Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Francia > Francia occidentale > Bretagna > Rennes

Rennes

From Wikivoyage
Jump to navigation Jump to search

Rennes
municipio della cittadina
Stemma e Bandiera
Rennes - Stemma
Rennes - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Francia
Rennes
Rennes
Sito istituzionale

Rennes è una città della Bretagna.

Da sapere[edit]

Rennes non è spesso citata nelle guide turistiche, ma questa città di medie dimensioni merita sicuramente una visita. La città è capitale della regione della Bretagna, regione unica per il suo passato celtico e la sua cultura. Degli oltre 200 mila abitanti della città, circa 60 mila sono studenti. Questo fatto fa sì che la città abbia una vibrante vita notturna.

Alcune strade, come Rue Saint Michel, hanno locali su entrambi i lati (gli abitanti locali chiamano in realtà Rue Saint Michel "la rue de la soif", che significa "la strada della sete"). Un giro in Rue Saint Michel il venerdì o il sabato sera sono una esperienza davvero interessante. In ogni caso se siete veramente dei festaioli la serata più eccitante e frequentata è quella del giovedì, durante il periodo scolastico.

Rennes è veramente piacevole nella prima parte di luglio, durante il "Festival des Tombées de la Nuit". Durante questo periodo le strade pullulano di gente che si gode gli spettacoli gratuiti per le strade e che mangia e che beve nei bar e ristoranti cittadini.

Un tempo Rennes si svuotava dopo il 15 di luglio, poiché la maggior parte degli abitanti era immigrati che tornavano nei loro paesi d'origine. Questa tendenza sembra essersi ridotta ora e la città è piena durante tutto l'anno.

Come orientarsi[edit]


Come arrivare[edit]

In aereo[edit]

In auto[edit]

  • Da Parigi prendere le strade A10, A11, A81 quindi la N157. Il tragitto richiede circa quattro ore e mezza. Il costo del pedaggio è di circa 25,2€. Se si vuole evitare si può passare per la N12, il percorso richiede un'ora in più ma la strada è buona con lunghi tratti a 4 corsie.
  • Da Caen prendere la A84. circa 2 ore in autostrada, integralmente gratuita.
  • Da Nantes prendere la N137 per circa 1 ora e poco più di 100 km, la strada è a due corsie per senso di marcia.

In treno[edit]

  • 3 Gare de Rennes, 19, place de la Gare, BP 90527 (Anche stazione bus e della metropolitana), +33 892 35 35 35. Simple icon time.svg Lun-Sab 05:00–00:30, Dom 06:00–00:30. La via più semplice per raggiungere Rennes da Parigi è certamente prendendo un treno dalla Gare Montparnasse. Ci sono TGV quasi tutte le ore, anche più di uno all'ora nelle ore di punta e la percorrenza è di circa 1 ora e 25 minuti. I biglietti sono acquistabili sul sito della SNCF e costano da 19 € per tratta fino circa 80€: il prezzo varia a seconda del giorno, della fascia oraria e da quanto tempo prima si prenota. Una soluzione più conveniente, anche se meno servita, può essere quella di prendere il TGV da Massy e raggiungere Massy da Parigi con la RER B. Per i viaggiatori tra 18 e 25 anni si può valutare l'acquisto della Carte Advantage Jeune che ha un costo di 49€ e la durata di un anno. Tale tessera permette di risparmiare fino al 50% sul prezzo dei biglietti del treno, chiaramente conviene se si ha intenzione di viaggiare un po'.
Ci sono collegamenti diretti, 4 al giorno, anche dall'aeroporto di Parigi Charles de Gaulle - T2 con una percorrenza di circa 2 ore e 20 minuti (servizio "OUIGO") o 3 ore e 20 minuti (con passaggio a Le Mans o Marne-la-Vallée/Disneyland Paris). I treni per l'aeroporto hanno come capolinea Lille (3 ore e 41 minuti per il servizio diretto o 4 ore per il servizio con fermata a Parigi), da dove è possibile prendere un Eurostar per il Regno Unito o numerose altre destinazioni dell'Europa continentale.
La stazione di Rennes ha anche collegamenti alta velocità con Brest (via Saint-Brieuc) e Quimper (via Vannes) o treni regionali TER che la collegano con Nantes (via Redon), Saint-Malo e altre città della Bretagna, comprese alcune municipalità dell'aerea suburbana di Rennes. Gare de Rennes su Wikipedia stazione di Rennes (Q1866058) su Wikidata

