Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Europa orientale > Russia > Russia nordoccidentale > Oblast' di Novgorod > Velikij Novgorod

Velikij Novgorod

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Velikij Novgorod
Vista del Cremlino di Novgorod
Stemma e Bandiera
Velikij Novgorod - Stemma
Velikij Novgorod - Bandiera
Stato
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Russia
Velikij Novgorod
Velikij Novgorod
Sito del turismo
Sito istituzionale

Velikij Novgorod è una città della Russia, capoluogo della oblast' omonima.

Da sapere[modifica]

Velikij Novgorod che forse ad un europeo può non dir nulla è stata una delle principali città di questa parte d'Europa per moltissimo tempo durante il medioevo. Sicuramente una delle città più antiche della Russia, Novgorod o come la si chiamava secoli fa "Grande Signora Novgorod" fu il principale centro politico, culturale, religioso e commerciale della Russia nordoccidentale, e la sua storia è coincisa spesso con quella di altri grandi regni nordici, primo fra tutti quello svedese. Ebbe anche stretti contatti con l'influente lega anseatica dei commercianti tedeschi anche se non vi entrò mai formalmente. Oggi offuscata dalle grandi Kiev, Mosca e San Pietroburgo è tornata ad essere una tranquilla città di provincia anche se il visitatore che vorrà avventurarsi nelle sue strade e campagne non potrà fare a meno di stupirsi della mole straordinaria di monumenti ed edifici finemente elaborati presente in città.

Cenni geografici[modifica]

La città sorge lungo il fiume Volchov, nel punto in cui questo esce dal lago Ilmen, in una zona caratterizzata da una topografia piuttosto piatta e occupata da ampie zone paludose. Velikij Novgorod si trova nella zona della taiga; ha un clima di tipo continentale, con inverni freddi e brevi estati fresche.

Cenni storici[modifica]

Novgorod è citata per la prima volta nel 859 d.C. e, come già detto, fu una delle città cardine della cultura, storia e religione russa sin da tempi antichissimi, quando il concetto di "russo" non era ancora ben definito e si fondeva con quello di altri popoli. Momento centrale della storia di questa città è stata sicuramente la Repubblica di Novgorod nel medioevo, quando di fronte alla veloce ascesa di un potere monarchico - zarista in Russia, che diventerà poi famoso con regnanti del calibro di Ivan il Terribile, questa città oppose una feroce resistenza, dichiarandosi strenuamente democratica e assegnando ogni decisione ad un'assemblea popolare, il vece, che assomiglia molto alle assemblee della grande Grecia classica, più famigliari a noi occidentali di questo suo parente russo.

Vinta, assediata e assorbita nel nascente regno di Mosca, antenato dell'impero russo, Novgorod ha perso nei secoli sempre più il suo ruolo e la sua importanza ed è rimasto un sito archeologico a cielo aperto con monumenti, archivi, chiese e monasteri che costituiscono una miniera di informazioni per il viaggiatore assetato di storia o curioso. Oggi, la città è capoluogo dell'oblast' omonima e città più importante di questa piccola regione, costantemente appannata dalla vicina Mosca e Pietroburgo.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Non esistono nella regione aeroporti civili, pertanto se volete raggiungere Novgorod per via aerea vi toccherà optare per Mosca o San Pietroburgo.

In treno[modifica]

Stazione centrale dei treni

I maggiori collegamenti sono con Mosca e San Pietroburgo, dal momento che la città si trova a circa 50 km dalla linea che collega San Pietroburgo a Mosca. Circa 10 treni effettuano collegamenti tra Velikij Novgorod e le due grandi "capitali" russe, offrendo la possibilità di raggiungere anche altre interessanti città come Murmansk e Minsk:

  • 802 Velikij Novgorod - San Pietroburgo
  • 6916 Velikij Novgorod - San Pietroburgo
  • 42 Velikij Novgorod - Mosca
  • 325 Murmansk - Minsk
  • 326 Minsk - Murmansk
  • 6816 Velikij Novgorod - Malaja Višera
  • 6956 Velikij Novgorod - Luga

In ogni caso, punto di arrivo e partenza di tutti i treni a Novgorod è la stazione centrale.

