Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Sicilia > Sicilia sudorientale > Territorio di Enna > Sperlinga

Sperlinga

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Sperlinga
Sperlinga e il castello
Stemma
Sperlinga - Stemma
Stato
Regione
Posizione
Mappa dell'Italia
Sperlinga
Sperlinga
Sito istituzionale

Sperlinga, è una città della Sicilia ed è classificato tra i Borghi più belli d'Italia.

Da Sapere[modifica]

Tutto il paese fu edificato dal Principe Natoli con una "licenza populandi cum privilegium aedificandi" emessa da diversi Re dei paesi d'Europa e dal re di Sicilia.

Gli sperlinghesi possiedono il proprio dialetto, il quale deriva dal dalla lingua galloitalica, un misto tra il francese e il lombardo.

Cenni storici[modifica]

Sperlinga fu abitata già nella preistoria, e considerata luogo sacro e cimiteriale, ma dal 1597 è legata alla famiglia dei Principi Natoli.

Il paese, nato come borgo feudale ai piedi del castello medievale normanno, si è espanso dal 1597 in poi, quando il re Filippo II concesse a Giovanni Natoli (Gianforte o Giovanni Forti Natoli), il titolo di principe di Sperlinga, e il privilegio di potervi fabbricare terre.

Il principe Natoli fece edificare la Chiesa dedicata a S. Giovanni Battista fuori dalle cinta del Castello, i cui primi atti parrocchiali sono datati 1612 e sviluppò tutto il borgo. Il figlio Francesco Natoli cedette nel 1658 il castello e la proprietà feudale agli Oneto, con il titolo di duchi di Sperlinga, ma i Natoli mantennero sempre il titolo di principi di Sperlinga.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

Si segnalano le aree di Contrada Rossa, Cicera, Perciata, Grotta Vecchia, e all'interno del centro abitato quella del "Balzo" scavate in fila e sovrapposte con antistanti pittoresche stradine che costituiscono nel loro insieme un borgo rupestre.

  • Il Borgo Rupestre (ę Ruttə)
  • Via Valle (a Vaǫ)
  • Il Bosco di Sperlinga (Ǫ Boscǫ)
  • Contrada Capostrà dove fu scattata la famosissima foto di Robert Capa durante la guerra mondiale


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Il Castello. Il castello di Sperlinga è un raro esempio di castello rupestre, in parte scavato nella roccia e risalente probabilmente al periodo anteriore ai Siculi pre-greci (XII-VIII secolo a.C.), in parte costruito sulla stessa roccia, intorno all'anno 1080. È stato sede dei conti di Ventimiglia fino al 1597, poi dei principi di Sperlinga Natoli (1598 - 1658), e quindi dei duchi di Sperlinga Oneto (1658-1861), l'ultimo dei quali lo concesse in enfiteusi al barone Nunzio Nicosia, i cui discendenti lo donarono al comune di Sperlinga nel 1973.
Vi è una scritta postuma in latino scolpita sull'arco a sesto acuto nell'androne del Castello, dal Principe del Castello Giovanni Natoli: "QUOD SICULIS PLACUIT SOLA SPERLINGA NEGAVIT", tale scritta postuma si riferisce alle vicende dei Vespri Siciliani (1282) quando una guarnigione francese di angioini si asserragliò all'interno del castello e resistette all'assedio per oltre un anno. Castello di Sperlinga su Wikipedia "castello di Sperlinga" su Wikidata


Eventi e feste[modifica]

  • La "Sagra del Tortone". Tale manifestazione folcloristica consiste nella distribuzione e degustazione di cibi locali tipici, espressione della migliore e più genuina tradizione culinaria del luogo. L'evento è molto caratteristico perché si svolge nello spiazzo antistante il suggestivo castello rupestre di Sperlinga, scavato nella millenaria roccia e considerato tra i più belli del suo genere in Europa. L'evento è caratterizzata da rievocazioni storiche sulla vita del Castello di Sperlinga. La sagra del tortone è nata nel 1982 in occasione del settimo centenario dei Vespri siciliani. 16 ottobre
  • Fiera del Bestiame che si tiene nei mesi di giugno, agosto e settembre
  • "La Principessa del Castello", insieme ad altri dei paesi Gallo-Italici, partecipa al corteo storico, composto da molti personaggi, in costume d'epoca, che sfilano lungo le vie del paese. Una giuria eleggerà la Dama dei paesi Gallo-Italici. La serata in piazza Castello è allietata da rappresentazioni di eventi storici, spettacoli pirotecnici, canti e balli. L'evento è caratterizzata da rievocazioni storiche sulla vita del Castello di Sperlinga e delle gesta dei Principi Natoli. 16 agosto


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Sperlinga è nota per diverse produzioni artigianali, tra cui le cosiddette artistiche "frazzate", di origine medievale, coloratissimi tappeti tessuti a mano su vecchi telai in legno, connubio tra storia, cultura e tradizioni popolari.

Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Sperlinga vanta una cospicua produzione di altissima qualità biologica di olive, agrumi ma anche di grano, foraggi e la produzione floricola.

Fiorente è l'allevamento biologico locale di bovini e ovini e di tutti i prodotti derivati che si possono gustare in particolare durante la Fiera del Bestiame che si tiene nei mesi di giugno, agosto e settembre. Tra i piatti tipici locali è nota la frasca tela, una particolare polenta di farina di grano duro o di cicerchia, con lardo e broccoletti.

Tra i dolci tipi la cassata, e il famosissimo Tortone, non si tratta di una grande torta, ma di un dolce locale, fatto con la pasta del pane, fritta in olio, e cosparsa di cannella e realizzato con prodotti locali biologici tra cui farina impastata e lievitata, olio d'oliva e zucchero cosparso sulle formelle.

Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.