In autobus[edit]

Da Parigi è possibile raggiungere Rennes con un autobus Flixbus (4 ore e 10 minuti) e BlaBlaBus (da 4 ore e 45 a 5 ore e 25).

Come spostarsi[edit]

Con mezzi pubblici[edit]

Mappa della metropolitana e dei bus "Chronostar"

Rennes ha un ottimo sistema di trasporti pubblici, chiamato Star.

Se si vuole comprare un pass (settimanale o più lungo) è necessario rivolgersi all'ufficio in Place de la République o nella stazione principale per ottenere la carta "Korrigo". Si possono trovare uffici anche in alcune stazioni della metropolitana: Henri Fréville e Villejean-Université. Questi uffici non sono aperti tutti i giorni, quindi si consiglia di controllare gli orari prima di recarcisi. Per ottenere la carta è necessario portare con sé una fototessera. Si tratta di una tessera gratuita su cui verranno salvati i pass acquistati.

Si possono acquistare anche biglietti giornalieri a 4,20€ validi su tutte le linee di bus (urbani e metropolitani) e sulla metro. Star si vanta di avere i prezzi più bassi di tutta la Francia, con un biglietto singolo che costa 1,50€ ed è valido per 60 minuti (cambi illimitati) dopo la prima convalida. Usanza comune tra i cittadini di Rennes è quella di lasciare i biglietti singoli ancora validi sulle biglietterie automatiche. Se si vuole risparmiare qualche euro potrebbe quindi essere utile controllare se ce n'è uno.

il sistema di trasporti pubblici di Rennes offre più di 50 bus urbani e una linea di metropolitana (una seconda linea aprirà entro la fine del 2020). I due centri principali per i mezzi pubblici sono la stazione di République. Con i mezzi pubblici è quindi possibile raggiungere qualsiasi parte della città e i comuni dell'area metropolitana. Ad ogni fermata dei bus è affissa una mappa della città con le linee disponibili e i relativi orari: perdersi è veramente molto difficile.

La linea di metropolitana A ha 15 stazioni e i treni percorrono l'intera linea in 16 minuti (5,57 km). La linea collega la stazione ferroviaria con il centro, l'Università Villejean, l'ospedale e il centro commerciale. Il servizio (metropolitana e 7 principali linee di bus) è in funzione dalle 05:15 alle 00:45. Il giovedì, venerdì e sabato il servizio della metropolitana termina un'ora dopo, la domenica inizia alle 07:25.

Esiste infine un servizio notturno composto da due linee:

  • N1 che collega l'estremità occidentale (J.F. Kennedy) e orientale (Beaulieu) della città, passando per République. La frequenza varia da 15 a 30 minuti.
  • N2 che collega a sud La Poterie e a nord Maurepas-Gayeulles passando per République. La frequenza è di circa 40 minuti.

In taxi[edit]

Muoversi con i mezzi pubblici o a piedi in città è molto semplice, se si dovesse aver bisogno di un taxi si può contattare Taxi Rennais, +33 2 99 30 79 79. un'associazione che raggruppa numerosi tassisti della città. Principali stazioni dove prendere un taxi nei luoghi nevralgici della città come la stazione, il municipio, République, l'aeroporto, l'ospedale...

