XIV secolo e il secondo dei primi decenni del XV secolo. Tuttavia il palazzo ha subito nel corso degli anni una serie di interventi che ne hanno modificato la struttura originaria. All'interno il cardinale fece affrescare una serie di pitture dal suo pittore protetto, Masolino da Panicale, in particolare un Paesaggio ungherese, a memoria del viaggio dei due in Ungheria. Con l'estinzione del casato dei Castiglioni il palazzo divenne di proprietà municipale. Palazzo Branda su Wikipedia "Palazzo Branda Castiglioni" su Wikidata
  • 4 Castello di Monteruzzo, via Monteruzzo 1. È una villa padronale che è stata trasformata in un centro congressi. Costruita nel XIX secolo con uno stile che richiama architetture del passato, ha annesso un vasto parco.


Eventi e feste[modifica]

  • 1 Palio dei Castelli, Via Roma 25 (Sede Pro Loco Castiglione Olona, organizzatrice dell'evento). È la manifestazione principale che avviene in ambito cittadino. Dal 1971 si corre ogni anno tra gli otto rioni del borgo, richiamando un gran numero di visitatori. Il Palio, che si svolge di norma nella seconda settimana di luglio, è composto di vari momenti, tra cui il più significativo è quello della cosiddetta Corsa delle botti. Palio dei Castelli su Wikipedia "Palio dei Castelli" su Wikidata
  • Tra Arte e Degustazione. Ecb copyright.svg 10€. Durante il mese di Maggio, Tra Arte e Degustazione si svolge tra le vie del Centro Storico: musica, spettacoli ed eventi accompagnati da degustazioni di vini e gastronomia tipica. L'evento, promosso ed organizzato dal Comune di Castiglione Olona - Assessorato alla cultura con la collaborazione di Pro Loco Castiglione Olona e delle associazioni castiglionesi.
  • Fiaccolata di Natale.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Le vie del centro abitato ospitano molti negozi ed alcuni bar.

Come divertirsi[modifica]

Locali notturni[modifica]

  • 1 John Martin's Pub, via Cesare Battisti 69, +39 0331 858059. Pub
  • Caffè Pastori 5.12.


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Bed & Brekfast San Nicola, via papa Celestino 26, +39 0331 858988. Ecb copyright.svg Camera Singola 35/60 €; Camera Doppia 70/100 €.
  • 2 Bed & Brekfast Stella del Borgo, via Tenente Nicora 8. Ecb copyright.svg Camera doppia 40/70 €.


Sicurezza[modifica]

  • Carabinieri, via IV Novembre 1, Castiglione Olona, +39 0331 811470.
  • Polizia locale, via Cardinal Branda 8, Castiglione Olona, +39 0331 824801.

Italian traffic signs - icona farmacia.svg Farmacie


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

Castiglione Olona possiede un ufficio postale che è situato in via Alessandro Manzoni 1 (tel. +39 0331 824750)


Nei dintorni[modifica]

  • Parco Rile Tenore Olona (sito istituzionale). È un'area protetta di interesse sovracomunale che si sviluppa intorno al fiume Olona ed ai torrenti Rile e Tenore. Ha una superficie di circa 1400 ettari e si estende sul territorio dei comuni di Castiglione Olona, Gazzada Schianno, Lozza, Morazzone, Caronno Varesino, Gornate Olona, Lonate Ceppino, Castelseprio e Carnago. Il Parco è costituito da un territorio caratterizzato da estesi terrazzamenti di origine fluvio-glaciale, i cosiddetti pianali morenici ed è ricco di siti di rilevanza storica e culturale. La particolare geologia del territorio permette la nascita di numerosi piccoli torrenti alimentati da acque risorgive e acque piovane. Oltre a vaste zone boschive, sono presenti ampi prati. La flora è quella tipica lombarda, composta in prevalenza da pino silvestre, farnia, carpino, castagno, robinia, nocciolo, platano, frassino, quercia rossa, pioppo nero, olmo, acero e ontano nero. La fauna è ricchissima. Sono presenti numerosissime specie di mammiferi, uccelli, anfibi e invertebrati.

Itinerari[modifica]

  • Parco regionale Campo dei Fiori (sito istituzionale). È un'area protetta italiana sita nella provincia di Varese, in Lombardia. Istituito nel 1984 con la legge regionale n.17 del 19.03.84, si estende essenzialmente sui territori occupati dal Massiccio del Campo dei Fiori e dal Massiccio del monte Martica. Il Parco è delimitato a Nord e a Nord-Ovest della Valcuvia, ad Est dalla Valganna e a Sud dalla città di Varese e dalla strada statale che conduce a Laveno-Mombello. I due massicci sono separati dalla Val di Rasa che unisce la Valcuvia alla Valle dell'Olona. Nel territorio coperto dal Parco si trovano importanti complessi storico-architettonici, tra cui spiccano il Sacro Monte di Varese (importante santuario dedicato alla Madonna nera, dichiarato Patrimonio dell'Umanità UNESCO) ed un notevole insieme di edifici in stile liberty di grande pregio, tra i quali svetta per maestosità il Grand Hotel Campo dei Fiori (con annesso Ristorante Belvedere). Da menzionare è altresì la vetta delle "Tre Croci", una delle più alte del massiccio, che trae il suo nome dall'altare ivi posto nel 1600, e da allora più volte rinnovato, a memoria del sacrificio di Gesù Cristo sul Golgota.
  • Parco archeologico di Castelseprio (sito istituzionale). Situato a Castelseprio, è costituito dai ruderi dell'omonimo insediamento fortificato e del suo borgo, nonché dalla poco distante chiesa di Santa Maria foris portas. Dello stesso unicum archeologico è il Monastero di Torba, che è però gestito del FAI. Dichiarato il 26 giugno 2011 Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, il parco è stato istituito successivamente alla riscoperta del sito da parte di Gian Piero Bognetti negli anni cinquanta.


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).