Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Tunisia settentrionale
Moschea di al-Qayrawan
Stato

Tunisia settentrionale è una regione della Tunisia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Il nord tunisino è composto da tre zone molto diverse dal punto di vista geografico e da attrazioni turistiche.

La costa, a nord e ad est, è oggetto di turismo di massa, focalizzata principalmente sulla spiaggia, sul mare e sul sole. I siti corrispondenti, Hammamet, Sousse o Monastir, nel Sahel, o Biserta e Tabarka, sulla costa settentrionale, non hanno particolare originalità, rispetto ai siti equivalenti al resto del Mediterraneo (costa della Linguadoca, Francia, Costa del Sol, Spagna, Turchia meridionale, ecc.)

Le montagne (Atlas Tellien, Kroumirie), nel nord-ovest del paese, sono poco frequentate e hanno solo una debole infrastruttura turistica. Offrono i paesaggi caratteristici dei massicci mediterranei delle basse altitudini.

L'entroterra, occupato da steppe semidesertiche, attira solo i viaggiatori interessati al patrimonio. Tra i siti principali, possiamo citare Thugga, antica città romana, con molte vestigia abbastanza ben conservate, o Al-Qayrawan, che propone un patrimonio islamico di primaria importanza. Infine, la città di Tunisi è un must per coloro che vogliono davvero conoscere la Tunisia.

Quando andare[modifica]

Il clima della Tunisia settentrionale è mediterraneo. Gli inverni sono miti, le estati calde e secche e le stagioni si riducono a poco. L'estate non è necessariamente il momento migliore per visitare la zona. Se, sulla costa, l'influenza delle temperature del mare si altera leggermente, mentre possono rapidamente diventare difficili da resistere all'interno.

Territori e mete turistiche[modifica]

Tunisia settentrionale

Centri urbani[modifica]

  • 37.2666679.8666671 Biserta (بنزرت Bizerte) — Città costiera a 65 km a nordovest della capitale.
  • 35.310.7166672 El Jem (الجمّ , Il-jām) — unesco Nota per il suo anfiteatro; uno dei meglio preservati al mondo.
  • 36.1822228.7147223 El Kef (الكاف‎) — Architettura bizantina e ottomana in questa piccola città nel nordovest.
  • 36.410.6166674 Hammamet (حمامات‎) — Località turistica e balneare. In Italia è famosa per essere stata la residenza di Bettino Craxi dove vi morì ed è sepolto.
  • Kélibia (قليبية‎, Qalibya) — Città costiera con un forte.
  • 36.81805610.3055 La Goulette (حلق الوادي‎) — Cittadina costiera situata a 10 km da Tunisi, di cui costituisce l'avamporto.
  • 36.87638910.3252786 La Marsa (المرسى‎ , Il-Marṣā) — Cittadina tunisina situata a 18 km a nordest di Tunisi.
  • 35.511.0666677 Mahdia (المهدية‎ , Al-Mahdīya) — ex capitale tunisina.
  • 35.76944410.8194448 Monastir (مـنسـتير‎ , Monāstīr / Mīstīr) — Città storica risalente all'epoca fenicia. Possiede un aeroporto secondario usato principalmente per voli charter.
  • 35.89410.5989 Port El Kantaoui (مرسى القنطاوي) — Popolare centro turistico situato a 10 km a nord di Sousse.
  • 36.86666710.33333310 Sidi Bou Said (سيدي بو سعيد‎ , Sīdi Bū Sɛīd) — Pittoresca cittadina di mare con case bianche dalle porte e finestre blu, situata a 20 km dalla capitale.
  • 35.83333310.63333311 Susa (سوسة‎ Sousse) — unesco Località turistica e balneare. La sua medina fa parte dei patrimoni dell'UNESCO.
  • 36.9544448.75805612 Tabarka (طبرقة‎ , Tbarqa) — Località turistica e balneare e antica città portuale d'epoca fenicia/romana nei pressi del confine con l'Algeria a nordovest.
  • 36.80638910.18166713 Tunisi (تونس‎) — unesco La tranquilla capitale della Tunisia da cui è facile visitare i resti di Cartagine.
  • 35.66666710.114 al-Qayrawan (القيروان Kairouan) — unesco Città santa meta di pellegrinaggi islamici e patrimonio dell'UNESCO.

Altre destinazioni[modifica]

  • 36.5588938.7570161 Bulla Regia (بولا ريجيا) — Sito archeologico romano con diversi edifici ancora in piedi e splendidi mosaici.
  • 36.852810.32332 Cartagineunesco Resti della capitale fenicia non distante da Tunisi; uno dei patrimoni dell'UNESCO più importanti del paese.
  • 36.94638911.0991673 Kerkouane (كركوان , Karkwān) — unesco Resti quasi intatti di un insediamento punico che fa parte dell'UNESCO.
  • 36.40259.9030564 Thuburbo Majus
  • 36.4222229.2183335 Thugga (دڨة , Doggā) — Impressionante sito archeologico di una remota città romana.
  • 36.60849810.1714056 Uthina (أوذنة, Oudna) — Sito archeologico romano con un bel teatro.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • 36.85111110.2272221 Aeroporto di Tunisi-Cartagine (a 8 km dal centro di Tunisi). L'aeroporto di Tunisi-Cartagine è servito da numerosi voli dalla Francia. Tunisair è la compagnia aerea nazionale, leader dei voli tra Francia e Tunisia. I suoi voli sono quasi sempre in ritardo, e vanno da un'ora a dieci ore. Aeroporto di Tunisi-Cartagine su Wikipedia Aeroporto Internazionale di Tunisi-Cartagine (Q1141214) su Wikidata
  • 35.75805610.7547222 Aeroporto di Monastir-Habib Bourguiba (مطار الحبيب بورقيبة الدولي, IATA : MIR). Aeroporto di Monastir-Habib Bourguiba su Wikipedia Aeroporto di Monastir (Q666704) su Wikidata
  • 36.07583310.4386113 Aeroporto di Enfida-Hammamet (مطار النفيضة الحمامات الدولي, IATA: NBE). Aeroporto di Enfida-Hammamet su Wikipedia Aeroporto di Enfidha (Q1431260) su Wikidata

