Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Breslavia
Wrocław
La piazza centrale
Stemma e Bandiera
Breslavia - Stemma
Breslavia - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Polonia
Reddot.svg
Breslavia
Sito istituzionale

Breslavia (Wrocław) è una città della Polonia, situata nella regione storica della Slesia.

Da sapere[modifica]

Breslavia è uno dei più grandi centri culturali e di intellettuali in Polonia, con secoli di tradizione. Vi si trovano numerosi teatri, musei, cinema e gallerie d'arte. La città offre ai suoi residenti e ai turisti una vasta gamma di attività culturali - dalla musica classica a progetti nel campo dell'arte moderna.

Breslavia è la capitale storica della Slesia e ha cambiato dominazione più volte nel corso dei secoli. La città è stata incorporata nei regni di Polonia, di Boemia, di Prussia e degli imperi austriaco e tedesco. Dal 1945 la città divenne parte della Polonia ancora una volta.

I corsi dell'università di Breslavia sono frequentati da oltre 130.000 studenti, il che la rende probabilmente una delle città polacche più orientate a soddisfare tendenze e stili di vita giovanili. Dagli inizi del XX secolo, l'università di Breslavia ha prodotto ben 9 premi Nobel ed è rinomata per la sua alta qualità di insegnamento.

Nel 2016 è stata capitale europea della cultura e ha ospitato i Giochi mondiali del 2017.

Quando andare[modifica]

Breslavia è situata nella zona del clima temperato, inoltre è soggetta all'influenza del clima oceanico e del clima continentale. La città per gran parte dell'anno, è sotto l'influenza di masse d'aria polari, provenienti dal mar Baltico, e quelle polari continentali. La media annua della temperatura, è di 9°C, il mese più freddo è gennaio con la media di -4°C, mentre il mese più caldo è luglio con la media di 25°C.

Cenni storici[modifica]

Wrocław è stata originariamente fondata sull'isola della cattedrale (Ostrów Tumski). Il primo sovrano polacco registrato, il duca Mieszko I, portò la città, insieme alla maggior parte della Slesia, nello stato polacco. All'inizio del primo millennio doveva essere un insediamento di discrete dimensioni, poiché fu scelta, insieme a Cracovia e Kołobrzeg, come uno dei tre vescovati del Piast Poland.

Tra il XII e XIII secolo, Breslavia fu la capitale di uno dei principati dei Piast della Slesia. Come la maggior parte degli insediamenti nel sud della Polonia, Breslavia fu distrutta dai Tartari. Il centro cittadino fu ricostruito ma sulla riva opposta del fiume.

Breslavia prosperò sotto l'amministrazione boema (1335-1526).

Gli Asburgo, che governarono la città per i due secoli successivi, mostrarono scarsa tolleranza nei confronti delle comunità slave e iniziarono un processo di germanizzazione che continuò sotto i prussiani, impossessatisi della città nel 1741.

Breslavia assunse un ruolo chiave nella difesa dei confini orientali del II e del III Reich e fu trasformata in una fortezza militare. Assediati dall'Armata Rossa nel febbraio 1945, i nazisti riuscirono a resistere per più di due mesi. Alla fine del conflitto, il 75% della città appariva raso al suolo.

La ricostruzione del dopoguerra fu lunga e solo negli anni '80, la popolazione urbana raggiunse i livelli prebellici.

