Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Benelux > Belgio > Bruxelles > Pentagono > Marolles

Marolles

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Marolles
(Bruxelles)
Panorama del quartiere dalla piazza Poelaert
Stato
CAP

Marolles è uno dei nove quartieri che compongono il centro storico di Bruxelles, abitualmente indicato come Pentagono.

Da sapere[modifica]

Marolles è un quartiere ancora d'impronta popolare ove si parla il marollien o brusseleer, un dialetto con prestiti linguistici importati dal francese e dall'olandese. Le targhe delle strade sono trilingui e riportano i nomi, oltre che in francese e in olandese anche nell'antico dialetto locale.

Cenni geografici[modifica]

Orientamento
Midi-Lemonnier
Rosa dei venti it 08p.svg Sablons
Saint-Gilles


Cenni storici[modifica]

Il quartiere deriva il suo nome da una congregazione di suore il cui convento era situato nel 1664 sulla rue de Montserrat. Il nome latino dell'ordine «Mariam Colentes» fu poi contratto in «Maricolls» e quindi in «Marolles».

Nel XIII secolo si installarono lungo le sponde del ruscello Smaelbeek, oggi scomparso, fabbricanti di tessuti. La zona rimaneva allora al di fuori dalla prima cinta di mura. Un maggior impulso urbanistico si verificò dopo il 1383, quando tutto l'odierno quartiere di Marolles fu ricompreso nella seconda cinta muraria. Contemporaneamente fecero la loro apparizione delle prostitute (machoufelkes in dialetto locale). Per impedir loro l'accesso, i vicoli del quartiere furono chiusi di notte con porte.

Nel 1360 i patrizi di Bruxelles, essendo venuti a conoscenza di un complotto ai loro danni ordito dai fabbricanti di tessuti e dai macellai, massacrarono gli abitanti del quartiere dopo aver dato alle fiamme le case.

Nel 1883, gli abitanti dei Marolles si sollevarono contro il caro vita e occuparono il palazzo di giustizia il giorno stesso della sua inaugurazione. Essi scesero nuovamente in piazza il 13 settembre 1963 per protestare contro il progetto di ampliamento del già mastodontico palazzo di giustizia che, se fosse andato in porto, avrebbe comportato l'esproprio e la distruzione di parecchie abitazioni.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In treno[modifica]

In metro[modifica]

  • 2 Stazione di Porte de Hal. Linee STIB-MIVB Line 2.svg STIB-MIVB Line 6.svg

In tram[modifica]

  • 3 Poelaert. Linee STIB-MIVB Line 92.svg STIB-MIVB Line 93.svg
  • 4 Porte de Hal. Linee STIB-MIVB Line 3.svg STIB-MIVB Line 4.svg STIB-MIVB Line 51.svg
  • 5 Lemonnier. Linee STIB-MIVB Line 3.svg STIB-MIVB Line 4.svg STIB-MIVB Line 31.svg STIB-MIVB Line 32.svg STIB-MIVB Line 51.svg STIB-MIVB Line 82.svg STIB-MIVB Line 83.svg


Come spostarsi[modifica]

Il distretto ha due stazioni di biciclette condivise che sono "Chapel" e "Ball Game", oltre a due stazioni sulla "petite ceinture" che sono "Hôtel des Monnaies" e "Porte de Hal". Per ulteriori informazioni su queste stazioni e sulla loro posizione, consultare la sezione dell'articolo dedicato al Pentagono di Bruxelles.

Ascenseur des Marolles
  • 6 Ascenseur des Marolles, Place Poelaert. Simple icon time.svg Lun-Dom 7:00-23:30. Questo ascensore pubblico permette di superare il dislivello tra Place Poelaert nel quartiere di Sablons e le strade di Marolles.