In auto[modifica]

Dalla costa centrale tunisina, Tunisi e il Sahel sono accessibili dall'autostrada A1, in buone condizioni, ma molto frequentata. La zona delle steppe è raggiunta dalla strada RN 2, con una strada di buona qualità, ma stretta e utilizzata da molti veicoli.

In nave[modifica]

Sono presenti dei collegamenti con i porti della Sicilia da Tunisi e da Susa.

Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

La autostrada A3 vicino Bou Salem, nei pressi della fine del tratto

Le strade sono in buone condizioni, ad eccezione delle strade di montagna che sono spesso in costruzione e hanno numerose buche. Le indicazioni sono generalmente bilingue arabo-francese. Il rispetto del codice della strada da parte dei tunisini è molto relativo. Gli autobus, in particolare, viaggiano a velocità eccessive e non esitano a superare le auto in condizioni pericolose. Come in tutti i paesi in cui esiste questo tipo di trasporto, i taxi collettivi (noleggi) fermano ovunque senza preavviso. Si consiglia di seguirli con estrema cautela.

In città, il traffico e il parcheggio sono praticamente impossibili. Inoltre, non ci sono troppe indicazioni stradali. I veicoli, in particolare le due ruote, non esitano a usare sensi e marciapiedi proibiti. È quindi preferibile utilizzare i taxi per i viaggi urbani.

È facile noleggiare un'auto. La maggior parte delle principali compagnie di noleggio hanno uno sportello all'aeroporto di Tunisi-Cartagine, ad eccezione di Avis.

Da Tunisi partono diverse autostrade. La A3 collega l’ovest del paese ed è previsto un pedaggio di 3,30 dinari (nov 2019) se percorso interamente. La A1 collega l'est e segue l'andamento della costa superando Sfax, e proseguendo verso sud. Il pedaggio da Hammamet a Tunisi costa 1,40 dinari (nov 2019), mentre quello tra Susa e Hammamet 2 dinari (nov 2019).

In taxi[modifica]

Il taxi è un mezzo di trasporto molto conveniente nelle grandi città, specialmente a Tunisi, dove il traffico è molto denso. Sono molto numerosi e i loro autisti conoscono le città in cui operano. Di contro, non tutti parlano molto bene il francese. I taxi tradizionali sono gialli. In città, i taxi parcheggiati vicino agli hotel e ai siti turistici sono generalmente più costosi di quelli fermati in strada. Spesso è vantaggioso fare qualche passo a piedi.

Cosa vedere[modifica]

Zaghouane Aqueduc.JPG
  • 36.61605610.1341941 Acquedotto Zaghouan (Acquedotto di Cartagine) (A 25 km a sud di Tunisi accanto alla DJRN3). L'acquedotto della prima metà del II secolo a.C. misurava 132 km e portava l'acqua verso Cartagine e probabilmente finiva anche in una delle cisterne del sito. Il nome dell'acquedotto deriva da Zaghouan la città da cui venivano captate le acque. Aqueduct of Zaghouan (Q623425) su Wikidata
  • 36.37884710.4319452 Carri armati abbandonati (30 km a ovest di Hammamet. I tour in quad da Hammamet passano di qui. Gli ultimi 2 km del percorso sono in pessime condizioni. Se andate in auto, fate attenzione e considerate di lasciare l'auto e camminare negli ultimi 2 km prima di rimanere bloccati.). In questa zona semi desertica sono presenti tre carri armati abbandonati, forse della seconda guerra mondiale o legati al periodo coloniale.

Sebkha[modifica]

Il lago salato Sebkhet Sidi Alhani
  • 35.568510.42993 Sebkhet de Sidi El Hani (accessibile dalle strade RN 12 e RR 87). Il sebkhet di Sidi El Hani è un chott, un lago salato temporaneo, delimitato da uliveti. Sebkhet de Sidi El Hani (Q11946560) su Wikidata
  • 35.842710.27164 Sebkha Kelbia. Un lago periodico che è anche un sito naturale protetto. Sebkha Kelbia (Q3476954) su Wikidata
  • 35.5824910.9552135 Sebka di Moknine. Lago salato a poca distanza da Mahdia.


Cosa fare[modifica]

Immersioni[modifica]

La costa tunisina offre numerosi siti per immersioni.

  • 36.958.761 Tabarka. Immersioni subacquee sulla costa corallina della Tunisia nord-occidentale.
  • 37.108728.993172 Sidi Mechrig.
  • 37.217759.5433 Teskraya.
  • 37.1696210.188664 Ghar el Melh.
  • 36.7266110.954485 Menzel Horr.
  • 36.2999810.455386 Bou Ficha.
  • 35.8975310.577957 El Kantaoui.


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]

Si consiglia vivamente di non lasciare oggetti di valore nelle camere d'albergo poiché i furti sono all'ordine del giorno. Inoltre, è sempre necessario controllare la valuta che viene restituita, in un hotel o in un ristorante, poiché gli "errori" sono numerosi e frequenti.


Regione nazionaleBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.