Come orientarsi[modifica]

  • 1 Piazza del mercato (Rynek). Costituisce il cuore della città vecchia. Si tratta di una delle più grandi piazze d'Europa sulla quale si affacciano interessanti edifici di varie epoche ma per lo più in stile gotico e rinascimentale. Nei locali del piano terra si radunano i turisti di passaggio. Piazza del Mercato (Breslavia) su Wikipedia piazza del Mercato (Q1548947) su Wikidata


Come arrivare[modifica]

Aeroporto Copernico

In aereo[modifica]

L'aeroporto è servito da due linee di autobus dell'azienda locale dei trasporti MPK Wrocław:

  • Le linee 106 (diurna) e 206 (notturna) fanno capolinea alla stazione ferroviaria principale
  • La linea 129 attraversa i quartieri di Strachowice, Żerniki, Kuźniki, Gądów Mały, Popowice, Różanka, Karłowice, Poświętne e la parte settentrionale del distretto di Psie Pole. Il viaggio dura circa un'ora.
Nel dicembre 2017 le autolinee Polbus-PKS hanno inaugurato una linea di autobus espressi chiamata WRO Airport Express con capolinea alla stazione degli autobus a lunga percorrenza Al 2021 questa linea risultava sospesa.
Anche gli autobus della Flixbus che operano sulla rotta Stettino-Zakopane effettuano fermate in corrispondenza dell'aeroporto.
Un taxi per il centro città o la stazione ferroviaria costava al 2016 circa 45-60 zł se preso durante il giorno. Aeroporto di Breslavia-Niccolò Copernico su Wikipedia Aeroporto di Breslavia-Niccolò Copernico (Q1107152) su Wikidata

In auto[modifica]

WroclawDrogi.svg

Breslavia ha una rete stradale molto bene sviluppata.

A sud corre l'autostrada A4-PL.svg (parte della strada europea Tabliczka E40.svg) che va dal confine polacco-tedesco a quello polacco-ucraino attraversando tutta la Polonia meridionale. L'autostrada è lunga 672 chilometri e tocca, fra le altre, le città di Opole, Cracovia, Tarnów e Rzeszów. Fornisce inoltre un facile collegamento all città tedesche di Dresda, Lipsia, Magdeburgo e, tramite l'autostrada A18, con Berlino e Amburgo.

La superstrada S5-PL.svg conduce a Poznań, Bydgoszcz;

La superstrada S8-PL.svg tocca le città di Oleśnica, Łódź, Varsavia, Białystok.

La strada statale DK8-PL.svg provvede un rapido collegamento con Praga e Brno.

Queste arterie sono collegate tra loro dalla tangenziale A8 che forma un emiciclo intorno alla città.

In treno[modifica]

Stazione centrale
Oltre a collegamenti diretti con le città polacche di Stettino, Poznań e per Varsavia tramite la stazione Łódź-Fabryczna, è possibile avvalersi di servizi internazionali regolari con Berlino, Vienna, Praga e Budapest-Nyugati. Wrocław Główny (Q428443) su Wikidata

In autobus[modifica]

Adiacente alla stazione ferroviaria, sta quella degli autobus a lunga distanza. Il capolinea è situato nel seminterrato del centro commerciale "Wroclavia". Tra le autolinee presenti PKS, Neobus, Flixbus, Sindbad e altre.

Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Il sistema di trasporti pubblici tramite autobus di Breslavia, è composto da 86 linee giornaliere e 13 linee notturne. La maggior parte degli autobus è gestita dalla MPK Wrocław, con 759 veicoli su 89 linee cittadine. Inoltre vi sono presenti operatori privati come: DLA Wrocław, la quale opera su tratte urbane ed interurbane, Polbus PKS Wrocław su tratte interurbane e Sevibus Wrocław.

Cosa vedere[modifica]

