Scarica il file GPX di questo articolo

Africa > Nordafrica > Tunisia > Tunisia settentrionale > Thugga

Thugga

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Thugga
Il sito di Dougga
Stato
Regione
Superficie
Sito istituzionale

Thugga o Dougga è un sito archeologico situato nella Tunisia settentrionale.

Da sapere[modifica]

Thugga detiene le vaste rovine di una città romana, situata su una collina, inclusa nella lista dei Patrimoni mondiali dell'umanità in Tunisia. Possiede anche molti altri monumenti risalenti all'epoca pre-romana.

Pianificate di trascorrere circa 2 ore, e se siete in auto, abbinatelo a dei viaggi nelle aree circostanti (chiedete consigli alla guardia di sicurezza presso la biglietteria).

A differenza delle rovine romane di Cartagine o persino delle città europee in cui uno o due monumenti rimanenti sono isolati nel mezzo di una città moderna, a Dougga, l'intera città è preservata, persino le strade romane. Senza le barriere e le moltitudini di turisti, si può prendere il proprio tempo per arrampicarsi dentro e fuori, case, tunnel, templi e teatri.

Cenni geografici[modifica]

La strada per Dougga passa attraverso uno splendido paesaggio rurale e paesaggistico circondato da piantagioni di ulivi.

Come arrivare[modifica]

In auto[modifica]

Da Tunisi, prendere la A3 verso Medjez el-Bab. All'incrocio con la strada P5, prendere la strada a sinistra, verso Testour, in direzione sud-ovest. Continua per Teboursouk. Da lì, potete raggiungere il sito in due modi diversi: o proseguire sulla strada P5, verso sud, per circa sei chilometri, e arriva a Dougga da sud, prendendo una stradina a destra; oppure prendere la strada RR74, a Teboursouk, per circa due chilometri, prima di svoltare a sinistra, per raggiungere il parcheggio superiore di fronte al teatro. Da Tebersouk vi sono chiari cartelli che indicano il sito.

Da Jendouba, seguire la strada P6, a nord-est, fino a Bou-Salem. Continuare sulla strada C75 per Thibar. Da lì, sulla stessa strada, raggiungere Teboursouk e seguire uno dei due percorsi precedenti.

Da Kairouan, prendere le strade C99, C46 e C73 in direzione di Siliana. Da questa città proseguire verso nord sulla strada C73 fino all'incrocio con la strada C47, che si trova a circa tre chilometri a sinistra. La strada P18, sulla destra (nord), conduce a Doukhania, quindi si unisce alla strada P5, che bisognerà seguire, sempre a nord, verso Teboursouk. La biforcazione a sinistra, che porta a Dougga, dista circa tre chilometri.

  • 1 parcheggio sud.
  • 2 parcheggio nord.

In autobus[modifica]

Prendete un autobus (almeno due ore) o un louage (80 minuti) per Teboursouk (pronunziato Tebsook) dalla stazione dei louage/autobus Bab Saadoune (Gare de Routiere Nord) a Tunisi.

In taxi[modifica]

Un taxi vi porterà a breve distanza da Dougga e poi vi verrà a prendere di nuovo ad un orario concordato. I conducenti di Louage spesso telefonano in anticipo per avvisare il taxi dell'arrivo di un turista. È molto comodo e veloce ma costa 15-20 DT per una breve distanza. Se non riuscite a ridurre il prezzo, ricordate che Dougga è un posto memorabile da visitare e ne vale la pena. A luglio 2016 a Teboursouk c'era solo un taxi, estremamente affollato, che fungeva anche da autobus locale, quindi discutere con il conducente sul prezzo è inutile.

Usate il viaggio di ritorno in taxi per arrivare a Teboursouk perché quasi sicuramente non ci saranno taxi in attesa a prendere i passeggeri in partenza da Dougga (essendo nel bel mezzo del nulla).

Altro[modifica]

Per limitare i problemi potreste anche aderire a un tour organizzato con partenza da Tunisi.

Permessi/Tariffe[modifica]

L'ingresso è 7 DT più 1 DT per le foto. Il sito è aperto dal 16 settembre al 31 maggio: 08:30-17:30, dal 01 giugno al 15 settembre: 08:00-19:00. Durante il Ramadan: 8:00-17:00.

Ci sono anche alcune restrizioni sull'accesso alle aree.

Come spostarsi[modifica]

Mappa dei monumenti di Thugga

Il sito si gira ovviamente a piedi e i sandali leggeri potrebbero non essere le migliori calzature in quanto i percorsi sono, per la maggior parte, acciottolati e possono essere ragionevolmente ripidi in alcuni punti.

