Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia centrale > Abruzzo > Appennino abruzzese > Marsica > Ortucchio

Ortucchio

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Ortucchio
Castello Piccolomini di Ortucchio
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Ortucchio
Ortucchio
Sito del turismo
Sito istituzionale

Ortucchio è una città della Marsica, subregione dell'Abruzzo.

Da sapere[modifica]

Alle porte del paese, dominato dal castello Piccolomini, c'è un laghetto naturale, unico resto dell'antico lago Fucino, dichiarato definitivamente prosciugato nel 1878. Diverse grotte situate sui monti che circondano a sud l'ex alveo del Fucino hanno restituito a seguito di campagne di ricerche e scavi preziose testimonianze che fanno risalire la presenza dell'uomo in modo continuativo in questi luoghi fin dal paleolitico.

Cenni geografici[modifica]

Il Comune di Ortucchio è situato nel versante sud-est dell'altopiano del Fucino, dove prima del prosciugamento del Lago Fucino sorgeva una piccola isola dai confini piuttosto variabili a causa dei cambiamenti repentini del livello dello stesso lago. Si possono osservare paesaggi totalmente differenti tra loro, dalla fitta boscaglia di montagna ai fertili campi pianeggianti che ospitano l'importante teleporto per usi civili, il centro spaziale del Fucino Piero Fanti di Telespazio.

Quando andare[modifica]

L'estate è il periodo migliore per visitare Ortucchio, il castello e l'antica chiesa di Sant'Orante, oggi elevata a santuario. Numerosi sentieri conducono nell'area montana ricca di cavità e meta degli appassionati di speleologia e degli amanti della natura.

Cenni storici[modifica]

Santuario di Sant'Orante risalente all'VIII secolo

Ortucchio in epoca medievale fu assoggettata a Ruggero da Celano e successivamente passò da Ferdinando d'Aragona ad Antonio Piccolomini, signore della contea marsicana. L'avvento dei Piccolomini mutò sensibilmente l'aspetto del paese nel quale fu costruito per volere di Antonio Piccolomini il castello, strategico per fini difensivi e di vedetta. La dominazione spagnola e il successivo avvento dei briganti, legati alle rivolte napoletane di Masaniello recarono devastazioni e gravi danni alla già precaria economia del paese fucense. A tutto ciò si aggiunse la peste del 1656 e le continue inondazioni del lago Fucino Il terremoto del 1915 causò morti e devastazioni anche ad Ortucchio. Tuttavia il paese seppe rialzarsi da tale immane tragedia.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Italian traffic signs - direzione bianco.svg

In auto[modifica]

Il casello autostradale più vicino è quello di Pescina della A25 Roma-Pescara. La via Circonfucense collega il paese a Trasacco, Luco dei Marsi ed Avezzano ad ovest, mentre a poca distanza, ad est, si trova l'incrocio che immette sulla Strada Statale 83 Marsicana, arteria che collega l'area fucense al parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise.

In treno[modifica]

La stazione ferroviaria più vicina è quella di Pescina posta lungo la linea ferroviaria Roma-Sulmona-Pescara.

In autobus[modifica]

