Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Italia > Italia nordoccidentale > Lombardia > Arco alpino lombardo > Val Camonica > Capo di Ponte

Capo di Ponte

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Capo di Ponte
vista sul paese dall'alto
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Capo di Ponte
Capo di Ponte
Sito del turismo
Sito istituzionale

Capo di Ponte (Co de Pút in dialetto camuno) è una città della Lombardia.

Da sapere[modifica]

Il paese si inserisce nel sistema delle incisioni rupestri della Valcamonica in quanto possiede sul suo territorio ben tre parchi rientranti nel sito segnalato dall'UNESCO.

Cenni geografici[modifica]

Capo di Ponte è un paese della Val Camonica, sulle rive dei fiume Oglio. Il suo territorio confina con diversi comuni: a est quello di Paisco Loveno ed Ono San Pietro, a nord quello di Sellero e Paspardo, ad ovest quello di Cimbergo, ed a sud quello di Ceto e nuovamente Ono San Pietro.

Quando andare[modifica]

I parchi archeologici e il Museo della Preistoria aperti tutto l'anno, l'ambiente ricco di percorsi, sia di trekking che ciclistici e le aree di interesse naturalistico, visitabili sia nel periodo estivo che in quello invernale, rendono Capo di Ponte una meta visitabile durante tutto l'anno.

Cenni storici[modifica]

Tra il XI secolo ed il XIV Capo di ponte non era comune a se stante, ma periferia di Cemmo; il suo territorio faceva parte del priorato di San Salvatore delle Tezze.

Nel 1315 la palude di Imesigo, che si estendeva nella piana di Capo di Ponte fino a Sellero, venne coperta dalle alluvioni del torrente Re.

Con la caduta della Repubblica di Venezia nasce il "comune di Capo di Ponte" (1797-1798), che cambierà nome precocemente in "comune di Cemmo e Capo di Ponte" (1798 - 1815) e sotto il Regno Lombardo Veneto in "comune di Capo di Ponte e Cemmo" (1816 - 1859). Sotto il Regno d'Italia assumerà definitivamente il nome di comune di Capo di Ponte (dal 1859).

Come orientarsi[modifica]

Sul sito del turismo di Capo di Ponte è disponibile una mappa del comune.

Per informazioni rivolgersi a:


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Gli aeroporti più vicini a Capo di Ponte sono:

In auto[modifica]

Da Capo di Ponte passa la Strada Statale 42 del Tonale e della Mendola, è quindi possibile raggiungere facilmente questo paese da Bergamo, Brescia (Usando anche la Strada Statale 510 nel primo tratto) e Ponte di Legno.

In treno[modifica]

Capo di Ponte è raggiungibile in treno grazie alle linea Brescia-Iseo-Edolo, gestita da FERROVIENORD. Per informazioni, tariffe e orari consultare il sito Trenord.

In autobus[modifica]

Le linee passanti da Capo di Ponte sono:

Per avere gli orari aggiornati consultare il sito muoversi in lombardia.

Come spostarsi[modifica]

A Capo di Ponte è possibile spostarsi in auto (posti auto sempre gratuiti anche nelle vicinanze dei Siti di interesse culturale e naturalistico) a piedi (possibilità di percorsi pedonali suggestivi) o in bicicletta.

Cosa vedere[modifica]

Incisione del Parco nazionale delle incisioni rupestri di Naquane
Monastero S. Salvatore
  • Parco nazionale delle incisioni rupestri di Naquane (Patrimonio UNESCO), +39 0364 42140, fax: +39 0364 42571. Ecb copyright.svg 0-18 anni e over 65 gratuito, 18-25 anni 2,00€, Intero 4 € (biglietto valido anche per il Museo Nazionale della Preistoria)(2013). Simple icon time.svg Mar-Dom 9:30-13:30. Spettacolare museo all'aperto istituito nel 1955 che racchiude in sé tutto il fascino della Preistoria Camuna: incisioni risalenti a un periodo che va dal IV al I millennio a.C. che rappresentano innumerevoli figure, tra le quali cervi, oranti, duellanti e scene di vita quotidiana.
  • Parco archeologico comunale di Seradina-Bedolina (Patrimonio UNESCO), +39 0364 42104. Ecb copyright.svg fino a 5 anni e over 65 gratuito, 6-17 1€, intero 2€ (2013). Simple icon time.svg 1 marzo-31 ottobre: Lun-Dom 10:00-17:00 (ultimo ingresso 16:30) 1 novembre-29 febbraio: Lun, Sab-Dom 10:00-16:00 (ultimo ingresso 15:30). Aperto nel 2005 e immerso in un incantevole paesaggio naturale, ospita numerose rocce incise risalenti al II-I millennio a.C., tra queste di particolare importanza è la famosa "Mappa di Bedolina", che racchiude in sé il mistero della Rosa Camuna (simbolo della regione Lombardia) e di quella che forse è una delle prime rappresentazioni topografiche della zona.
  • Parco archeologico nazionale dei Massi di Cemmo (Patrimonio UNESCO). Ecb copyright.svg entrata libera. Simple icon time.svg Mar-Dom 9:30-13:30.
  • Museo Nazionale della Preistoria della Valle Camonica MuPre, via S.Martino, +39 0364 42403. Ecb copyright.svg 0-18 anni e over 65 gratuito, 18-25 anni 2,00€, Intero 4 € (biglietto valido anche per il Parco di Naquane). Simple icon time.svg Lun-Sab 14:00-19:00. Inaugurato nel 2014 il Museo integra, con l'esposizione di reperti, manufatti e steli incise il patrimonio preistorico dei parchi archeologici di Capo di Ponte e della Valle Camonica.
  • Monastero di San Salvatore, +39 0364 42080 (pro loco). Monastero in stile romanico borgognone del XI-XII secolo, e citato per la prima volta in una bolla papale nel 1098 l'edificio sorge sulla sommtà di una collinetta. Dell'originale struttura monastica è sopravvissuta sino ad oggi la chiesa.
  • Pieve di San Siro, +39 0364 42080 (pro loco). Pietra miliare del Romanico Lombardo del XI-XII secolo, dalla tipica struttura a tre navate e dalla cripta con volta a crociera, si erge a strapiombo sul fiume Oglio e sovrasta il centro storico del paese.
  • Cemmo. Frazione di Capo di Ponte, fu il primo centro cristianizzato, probabilmente ad opera di San Siro, a cui la Pieve qui collocata deve il proprio nome.
  • Pescarzo. Seconda frazione di Capo di Ponte, costituisce un piccolo e affascinante borgo medievale che ha mantenuto le tipiche caratteristiche del villaggio alpino, con tetti d'ardesia e strade ciottolate.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • Ufficio Postale di Capo di Ponte, Via Stazione 13, +39 0364 42041, fax: +39 0364 42041. Simple icon time.svg Aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 13.45, il sabato dalle 8.20 alle 12.45. Per info visitare la pagina poste.it.


Nei dintorni[modifica]

Informazioni utili[modifica]

Gli scütüm sono nei dialetti camuni dei soprannomi o nomiglioli, a volte personali, altre indicanti tratti caratteristici di una comunità. Quello che contraddistingue gli abitanti di Capo di Ponte è Patricc.

Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.