In auto[edit]

Il traffico nel centro città può essere congestionato. Molte aree della città sono inoltre a traffico limitato o pedonali. I parcheggi centrali sono inoltre a pagamento. Per pagare è necessario utilizzare un parcometro. Il prezzo dipende dalla zone dove si parcheggia e va da 0,75€/h della zona verde (massimo 2 ore e 40 minuti) a 1,33€/h per la zona rossa (massimo 1 h e 33 minuti).

La migliore soluzione per scoprire la città è parcheggiare in uno dei parcheggi scambiatori delle stazioni periferiche della metropolitana. Le stazioni con un parcheggio sono:

  • linea A: J.F. Kennedy, Villejean-Université a Nord e Henri Fréville, Triangle e La Poterie. I parcheggi sono gratuiti se si usa la metropolitana.

In bicicletta[edit]

Rennes offre numerose soluzioni per i ciclisti. Grazie alle numerose piste ciclabili, la città ha infatti numerosi turisti. Per i residenti e turisti è in funzione un servizio di noleggio bici chiamato Le Vélo STAR con oltre 81 punti di ritiro/deposito sparsi per la città. Queste bici non sono particolarmente performanti, ma hanno comunque tre cambi e vale la pena provarle. Si può acquistare il pass per un giorno o per una settimana sia online sia con una carta di credito ad alcuni punti di ritiro del centro. Il prezzo è rispettivamente 15€ e 40€. Esistono anche opzioni a consumo: 1€ per un tragitto di un'ora massimo o 2€ al giorno + 50 centesimi per ogni ora/sblocco. Una volta che si è registrati, per ritirare la bicicletta basta inserire il proprio codice personale e il PIN (prezzi aggiornati a gennaio 2020).

Piacevole percorso da percorrere in bicicletta è la Canal route, un percorso pianeggiante e non eccessivamente pericoloso.

Cosa vedere[edit]