In autobus[modifica]

  • 2 Stazione degli autobus (Автовокзал), ul. Oktjabr'skaja, 1, +7 8162 73 99 79. Simple icon time.svg 05:00-22:00.

Collegamenti decenti via autobus ci sono con San Pietroburgo, con partenze ogni ora e durata del viaggio compresa tra le 3 e le 4 ore.

Altri collegamenti ci sono anche con Pskov un paio di volte al giorno. Da notare che Pskov è raggiungibile anche con un autobus dalla pittoresca città di Porchov, che a sua volta ha collegamenti con Novgorod. Verso Sud, infine, ci sono collegamenti con la bella Tver' dalla quale è possibile raggiungere le altre città dell'Oblast' di Tver'. Gli autobus sono solitamente confortevoli e veloci ma in ogni caso se potete scegliere tra autobus e treno, preferite sempre i treni.

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Cattedrale di S. Sofia
Monumento ai 1000 anni della Russia

Novgorod non è stata solo una città importantissima a livello politico in Russia, ma per secoli è stata anche il baluardo del cristianesimo ortodosso e tanto più svedesi da un lato e mongoli-musulmani dall'altro hanno tentato di imporre di volta in volta il cattolicesimo, il protestantesimo e l'Islam, tanto più Novgorod si è riempita di monumenti ecclesiastici e chiese, alcune delle quali di eccezionale livello artistico.

La città che oggi si apre al visitatore è un mosaico complesso con strade e periferie disseminate da centinaia di chiese, cappelle e monasteri, gran parte dei quali protetti dall'UNESCO