Cosa vedere[modifica]

Chapelle des Brigittines
Murale Quick et Flupke (Rue Notre Seigneur 19)
  • 1 Chapelle des Brigittines, Rue des Brigittines (In treno stazione Bruxelles-Chapelle, in Brussels bus icon.svg fermata "Chapelle" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg). Chiesetta ad una sola navata eretta in stile barocco-fiammingo nel 1663. Costituisce l'unica traccia rimasta di un antico convento di suore dell'ordine di Santa Brigitta. Acquisita dal comune nel 1923 la chiesa fu restaurata nel 1975. Nel 2007 l'architetto italiano Andrea Bruno realizzò una chiesa gemella a fianco dell'antica in acciaio e vetro. Oggi vi si tengono concerti e spettacoli. Les Brigittines (Q3231172) su Wikidata
  • 2 Murales Quick et Flupke, Rue Notre Seigneur 19. Un altro murales dei medesimi personaggi questa volta in una stradina.
Église Notre-Dame de la Chapelle
  • attrazione principale 3 Église Notre-Dame de la Chapelle (Kapellekerk), Place de la Chapelle (In Brussels bus icon.svg fermata "Chapelle" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg). Ecb copyright.svg gratis. La presenza di una cappella in questo luogo è attestata da una carta datata 1134 e i dintorni costituiscono la partenza dell'urbanizzazione del distretto nel XIII secolo. L'attuale architettura risale al periodo dal 1699 al 1708, quando fu restaurata. Dal punto di vista dei "tesori", il più antico di questi sono la fonte battesimale risalente al 1475, ma anche la tomba del pittore Pieter Brueghel il Vecchio sormontata da un dipinto di Peter Paul Rubens (Gesù consegna le chiavi del Regno dei cieli a Simone) alla terza cappella a destra, l'urna di San Bonifacio con le reliquie e due organi: una galleria d'organo, costruito da Peter Schyven 1890 stile romantico e un organo estraibile, unico al mondo, costruito da Rudi Jacques nel 1996-97. Questo organo ha la particolarità di avere una quinta che suona particolarmente ed espressamente per fare effetti speciali e sorprendere l'orecchio. Ogni anno, alla fine di agosto, il festival "Orgue d'Août", organizzato attorno a questo strumento, attrae, da ogni parte del mondo, cantanti, strumentisti e organisti famosi specializzati nell'interpretazione della musica antica. Chiesa di Notre-Dame de la Chapelle su Wikipedia chiesa di Notre-Dame de la Chapelle (Q726984) su Wikidata
Murales Spirou
  • 4 Murales Spirou, Rue Notre-Dame de Grâces 1. Pittura murale eseguita nel giugno 2014 secondo uno schizzo di Yoann e Vehlmann che rappresentano i personaggi di Spirou e Fantasio sul mercato delle pulci del luogo del gioco della palla.
Porte de Hall
  • 5 Porta di Halle (Porte de Hal, Hallepoort), Boulevard du Midi, 150, +32 2 5333450, @ . Ecb copyright.svg Adulti: € 5, maggiori di 65 e tra 19 e 25 anni: € 4, minori di 4 anni: gratis.. Simple icon time.svg Mar-Ven 9:30-17:00, Sab-Dom 10:00-17:00. Costruito nel 1381, è l'ultimo vestigio del secondo muro medievale della città di Bruxelles. Questo recinto che consisteva in sette torri fu distrutto tra il 1818 e il 1840 per consentire la costruzione dei viali della "piccola cintura". Dal 1847 è diventato un museo. Attualmente il visitatore può scoprire la storia dell'edificio e la sua occupazione attraverso i secoli ma anche quella della città, la sua difesa, le sue corporazioni, il suo folklore. Tra gli oggetti esposti, collane della gilda, l'armatura da parata dell'Arciduca Alberto d'Asburgo, il suo cavallo naturalizzato e quello di sua moglie l'Infanta Isabella di Spagna, la culla chiamata "Carlo V" che avrebbe avuto piuttosto, quello di suo padre Philippe le Beau. Porta di Halle su Wikipedia Porta di Halle (Q2988142) su Wikidata
Place du Jeu de Balle dopo il mercato
Murales Boule et Bill
  • 6 Place du Jeu de Balle (Den  Met) (In Brussels bus icon.svg fermata "Jeu de balles" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg). Questa piazza fu disegnata nel 1853, nello stesso periodo della rue Blaes, con lo scopo di destinarla alla pratica del gioco della palla da pelote, molto popolare a Bruxelles nel XIX secolo. È nel 1873 che il mercato "mercato di antiquarie e vestiti usati" (den 'puts in marollien) viene trasferito qui dalla place Anneessens ed è ancora lì. È anche qui che dal 2002, ad ogni vigilia della festa nazionale si tiene il popolare "Bal National" durante il quale la famiglia reale fa un'apparizione. Sulla piazza meritano attenzione due edifici: la chiesa dell'Immacolata Concezione in stile neo-romanico che un tempo faceva parte di un convento di cappuccini e l'ex personale delle caserme dei vigili del fuoco di Bruxelles in stile eclettico. Place du Jeu de Balle su Wikipedia place du Jeu de Balle (Q2217006) su Wikidata
  • 7 Murales Boule et Bill, Rue du Chevreuil, 19 (In Brussels bus icon.svg fermata "Jeu de balles" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg). È il più antico murale del fumetto di Bruxelles. Di circa 30 m2, è stato realizzato nel 1992 e restaurato a maggio 2014 secondo uno schizzo di Roba e rappresenta i personaggi di Boule e Bill.
  • 8 Murales Le chat, Boulevard du Midi, 87 (In Brussels tramway icon.svg fermata "Lemonnier" linee STIB-MIVB Line 3.svg STIB-MIVB Line 4.svg STIB-MIVB Line 31.svg STIB-MIVB Line 32.svg STIB-MIVB Line 51.svg STIB-MIVB Line 82.svg STIB-MIVB Line 83.svg). Pittura murale di circa 80 m2 fatta nell'agosto del 1993 secondo uno schizzo di Philippe Geluck e raffigurante il personaggio Chat.
  • 9 Jardin d'enfants n°15, Rue Saint-Ghislain 40. È una scuola in stile "Art nouveau" costruita dall'architetto Victor Horta. (Q3162442) su Wikidata

