Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Trepalle
Trepalle e il Passo Eira visti dalla strada che porta al Passo del Foscagno
Stato
Regione
Altitudine
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono

Trepalle è una frazione di Livigno in Lombardia.

Da sapere[modifica]

Trepalle, al pari del capoluogo Livigno, gode del privilegio dell'esenzione doganale.

Curiosità

Nell'estate del 1948 Giovannino Guareschi visita Trepalle e conosce il parroco don Alessandro Parenti. Lo scrittore rimane colpito dall'incontro, tanto da dedicare a Trebilie, rifacimento letterario del paese di Trepalle, la prima storia di Gente così, comparsa su Candido il 10 ottobre 1948. L'energia di questo parroco di montagna nel risolvere le cose materiali e la carità e la sensibilità mistica della sua opera pastorale hanno affascinato Guareschi, che a questa figura si ispira anche nello scrivere le avventure di don Camillo in Mondo Piccolo, in particolare nelle pagine di Storie dell'esilio e del ritorno.

Cenni geografici[modifica]

Il paese si trova fra il passo del Foscagno e il passo dell'Eira, a circa 6 km dal capoluogo comunale Livigno, 21 da Valdidentro, 28 da Bormio, 50 da Sankt Moritz (in Svizzera) e 81 da Sondrio.

Tra le sue vette si cita il Passo Eira a 2.208 m e il Passo del Foscagno a 2.291 m.

Quando andare[modifica]

A Trepalle nel febbraio del 1956 fu registrata la temperatura più bassa (−41 °C) in territorio italiano in epoca moderna, prima di esser superata dai −49,6 °C della Busa Nord di Fradusta sulle Pale di San Martino, il 10 febbraio 2013

Cenni storici[modifica]

Appartiene al territorio di Livigno dal 1798. Il paese, un tempo isolato soprattutto per i lunghi mesi invernali a causa della sua altitudine, che ne fa il nucleo abitato più elevato d'Italia, in tempi moderni ha avuto una buona valorizzazione turistica, agevolata dalla creazione di impianti sciistici nelle sue vicinanze, che hanno portato turismo e sviluppo di insediamenti alberghieri e di ricezione.

Come orientarsi[modifica]

L'abitato è costituito da abitazioni sparse, senza un vero e proprio nucleo centrale.La zona più bassa del paese viene denominata Pila.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • 45.6661869.7018081 Aeroporto di Bergamo-Orio al Serio (il Caravaggio), Via Aeroporto 13, Orio al Serio (circa 2 h e 30 min), +39 035 326323.
  • 45.42558110.3270082 Aeroporto di Brescia-Montichiari (Gabriele D'Annunzio), Via Aeroporto, 34, Montichiari (BS) (poco meno di 3 ore), +39 030 9656599, fax: +39 030 9656514. Solo Charter
  • 46.4608611.329613 Aeroporto di Bolzano, Via Aeroporto Francesco Baracca 1 Bolzano (distante circa 3 ore), +39 0471 255 255, fax: +39 0471 255 202.

In auto[modifica]

  • Il passo del Foscagno (Strada statale 301) collega il paese a Bormio durante tutto l'anno.

In autobus[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 46.52664910.1762551 Chiesa parrocchiale di Sant'Anna, piazza don Alessandro Parenti. La struttura originaria, seicentesca, era in legno. Nel 1924 fu riedificata in pietra, con lo scopo di farne una struttura più stabile. Piccoli altari in legno intagliato della struttura originaria, come pure il pulpito, sono stati salvati e mantenuti nel nuovo edificio
  • 46.52055810.1812582 Chiesa della Madonna del Soccorso. Chiesetta campestre, fu edificata nell'Ottocento per adempiere ad un voto della popolazione. Dotata di un piccolo campanile, ha una sola navata ed un unico altare che ospita una colorata statua della Madonna fra due Angeli.
  • Mus! Museo di Livigno e Trepalle. In questo museo viene messo in mostra, custodito e studiato un paese che è diverso dagli altri che lo circondano per ambiente, lingua, tradizioni, cucina e vestiario. Questo museo vuole testimoniare lo spirito di adattamento e dell'arte di arrangiarsi sviluppati per sopravvivere in un ambiente isolato e avaro di risorse e rappresentare il “volto” di una comunità che ha le sue origini nell'allevamento e nell'agricoltura ma che è cambiata quasi radicalmente nel tempo, sviluppandosi ed evolvendosi.
Il Passo Eira
  • Passo dell'Eira (Passo Eira). È un valico alpino delle Alpi Retiche occidentali, situato a 2208 m s.l.m. sulla strada statale 301 del Foscagno tra Livigno e la frazione di Trepalle; è nelle immediate vicinanze degli impianti di risalita del comprensorio sciistico di Livigno. Al passo ci sono alcuni rifugi ed una cappella dedicata alla Madonna della Pace che rientra nella giurisdizione della parrocchia di Trepalle.
    Questa piccola costruzione fu eretta dagli abitanti in seguito ad un voto pronunciato per ottenere il ritorno dei soldati del luogo dalla Prima guerra mondiale.
    La curiosità
    Entrambi i versanti appartengono al bacino idrografico del Danubio e del mar Nero.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

I vicini impianti di risalita consentono di praticare gli sport invernali.

Acquisti[modifica]

  • 46.51718910.1863291 Casa del Formaggio, lungo la strada statale 301 al n. 9616. Negozio di salumi, formaggi e vini locali che propone in numerose varietà.


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • 46.538410.13484 Ufficio postale di Livigno, Plaza dal comun 71, +39 0342 996049, fax: +39 0342 997587. Simple icon time.svg Aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 13.45, il sabato dalle 8.20 alle 12.45. Per ulteriori informazioni visitare il sito Poste.it.


Nei dintorni[modifica]

  • Livigno — A circa 6 km si trova il paese più settentrionale della Lombardia, nonché una rinomata località sciistica e di villeggiatura. Sviluppato è anche il turismo "giornaliero" poiché il comune gode di uno statuto extra-doganale (le merci sono esenti dalla maggior parte delle tasse e quindi meno care).
  • Bormio — A circa 30 km all'imbocco della Valfurva, là dove il Frodolo che scende dalle sue montagne si confonde nell'Adda, Bormio fu antico centro di commerci fra milanese, veneto e nazioni germaniche. A questo aggiunge ora l'attività turistica, estiva ed invernale, che ne fa un centro di solida economia e ancor più di solida fama.
  • Santa Caterina Valfurva

Itinerari[modifica]


Altri progetti

CittàBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.