Palazzo comunale
  • 1 Palazzo comunale. Il palazzo del municipio fu costruito tra 1327 e il 1504. La torre, alta 66 m, risale al secolo successivo.
Il palazzo presenta uno stile gotico sul lato orientale mentre il lato opposto rivela uno stile rinascimentale.
La struttura centrale risale al XVI secolo ed è sormontata da un tetto triangolare a pinnacoli. L'orologio astronomico, che mostra anche le fasi lunari, fu realizzato nel 1580.
Il lato meridionale, risalente all'inizio del XVI secolo, è decorato con statue.
Il fianco occidentale dove è situato l'ingresso al museo civico d'arte (Muzeum Sztuki Mieszczańskiej) è invece più austero, ma ingentilito da un portale barocco del 1615.
Gli interni gotici del palazzo comunale sono magnifici, in particolare la Sala Grande (Sala Wielka) al 1° piano, con decorazioni scolpite della seconda metà del XV secolo. Adiacente è la Sala dei Principi (Sala Książęca), costruita come cappella a metà del XIV secolo. Le sale ospitano numerose mostre, tra cui il Tesoro di Breslavia (Wrocławski Skarb) con pezzi d'oro e argento dal XVI al XIX secolo.
Nel seminterrato del palazzo, c'è Piwnica Świdnicka, uno dei ristoranti più antichi d'Europa. Municipio di Breslavia su Wikipedia municipio di Breslavia (Q910225) su Wikidata
  • Hänsel e Gretel (Jaś e Małgosia).
  • 2 Cattedrale di Santa Maria Maddalena (Kościół Św. Magdaleny), Szewska e Laciarska. È una chiesa gotica del XIII secolo, attualmente dedicata al culto cattolico ma il 21 ottobre 1523 si tenne nel tempio la prima messa luterana di Breslavia.
Durante la seconda guerra mondiale la chiesa andò quasi completamente distrutta insieme alla famosa campana del peccatore, una delle più grandi della Slesia.
L'elemento architettonico più prezioso è il portale romanico del XII secolo, proveniente da un monastero benedettino di Ołbin, demolito nel XVI secolo.
L'arcata tra le due torri è chiamata Mostek Czarownic (Ponte delle streghe). Una leggenda vuole che le ombre visibili sul ponte siano le anime di ragazze che seducevano gli uomini senza volersi sposare, temendo le difficoltà che implicava la vita coniugale. Cattedrale di Santa Maria Maddalena (Breslavia) su Wikipedia cattedrale di Santa Maria Maddalena (Q1545815) su Wikidata
  • 3 Chiesa di Sant'Elisabetta (Bazylika św. Elżbiety Węgierskiej we Wrocławiu). Chiesa cattolica dell'ordine francescano. Fu eretta agli inizi del XIII secolo e consacrata il 19 novembre 1257 a Sant'Elisabetta d'Ungheria.
Nel XIV secolo fu ricostruita in stile gotico. Il campanile e la sua guglia di 130,5 metri d'altezza furono terminati da ultimi nel 1457.
L'alta guglia della torre andò distrutta da un fulmine ma fu ricostruita fra il 1531 e il 1535 in stile rinascimentale, da allora presenta un'altezza di 91.46 metri
L'interno, a tre navate, presenta grandi dimensioni.
L'organo barocco è del 1750. Chiesa di Sant'Elisabetta (Breslavia) su Wikipedia chiesa di Sant'Elisabetta (Q1330584) su Wikidata
  • 4 Monumento al passante anonimo (Przejście). un monumento inaugurato la notte tra il 12 e il 13 dicembre 2005, costituito da quattordici figure umane in bronzo fuso a grandezza naturale in piedi su entrambi i lati di Via Świdnicka, nel punto dove si interseca con Via Piłsudskiego.
