Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Turchia > Regione dell'Egeo > Regione dell'Egeo meridionale > Pamukkale

Pamukkale

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Pamukkale
Le sorgenti calde di Pamukkale
Stato
Abitanti
Prefisso tel
Fuso orario
Posizione
Mappa della Turchia
Pamukkale
Pamukkale
Sito istituzionale

Pamukkale è una città della Regione dell'Egeo in Turchia.

Da sapere[modifica]

Pamukkale, che in turco significa "castello di cotone", è un sito naturale della Turchia sud-occidentale, nella provincia di Denizli, prossimo all'omonimo abitato. L’acqua che sgorga è sovrasatura di ioni calcio e di anidride carbonica, i quali con l’acqua danno luogo alle caratteristiche formazioni, costituite da spessi strati bianchi di calcare e travertino lungo il pendio della montagna, rendendo l'area simile ad una fortezza di cotone o di cascate di ghiaccio.

Pamukkale è un importante centro turco per i turisti che viaggiano dalle coste dell'Adalia e del Mar Egeo per vedere questo luogo che, in coppia con Hierapolis, è uno dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Esistono pochi luoghi al mondo simili a questo, ad esempio le Mammoth Hot Springs negli USA, le terme di Saturnia in Italia, e Huanglong nella provincia cinese di Sichuan (altro sito dell'UNESCO).

L'attività vulcanica sotterranea che ha generato le fonti termali, permette anche all'anidride carbonica di fuoriuscire generando quella che viene chiamata "Plutonium", formata interamente da plutone, e che significa "luogo del dio della morte".

Quando andare[modifica]

La valle del fiume Menderes, in cui Pamukkale si trova, crea un clima temperato per buona parte dell'anno. D'estate i riflessi del sole possono dare fastidio agli occhi, mentre d'inverno alcune pozze d'acqua sono freddissime e dovendo camminare scalzi, l'esperienza potrebbe non essere delle più piacevoli.

Cenni storici[modifica]

L'antica città di Hierapolis venne costruita sulla sommità del bianco castello che copre un'area di 2700 metri di lunghezza e 160 d'altezza.

Sfortunatamente Pamukkale venne abusata nel tardo ventesimo secolo, alcuni hotel furono costruiti sopra al sito, distruggendo parte delle rovine di Hierapolis. L'acqua calda fu incanalata allo scopo di riempire le piscine artificiali degli alberghi. Gli scarichi di queste ultime per anni riversarono le acque reflue direttamente sul sito contribuendo in maniera determinante all'inscurimento delle vasche calcaree. Fu anche costruita una strada asfaltata in mezzo al sito per permettere ai visitatori di raggiungere la parte alta della formazione in bici, moto o a piedi. Inoltre fu concesso a questi ultimi di lavarsi all'interno delle vasche calcaree utilizzando detergenti di natura industriale aggravando ulteriormente il problema.

A seguito dei danni prodotti, L'UNESCO è intervenuta, predisponendo un piano di recupero nel tentativo di invertire il processo di inscurimento. Gli hotel furono demoliti, e la strada coperta da piscine artificiali che sono tuttora accessibili, a differenza del resto, dai turisti a piedi nudi. Una piccola trincea è stata scavata lungo il bordo, al fine di recuperare l'acqua ed evitarne la dispersione. Le parti brune sono sbiancate lasciandole al sole, in assenza di acqua per diverse ore al giorno. Per questo motivo molte piscine sono vuote. Alcune aree sono coperte d'acqua per un paio di ore al giorno, secondo la programmazione mostrata in cima alla collina. Inoltre il sito è costantemente sorvegliato da addetti che impediscono ai visitatori di abusare dei luoghi. Grazie a questi interventi il luogo sta lentamente riprendendo il suo naturale colore bianco.

Come orientarsi[modifica]

Il centro della città di Pamukkale si trova nell'area pianeggiante. A nord, dinnanzi ad essa, si erge il monte plasmato dal calcare delle acque termali che danno vita alle bellissime cascate e vasche di travertino. Sulla vetta del monte si trova il sito archeologico che mostra i resti (ricostruiti) dell'antica Hierapolis al cui interno è presente un museo e un centro termale.