  • UNESCO 1 Cremlino di Novgorod (Новгородский детинец). Il cremlino di Novgorod, o fortezza di Novgorod, qui chiamato con il termine arcaico russo "detinec" è uno dei monumenti simbolo della città e delle vicende storiche che l'hanno vista protagonista. Sorge sulle rive del Volchov con mura alte anche 15 metri e spesse fino a 6. Lungo il perimetro di cinta si incontrano ben 9 torri. L'antica e originaria fortezza era in legno e subì diversi incendi e ricostruzioni fino al XIV secolo, quando si passo all'uso della pietra e l'intero complesso fu abbattuto e ricostruito in pietra con le tecniche più avanzate del periodo. A metà ottocento, una buona parte delle mura che si affacciavano sul fiume crollarono e furono ricostruite senza alcun rispetto delle forme originarie.
  • 2 Cattedrale di Santa Sofia (Софийский собор). Simple icon time.svg Lun-Dom: 09-20. La cattedrale vanta d'essere la più antica chiesa in Russia, costruita per volere del semi-leggendario Vladimir II di Novgorod. Nella cattedrale si conservano frammenti di affreschi del XII secolo, anche se la maggior parte del complesso è opera del XIX secolo. La cattedrale è ancora attiva come luogo di culto ma una parte dell'edificio è ora adibito a museo-riserva della storia di Novgorod. Molto più di un'occhiata merita il portale in bronzo posto a ovest che risale al XII secolo e che è detto di Magdeburgo. Assai vivaci sono le scene tratte dal Vecchio e Nuovo Testamento e che mettono ben in evidenza la perizia dei fabbri della città di provenienza.
campanile di S. Sofia
  • 3 Campanile della cattedrale (Звонница Софийского собора). Ecb copyright.svg 150 RUB (2014). Simple icon time.svg da Novembre a Maggio 10:00-18:00 (fine settimana anche fino alle 20:00). Bianco come la neve, il campanile volge il suo sguardo al fiume Volchov. Fu innalzato nel 1439 al posto del precedente crollato per un'inondazione del fiume. All'entrata si possono ammirare alcune antiche e pesanti campane del XVI secolo, esposte ora ai visitatori. Il biglietto d'entrata da anche la possibilità di visitare la parte orientale delle mura, dal campanile fino alla torre del Salvatore sulla piazzetta della corte di Jaroslav.
  • 4 Monumento del millenario della Russia (Памятник "Тысячелетие России"). Il monumento ai 1000 anni della Russia fu eretto e aperto al pubblico nel 1862 ed è un esempio eccezionale di arte scultorea. Il progetto fu elaborato ed eseguito dagli scultori M. Mikešin, I. Šreder e dall'architetto V. Gartman. Durante l'occupazione tedesca il monumento fu letteralmente smontato pezzo per pezzo e le singole sculture distrutte o esportate in Germania. Subito dopo la liberazione, però, il complesso monumentale fu ricostruito ex-novo. Il gruppo scultoreo posto sulla sommità presenta un angelo che porta una croce e ai suoi piedi una figura femminile rappresentante la Russia. Più in basso segue un ciclo dei maggiori eventi storici a partire dall'arrivo del principe Ulrik, fino a giungere allo zar Alessandro II. Vere opere d'arte sono le rappresentazioni di scene che comprendono 129 personaggi legati alla storia russa ove oltre agli zar e zarine sono presenti uomini di stato e militari, figure religiose, poeti e scrittori. L'ufficio del turismo vende una guida ben fatta con i dettagli di questa splendida opera; anche se non conoscete il cirillico le immagini vi aiuteranno a individuare tutti i personaggi.
  • 5 Palazzo del potere (all'interno della fortezza). Costruito da Polivanov, è un esempio del classicismo in architettura e oggi anche museo dedicato alla storia di Novgorod.
  • 6 Corpus di Lichud (Лихудов корпус). uno dei complessi architettonici del cremlino di Novgorod.
  • 7 Palazzo Granovitaja (Грановитая (Владычная) палата). Il palazzo è la più antica costruzione civile, opera di architetti tedeschi. Oggi è un museo dedicato all'arte della gioielleria e decorazione russa e antico-russa.
  • 8 Chiesa dell'intercessione (Церковь Покрова). Costruita nel 1580 e ricostruita nel XVII secolo.
Chiesa di S. Andrea
  • 9 Chiesa di Andrea Stratilat (Церковь Андрея Стратилата). Simple icon time.svg Giov-Lun 10:00-17:00 (in estate fino alle 18:00). L'attuale chiesa è stata costruita solo nel 2000 ma sorge sul sito di un antichissimo tempio a Boris e Gleb del 1160.
  • 10 Chiesa e campanile di san Sergio di Radonež (Церковь Сергия Радонежского и Часозвоня). Si tratta della più antica chiesa "nadvratnaja" del Nord russo. Questo tipo di chiese erano costruite alle porte di una città e servivano da centro di accoglienza per i pellegrini in arrivo in città. Fu costruita nel 1460 dall'arcivescovo Iona.
  • 11 Torre Kokuj (Башня Кокуй). Questa torre non si differenzia dalle altre se non per il fatto che è possibile salire fino in cima, dove potrete godere di una splendida vista sul centro storico della città.

Corte di Jaroslav e mercato[modifica]