Municipio
  • 1 Municipio (Mairie), Place de la Mairie (Metro A République). Il municipio di Rennes è stato costruito tra il 1734 e il 1743 da Jacques V Gabriel a seguito del grande incendio del 1720. Il complesso è costituito da due edifici collegati da un incavo a quarto di cerchio con al centro la torre dell'orologio. L'ala nord del municipio ospita il "Pantheon di Rennes", una stanza in memoria dei morti delle due guerre mondiali, della guerra in Algeria e della guerra in Indocina. Rennes City Hall (Q532811) su Wikidata
Opéra
  • 2 Opéra, Place de mairie ou Galerie du Théâtre (Metro A République). Situato sulla piazza centrale del centro città, la sua originalità si trova nel fatto di essere complementare alla sagoma municipio di Rennes: l'avanzata dell'opera corrisponde alla cavità del municipio disegnata da Jacques V Gabriel. Altro fatto curioso è che dietro al teatro è stata costruita una galleria con un soffitto in vetro che inizialmente ospitava i mercanti. Con una sala italiana con 642 posti a sedere, è uno dei teatri lirici più piccoli di Francia. L'attuale soffitto della sala è un affresco chiamato Le Ciel ed è stato realizzato da Jean-Julien Lemordant nel 1914. Rappresenta una danza bretone con una ventina di ballerini in costume bretone e un paio di musicisti. Rennes Opera house (Q3354560) su Wikidata
Vista panoramica del parlamento della Bretagna
  • 3 Parlamento della Bretagna (Parlement de Bretagne), Place du Parlement-de-Bretagne. Sorse nel 1604, su progetto dell'architetto Salomon de Brosse, e fu sede del Parlement de Bretagne dalla sua costruzione fino al 1790. Dal 1804 ospita la corte di appello della città. Danneggiato durante un incendio, nel 1994, è stato quindi restaurato.
Esso può essere considerato la prima vera opera del classicismo barocco francese. Infatti, rispetto ai palazzi costruiti fino ad allora, le ali assumono qui una minore importanza, mentre il centro della facciata è sottolineato da due coppie di colonne binate sulle quali poggia un frontone rotondo, così da sottolineare l'asse centrale della costruzione.
Visitabile con tour guidati in francese prenotabili all'ufficio turistico. Palazzo del Parlamento di Bretagna su Wikipedia Palazzo del Parlamento di Bretagna (Q2351981) su Wikidata
  • 4 Cathédrale Saint-Pierre. L'attuale cattedrale, costruita a cavallo tra il XVIII e il XIX secolo, sorge sulle rovine di un preesistente santuario. La pianta attuale è a croce latina con un coro dietro all'altare principale. La facciata attuale con le due torri di granito alte 48 metri è appartiene in realtà al precedente edificio religioso ed è stata costruita in più fasi tra il XVI e il XVII secolo. La navata principale è limitata da quarantaquattro colonne ioniche e la volta semicircolare è invece decorata in oro, opera di Auguste Louis Jobbé-Duval. Cattedrale di Rennes su Wikipedia cattedrale di Rennes (Q1049728) su Wikidata
  • 5 Rue saint Michel. Strada caratteristica con case a graticcio colorate. Una tradizione vuole che l'attraversamento di questa strada deve essere fatto bevendo un drink in ogni bar (da qui il suo soprannome di "strada della sete"/"rue de la soif").
Tipiche case a graticcio in Place du Champ-Jacquet
  • 6 Place du Champ-Jacquet. Caratteristica piazza nel centro città circondata da numerose case a graticcio. Nel 1839, il famoso scultore Pierre-Jean David d'Angers offrì alla città di scolpire gratuitamente la statua della figura rivoluzionaria di Jean Leperdit, già sindaco della città, questa offerta fu accettata, ma mai eseguita. La statua di Leperdit fu installata nella piazza solo nel 1892 e fu scolpita da Emmanuel Dolivet. Durante la Seconda Guerra Mondiale i nazisti fusero la statua che fu riprodotta e reinstallata solamente nel 1994. place du Champ-Jacquet (Q3390579) su Wikidata
  • 7 Porte Mordelaise, 3-8 rue des Portes-Mordelaises. Una delle ultima vestigia delle fortificazioni medievali della città. La prima porta in questa posizione risale al terzo secolo d.C. e il nome deriva dalla vicina cittadina di Mordelles su cui la porta si affaccia. La fortificazione fu rinnovata più volte dal 1418 quando divenne divenne la residenza per i governatori della città. Svolse questo ruolo fino a tutto il XVI secolo. Dopo la Rivoluzione francese, nel 1793, divenne una prigione sotto il nome di "Porte Marat". Come molti altri toponimi rivoluzionari, riprese il suo nome originale con la restaurazione. (Q3399205) su Wikidata
  • 8 Palais Saint-Georges (Abbaye Saint-Georges), 2 rue Gambetta. Nata inizialmente come abbazia, fu costruita per volere della badessa Magdelaine de la Fayette nel 1670. La progettazione fu affidata all'architetto della scuola Laval, Pierre Corbineau. Il nome della badessa è scritto sulla facciata. Il grande porticato che si affaccia sul giardino verso il fiume Vilaine è molto simile al chiostro del monastero delle Orsoline a Laval. Il Palais Saint-Georges divenne una caserma durante la Rivoluzione francese. Durante la notte dal 4 al 5 agosto 1921, l'intero edificio subì un incendio devastante che lasciò solo la muratura perimetrale. Ricostruito, ospita oggi uffici comunali e una caserma dei vigili del fuoco. Un giardino alla francese si estende davanti alla facciata. Saint George Palace (Q3360922) su Wikidata
  • 9 Parc du Thabor. Un po' più a nord-est del centro città, è particolarmente piacevole soprattutto in primavera e in estate. Il parco ospita un giardino alla francese, uno all'inglese e un giardino botanico. Al suo interno si trovano fontane, statue, un'orangerie e molto altro. parc du Thabor (Q942434) su Wikidata
  • 10 Parc Oberthür, 82 rue de Paris. Ottimo per fare una passeggiata e se si è fortunati si incontreranno musicisti o giocolieri. Parc Oberthür (Q3363871) su Wikidata
