Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Benelux > Belgio > Bruxelles > Pentagono > Sablons (Bruxelles)

Sablons (Bruxelles)

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Sablons
(Bruxelles)
Notre Dame du Sablon
Stato
CAP

Sablons è un distretto che fa parte del Pentagono della città di Bruxelles.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Orientamento
Centro Royal
Midi-Lemonnier Rosa dei venti it 08p.svg
Marolles Ixelles


Cenni storici[modifica]

Nel XVII secolo, era il distretto degli aristocratici, di cui alcuni palazzi e dimore sono ancora ben visibili. Dalla seconda metà del XX secolo, divenne il quartiere degli antiquari, dei mercanti d'arte e dei galleristi.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In metro[modifica]

  • 1 Louise. Linee STIB-MIVB Line 2.svg STIB-MIVB Line 6.svg

In tram[modifica]

  • 2 Petit Sablon. Linee STIB-MIVB Line 92.svg STIB-MIVB Line 93.svg
  • 3 Royale. Linee STIB-MIVB Line 92.svg STIB-MIVB Line 93.svg
  • 4 Poelaert. Linee STIB-MIVB Line 92.svg STIB-MIVB Line 93.svg


Come spostarsi[modifica]

Ascenseur des Marolles
  • 5 Ascenseur des Marolles, Place Poelaert. Simple icon time.svg Lun-Dom 7:00-23:30. Questo ascensore pubblico permette di superare il dislivello tra Place Poelaert nel quartiere di Sablons e le strade di Marolles.


Cosa vedere[modifica]