  • Italian traffic sign - fermata autobus.svg Linee di pullman gestite dalle autolinee TUA (Società unica abruzzese di trasporto - ex Arpa) [1]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Castello Piccolomini di Ortucchio
Laghetto di Ortucchio
Il centro spaziale del Fucino scattato da Sperone di Gioia dei Marsi
Ingresso della grotta La Punta
  • 1 Castello Piccolomini, Piazza Castello, (centro storico), +39 0863 839117, fax: +39 0863 830208, @ info@comune.ortucchio.aq.it. Il castello medievale costruito dal conte Antonio Piccolomini nel 1448 rappresenta una tipologia architettonica del tutto particolare. Il maniero, dovendo coesistere nel lago del Fucino, prosciugato solo tra il 1855 e il 1878, presenta un largo fossato le cui acque provenivano direttamente dal lago. Di pianta rettangolare, presenta quattro imponenti torrioni circolari per ogni angolo. Il castello oggi è circondato dalla piana del Fucino e da un laghetto artificiale con annesso parco attrezzato. Spesso vi si organizzano manifestazioni di carattere culturale o ricreativo. La struttura agibile è visitabile.
  • 2 Santuario di Sant'Orante (Centro storico), +39 0863 413827, fax: +39 0863 412725, @ info@diocesidiavezzano.it. L'edificio di culto più volte ampliato nel corso dei secoli, venne edificato intorno alla fine dell'VIII secolo d.C. su una preesistente struttura a base poligonale risalente al III-II secolo a.C. Gravemente danneggiato dal terremoto della Marsica del 1915, la sua ricostruzione avvenne alla fine degli anni sessanta dello scorso secolo. All'interno di questo edificio nel 1400 dimorò Sant'Orante, vivendo dell'elemosina dei fedeli e riposando sul pavimento della chiesa. Costretto all'esterno della chiesa il santo morì la sera del 5 marzo 1431. La mattina successiva trovarono l'eremita sul fascio di sarmenti che non erano più secchi, ma avevano messo foglie e grappoli d'uva. Nel 1578 fu realizzata nell'interno della chiesa la cappella in onore del patrono. Sono conservate, in un'urna di vetro sotto l'altare, le sue ossa. Nel 2018 il vescovo di Avezzano, Mons. Pietro Santoro, ha elevato la chiesa a santuario.
  • 3 Laghetto di Ortucchio, Via Circonfucense (all'ingresso del paese), +39 0863 839117, fax: +39 0863 830208, @ info@comune.ortucchio.aq.it. Il parco comunale di Ortucchio circonda il laghetto (residuo dell'antico lago Fucino) situato alle porte del paese. È dotato di due piscine riscaldate, anfiteatro, solarium, pista ciclabile, campo da calcetto, campo da bocce, una palestra polifunzionale ed un parco gioco per bambini.
  • 4 Le grotte di Ortucchio, Via Circonfucense (Ai bordi dell'alveo del Fucino), +39 0863 839117, fax: +39 0863 830208, @ info@comune.ortucchio.aq.it. Le grotte Maritza, Ortucchio (o dei porci), La Cava, La Punta e La Penna, unitamente alle necropoli di Via Mesola, di Strada 28 del Fucino e al villaggio di Colle Santo Stefano, situato in località Pozzo di Forfora, testimoniano come sin dal paleolitico superiore le popolazioni stanziassero in modo continuativo grazie alle favorevoli condizioni ambientali e climatiche del territorio circostante il lago Fucino. Numerose testimonianze del passato sono tornate alla luce a seguito di campagne di scavo e degli studi effettuati a cominciare dagli anni cinquanta.
  • 5 Telespazio, Via Cintarella (Piana del Fucino), +39 0863 5501, fax: +39 06 40999910, @ telespazio.pressoffice@telespazio.com. Il centro spaziale "Piero Fanti" alle porte del paese, è stato realizzato negli anni sessanta per gestire i primi esperimenti di telecomunicazioni satellitari tra l'Europa e gli Stati Uniti. L'attività è andata via via ampliandosi, ed oggi con le sue 100 antenne distribuite su 370.000 mq di superficie, è indicato come il primo e più importante teleporto al mondo per usi civili. Quasi a collegare simbolicamente la moderna tecnologia delle comunicazioni spaziali con quella pionieristica del genio di Guglielmo Marconi è stata situata la parte rimanente, elica e timone, della poppa del panfilo "Elettra", il primo laboratorio galleggiante della storia.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]

  • 3 Farmacia De Marco, Via Trento, +39 0863 839142. , 67050 Ortucchio AQ


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]


Nei dintorni[modifica]



Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.