È stato creato nel 1977 per le esigenze del programma televisivo "Vox Populi". Poco dopo è stato smantellato e per 28 anni è rimasto al Museo Nazionale di Breslavia . Le figure in gesso sono diventate il modello per il nuovo monumento in bronzo. Monument to the Anonymous Passerby (Q11823117) su Wikidata
  • 5 Cattedrale di San Giovanni Battista. Cattedrale di Breslavia su Wikipedia cattedrale di Breslavia (Q910211) su Wikidata
  • 6 Palazzo e museo dell'Università. Università di Breslavia su Wikipedia Università di Breslavia (Q315658) su Wikidata
  • 7 Panorama di Racławice. Panorama di Racławice su Wikipedia Panorama di Raclawice (Q1753248) su Wikidata
  • 8 Collegiata di Santa Croce. Collegiata di Santa Croce (Breslavia) su Wikipedia collegiata di Santa Croce (Q11741013) su Wikidata
  • 9 Chiesa di Nostra Signora sulla Sabbia. Chiesa di Nostra Signora sulla Sabbia su Wikipedia chiesa di Nostra Signora sulla Sabbia (Q2320729) su Wikidata
  • 10 Chiesa del Santo Nome di Gesù. La chiesa dei gesuiti, considerata un capolavoro del barocco-rococò. Fu costruita nel 1690 su terreni donati all'ordine dall'imperatore Leopoldo I d'Asburgo. Il progetto della chiesa venne affidato all'architetto italiano Teodoro Moretti che s'inspirò alla chiesa del Gesù di Roma. Gli affreschi delle volte, molto ammirati, furono eseguiti fra il 1703 e il 1706 e sono opera dell pittore austriaco Johann Michael Rottmayr.
La cappella di San Francesco Saverio venne decorata da Franz Joseph Mangold, già autore dell'Aula Leopoldina dell'università. Chiesa del Santo Nome di Gesù su Wikipedia chiesa del Santo Nome di Gesù (Q597262) su Wikidata
  • 11 Sinagoga della Cicogna Bianca (Synagoga Pod Białym Bocianem). Del XIX secolo, è l'unica sinagoga di Breslavia ad essere sopravvissuta all'Olocausto. :Il tempio è stato riconsacrato nel 2010 dopo una ristrutturazione durata diversi decenni, e oggi è il centro religioso e culturale della comunità ebraica locale. White Stork Synagogue (Q481571) su Wikidata
  • 12 Orto botanico. Orto botanico di Breslavia su Wikipedia Orto botanico di Breslavia (Q3886274) su Wikidata
  • 13 Parco Szczytnicki. Szczytnicki Park (Q3886511) su Wikidata
  • 14 Cimitero militare italiano. Cimitero militare italiano a Breslavia su Wikipedia cimitero militare italiano a Breslavia (Q8510877) su Wikidata
  • 15 Giardino zoologico (Ogród Zoologiczny we Wrocławiu). Lo zoo di Breslavia è il più antico della Polonia, essendo stato fondato nel 1865. È anche il terzo zoo più grande del mondo in termini di numero di specie animali in mostra.
Al suo interno si trovano l'Africarium e l'Oceanarium, spazi dedicati esclusivamente alla fauna africana. Wrocław Zoological Garden (Q220237) su Wikidata
  • Gli gnomi di Breslavia. Da qualche anno sono spuntati e continuano a spuntare statuette di gnomi in giro per la città. Sono ormai più di 160 sparsi in tutto il centro, impersonando mestieri e attività: c'è lo gnomo che va la bancomat, quello che lava i panni nel fiume, quello assorto nella lettura in zona universitaria, quello che dorme fuori da un albergo. C'è lo spazzacamino, il carcerato e quello che beve fuori da un'osteria. Sono simpatici e curiosi. Può essere divertente organizzare una gara a chi ne avvista il maggior numero. Per i più pigri è in vendita anche la mappa.