Torre Anneessens
  • 1 Torre Anneessens, Boulevard de l'Empereur, 36 (In Brussels bus icon.svg fermata "Grand Sablon" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 95.svg). Costruita all'inizio del XIII secolo, è una delle vestigia meglio conservate del primo muro di Bruxelles. Deve il suo nome al decano di uno dei commerci di Bruxelles, François Anneessens, che fu rinchiuso lì prima d'essere decapitato sulla Grand-Place nel 1719. Anneessens tower (Q3533012) su Wikidata
rue de Rollebeek
  • 2 Rue de Rollebeek (In Brussels bus icon.svg fermata "Grand Sablon" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 95.svg). Questa piccola zona pedonale ricca di ristoranti, caffè e sale da tè ha cinque belle facciate (dai numeri civici 1 a 9) del Seicento e in particolare al civico 7, un portale in stile barocco datata al 1630.
  • 3 Rue de Ruysbroek (In Brussels tramway icon.svg fermate "Petit Sablon" o "Royale" linee STIB-MIVB Line 92.svg STIB-MIVB Line 93.svg, in Brussels bus icon.svg fermata "Grand Sablon" o "Royale" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 95.svg). Già menzionato nel XIII secolo, questa strada lungo il torrente omonimo (ruysbroek significa "ruscello paludoso" in dialetto del Brabante) che formava il fossato del primo recinto di Bruxelles. Oasi di pace nel centro della città, ha alcune belle facciate dei primi anni del XVIII secolo (al n. 29 e nella parte tra la rue Sainte-Anne e la rampa di rue de la Regence). Al n. 35, una targa ricorda che qui è dove si trovava la tipografia Wellens e dove fu stampata la falsa serata del 9 novembre 1943.
Parc d'Egmont
  • 4 Parc d'Egmont, Boulevard de Waterloo e rue aux Laines (In Brussels metro icon.svg stazione "Louise", linee STIB-MIVB Line 2.svg STIB-MIVB Line 6.svg, In Brussels tramway icon.svg fermate "Petit Sablon" o "Poelaert" linee STIB-MIVB Line 92.svg STIB-MIVB Line 93.svg). Con un'area di 1,5 ettari, il parco paesaggistico di Egmont è poco conosciuto dagli abitanti di Bruxelles. Racchiuso in un isolotto urbano, è accessibile solo da tre punti: o dalla rue aux Laines, tra il 32 e il 34, attraverso il passaggio Marguerite Yourcenar che evoca il ricordo dell'autrice, nata a Bruxelles nel 1903, attraverso quattordici citazioni tratte dal suo romanzo L'Œuvre au noir inciso in pietra, o da una galleria a volta sotto il n° 31 Boulevard de Waterloo (passaggio di Milano), sia attraverso un passaggio tra il n° 10 e il n° 12 della Rue du Grand Cerf. Questo isolamento lo rende un'oasi di pace lungo i tonanti boulevard della "petite ceinture". Non è privo di fascino né con il suo aranceto situato nel mezzo del parco e costruito tra il 1830 e il 1839; con la sua ghiacciaia, la cui esistenza è già menzionata nel 1752, annidata sotto un tumulo e anticamente utilizzata per il Palazzo Egmont, tramite il ghiaccio raccolto in inverno e utilizzato in estate. Con la Groote Pollepel, situato vicino all'entrata di Rue du Grand Cerf e che è un vecchio serbatoio d'acqua spostato qui dalla sua posizione originale presso la rotonda della galleria di Ravenstein. La statua di Peter Pan, che è una copia del Kensington Gardens a Londra e donata dal suo scultore, George Frampton, dopo la prima guerra mondiale. Egmont Park (Q3363962) su Wikidata
Place Poelaert
  • 5 Place Poelaert (In Brussels metro icon.svg stazione "Louise", linee STIB-MIVB Line 2.svg STIB-MIVB Line 6.svg, In Brussels tramway icon.svg fermate "Petit Sablon" o "Poelaert" linee STIB-MIVB Line 92.svg STIB-MIVB Line 93.svg). Con 7,75 ettari, è la piazza più grande della Regione di Bruxelles. Serve anche come un enorme piazzale del tribunale, mentre un ascensore urbano nel suo angolo più occidentale la collega direttamente al quartiere di Marolles. A sinistra di questo ascensore, una passerella dotata di un tavolo di orientamento in bronzo e un telescopio consente al visitatore di osservare uno dei pochi panorami urbani a livello del suolo sulla capitale. A sud di questo ambulacro sorge, dal 1935, l'imponente e teatrale Monumento Nazionale alla fanteria belga in granito e bronzo. Nell'angolo più orientale, il più modesto Monumento di riconoscenza britannica alla Nazione belga eretto nel 1923 ma trasferito qui dalla Rue des Quatre Bras nel 1950. Place Poelaert - Poelaertplein (Q2783500) su Wikidata
Palazzo di Giustizia di Bruxelles
  • 6 Palazzo di Giustizia di Bruxelles (Palais de Justice, Justitiepaleis), Place Poelaert (In Brussels metro icon.svg stazione "Louise", linee STIB-MIVB Line 2.svg STIB-MIVB Line 6.svg, In Brussels tramway icon.svg fermate "Petit Sablon" o "Poelaert" linee STIB-MIVB Line 92.svg STIB-MIVB Line 93.svg). Ecb copyright.svg gratis. Simple icon time.svg Lun-Ven 8:00-17:00. Costruito tra il 1866 e il 1883 secondo i piani dell'architetto di Bruxelles Joseph Poelaert, il tribunale, con la sua superficie di 26.000 m2 e un'altezza totale di 116 metri, era il più grande edificio mai costruito nel XIX secolo (è più grande della Basilica di San Pietro a Roma). La sala è anche eccezionale per le sue dimensioni: 80 metri di lunghezza, 50 metri di larghezza e 80 metri di altezza alla base della cupola il cui interno è visibile dal pavimento della stanza. La grande scalinata è lunga 82 metri e ha 125 gradini. La sua architettura neoclassica nasconde una struttura che implementa le tecniche industriali più efficienti al momento della sua progettazione. Per la cronaca, da un lato, Joseph Poelaert, a causa dell'eccessivo valore del suo lavoro era soprannominato dai suoi concittadini schieven architek ciò che può essere tradotto come "architetto storto". Queste due parole rimangono, un insulto che significa "malato di mente". D'altra parte, la leggenda vuole anche che Poelaert sia morto di follia perché superato dalla sproporzione della costruzione, mentre in realtà è morto di una congestione cerebrale. Palazzo di Giustizia di Bruxelles su Wikipedia palazzo di Giustizia di Bruxelles (Q850537) su Wikidata
Museo giudaico del Belgio
  • 7 Museo giudaico del Belgio (Musée juif de Belgique), Rue des Minimes, 21 (In Brussels bus icon.svg fermata "Grand Sablon" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 95.svg), +3225121963, @ . Ecb copyright.svg adulti: € 5, sotto i 18 anni e over 65: € 3, bambini sotto i 12 anni: gratis, la prima domenica del mese: gratis per tutti.. Simple icon time.svg Mar-Dom 10:00-19:00. Questo museo, inaugurato nel 2005, ospita una vasta collezione di oggetti di tradizione ebraica, principalmente provenienti da Europa, Asia e Africa, i più antichi dei quali risalgono al XVIII secolo. Gli oggetti più recenti provengono principalmente dalle regioni ad est del Reno e dai paesi attorno al bacino del Mediterraneo. Le collezioni comprendono circa 750 oggetti rituali e manufatti, 1.250 opere di artisti, 20.000 fotografie, 5.000 poster, oltre a CD, dischi e cassette. La biblioteca ammonta a 25.000 libri e varie pubblicazioni. Jewish museum of Belgium (Q1165167) su Wikidata
  • 8 Museo dell'erotismo e della mitologia, Rue Sainte-Anne, 32 (In Brussels bus icon.svg fermata "Grand Sablon" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 95.svg), +3225140353, @ . Ecb copyright.svg 10€. Simple icon time.svg Lun, Gio-Ven 14:00-19:00, Sab-Dom 13:00-17:30. Aperto dal 14 febbraio 2012, giorno di San Valentino, il museo presenta delle opere d'arte e uno scorcio dell'arte erotica dall'Antichità fino ai giorni nostri. (Q16665628) su Wikidata
  • 9 Hôtel Frison, Rue Lebeau 37, Sablons. Edificio art nouveau di Victor Horta. Hôtel Frison (Q3145494) su Wikidata

Les deux Sablons[modifica]