Cattedrale di S. Nicola
  • 12 Cattedrale di S. Nicola (Никольский собор на Дворище). Ecb copyright.svg 60 RUB. Simple icon time.svg Gio-Dom, 10:00-18:00. Nel complesso della corte di Jaroslav, questa cattedrale è la più antica. Fu costruita nel 1113-1136. La cattedrale è anche iscritta nelle liste UNESCO dei patrimoni dell'umanità. Tra le decorazioni del XIX secolo è possibile riconoscere frammenti di affreschi del XII secolo.
  • 13 Chiesa di S. Giovanni Battista (Церковь Иоанна Предтечи на Опоках).
  • 14 Chiesa di San Giorgio (Церковь Георгия в Лубянице на Торгу). Simple icon time.svg Ven-Mar 10:00-18:00 (chiude dalle 14:30 alle 15:30). Sul sito si trovano resti di un edificio del XIV secolo visibile in uno zoccolo di muro alto 4 metri. La maggior parte del tempio oggi visitabile fu costruito nel XVIII sec. in stile barocco moscovita.
  • 15 Chiesa della Dormizione di Maria (Церковь Успения Пресвятой Богородицы на Торгу), ul. bol'šaja Moskovskaja, 5a.
Chiesa della Parasceve
  • 16 Chiesa della Parasceve del Venerdì (Церковь Параскевы Пятницы на Торгу). Simple icon time.svg Aprile - settembre, 11:00-18:00.
  • 17 Piazza del Veče (Вечевая площадь). Situata nei pressi della cattedrale di San Nicola, la piazza era il luogo in cui si riuniva anticamente l'assemblea democratica di Novgorod, ultimo baluardo della democrazia antico-russa prima dell'avvento del potere zarista. Non è rimasto nulla dell'antica piazza se non il nome e il ricordo, vanto dei cittadini di Novgorod.
  • 18 Chiesa delle Portatrici di Mirra (Церковь Жен Мироносиц). Pittoresca chiesa ortodossa d'epoca rinascimentale.
  • 19 Chiesa di Procopio (Церковь Прокопия).
  • 20 Torre-cancello del Gostinyj Dvor (Воротная башня Гостиного двора). Il Gostinyj Dvor era un'antica piazza, presente in molte grandi città russe, adibite al mercato o a fiere temporanee, pensata per accogliere gli stranieri, soprattutto mercanti, che qui potevano esporre e vendere le proprie merci. Il Dvor era proprio delle città importanti, mete ambite da commercianti itineranti e Novgorod ne aveva uno, oggi esempio meraviglioso di architettura e arte medievale russa.

Quartiere di Sofia[modifica]