  • 11 Parc des Gayeulles (parc des bois) (nord-est di Rennes). Più grande parco della città con numerose attrezzature per il tempo libero come un mini golf, dei barbecue, dei pedalò, una piscina, una pista di pattinaggio e un'area attrazzata per l'arrampicata sugli alberi. Parc des Gayeulles (Q3364266) su Wikidata
  • 12 Champs Libres, boulevard Magenta 46. Edificio culturale dalla forma sorprendente progettato dall'architetto Christian de Portzamparc. Il complesso comprende il Museo della Bretagna, una biblioteca e l'Espace des sciences, situato sulla spianata del General de Gaulle (un tempo chiamata Place du Champ de Mars). Salite sui piani alti della biblioteca per scoprire un vasto panorama su Rennes (l'accesso è libero, importante è chiaramente fare silenzio).
L'idea dell'architetto è stata quella di creare un complesso che unisse tre diverse entità geometriche, per riprendere in qualche modo il principio degli anelli borromei. Il museo della Bretagna è una lastra di cemento (una sorta di dolmen, i pannelli prefabbricati in cemento sono stati lavorati dallo scultore Martin Wallace per riprodurre lo scisto rosso del bacino di Rennes); per l'Espace des sciences si è scelto un volume conico realizzato in scaglie di zinco scuro prepatinato e antracite; la Biblioteca è infine caratterizzata da una piramide rovesciata (una sorta di menhir rovesciato) in vetro rivestita con pannelli ondulati di alluminio laccato bianco. Les Champs Libres (Q3231356) su Wikidata
  • 13 Alignement du XXIe Siècle. Scultura monumentale dell'artista Aurélie Nemours costituita da 72 colonne di granito grigio di Bretagna alte 4 metri e mezzo e ripartite uniformemente su uno spazio rettangolare. Questi colonne sono allineate seguendo il meridiano locale e riprendendo i compressi megalitici di Carnac e Stonehenge. Le ombre che le colonne gettano a terra creano infatti una trama che varia con la posizione del sole nella volta celeste creando così un ritmo giornaliero che culmina con l'allineamento delle ombre a mezzogiorno. Il complesso è situato nel nuovo quartiere di Beauregard (nord-ovest), accanto al Fonds régional d'art contemporain. Alignement du XXIe siècle (Q2836890) su Wikidata
  • 14 Fonds régional d'art contemporain de Bretagne (Frac de Bretagne), 19 Avenue André Mussat. Edificio contemporaneo progettato nel 2005 dallo studio Odile Decq - Benoît Cornette nel rispetto nel già presente Alignement du XXIe Siècle. Il nuovo edificio è un parallelepipedo con due facciate lisce, la facciata sud va dal nero al grigio con diverse proprietà riflettenti che cercano di creare l'effetto di far scomparire la facciata nel cielo. (Q3075903) su Wikidata
  • 15 Notre-Dame-en-Saint-Melaine, Place Saint Mélaine. La chiesa originaria fu costruita sulla tomba di san Melanio, vescovo di Rennes, tra la fine del V secolo e l'inizio del VI. Essa andò distrutta dal fuoco e ricostruita due volte, nel VII e X secolo. Dal XI iniziò la conversione in stile romanico dell'edificio. Di questa fase rimangono oggi il transetto e le basi della torre campanaria. Nel 1627 s'installarono a San Melanio i mauristi ed fecero fare pesanti modifiche. La facciata del campanile fu interamente rifatta in calcare scolpito, opera dell'atelier di Corbineau, celebre scultore di retabli di Laval, che realizzò anche, nel 1683, un nuovo chiostro. Nel 1855 la torre campanaria fu innalzata di un piano supplementare dall'architetto Jacques Marie Mellet e fu coronata da una statua della Vergine in piombo dorato, opera dell'atelier dell'abate Choyer ad Angers. Meslé, parroco della chiesa, dotò la chiesa anche di un buffet d'organo realizzato da Jean-Baptiste Clauss, e di una via Crucis dipinta in quattordici formelle realizzate in stile classico. La chiesa fu danneggiata durante la seconda guerra mondiale e poi restaurata durante gli anni sessanta. Le antiche vetrate distrutte durante la guerra furono dunque sostituite da semplici vetrate colorate. Chiesa di Notre-Dame-en-Saint-Melaine su Wikipedia chiesa di Notre-Dame-en-Saint-Melaine (Q3344663) su Wikidata
  • 16 Musée des beaux arts, 20 quai Emile Zola (Metro A République, usciti dalla metropolitana girare a destra costeggiando il fiume fino al museo), @ . Ecb copyright.svg 6€, ridotto 4€, gratis per minorenni (2019). Simple icon time.svg Mar-Ven: 10:00-17:00, Sab-Dom: 10:00-18:00. Chiuso i giorni festivi. Le sue collezioni spaziano dalle antiche antichità egizie al periodo dell'arte moderna e rendono il museo uno dei più importanti in Francia fuori Parigi, in particolare per i suoi dipinti e le sue opere d'arte. Il museo, come la maggior parte dei principali musei francesi, fu istituito nel 1794 durante la Rivoluzione francese. Le sue prime collezioni furono le opere confiscate delle chiese e degli edifici pubblici di Rennes. Tuttavia, la maggior parte delle opere esposte oggi proviene dalla collezione privata di Christophe-Paul de Robien. Tra le opere più famose conservate nel muse: Caccia alla tigre di Rubens, Perseo libera Andromeda di Veronese, La Pietà del Guercino e "Vaso di fiori alla finestra" di Gauguin. museo dei belli arti di Rennes (Q3098373) su Wikidata
  • 17 Basilica di Notre-Dame-de-Bonne-Nouvelle de Rennes, 2 Contour Saint-Aubin. Basilica cattolica minore, fu costruita tra il 1884 e il 1904 nel luogo dove sorgeva un'antica chiesa omonima. La navata, a tre campate, è affiancata da collaterali che favoriscono una facile circolazione durante le liturgie. Il transetto è ampiamente sporgente e ogni braccio comprende due campate. Il coro termina in un'abside pentagonale. Le vetrate della basilica costituiscono il suo principale elemento ornamentale. Gran parte delle vetrate, con motivi floreali, è opera dei produttori di vetro Rennes Rault e Lignel. Basilique Notre-Dame de Bonne Nouvelle de Rennes (Q2886904) su Wikidata


