Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Petralia Soprana
Petralia Soprana Panorama
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Petralia Soprana
Petralia Soprana
Sito istituzionale

Petralia Soprana è una città della città metropolitana di Palermo in Sicilia. Fa parte del parco delle Madonie ed è un dei borghi più belli d'Italia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

L'abitato è collocato sul versante meridionale della catena delle Madonie. Il territorio è percorso dal fiume Salso ed è compreso tra un'altitudine di 1.657 metri (pizzo Corvo) e 600 metri, ed è ricoperto da boschi, macchia mediterranea, pascoli, terreni seminativi e colture arboree.

Cenni storici[modifica]

Diodoro Siculo riporta che nel 254 a.C., durante la prima guerra punica, dopo la conquista di Palermo consegnarono la cittadina ai consoli Aulo Attilio e Gneo Cornelio, passando sotto la dominazione romana. La città era una delle principali fornitrici di grano di Roma e venne inserita tra le civitates decumanae, cioè tra le città sottoposte al tributo annuo della decima in natura.

Nel IX secolo, durante il regno degli Aghlabidi venne denominata Batraliah. Dopo la conquista da parte dei Normanni di Ruggero, conte di Altavilla, avvenuta nel 1062, la cittadina venne fortificata, ed assunse l'aspetto che conserva ancora nel XXI secolo, con il castello, le torri ed i bastioni, e "latinizzata", con l'edificazione di diverse chiese. Ruggero l'assegnò al nipote Serlone.

In un documento del 1258 appaiono per la prima volta distinte Petra "inferior" (Petralia Sottana) e Petra "superior" (Petralia Soprana) in origine quasi certamente un'unica comunità.

Nel 1258 entrò a fare parte del patrimonio dei conti Ventimiglia di Geraci Siculo, per passare poi alla contea di Collesano, del patrimonio dei Centelles, dei Cardona, dei Moncada e degli Alvarez di Toledo, fino all'abolizione della feudalità nel 1817.

Come orientarsi[modifica]

Frazioni[modifica]

Acquamara, Borgo Aiello, Borgo Pala, Cipampini, Cozzo Bianco, Fasanò, Gioiotti, Gulini, Lodico, Lucia, Madonnuzza, Miranti, Pellizzara, Pianello, Pira, Raffo, Sabatini, Saccù, Salaci, Salinella, San Giovanni, SS. Trinità, Scarcini, Scarpella, Serra di Lio, Stretti, Verdi I, Verdi II, Villa Letizia

Come arrivare[modifica]

In auto[modifica]

  • Autostrada A19 Palermo - Messina
  • Autostrada A20 Palermo - Catania
  • Strada Statale 120 dell'Etna e delle Madonie
  • Strada Statale 290 di Alimena

Arrivando da Palermo percorrere la A19 e poi la A20 uscita Tremonzelli e seguire la SS120 direzione Castellana Sicula passarla e proseguire fino Petralia.

Arrivando da Catania sulla A20 uscire a Irosa seguire la SP11 fino Quartiere Vizzini e qui immettersi sulla SS290 direzione nord (Fasano) e al bivio della Madonnuzza attraversarlo e salire verso Petralia Soprana.

In autobus[modifica]

Il paese è collegato tramite bus SAIS da e per Palermo.

Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Esistono tre linee di mezzi pubblici.

Cosa vedere[modifica]