Monumento a Rachmaninov
  • 21 Važnja. La važnja era una struttura tipica dei complessi commerciali russi e questa parola è imparentata ad una che oggi significa "bilancia". L'edificio così chiamato a Novgorod è un esempio di architettura del XIX secolo, opera di Rer'erg e oggi centro informazioni per i turisti.
  • 22 Monumento musicale a Rachmaninov. Sergej Rachmaninov era nativo di Novgorod. Si racconta che il genio musicale del grande compositore sia nato ascoltando da piccolo le campane della città. Di lui è rimasto poco in città se non il conservatorio a lui dedicato e questo monumento "musicale". Il complesso infatti, soggetto di innumerevoli foto dei turisti, è dotato di un complesso meccanismo che riproduce ciclicamente alcune delle più famose opere del compositore di Novgorod.
  • 23 Chiesa della Trinità (Церковь Троицы), ul. Trojckaja Probojnaja, 9. Chiesa del XVIII secolo, gravemente danneggiata durante la seconda guerra mondiale e mai restaurata.
  • 24 chiesa di S. Biagio. Chiesa del 1400, costruita su un'antica chiesa del 1100 in legno.
Monastero della decina
  • Monastero della Nascita di Maria della decina (Десятинный Рождества Богородицы монастырь). Tutt'oggi un mistero che cosa intendessero i fondatori di questo monastero con il titolo "della decina", questo monastero è uno dei più antichi della città. C'è da dire - a onor del vero - che "desjatinnyj", decina, in russo era anche un titolo dei principi di Novgorod, il che ha suggerito a molti storici che il monastero sia stato in qualche modo voluto o sovvenzionato direttamente dai regnanti della città in tempi antichissimi. Oggi il monastero non è più attivo e ci rimane ben poco del suo splendore originario, a parte un'ala ricostruita nel XIX-XX secolo, oggi adibita a museo della cultura di Novgorod e della porcellana.
  • 25 Chiesa dei dodici apostoli (Церковь Двенадцати Апостолов).
  • 26 Chiesa di Teodoro il Generale (Церковь Федора Стратилата). Simple icon time.svg 08:00-19:00. Quest'antica chiesa a Fedor Stratilat, traducibile pressapoco con "Teodoro il Generale" fu edificata nel 1290-1294 sul sito di un più antico tempio. Gioiello dell'architettura religiosa di Novgorod, la chiesa mostra più strati di restauri e ricostruzioni.
  • 27 Monastero dello Spirito Santo, ul. Duchovskaja. Simple icon time.svg chiuso al pubblico. Non più attivo, questo monastero è tra i più antichi, belli e ricchi della città. Compare nei manoscritti sin dal 1357 e confina con la chiesa della Trinità, molto più recente. Anche se chiuso al pubblico, è possibile farsi un giro attorno alle sue mura e ammirare alcuni particolari dell'esterno.
Chiesa di San Pietro e Paolo
  • 28 Chiesa di S. Pietro e Paolo (Церковь Петра и Павла в Кожевниках), ul. Zverinaja, 4. Simple icon time.svg Aprile-Ottobre. La chiesa si trova nel quartiere che porta il nome di Koževniki, un quartiere un tempo famoso per le sue pelliccerie. La presenza di queste officine, che emettevano cattivi odori a causa della lavorazione delle pelli animali, spiega la posizione periferica del quartiere. Tuttavia, in questa zona industriale e marginale della città sorge uno dei templi più belli della città: la chiesa di San Pietro e Paolo, costruita nel 1406 in mattoni rossicci, appare oggi così com'era nel XV secolo, graziosa e immersa nel verde di un ameno parco con le sue cupole e il suo coro.
  • 29 Monastero di Nicola-Bel'skij (Николо-Бельский монастырь), ul. Zverinaja, 14. Il monastero, chiuso con l'avvento della rivoluzione comunista, non è più attivo da tempo ma sul suo territorio si è conservata la chiesa di Nicola Belij del 1313. L'area è anche utilizzata come centro artistico e museo.
  • 30 Monastero dell'intercessione di Zverin (Зверин-Покровский монастырь), ul. Lazarevskaja (autobus 9 e 14 dalla stazione dei treni fino alla fermata di via Kooperativnaja). Ecb copyright.svg 60-90 RUB. Simple icon time.svg Sab-Giov, 10:00-17:00. Il monastero, uno dei tanti non più in funzione, ha origini antichissime e viene nominato nelle fonti per la prima volta nel 1069. Il suo nome, Zverin in russo è uno dei modi per indicare una classe di mammiferi e deriva in questo caso dalla vicina area boscosa, un tempo ricca di fauna. In passato il monastero era uno dei monasteri femminili della regione, molto famoso nel XV-XVI secolo, periodo in cui grazie alla sua ricchezza si dotò di una serie di magnifici affreschi, ora in parte ancora visibili. Oggi una parte del complesso ospita un monastero, ed un'altra è occupata dalla cattedrale dell'Intercessione (questa liberamente accessibile senza biglietto) che di tanto in tanto è ancora utilizzata come chiesa.

Quartiere Sud[modifica]

Chiesa di San Pietro e Paolo sulla collina Sinič'ja
  • 31 Chiesa di San Pietro e Paolo sulla collina Sinič'ja (Церковь Апостолов Петра и Павла на Синичьей горе). Parte di un più grande monastero, decaduto sin dal 1600, la chiesa s'è conservata solo grazie alla sua funzione di chiesa cimiteriale ed è l'unico edificio ancora visibile del complesso qui esistente nel Rinascimento.
  • 32 Chiesa della Conversione di S. Tommaso (Церковь Уверения Фомы), ul. Oborony, 15.
  • 33 Chiesa di Giovanni l'Elemosiniere in Mjačin (Церковь Иоанна Милостивого на Мячине), ul. Oborony, 13.