Rue des Minimes[modifica]

Église Saints-Jean-et-Étienne-aux-Minimes
  • 10 Rue des Minimes. Deve il suo nome attuale ai monaci dell'Ordine dei Minimi, che costruirono il loro convento nel 1621. Avendo avuto diversi nomi nel corso dei secoli, fu solo nel 1853 che acquisì il suo nome attuale. (Q2378953) su Wikidata
Murales Passe-moi l'ciel
  • 11 Église Saints-Jean-et-Étienne-aux-Minimes, Rue des Minimes, 62 (In Brussels tramway icon.svg fermata "Poeleart" linee STIB-MIVB Line 92.svg STIB-MIVB Line 93.svg, in Brussels bus icon.svg fermata "Chapelle" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg). Ecb copyright.svg gratis. Simple icon time.svg Lun-Dom 10:00-13:00. L'edificio basilicale risalente all'inizio del periodo neoclassico del XVIII secolo è la chiesa parrocchiale del quartiere di Marolles. All'interno, è possibile ammirare gli organi in stile barocco realizzati da François Noelmans nel 1680 e che sono i più antichi di Bruxelles. In tutta l'architrave interna può essere letto in lettere monumentali e in tre lingue, latino, greco ed ebraico, una citazione da San Paolo: "Per Lui sono tempi ed età; a lui la gloria e il potere" che risale al Giubileo dell'anno 2000. Ogni 3° o 4° domenica di ogni mese, da settembre a giugno si esegue in concerto del coro e dell'orchestra della cappella dei Minimi. Saint John and Saint Stephen Church (Q2617482) su Wikidata
  • 12 Murales Passe-moi l'ciel, Rue des Minimes, 93. Pittura murale di circa 28 m2 realizzata nel luglio 2002 secondo uno schizzo di Stuf e Janry che rappresentano i personaggi di una serie a fumetti belga dal nome Passe-moi l'ciel.

Rue Haute[modifica]

Steven Sterk.jpg

È una delle strade più antiche della città di Bruxelles, poiché segue il percorso di una vecchia strada gallo-romana. Con 1.120 metri, è anche la più lunga del "Pentagono".

