Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Chiusa Sclafani
Chiusa Sclafani
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Chiusa Sclafani
Chiusa Sclafani
Sito istituzionale

Chiusa Sclafani è una città della Sicilia.

Da sapere[modifica]

La città prende il nome da Matteo Sclafani che nel trecento ampliò un preesistente casale da cui il paese prende il nome.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

  • 1 San Carlo — frazione di Chiusa Sclafani.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Chiesa di San Sebastiano, Via della Pace, 5. Se all'esterno la facciata di questa chiesa del settecento si presenta semplice e poco interessante all'interno vi sono interessanti decorazioni a stucco di Vincenzo Messina collaboratore di Giacomo Serpotta.
  • 2 Chiesa Madre (Chiesa di San Nicola di Bari), Largo Matrice. La chiesa più grande del paese.
  • 3 Chiesa Santa Maria Assunta, Piazza S. Domenico. Chiesa barocca del XV secolo.
  • 4 Chiesa di Santa Caterina, Via Papa Giovanni XXIII, 6. Chiesa del XV secolo.
  • 5 Complesso Monumentale della Badia, Via Greco, 43. Questo antico monastero benedettino del XV secolo, oggi di proprietà del Comune, è ospita diverse iniziative culturali e sociali della città.
  • 6 Abbeveratorio Barrè, Salita Ex Monastero, 28-30. Antico abbeveratoio pubblico.


Eventi e feste[modifica]

  • Festa di San Giuseppe. Simple icon time.svg 19 marzo. Compatrono di Chiusa Sclafani. Oltre alla processione da scalzi gli altari vengono addobbati con il Pane di San Giuseppe.
  • Festa del S.S. Crocifisso. Simple icon time.svg il martedì dopo la Pentecoste. Con processione del fercolo del S.S. Crocifisso.
  • Festival della cultura. Simple icon time.svg agosto.
  • Festa di San Carlo Borromeo, Frazione di San Carlo. Simple icon time.svg metà agosto. alla festa è associata anche la sagra delle Pesche, con spettacoli musicali, folkloristici e sportivi.
  • Festa religiosa di San Carlo Borromeo, Frazione di San Carlo. Simple icon time.svg 4 novembre. Viene svolta una processione.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

La città produce ciliegie, olio e olive. Prodotti facilmente acquistabili e di buona qualità.

Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Tra i prodotti tipici c'è la Ranza e Sciura una sorta di pizza chiusa preparato con "ranza" (cruschello), e la "sciura", cioè il fiore della farina. All'interno vengono aggiunti diversi condimenti come le sarde, la cipolla, la salsiccia ecc. Inoltre vi è il Pane di San Giuseppe creato con forme decorative floreali o trecce.

Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • 1 Castello di Gristia (10 km a nord di Burgio nella frazione di San Carlo.). I pochi resti di questo castello del XIV secolo si trovano su una rupe alta 514 m. La struttura è in stato di abbandono.
Gole del Sosio
  • 2 Centrale Idroelettrica San Carlo. L'impianto utilizza le acque dell'invaso di Gammauta.
  • 3 Gole del Sosio (Listi dû firriatu) (All'interno del parco dei Monti Sicani.). Un canyon roccioso di 8 km in cui scorre il fiume Sosio. Gole del Sosio su Wikipedia Gole del Sosio (Q3773082) su Wikidata

Itinerari[modifica]

Il cammino, facente parte del progetto Vie sacre di Sicilia, è costituito da regie trazzere, mulattiere, sentieri e strade ferrate dismesse. Finanziato dall'Assessorato Regionale dell'Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, è stato inaugurato ufficialmente il 4 settembre 2016.


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Chiusa Sclafani
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Chiusa Sclafani
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.