Quartiere del mercato[modifica]

  • 34 Chiesa del Salvatore a Il'in (Церковь Спаса на Ильине), ul. Il'ina, 26. Una chiesa molto interessante del centro di Novgorod è la chiesa del Salvatore a Il'in, che presenta una ricca facciata decorata con dipinti murali del grande Feofan Grek, la cupola del Salvatore onnipotente e le rappresentazioni dei patriarchi sul tamburo della chiesa. Dalla parte dell'altare continua il ciclo di affreschi dedicati alla Trinità.
Cattedrale Znamenskij
  • 35 (Знаменский собор). La cattedrale, risalente al XVII secolo, si trova incastonata tra altri edifici di culto di grande valore artistico e architettonico. Ciò che differenzia questa cattedrale dalle altre è il suo stile, più vicino a quello delle chiese moscovite e della regione del Volga che non a quelle del Nord della Russia europea. L'interno ha preservato meravigliosamente alcuni affreschi della Scuola di Kostroma, datati XVIII secolo. Accanto alla cattedrale si erge l'imponente campanile e le Porte Sante.
  • 36 Chiesa dell'Apostolo Filippo e di San Nicola di Bari (Церковь Апостола Филиппа и Николы Чудотворца). Simple icon time.svg 7:30-19:30. La chiesa, esempio unico e insolito dell'architettura antica della regione presenta 4 cupole di particolare bellezza, due minori e due maggiori con una copertura di pregiati lemech (il materiale simile a scaglie colorate con cui sono decorate le cupole russe). Nel XX secolo la chiesa ha ottenuto il titolo di cattedrale e durante l'epoca sovietica era una delle pochissime chiese attive in città.
  • 37 Chiesa di Demetrio di Tessalonica (Церковь Димитрия Солунского), ul. bol'šaja Moskovskaja, 42.
  • 38 Chiesa di Теodoro Stratilates a Ruč'ju (Церковь Федора Стратилата на Ручью). Ecb copyright.svg 60-90 RUB. Simple icon time.svg Sab-Gio, 10:00-17:00. Esempio classico dello stile proprio di Novgorod, questa chiesa mostra facciate riccamente decorate ed un bel campanile nello stile tipico del XVII secolo. L'interno ha preservato, seppure in forma frammentaria, alcuni affreschi del XIV secolo che ricordano quelli della chiesa della Trasfigurazione. Oggi una parte della chiesa è adibita a museo.
Chiesa di Boris e Gleb a Plotniki
  • 39 Chiesa di Boris e Gleb a Plotniki (Церковь Бориса и Глеба в Плотниках), lungofiume Aleksandr Nevskij. Per gli amanti dell'architettura questa chiesa è un interessante esperimento riuscito di commistione tra stili e tecniche moscovite e novgorodiane. Realizzata nel XIV secolo, gran parte della struttura visibile è frutto delle rielaborazioni del XVI secolo.
  • 40 Chiesa di Giovanni l'Evangelista a Vikt (Церковь Иоанна Богослова на Витке), lungofiume Aleksandr Nevskij. La chiesa ha conservato quasi totalmente la sua forma e le sue decorazioni originarie, quand'era parte di un monastero femminile ora distrutto.
Cattedrale del monastero di S. Antonio
  • 41 Monastero di S. Antonio (Антониев монастырь), nella vicina frazione di Antonovo (autobus n. 5 fino a Bol'šaja Moskovskaja). Ecb copyright.svg 60-90 RUB. La ricchezza di questa monastero è tutta condensata nel ciclo di affreschi del 1120 conservati all'interno della cattedrale della Nascita di Maria. La maggior parte degli affreschi sono restauri dei precedenti e risalgono al 1837 ma rendono l'idea del livello artistico e della ricchezza di questo luogo di culto a Novgorod.