  • 13 Murales Benoit Brisefer, Rue Haute 121. Murale realizzato nel giugno 2015 secondo uno schizzo di Peyo che rappresenta il personaggio di Benoît Brisefer.
  • 14 Attitude Brussels, Rue Haute, 123, +32 2 5038853. Simple icon time.svg Mar-Dom 11:00-18:00. Spazio dedicato a due artisti: Jan Bucquoy e Christophe Demaître.
Casa di Pieter Bruegel il Vecchio
  • 15 Casa di Pieter Bruegel il Vecchio (Maison de Pieter Brueghel l'Ancien), Rue Haute, 132 (in Brussels bus icon.svg fermata "Chapelle" o "Jeu de balles" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg). Sebbene i vecchi archivi riguardanti questa casa scomparissero nel bombardamento del 1695, è tradizionalmente riconosciuto che questa casa, datata 1541, è quella in cui, nel 1563, si stabilì Pieter Brueghel il Vecchio, uno dei quattro maestri della scuola primitiva fiamminga. Qui vi morì nel 1569 e dove i suoi due figli nacquero, Pieter Brueghel il Giovane e Jan Brueghel il Vecchio. D'altra parte, è certo che David Teniers III, figlio di Anna Brueghel e nipote di Jan Brueghel il Vecchio, vi morì nel 1685. La casa dovrebbe diventare un museo dedicato al grande pittore.
Espace Jacqmotte
  • 16 Espace Jacquemotte, Rue Haute, 139-141 (In Brussels bus icon.svg fermata "Jeu de balles" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg). Ecb copyright.svg gratis. Simple icon time.svg Lun-Dom 9:00-18:00. Installata la rue Haute dal 1928, i torrefattori Charles e Henri Jacqmotte fereco costruire dall'architetto Auguste Schoy, nel 1860, questa villa in stile eclettico per ospitare le loro strutture di torrefazione e i bruciatori. In funzione fino al 1985, la fabbrica è stata abbandonata fino alla sua completa ristrutturazione nel 2001. Trasformata in un centro commerciale e abitazioni trasformate in loft nei vecchi laboratori. Non esitate a spingere la pesante e imponente porta nera, se non è già aperta, che vi condurrà attraverso il sontuoso passaggio centrale, di una grande ricchezza ornamentale derivante dalla tradizione rinascimentale fiamminga che sposa il falso marmo, stucco, pietra blu, rivestimenti in legno e marmo, verso il cortile e il complesso immobiliare; poi, spingete la curiosità verso il grande giardino paesaggistico che si estende dietro una grande vetrata.
Quick et Flupke
  • 17 Musée du CPAS de Bruxelles, Rue Haute, 298A (In Brussels bus icon.svg fermata "Hôpital St-Pierre" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg), +32 2 5436055, @ . Ecb copyright.svg visite guidate su prenotazione per gruppi non superiori a 20 persone: 50 € per gruppo. Simple icon time.svg Lun-Gio 14:00-16:00. Le opere provengono principalmente da donazioni e lasciti di privati alle istituzioni di assistenza. Le collezioni, le cui opere più antiche risalgono al XVI secolo, hanno una grande diversità: dipinti, stampe, sculture, oro e argenteria, ceramiche, mobili, tessuti, una collezione di monete e medaglie, e oggetti che testimoniano la vita quotidiana e la storia della medicina.
  • 18 Murales Quick et Flupke, Angolo Rue Haute con rue des Capucins. Murales realizzato nel novembre 2015 secondo uno schizzo di Hergé e raffigurante i personaggi di Quick e Flupke.
  • 19 Art & Marge musée, rue Haute, 314 (In Brussels bus icon.svg fermata "Hôpital St-Pierre" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg), +32 2 5339490, @ . Ecb copyright.svg adulti: 4 €, pensionati e minori di 18 anni: 2 €,minori di 6 anni: gratis.. Simple icon time.svg Mar-Dom 11:00-18:00. Inaugurato nel 1986, questo museo presenta una raccolta di opere di autori autodidatti che lavorano da soli o in laboratori creativi per persone indebolite psicologicamente o con handicap mentali. Periodicamente, le attività, specialmente per i bambini, consentono ai visitatori di comprendere lo spirito del mondo in cui vivono gli artisti che rappresentano il museo.

Rue Pieremans[modifica]

Ufficializzato nel 1969, il nome di questa strada è una corruzione di "Piermont", dal nome della famiglia che un tempo possedeva gli edifici lungo questa strada. In precedenza, si chiamava Peeremansstrotje ("Petite rue des Vers").

  • 20 Murales La Patrouille des Castors, Rue Pieremans, 47 (In Brussels bus icon.svg fermata "Hôpital St-Pierre " n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg). Pittura murale di circa 50 m2 realizzata nell'aprile 2003 secondo uno schizzo di Mitacq e raffigurante i personaggi di Faucon discret e Tapir Affamé di La Patrouille des Castors.
  • 21 Murales di Jojo, Rue Pieremans, 41 (In Brussels bus icon.svg fermata "Hôpital St-Pierre " n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg). Murale di circa 56 m2 realizzato nel settembre 1996 secondo uno schizzo di André Geerts e raffigurante i personaggi di Jojo.