Cosa vedere[modifica]

Come per altri siti della Tunisia, la storia di Dougga non si limita solo al periodo romano. Qui si trova un vecchio tempio punico con un bagno purificatore e mura del periodo fenicio, che furono successivamente trasformati e riutilizzati dai romani. Vi è anche un monumento funerario, il Mausoleo di Ateban, risalente al II secolo a.C., uno dei tre esempi di architettura reale numidiana. La sua iscrizione è conservata al British Museum e l'iscrizione bilingue punico-libica è stata utilizzata per tradurre la scrittura libica.

Molte case hanno conservato resti di mosaici, anche se i più belli sono stati smantellati e sono ora esposti al Museo del Bardo a Tunisi. Quelli che rimangono rappresentano essenzialmente motivi geometrici: fregi, rosette, palmette ...

Il foro[modifica]

Pianta del foro di Thugga
  • 1 Moschea di Thugga (a sinistra del Campidoglio provenendo dal teatro). Un piccolo edificio con colonne romane al suo interno costruito sul tempio della Fortuna.
  • 2 Mercato (Macellum). Notate i segni sul pavimento dove una volta c'erano i cardini delle porte del negozio. Macellum (Dougga) (Q33994128) su Wikidata
  • 3 Piazza della Rosa dei Venti. Cercate i segni sul pavimento con i 12 venti, in particolare i venti che portano la pioggia da nord.
  • 4 Campidoglio (Situato vicino al mercato e al foro). Un tempio romano del II secolo d.C., dedicato principalmente alla triade protettiva di Roma: Giove Optimus Maximus, Giunone Regina e Minerva Augusta. Il Campidoglio ha un peristilio a sei colonne, con colonne scanalate e capitelli corinzi. Le quattro colonne sulla facciata sostengono un frontone triangolare scolpito in bassorilievo. Le pareti della cella sono ancora in piedi. Capitoline temple in Dougga (Q11680511) su Wikidata
  • 5 Foro. Questo luogo era il centro della vita politica ed economica delle città romane. Notate la statua con le immagini di quattro dei su due lati. (Q555365) su Wikidata
  • 6 Tempio di Mercurio (A fianco del Campidoglio). Questo tempio, situato a destra della facciata del Campidoglio, è posto su una spianata rialzata di quattro gradini rispetto al Foro. Rimane solo una colonna intatta, con fusto liscio e capitello corinzio.
  • 7 Tempio della pietà di Augusto. Questo tempio, di cui ci quattro colonne rettangolari sono intatte e due colonne cilindriche rotte, si trova sul foro, ad est del Campidoglio. Temple of August Piety (Q33996482) su Wikidata

Zona est[modifica]

  • 8 Casa della Gorgone.
  • 9 Casa delle stagioni.
  • 10 Arco di Settimio Severo. L'arco venne edificato sotto il governo dell'imperatore Settimio Severo in occasione della creazione del municipio nel 205. Si trovava all'ingresso della città nella strada che conduceva a Theveste (Tebessa), verso est. Arco di Settimio Severo (Thugga) su Wikipedia Arco di Settimio Severo (Q2091585) su Wikidata
  • 11 Casa del Trifolium. Una grande casa, nella parte sud della città con pareti e colonne ben conservate. House of the Trifolium (Q9090018) su Wikidata
  • 12 Terme dei Ciclopi. Cyclopses baths (Q3625044) su Wikidata
  • 13 Tempio di Plutone. Temple of Pluto (Q9085753) su Wikidata
  • 14 Mausoleo libico-punico (Mausoleo di Ateban). Un monumento situato nella parte sud della città, molto riconoscibile per la sua pianta quadrata, sormontato da una piramide. mausoleo libico-punico di Thugga (Q1146714) su Wikidata

Zona ovest[modifica]

Arco di Alessandro Severo
  • 15 Arco di Alessandro Severo. Dedicato all'imperatore Alessandro Severo venne edificato nel 228, era una delle porte cittadine all'ingresso di una strada che si ricollegava alla strada tra Cartagine e Tébessa. Arco di Alessandro Severo su Wikipedia Arco di Alessandro Severo (Q2024734) su Wikidata
  • 16 Tempio di Giunone (Tempio di Junon Caelestis) (Attraverso un uliveto c'è un cartello che indica la strada). Questo tempio è dedicato a Giunone successore del dio punico Tanit. Il suo temenos ben conservato è delimitato da un muro fenicio, una gran parte della quale molto ben conservata. L'interno ha colonne romane. Sul lato destro c'è una piccola fossa di epoca punica utilizzata per la purificazione. Temple of Juno Caelestis (Q5397577) su Wikidata
  • 17 Cisterna di Ain El Hammam. Queste quattro cisterne, ora quasi completamente crollate, fornivano acqua per la parte alta della città. Sono precedute da due cippi incise con iscrizioni latine. Cisterns of Ain El Hammam (Q33996717) su Wikidata
  • 18 Acquedotto di Thugga. Aqueduct of Dougga (Q33994089) su Wikidata