  • Les deux Sablons (In Brussels tramway icon.svg linee STIB-MIVB Line 92.svg STIB-MIVB Line 93.svg, in Brussels bus icon.svg fermata "Grand Sablon" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 95.svg). Sablon proviene dallo Zavelpoel olandese ("bacino di sabbia") a causa della palude sabbiosa che occupava la metà settentrionale dell'attuale Place du Grand Sablon fino al 1615. Quando gli abitanti di Bruxelles parlano della Place du Grand Sablon, in generale omettono l'aggettivo "grande" e dicono semplicemente "Sablon". Al contrario, non omettono mai l'aggettivo "piccola" a proposito della place du Petit Sablon, altrimenti ne parlano come di "Square du Sablon". Sablons (Bruxelles) (Q949445) su Wikidata
La place du Grand Sablon.
  • 10 Place du Grand Sablon. Questa piazza esiste dal XII secolo e servì fino al 1754 come mercato dei cavalli ma si praticarono anche esecuzioni come la massiccia decapitazione di 18 membri della nobiltà il 1° giugno 1568. Nel XVII secolo, gli arciduchi Albert e Isabelle d'Austria, allora governanti dei Paesi Bassi spagnoli e con la loro corte a Bruxelles, partecipavano spesso alle feste o ai concorsi sulla piazza. Dal XIX secolo alla fine della prima metà del XX secolo, il luogo è dedicato alla pratica della palla pelota. Attualmente è votata alla gastronomia e alle arti, è anche diventata un vasto parcheggio. Qui si svolgono ancora diversi eventi, come il mercato dell'antiquariato ogni fine settimana, la partenza della processione di Ommegang a giugno-luglio o quella di Saint-V ogni 20 novembre. Sono da vedere, la fontana di Minerva risalente al 1751 in sostituzione di una vecchia fontana risalente al 1661. Ma anche alcune belle facciate antiche datate dal XVI al XVIII secolo tra cui quella "vintage" del n°49 con la scritta "1567" e quella in stile Beaux-Arts al n° 40 datata al 1920 e infine l'attuale sala di vendita Pierre Bergé & Associates.
  • 11 Impasse Saint-Jacques. Uno dei tanti e pittoreschi vicoli ciechi del "Pentagono". Inizia sotto una baia a volta al numero 2 nella Place du Grand Sablon e termina, dopo sessanta metri con tre gallerie antiche, attraverso un piccolo appezzamento.
  • attrazione principale 12 Chiesa di Notre-Dame du Sablon (Église Notre-Dame du Sablon, Église de Notre-Dame des Victoires au Sablon, Onze Lieve Vrouw op de Zavel), Rue des Sablons. Ecb copyright.svg gratis. Simple icon time.svg per le visite, fuori dagli orari di culto, sabato e domenica dalle 8:00 alle 18:00. Costruita per sostituire un luogo di culto eretto nel XIII secolo e dedicato a "Nostra Signora delle Vittorie", la costruzione dell'attuale santuario iniziò nel XV secolo e impiegò quasi un secolo. Un vero capolavoro dell'arte gotica fiammeggiante, inserito nel patrimonio principale della Regione di Bruxelles-Capitale e splendidamente restaurato tra il 1999 e il 2009, la chiesa di Notre-Dame du Sablon è, infatti, la chiesa più bella di Bruxelles . È difficile nominare un tesoro in relazione ad un altro, poiché il tutto è un tesoro. Chiesa di Notre-Dame du Sablon su Wikipedia chiesa di Notre-Dame du Sablon (Q2002492) su Wikidata
La piazza vista da Rue de la Regence.
  • 13 Place du Petit Sablon (Square du Sablon). Allo stesso tempo piazza e giardino dal fascino romantico, il parco fu costruito nel 1879 dall'architetto Henri Beyaert sul sito dell'ex cimitero parrocchiale della chiesa di Notre-Dame du Sablon. Il centro è occupato dalla Fontana di Egmont e di Hornes simboli di resistenza alla tirannia spagnola nel XVI secolo. Inizialmente di fronte alla casa del re alla Grand-Place, dove fu eretto il palcoscenico nel 1568, utilizzato per la decapitazione, fu trasferito qui nel 1879 per consentire la riqualificazione del sito. La fontana è circondata da dieci statue disposte in emiciclo che rappresentano politici, scienziati o artisti del XVI secolo. La piazza è circondata da 48 pilastri in pietra, ognuno decorato con un decoro originale e che sostiene le statue di uno dei 48 mestieri antichi di Bruxelles. Questi pilastri sono collegati da griglie in ferro battuto con motivi diversi. Da notare la statua a sinistra dell'entrata la cui effige è quella di Henri Beyaert. Intorno al parco si trova una collezione di case del XIX secolo, la maggior parte di esse sono in stile neoclassico; solamente quella del civico 9, chiamata "Al re di Spagna", risale al XVII secolo. Sul retro del parco si trova il cancello d'ingresso e il cortile del Palais d'Egmont, che non è aperto ai visitatori, a differenza del suo parco il cui ingresso si trova un po' più a sud nella rue aux Laines .


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.