Musei[modifica]

  • 16 Museo Nazionale di Breslavia (Muzeum Narodowe we Wrocławiu). Museo nazionale di Breslavia (Q1329563) su Wikidata
  • 17 Museo Comunale di Breslavia (Muzeum Miejskie Wrocławia). City Museum of Wrocław (Q136946) su Wikidata
  • 18 Museo dei Principi Lubomirski (Muzeum Książąt Lubomirskich we Wrocławiu). Lubomirski Museum (Q11787044) su Wikidata
  • 19 Museo di Storia Naturale di Breslavia (Muzeum Przyrodnicze we Wrocławiu). Museum of Natural History at University of Wrocław (Q6940963) su Wikidata
  • 20 Museo Geologico di Breslavia (Muzeum Geologiczne we Wrocławiu). (Q11786980) su Wikidata
  • 21 Museo di Mineralogia di Breslavia (Muzeum Mineralogiczne we Wrocławiu). (Q11787080) su Wikidata
  • 22 Museo Farmaceutico di Breslavia (Muzeum Farmacji we Wrocławiu). Museum of Pharmacy, Wrocław (Q11786966) su Wikidata
  • 23 Museo delle Poste e Telecomunicazioni di Breslavia (Muzeum Poczty i Telekomunikacji we Wrocławiu). Muzeum poczty i telekomunikacji Wrocław (Q11787131) su Wikidata
  • 24 Museo Arcivescovile di Breslavia (Muzeum Archidiecezjalne we Wrocławiu). Archdiocesan Museum in Wrocław (Q11786913) su Wikidata
  • 25 Museo dell'Università di Breslavia (Muzeum Uniwersytetu Wrocławskiego). Museum of the University of Wrocław (Q55624210) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]

  • Musica Polonica Nova. festival di musica contemporanea polacca, la cui prima edizione risale al 1968.
Il programma del festival si basa principalmente su anteprime di opere di compositori polacchi, presentate da artisti polacchi e stranieri. Il festival si tiene ogni due anni e prevede, oltre a concerti, rappresentazioni teatrali e allestimento di laboratori per giovani musicisti. (Q18432471) su Wikidata
  • Wrocław Non Stop. (Q9378101) su Wikidata


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Teatro dell'Opera

Spettacoli[modifica]

  • 1 Teatro dell'opera di Breslavia (Opera Wrocławska), 35 Świdnicka. Wrocław Opera (Q1336270) su Wikidata
  • 2 Teatro delle Bambole (Teatr Lalek). Wrocław Puppet Theater (Q8038590) su Wikidata
  • 3 Teatro Polacco (Teatr Polski). Polish Theatre in Wrocław (Q7209996) su Wikidata
  • 4 Teatro Contemporaneo (Teatr Współczesny). Wrocławski Teatr Współczesny (Q9378123) su Wikidata
  • 5 Sala del Centenario (Hala Stulecia o Hala Ludowa). Sala del Centenario su Wikipedia Sala del Centenario (Q155743) su Wikidata


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • 2 Le Bistrot Parisien, ul. Nozownicza 1D (a 5 minuti a piedi da Rynek), +48 71 3410565. Cucina francese.
  • Pierożek, Marszałka Józefa Piłsudskiego 20.
  • Amalfi, Więzienna Street.. Pizzeria italiana.

Prezzi elevati[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • Hostel.pl. Una catena di hosting a basso costo in Polonia. Un'offerta per Breslavia: University Residence situato a 15 minuti a piedi dalla Piazza del Mercato (Rynek Glowny) e 5 minuti a piedi da l'isola di Ostrow Tumski. Camere singole, doppie o triple, servizi igienici e docce. Ideale per piccoli budget.

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]

Breslavia, come la maggior parte della Polonia, è una città molto sicura, ma si dovrebbe esercitare la solita cautela e tenere la guardia di oggetti di valore soprattutto intorno luoghi affollati o luoghi popolari con i turisti, come la stazione ferroviaria principale o piazza della città (Rynek).

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Nord
  • 1 Trzebnica (25 km a nord) - Cittadina famosa per la sua antica abbazia cistercense (opactwo cysterskie).
  • 2 Lubiąż (52 km a nord ovest del centro) - Villaggio nei cui immediati dintorni è situato un monastero cistercense (klasztor cysterskie) tra i più grandi d'Europa.
Sud ovest
  • 3 Parco Paesaggistico del monte Ślęża
  • 4 Świdnica
  • 5 Krzyżowa



Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Breslavia
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Breslavia
2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).