Eventi e feste[edit]

  • Festival de Cinéma Travelling. Simple icon time.svg ogni anno a febbraio. Festival cinematografico che ogni anno si concentra su una città diverse esplorandone la cultura. (Q3070013) su Wikidata
  • Urbaines. Simple icon time.svg ogni anno tra febbraio e marzo. Festival dedicato alla cultura urbana: street art e performance di strada (graffitis, slam, musica hip-hop). Durante l'evento vengono organizzate mostre, concerti, battaglie di danza, proiezioni cinematografiche e molto altro. Dura circa 20 giorni.
  • Mythos Festival, +33 2 99 79 00 11, @ . Simple icon time.svg ogni anno nel mese di aprile. Festival incentrato sulle parole che tratta di storia e canzoni. (Q3331889) su Wikidata
  • 4 Rock'n Solex, INSA Rennes, campus Beaulieu, 20, Avenue des Buttes de Coësmes, CS 70839. Simple icon time.svg ogni anno a maggio. Fondato nel 1967 è il più antico festival studentesco di tutta la Francia. Questo festival è un insieme di musica e gare di solex. Rock'n Solex (Q3437697) su Wikidata
  • Les Tombées de la Nuit, +33 2 99 32 56 56. Simple icon time.svg prima settimana di luglio. Festival artistico con molti spettacoli e installazioni sparsi per la città. Promuove musica classica, tradizionale e alternativa e organizza attività e mostre. Les Tombées de la Nuit (Q3235765) su Wikidata
  • Quartiers d'Été. Simple icon time.svg terza settimana di luglio. Festival all'aperto organizzato da giovani volontari che comprende concerti, proiezioni cinematografiche, attività e giochi.
  • Yaouank, +33 2 99 30 06 87. Ecb copyright.svg 20€ (2018). Simple icon time.svg terza settimana di novembre. Festival musicale specializzato in musica bretone moderna, principalmente nello Fest-noz, un'antica tradizione della Bretagna, consistente in festeggiamenti serali caratterizzati da musica, canti, balli e libagioni. Yaouank Festival (Q3070023) su Wikidata
  • Les Transmusicales. Simple icon time.svg inizio dicembre. Festival internazionale di musica moderna. Rencontres Trans Musicales (Q3399825) su Wikidata