Chiesa Madre SS. Pietro e Paolo
  • 1 Chiesa dei Santi Pietro e Paolo (Chiesa Matrice), piazza Duomo. Ricostruita nel XIV secolo per volere della famiglia Ventimiglia, con pianta a croce latina e con tre navate. Presenta in facciata due campanili, uno quattrocentesco e l'altro settecentesco, collegati da un portico di 18 colonne realizzate dai fratelli Librizzi di Petralia Sottana. Nel campanile settecentesco , (completato solo nel dopoguerra) nel 1998 è stata inserita una campana di 18 quintali ("campana dell'Unione"). All'interno si conservano tele seicentesche tra cui la Deposizione attribuita a detto lo spagnoletto, le statue dei Santi Patroni gli apostoli PIetro e Paolo e il primo Crocifisso attribuito a frate Umile da Petralia. Duomo dei Santi Apostoli Pietro e Paolo su Wikipedia Duomo dei Santi Apostoli Pietro e Paolo (Q60839994) su Wikidata
Palazzo del comune
  • 2 Palazzo municipale (Comune di Petralia Soprana), Piazza del Popolo, 1.
Chiesa di Santa Maria di Loreto
Chiesa del SS Salvatore
  • 3 Chiesa di Santa Maria di Loreto, Piazza Loreto, 1. Antica fortezza araba trasformata in chiesa dai carmelitani scalzi e rifatta nel 1750 con pianta a croce greca e facciata tardo barocca e due campanili con cuspide maiolicata. L'interno presenta degli stucchi del Serpotta le preziose statue dei Santi Cosma e Damiano e la cinquecentesca statua policroma di San sebastiano e il polittico di scuola Gaginiana opera rinascimentale con al centro la delicatissima statua della Madonna di Loreto . La chiesa con la sua imponente mole con tre absidi e le cuspidi colorate sovrastano il territorio cirocostante ed è visibile da chilometri di distanza facendo uno dei più importanti monumenti artistici delle Madonie. Chiesa di Santa Maria di Loreto (Petralia Soprana) su Wikipedia chiesa di Santa Maria di Loreto (Q60840090) su Wikidata
Chiesa di S.Maria di Gesù e convento
  • 4 Chiesa del SS Salvatore. La chiesa ha pianta ellittica con otto pilastri che sorreggono la cupola. Molto probabilmente in periodo arabo era una moschea e fu consacrata ai riti cristiani dal conte Ruggero. Chiesa del Santissimo Salvatore (Petralia Soprana) su Wikipedia chiesa del Santissimo Salvatore (Q60839906) su Wikidata
  • 5 Convento dei frati minori riformati e Chiesa Santa Maria del Gesù, Via G. Lio Litterio Sgadari. Costruito alle porte del paese nel 1611, di notevole rilievo artistico sono i bassorilievi della facciata.
  • Chiesa della Pinta (Santa Maria ad Nives).
  • Chiesa di San Teodoro. Edificata in età normanna. Gli interni come diverse chiese del paese vennero rifatti in stile tardo barocco nel XVIII secolo.
La cometa
  • 6 La cometa (scultura). Scultura di Vincenzo Gennaro, sita in un belvedere da cui si gode una vista eccezionale.
  • 7 Museo di arte Contemporanea SottoSale (MACSS), via del salgemma, +39 366 387 8751, @ . Ecb copyright.svg 5 €. Simple icon time.svg Sab 9:00-14:00. Museo di arte contemporanea ospitato all'interno di una miniera di sale. Le visite sono guidate ed è necessaria la prenotazione al numero indicato.
  • 8 Villa Sgadari. Fuori dal centro urbano e con proprio parco, restaurata nel 2010.
  • 9 Chiesa delle Anime Purganti, Via Giuseppe Garibaldi, 4.
  • 10 Fontana dei Quattro Cannoli, Piazza Quattro Cannoli. È una piccola fontana con quattro cannoli per l'uscita dell'acqua in una bella piazzetta.
  • 11 Piazza San Michele. Piazza medievale con una chiesetta e una fontana.
Piazza del Popolo
Scritte pro-monarchia in piazza del popolo
  • 12 Piazza del Popolo. È la piazza principale della città, al centro ospita un monumento in bronzo di Antonio Ugo, dedicato ai caduti di tutte le guerre, e vi si affacciano diversi palazzi, tra cui il palazzo del municipio, con merli medievali a coronamento della facciata, e palazzo Pottino, appartenuto alla famiglia baronale che ebbe in possesso il paese, che conserva affreschi con motivi paesaggistici locali. Uno degli edifici della piazza conserva diverse scritte che inneggiano la monarchia, probabilmente legati al referendum del 1946 che rese l'Italia una democrazia.


Eventi e feste[modifica]

  • A carnivalata (Festa di Carnevale). Simple icon time.svg A carnevale.
  • A calata a tila (La discesa della tela). Simple icon time.svg Sabato della Settimana Santa.
  • U 'ncuontru. Simple icon time.svg Pasqua. Tra Gesù risorto e la Madonna Addolorata
  • Festa SS Apostoli Pietro e Paolo (patroni della città). Simple icon time.svg 25-29 giugno.
  • Sagra del grano. Simple icon time.svg Agosto.
  • Festa SS Salvatore. Simple icon time.svg 6 agosto.
  • Serenata matrimonio baronale. Simple icon time.svg Notte del 14 agosto.
  • Giostra degli stendardieri. Simple icon time.svg Agosto.
  • Sagra del sale e Raduno Internazionale del Folklore. Simple icon time.svg Agosto.
  • Sagra delle lenticchie. Simple icon time.svg Agosto.
  • Festa SS Cosma e Damiano. Simple icon time.svg 27 settembre.
  • Concerto ad alta quota nel Parco delle Madonie. Simple icon time.svg Ottobre.
  • A pistata ra racina (La pestata dell'uva). Simple icon time.svg Ottobre.
  • A nuvena (La novena). Simple icon time.svg Dicembre. Musiche a canti tradizionali eseguiti dai giovani per le vie del centro e delle frazioni nel periodo natalizio.


Cosa fare[modifica]

Belvedere di Petralia Soprana
  • 1 Punto panoramico, via Belvedere. Da questo punto si può ammirare un grandioso panorama in direzione sud. Si tratta di una collina poco fuori dalla città.


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • 1 Hotel residenza Petra, Via Errante, 5, Petralia Soprana, +39 0921 681321. Ecb copyright.svg 85 € (settembre 2015). Buon hotel in posizione centralissima a Petralia Soprana. Caratteristico, ricavato da costruzione originale del centro storico, atmosfera da borgo di altri tempi. Buon punto base per ogni itinerario di visita della zona centrale delle Madonie.


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Petralia Soprana
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Petralia Soprana
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.