Rue des Capucins[modifica]

  • 22 Rue des Capucins (In Brussels bus icon.svg fermata "Jeu de balles" n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg). La prima menzione della strada appare nel libro del censimento del 1321 e portava il nome di Zavelstrate ("rue du Sable"). La strada contiene due murales affrescati dall'organizzazione no-profit Art mural. Rue des Capucins (Q3451716) su Wikidata
  • 23 Murales Blondin et Cirage, rue des Capucins, 15. Realizzato nel novembre 1998 e di circa 32 m2, questo dipinto raffigura i personaggi di Blondin e Cirage creati da Jijé
  • 24 Murales Odilon Verjus, Rue des Capucins, 13. Realizzato nel giugno 2004 e con una superficie di circa 33 m2, questo dipinto rappresenta il missionario Odilon Verjus e il suo compagno Padre Laurent, che aiutano Josephine Baker a scendere dal muro secondo uno schizzo degli autori Laurent Verron e Yann

Art nouveau[modifica]

Cité Hellemans
  • 25 Cité Hellemans, Rue Pieremans e rue de la Rasière (In Brussels bus icon.svg fermata "Hôpital St-Pierre " n° STIB-MIVB Line 27.svg STIB-MIVB Line 48.svg). Inaugurato nel 1915 e costruito dall'architetto e urbanista Émile Hellemans, è uno dei primi esempi di città sociale fatta di alloggi collettivi e situata nel cuore della città. È anche un ensemble architettonico notevole per il suo design e l'estetica influenzata dallo stile liberty. Composto da 272 abitazioni e organizzato in sette corridoi paralleli a quattro piani separati da ampi passaggi pedonali. Ogni unità ha una terrazza esposta a sud-est. Pesantemente degradato dal tempo e dall'inquinamento, il complesso è stato ampiamente rinnovato all'inizio del XXI secolo. Cité Hellemans (Q2974665) su Wikidata
  • 26 Jardin d'enfants n°15, Rue Saint-Ghislain 40. È una scuola costruita dall'architetto Victor Horta. (Q3162442) su Wikidata
  • 27 Maison Cortvriendt, Rue de Nancy 6-8. (Q48751210) su Wikidata
  • 28 Palais du vin (het Wijnpaleis), Rue des Tanneurs 58-62. Palais du vin (Q3361197) su Wikidata


Cosa fare[modifica]

  • 1 Piscine des bains de Bruxelles.


Acquisti[modifica]

  • Mercato delle pulci (Marché aux puces).


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

Locali notturni[modifica]

  • 2 Fuse, Rue Blaes, 208, +32 2 511 9789. Una delle più famose discoteche di Bruxelles in funzione dal 1994.
  • 3 Havana, Rue de l’Épée, 4, +32 2 5021224, @ . Disco bar e ristorante con terrazza. Cucina cubana e sud americana.
  • 4 Bazaar, Rue des Capucins, 63, +32 2 511 2600. Musica soul, house, pop e brasiliana. Due piste da ballo, una al pianterreno e l'altra nello scantinato.


Dove mangiare[modifica]

  • 1 Bossa Nova, Rue Haute, 381, +32 2 324 7608. Cucina brasiliana la cui specialità è costituita da vari tipi di carne alla griglia. Per l'ora di pranzo vige un menu al prezzo fisso di 10€ (Plat du jour)
  • 2 Chaff, Place du Jeu de Balles, 21-22, +32 2 502 5848. Birreria con terrazza
  • 3 Cobra jaune, Boulevard du Midi, 76, +32 2 511 7379. Birreria tradizionale con terrazza. I prezzi della birra Jupiler sono più che abbordabili. Costituisce un locale storico. Qui si riunivano infatti i membri del movimento artistico CoBrA
  • 4 La Clef d'Or, Place du Jeu de Balles, 1, +32 2 511 9762. Ecb copyright.svg Circa 12,50€ per un pranzo di 3 portate (2016). Ristorante a conduzione familiare frequentato nei gioni di mercato delle pulci
  • 5 Les Brigittines, Place de la Chapelle, 5, +32 2 512 6891, @ .
  • 6 Ploegmans, Rue Haute, 148, +32 2 503 2124. Locale i cui arredi rimandano ad atmosfere del dopoguerra. Molto apprezzato dai Marolliens.


Dove alloggiare[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita al distretto. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).