Cosa fare[edit]

  • 1 Navigare sulla Vilaine (con piccole imbarcazioni elettriche), 61 quai Saint-Cyr, @ . Ecb copyright.svg Da 35€ all'ora per imbarcazione. Simple icon time.svg metà aprile - inizio novembre. Modo alternativo per visitare la città, ideale soprattutto per le soleggiate giornate estive. Le imbarcazioni sono da 5 o 7 posti e non necessitano di patente nautica.
  • 2 Rilassarsi sulle sponde della Vilaine, quai Saint-Cyr. Lontano dalla frenetica Parigi, a Rennes è possibile ritagliarsi un po' di tempo per rilassarsi ... e perché no, prendere un po' di sole.
  • 3 Assistere a una partita del Rennes (Roazhon Park), 111, Route de Lorient. Ecb copyright.svg da 20€. La squadra locale di calcio, il Stade Rennais Football Club, è uno dei principali club francesi della Ligue 1. Le partite in casa sono giocate nello Roazhon Park, nella parte sud-occidentale della città. I prezzi variano dall'ubicazione del posto, ma anche dall'appeal della partita. In genere costano meno le prime fasi della coppa di Francia e di più le competizioni delle coppe europee. Meglio acquistare i biglietti online per poter godere di un piccolo sconto. Roazhon Park su Wikipedia stade de la Route de Lorient (Q1121760) su Wikidata
  • 4 Le Blizz, 8, avenue des Gayeulles (nel parc des Gayeulles, fermata dell'autobus C3 Le Blizz), +33 2 99 36 28 10. Ecb copyright.svg ingresso+pattini: 8,80€ (2019). Simple icon time.svg settembre-maggio. Pista di pattinaggio non molto costosa, in cuoi è presente una sezione dedicata ai kart.
  • 5 Lanciare asce (c/o Les Frères Jacks), 10 rue du Bignon. Ecb copyright.svg 48€ all'ora. Simple icon time.svg Mar-Ven: 18:00-22:00, Sab: 11:00-23:00, Dom: 14:00-21:00. Una volta nei pub si lanciavano le freccette, adesso sta diventando sempre più di moda lanciare asce. Il locale si presenta un po' come un poligono di tiro, ognuno con la propria postazione. Nel prezzo d'ingresso (valido per 1, 2 o 3 persone) è inclusa anche una breve spiegazione da parte di un istruttore.


Acquisti[edit]

Nell'area centrale della città che si estende da Place de la République a Place Sainte-Anne si possono trovare numerosi negozi, sia appartenenti a grandi catene sia indipendenti. Questi negozi vendo prodotti dell'artigianato locale, vestiti, prodotti tipici e molto altro.

