Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordorientale > Veneto > Bellunese > Agordino > Valle del Biois > Canale d'Agordo

Canale d'Agordo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Canale d'Agordo
Canal d'Agort
Canale d'Agordo d'inverno
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Canale d'Agordo
Canale d'Agordo
Sito del turismo
Sito istituzionale

Canale d'Agordo è una località storica, culturale e piccola zona sciistica in Val di Gares sempre nell'ambito della Valle del Biois in provincia di Belluno.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Canale è un comune della provincia di Belluno e località principale della Valle del Biois, nelle Dolomiti. La Valle del Biois porta verso Agordo e Belluno e confina con il vicino Trentino-Alto Adige: il passo San Pellegrino permette l'accesso alla Val di Fassa ove è situata Moena mentre il passo del Valles conduce a Predazzo in Val di Fiemme.

Cenni storici[modifica]

Le prime testimonianze dell’esistenza del paese si trovano in un documento (bolla di Papa Lucio III) del 1185, dove è citato insieme all’antichissima chiesa di San Simon di Vallada, allora detta San Simon di Canale. Verso il XIV secolo iniziò l’attività dell’industria mineraria nelle cave di ferro, piombo e mercurio del Sass Négher e di Sàis, montagne della Val di Garés; nacquero così le fucine per fondere i metalli in località “I Forn” e “Medavàl”. Con il ferro di queste fonderie venivano forgiate ottime spade per la Serenissima. Eminenti personaggi hanno avuto i natali in questo paese,: primo fra tutti il papa Giovanni Paolo I (Albino Luciani, 1912-1978), che sta per salire all’onore degli altari; gli scultori Benedetto Da Pos (1831-1920), Pietro Lazzaris (1857-1917), Amedeo Da Pos (1870-1966); i pittori Giuseppe Zais (1709-1781), Giuliano De Rocco (1934); il poeta contadino Valerio Da Pos (1740-1822); il campione mondiale dello sci da fondo di Oslo nel 1966 Franco Manfroi (1939-2005). Qui, grazie all’arguzia dell’arciprete don Antonio Della Lucia (1824-1906), fu creata la Prima Latteria Cooperativa d’Italia (1872); qui nel 1847 la famiglia Zannini fondò una delle prime birrerie industriali Italiane, trasferitasi in seguito a Pedavena. Nel XIX secolo cominciò a fiorire il turismo con la nascita del primo albergo della Val del Biois “Al Gallo”. Esso servirà ai primi escursionisti che scendevano dalle Pale di San Martino attraverso l’Altopiano delle Comèlle. Ad esso si ristorarono, nell’estate 1857 l’alpinista irlandese John Ball (1818-1889), nell’estate 1865 l’alpinista britannico Francis Fox Tuckett (1834-1913), il geografo Olinto Marinelli (1876-1926) e nel 1899 l’alpinista Alfred von Radio-Radiis.

Come orientarsi[modifica]

Frazioni[modifica]

Le frazioni di Canale sono le seguenti: Carfon, Casate, Colmean, Feder, Fregona, Garés, La Mora, La Šota, Pàlafachina, Pisoliva, Val, Campion, Tegosa.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aeroporto internazionale più vicino è quello il Marco Polo di Tessera Venezia. Poi bisogna raggiungere in autobus la stazione dei treni di Mestre e proseguire per Belluno.

In auto[modifica]

Prendere l'autostrada A27 e uscire a Belluno. Proseguire in direzione Agordo-Cencenighe, a Cencenighe svoltare a sinistra verso la galleria, e proseguire per alcuni chilometri in direzione di Falcade.

In treno[modifica]

La stazione più vicina è quella di Belluno dove arrivano treni provenienti da Venezia-Mestre e da Padova. Di fronte alla stazione c'è anche la stazione degli autobus da cui partono i pullman della DolomitiBus per Agordo-Cencenighe-Falcade.

In autobus[modifica]

Da Agordo-Belluno partono gli autobus della DolomitiBus diretti a Falcade (spesso con cambio a Cencenighe). Da Trento e da Bolzano: Atesina, principale compagnia di autolinee. Prendere la linea Trento-Cavalese-Penia con cambio a Moena (da Trento) o Bolzano-Ora-Cavalese-Falcade (da Bolzano) .

Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Lo ski bus collega Canale con gli impianti di risalita di Molino (Falcade).

In auto[modifica]

Per raggiungere le località non servite dagli autobus e soprattutto negli orari serali potete usufruire degli autonoleggi con conducente (pulmini fino a 9 posti).


Cosa vedere[modifica]

  • Papa Giovanni Paolo I mostra dedicata a Papa Luciani. Orario: a luglio e agosto dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30, o su appuntamento (tel. +39 377 966 5237).
  • Chiesa della Pieve, Piazza Papa Luciani.
  • Casa delle Regole, Via Tancon. edificio del 1640 dove si riunivano i capi famiglia (Regolieri) per amministrare il paese
  • Casa natale di Papa Albino Luciani, via Rividella 8.
  • Latteria museo di Feder. visitabile


Eventi e feste[modifica]

  • Casparetha. Maratona non competitiva con le ciaspole da neve e si svolge nel mese di gennaio, partendo dalla Piazza Papa Luciani fino ad arrivare in località Pian de Giare al Camping Lastei in Valle di Gares.
  • Žinghénesta. Simple icon time.svg Ultima domenica di carnevale. Un corteo di maschere antiche e moderne che sfilano per tutto l'abitato di Canale.
  • Tiro al Vof. Simple icon time.svg Il giorno di Pasqua. Tradizione secolare di Canale, dedicata al divertimento principalmente dei più piccoli, ma anche dei grandi.
  • Sagra de San Doane. Simple icon time.svg 24 giugno. La sagra più importante, festeggiata con la Santa Messa nella chiesa arcipretale. Durante questa festa vengono dislocate le bancarelle del mercato per le vie principali del paese mentre in piazza si trova il tendone con i piatti tipici e le giostre per grandi e piccini.
  • Estate in piazza. In collaborazione con la Pro Loco di Canale.
  • La Lucciolata (In Val del Biois). Simple icon time.svg Ad agosto.


Acquisti[modifica]

  • Macelleria Costa Paolo, Piazza Papa Luciani.
  • Macelleria Sperandio, Via XX agosto.
  • Panificio Costa, Piazza Papa Luciani.
  • Panificio Croch, Via XX agosto.
  • Foto Bazar Lorenzi, Via Lotta 37, +39 0437-590239.
  • Il Filò, Piazza Papa Luciani. Souvenir.
  • Fiocco Calzature & souvenir, Via Roma 2, +39 0437590397.
  • Merceria da Elda, Piazza Salvatore Serafini.


Come divertirsi[modifica]

Locali notturni[modifica]

  • Bar Sport, Piazza Papa Luciani.
  • Bar Zanonner, Piazza Papa Luciani.
  • Pattinaggio sul ghiaccio. Simple icon time.svg 10:00-12:30, 15:00-18:00 e 20:00-23:00. Nella pista di ghiaccio naturale in centro a Canale


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • Poste Italiane SPA Canale d'Agordo, Piazza Papa Luciani, +39 0437 501231.

Telefonia[modifica]

  • In Via Roma sul fianco della Guardia Medica


Nei dintorni[modifica]

Itinerari[modifica]

Informazioni utili[modifica]

  • Cassa Rurale Val Di Fassa E Agordino, Piazza Papa Luciani 1, +39 0437 590698. Banca.


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).