Monumenti e sculture[modifica]

Oltre a monumenti politici, religiosi e ufficiali, Novgorod dispone di una serie di sculture e monumenti, di grande bellezza, disseminati per i suoi ponti e lungofiumi. Tra questi:

Monumento al bambino che disegna
  • Monumento all'occupazione di Novgorod nel 1812 (Памятник Новгородскому ополчению 1812 года), ul. Velikaja.
  • Monumento a Pietro e Fevronia (Памятник Петру и Февронии), ul. Bredova-Zverinaja.
  • 42 Monumento al bambino che disegna (Памятник Рисующему мальчику), lungofiume Aleksandr Nevskij, 19.
  • 43 Monumento alla ragazza turista, ul. Ilyina (all'inizio del ponte dalla parte del Dvor Jaroslava). Questo monumento dedicato al turista di Novgorod rappresenta una ragazza che tolte le scarpe e posata la borsa si riposa appoggiandosi beatamente su una balaustra lungo il fiume Volkhov.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

Teatri[modifica]

Cinema[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

  • Bistro (Бистро), ul. Gazon, 2, +7 8162 77 2496.
  • McDonalds (Макдональдс), +7 495 755 66 00. in città ci sono un paio di sedi della famosa catena americana, una delle quali vicino alla stazione ferroviaria
  • Sabvej (Сабвей), +7 800 555 44 49. versione russa della catena americana Subway
  • Čajna Ložka (Чайная ложка), +7 812 676 23 40. ottimo locale con piatti pronti, adatto per una colazione abbondante.
  • 1 Kolobok (Закусочная «Колобок»), ul. Bol'šaja Moskovskaja, 28. Ecb copyright.svg 80-140 RUB (2013).


Dove alloggiare[modifica]

Velikij Novgorod è stata meta del turismo di massa sin dall'inizio del secolo scorso e pertanto la città è colma di alberghi e alloggi di svariati tipi. Trovare una camera a Novgorod non è quindi per nulla difficile; altra cosa è invece la qualità delle camere e delle strutture in genere. A prezzi medio-bassi è possibile ottenere un posto in un albergo ristrutturato in buone condizioni ma vi conviene prima vedere qualche foto sui siti ufficiali o se siete in loco farvi mostrare la camera.

  • 1 Albergo Akron (Гостиница «Акрон»), ul Predtečenskaja, 24 (Quartiere di Sofia), +7 8162 73 69 06, +7 8162 73 69 18. Ecb copyright.svg 1540/2100 RUB (2014). Hotel a 3 minuti dal cremlino, abbastanza economico per la sua posizione. Anche se alcuni elementi degli interni sono abbastanza datati, l'albergo nel complesso non è da scartare.
  • 2 Albergo Volchov (Гостиница «Волхов»), ul Predtečenskaja, 24 (accanto all'Akron), +7 8162 22 55 00. Ecb copyright.svg 2150 RUB (singola); 2900-3100 RUB (doppie) (2014). Hotel a tre piani in pieno centro; completamente ristrutturato.
  • 3 Hotel Voyage (Гостиница «Вояж»), ul. Dvorcovaja, 1 (corte di Jaroslav), +7 8162 66 41 66. Ecb copyright.svg doppie da 2000 RUB (2014). Semplice albergo; la colazione è modesta ma la struttura gode della sua centralissima posizione.
  • 4 Albergo Inturist (Гостиница «Интурист»), ul Velikaja, 16 (ad 1 km dal centro città), +7 8162 77 50 89. Ecb copyright.svg 1600/2000 RUB (2014). Anche se non centralissimo, l'albergo si trova in una zona ricca di altre attrazioni tra cui il teatro drammatico e palazzi d'epoca sovietica.
  • 5 Albergo Novgorodskaja, ul. Desjatinnaja, 6а (5 min a piedi dal cremlino), +7 8162 77 22 60. Ecb copyright.svg 2000/2200 fino a 2700 RUB (2014). Situato accanto alla chiesa degli apostoli, l'albergo è nelle vicinanze di alcuni locali in cui si può pranzare e dista pochi minuti a piedi dal cremlino. Anche se l'interno non è stato ancora ristrutturato, le camere sono confortevoli e abbastanza carine.
  • 6 Hotel Sadko, ul. Fedorovskij, 16 (all'uscita della città, nel quartiere del mercato), +7 8162 66 18 07, @ sadko@novline.ru. Ecb copyright.svg 2000/2800 (2014). Anche se si trova fuori dal centro cittadino, Novgorod non è affatto grande e si può raggiungere il cremlino in soli 10-15 minuti a piedi.
  • 7 Complesso Jur'evskoe Podvor'e (Комплекс «Юрьевское Подворье»), Jur'evskoe šosse, 6A (fuori città, sulla strada per Jur'evo), +7 8162 94 60 60. Ecb copyright.svg 2800 RUB (2014). L'hotel si trova fuori città ma ha il vantaggio di essere molto vicino alle attrazioni nei dintorni di Novgorod, il che vi darà sia la possibilità di visitare la città ma anche un buon punto d'appoggio per le escursioni alla bella Jur'evo (frazione di Novgorod) e ai laghi e parchi poco distanti dalla città.