A sud del foro[modifica]

  • 19 Casa di Dioniso e Ulisse.
  • 20 Tempio della vittoria di Caracalla.
  • 21 Terme Aïn Doura. Aïn Doura baths (Q9086155) su Wikidata
  • 22 Dar Lacheb. Tempio dedicato a una divinità non identificata. La cornice del portale, con l'architrave ancora in posizione, è particolarmente caratteristica. Alla sua sinistra si trova una colonna scanalata. Da Dar El Acheb, abbiamo una bellissima vista sulla campagna circostante. Dar Lacheb (Q11916611) su Wikidata
  • 23 Terme Liciniane (Terme antoniane). Tre camere - per bagni tiepidi, caldi e freddi. Posto nel centro della città ed era utilizzato in inverno. Passate attraverso i tunnel dove gli schiavi riscaldavano l'acqua per raggiungere i tre bagni. Dalla stanza per riposare con le griglie metalliche sul pavimento e i mosaici, salite i ripidi gradini per tornare al Campidoglio. Licinian baths (Q33993137) su Wikidata
  • 24 Tempio di Tellure (Tempio di Tellus). Tellure è la dea romana della Terra e protettrice della fecondità, dei morti e contro i terremoti. Una dea equivalga Grande Madre. Le pareti del tempio sono relativamente ben conservate. Notate un ingresso con un arco semicircolare. Del peristilio, rimangono solo sei colonne più o meno complete. Tempio di Tellure (Q42608912) su Wikidata

Altro[modifica]

Teatro di Thugga
  • attrazione principale 25 Teatro di Thugga. Costruito nel 168 o 169 d.C., è uno dei teatri meglio conservati nell'Africa romana. Possiede 31 piani di gradini e poteva ospitare 3.500 spettatori ed è la prima cosa che si vede entrando nel sito. È ancora usato per degli spettacoli.
Da qui proseguite per il Campidoglio, che ha grandi colonne monolitiche da non perdere. Theatre of Dougga (Q2291068) su Wikidata
Una strada romana
  • Le strade romane. Sulle strade principali (ad esempio l'ampia strada per Cartagine), si possono vedere i tagli per i cavalli affinché non scivolassero e i buchi nelle porte per legarli. Sotto le strade si trovano le fogne romane: varie pietre sulla strada principale potevano essere sollevate per far uscire l'acqua in periodi di alluvione.
  • 26 Tempio di Saturno. Temple of Saturn (Q11951246) su Wikidata
  • 27 Tempio di Minerva. Di questo tempio, rimangono solo quattro colonne cilindriche ancora in piedi. Temple of Minerva (Q9085741) su Wikidata
  • 28 Cisterna di Ain Mizeb. Cisterns of Ain Mizeb (Q33996682) su Wikidata
  • Ipogeo di Thugga. Hypogeum of Dougga (Q33994023) su Wikidata
  • Victoria Church. Victoria Church (Q33996528) su Wikidata
  • 29 Ippodromo. Della struttura non rimane quasi nulla se non poche pietre.
  • Postribolo (A metà strada tra Dar Lacheb e il Mausoleo di Ateban). Un ambiente con piccole camere attorno a una corte principale. Potete accedervi passando attraverso il teatro più piccolo che si trova appena sotto l'area verso la valle, uscendo dai gradini.


Cosa fare[modifica]

Scattate molte fotografie, passeggiate tra gli uliveti, siedetevi e ammirate la maestosità del luogo.

Acquisti[modifica]

Nessuna struttura in loco. Non siate sorpresi se un contadino o un pastore locale cerca di vendere dei "manufatti" romani.

Dove mangiare[modifica]

C'è una piccola area ombreggiata con tavoli dove è possibile acquistare bevande fredde, snack, cartoline e usare i servizi igienici.

  • 1 Caffetteria.
  • 2 Dar jdoud dougga (sotto l'ingresso sud), +216 97 306 697. Ecb copyright.svg 91 DT per un pasto in due persone a prezzo fisso (febbraio 2019). Simple icon time.svg Lun-Dom 6:00-21:00. Questo ristorante offre una sola opzione: un pasto di zuppa, insalata e couscous. Costoso per gli standard locali ma gustoso e un ambiente piacevole.


Dove alloggiare[modifica]

Non esiste alcuna struttura ricettiva nelle immediate vicinanze del sito.

Sicurezza[modifica]

Assicuratevi di avere una scorta di acqua anche se potete acquistarla - assieme ad altre bevande - in loco. Se acquistate localmente assicuratevi di trovare un negozio rispettabile: è noto che i venditori ambulanti riempiono i contenitori vuoti di acqua in bottiglia con acqua di rubinetto.

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene informazioni su come arrivare, sulle principali attrazioni o attività da svolgere e sui biglietti e orari d'accesso.