  • 1 Galeries Lafayette Rennes, 1 Rue de Rohan (praticamente di fronte a Place de la République), +33 2 99 78 49 49. Simple icon time.svg Lun-Sab: 09:00-19:30. Negozio della catena di grandi magazzini nata a Parigi. Qui si possono trovare vestiti, scarpe, borse, accessori e oggettistica per la casa.
  • 2 Chouette!, 4, rue du Chapitre, +33 6 88 07 27 46. Simple icon time.svg Mar-Ven: 10:00-13:00, 15:00-19:00 Sab: 11:00-18:00. Piccola boutique che vende prodotti di designer e stilisti indipendenti. Dallo stile un po' eccentrico, una volta all'interno sembra quasi di essere in una galleria d'arte.
  • 3 À l'Aise Breizh, 3 Rue Edith Cavell, +33 2 99 78 35 55. Simple icon time.svg Lun-Sab: 10:30-12:30, 14:00-19:00. Punto vendita di Rennes, della catena francese che produce vestiti e oggetti a tema bretone.
  • 4 Librairie Le Failler, 8-14 Rue Saint-Georges, +33 2 99 87 87 87. Simple icon time.svg Lun: 10:30-19:00, Mar-Sab: 10:00-19:00. Caratteristica libreria situata in una casa a graticcio... non si sa mai che passeggiando per la città venga voglia di leggere un libro o imparare un po' di francese.
  • 5 Maison Georges Larnicol - Biscuiterie Chocolaterie, Rue le Bastard 13, +33 2 99 79 26 83. Simple icon time.svg Lun-Gio: 10:00-19:00, Ven: 10:00-19:30, Sab: 10:00-20:00. Per i più golosi, ottimo luogo dove acquistare cioccolatini e biscotti.

Oltre ai negozi delle vie centrali, in città si possono anche trovare anche centri commerciali. I più grandi sono situati nelle zone più periferiche della città, ma due si trovano anche in aree abbastanza centrali:

  • 6 Centre commercial Colombia, 40 Place du Colombier (Metro A: Charles de Gaulle), +33 2 99 35 17 77. Simple icon time.svg Lun-Sab: 9:30-20:00. Centro commerciale locale con Fnac, Monoprix, H&M, McDonald's, Springfield e altri negozi.
  • 7 La Visitation, Rue de la Visitation 11 (Metro A Sainte Anne), +33 2 99 36 10 17. Simple icon time.svg Lun-Sab: 10:00-20:00. Piccolo centro commerciale che collega Place Ste Anne a Place Hoche. Al suo interno pochi negozi come: H&M, Pull & Bear, Bershka e Jules.

Ai confini della città si trovano i centri commerciali più grandi che includono anche grandi supermercati. Tra questi: Centre Alma, centre commercial de Cleunay, Grand quartier e centre commercial de Cesson-Sévigné.

Marché des Lices - esterno

Se si visita la città il sabato mattina, da non perdere anche il mercato des Lices situato nell'omonima piazza:

  • 8 Le marché des Lices, Place des Lices. Simple icon time.svg Sab: 06:00-13:30. Fondato nel 1622, questo grande mercato si estende all'interno dei due edifici della piazza, ma anche nelle vie circostanti. Al suo interno è possibile trovare bancarelle di frutta, verdura, carne, pesce, formaggi, pane ... immancabili le ostriche. Dal punto di vista di un turista, che solitamente non cucina piatti ricercati, le bancarelle più interessanti sono probabilmente quelle che vendono cibo cotto: crêpes, gallettes, polli allo spiedo e altri cibi da strada, anche etnici. Da provare la Gallette saucisse, prodotto tipico locale che consiste in una crêpe salata con all'interno una salsiccia arrostita, che a seconda da cosa è accompagnata (formaggio, prosciutto, uovo...) costa dai 2,5€ a 6€. In tarda mattina il mercato può essere molto affollato, meglio arrivare prima delle 11.


Come divertirsi[edit]


Dove mangiare[edit]


Dove alloggiare[edit]


Sicurezza[edit]


Come restare in contatto[edit]


Nei dintorni[edit]



Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.