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Jur'evo[modifica]

Museo dell'architettura in legno

A pochi chilometri a Sud della città, lì dove il fiume Volkov si immette nel lago Il'men', sorge un piccolissimo centro, frazione di Novgorod chiamato 3 Jur'evo. Immerso in una natura incantevole tra il lago e il parco ai 1100 anni di Novgorod, Jur'evo ospita un paio di attrazioni da non perdere se avete il tempo di visitare i dintorni della città.

  • 44 Eremo di Peryn (Скит Перынский), +7 8162 77 45 39. Simple icon time.svg 08:00–20:00. Prima di incontrarsi, il fiume Volkov e il lago Il'men' formano una penisola naturale che è stata abitata da tempi antichissimi, sede di culture oggi scomparse. Qui in un eremo chiamato Peryn, sono stati rinvenuti luoghi di culto pagani di grande interesse antropologico ed ha sede un monastero, più tardo, conservato in perfette condizioni. Assolutamente da non perdere se visitate questa regione.
  • 45 Monastero di Jur'evo (Юрьев монастырь), +7 8162 77-30-20. Simple icon time.svg 10.00-20.00. Il monastero risale al XII secolo ed è immerso - come già detto - in un'area già sacra ad altre culture. Conserva la sua forma graziosa con tre cupole e le icone dedicate a San Giorgio.
chiesa di San Nicola nel Vitoslavnicy
  • 46 Museo dell'architettura lignea Vitoslavlincy (Витославлицы – музей деревянной архитектуры) (autobus 7 e 7A dalla stazione di Novgorod. Si trova accanto al monastero di Jur'evo.), +7 816 2 79 21 50. Ecb copyright.svg 100 RUB (studenti: 50 RUB). Simple icon time.svg 10:00-17:00; ultima entrata ore 16:00. Terza ma non meno importante attrazione della frazione di Jur'evo è il museo all'aperto dell'architettura lignea, fondato nel 1964. Qui sono state trasportate e ricostruite più di 30 chiese ed edifici in legno tra cui alcune bellissime izbe e chiese.

Il miglior modo di visitare le città più o meno vicine a Novgorod e in generale questa parte di Russia è il treno. Collegamenti ferroviari ci sono con alcune altre interessanti e pittoresche città della Russia centrale, ovvero della Russia europea, tra cui:

  • Mosca — non merita altre presentazioni; capitale dell'immensa federazione russa e città tra le più artistiche, ricche di storia ed eventi di tutta quest'area.
  • San Pietroburgo — la "capitale del Nord" o la "Venezia russa", fu costruita da Pietro il grande come finestra sull'Europa ed è in effetti un meraviglioso esempio di commistione delle culture europea e russa con palazzi e monumenti di straordinaria bellezza.
  • Pskov
  • Tver'
  • Porchov — piccola cittadina non lontana da Tver', voluta da Caterina la Grande sulla linea ferroviaria che collega Mosca a Tallinn.
  • Staraja Russa — antica e bella cittadina della Russia europea occidentale, sita sulla sponda sinistra del fiume Polist', tributario del lago Il'men'.



Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).