Mappa di Hierapolis


Come arrivare[modifica]

Chiunque arrivi in pullman o treno si troverà a passare da Denizli prima di giungere in città. La connessione tra questi due centri urbani è coperta in circa 40 minuti dai dolmuş al prezzo di 3,5 TL (gennaio 2014). Acquistando un biglietto di pullman verso mete a medio/lungo raggio, questa tratta viene quasi sempre inclusa (da verificare al momento dell'acquisto).

Un taxi da Denizli può costare circa 50/60 TL (2013).

In aereo[modifica]

Il più vicino aeroporto è quello di Denizli situato a circa 65 km e un'ora di viaggio. Ha due voli giornalieri da/per Istanbul. Un'alternativa è l'aeroporto Adnan Menderes di Smirne (Izmir) ma si trova a ben 252 km (4 ore in auto, 4/5 in pullman e 6/7 in treno; per gli orari dei treni consultare il sito della TCDD).

In treno[modifica]

La più vicina stazione è quella di Denizli che al momento serve solo la stazione di Smirne. Per informazioni si può chiamare il numero +90 258 2682831.

Una tratta molto frequentata dai turisti è la Selçuk-Denizli/Pamukkale che è percorribile in circa 3 ore al prezzo di 14,50 TL a persona (gennaio 2014). Sono sei i treni giornalieri a disposizione per questa tratta:

  • Partenze da Selçuk: 09:01, 10:18, 12:39, 17:05, 17:57, 19:33
  • Partenze da Denizli: 04:20, 05:45, 08:20, 12:50, 14:50, 17:15

Per l'orario aggiornato e completo di tutte le stazioni intermedie si può far riferimento all'orario ufficiale della TCDD

In autobus[modifica]

Da/A Prezzo
(TL nel 2013)
Durata
(ore)
Distanza
(km)
Afyon 22 4 240
Ankara 35 7 480
Antalia 25 5 300
Bodrum 25 290
Bursa 42 9 532
Eğirdir 25 180
Fethiye 25 3 280
Isparta 17 9 175
Istanbul 40-65 12 665
Izmir 21 4 250
Konya 35 6 440
Marmaris 23 3 185
Nevşehir 40 11 674
Selçuk 20 3 195

Tutte le principali compagnie di pullman servono Denizli e alcune di queste includono nel prezzo il trasporto in dolmuş fino al loro ufficio in centro città. Da li spesso vi accompagneranno anche in albergo (anche se le strutture alberghiere si offrono di farvi gratuitamente da spola).

Molte delle tratte elencate qui a fianco sono coperte da più compagnie e con più pullman giornalieri. Gli orari e i prezzi esatti vanno verificati con le singole compagnie. In ogni caso sempre bene presentarsi 15/20 minuti prima dell'orario prestabilito per evitare di perderlo. I posti sono preassegnati quindi se si riesce a fare l'acquisto in tempo si ha sicuramente diritto ad un posto a sedere (senza posto assegnato non è possibile entrare). In alta stagione è opportuno prenotare la tratta con un adeguato anticipo.

A bordo è presente un servizio di ristorazione (acqua, bibite e snack) servito da un assistente di viaggio.

Dolmuş - Usato nelle tratte brevi
Pullman - Usato nelle medio/lunghe percorrenze


Una delle tratte più frequentate è quella che lega Pamukkale (passando sempre per Denizli) a Göreme/Nevşehir per carenza di comode alternative.

Come spostarsi[modifica]

Le famose piscine di travertino (insieme al sito archeologico di Hierapolis) sono ai margini della città e la città è così piccola che può essere attraversata a piedi in 5/10 minuti. Tuttavia sono molte le strutture alberghiere che offriranno un passaggio gratuito con un loro mezzo all'ingresso più lontano del sito così che poi potrete tornare a piedi uscendo dall'ingresso principale che si affaccia su Pamukkale.


Cosa vedere[modifica]

Vasche di travertino
  • Cascate calcaree di travertino. Ecb copyright.svg 20 TL e include l'accesso alle rovine (gennaio 2014). Questa è senza dubbio l'attrazione che spinge la stragrande maggioranza dei turisti a visitare Pamukkale. Queste scenografiche formazioni calcaree oltre ad essere bellissime, sono anche piacevoli perché formate da acque termali nelle quali ci si può anche immergere, nonostante queste piscine naturali siano poco profonde. Al fine di preservare la bellezza del luogo, è severamente vietato camminarci con le scarpe, le quali possono essere trasportate a mano o lasciate sotto la sorveglianza di uno dei molti agenti di polizia che presidiano la zona. Le zone in cui scorre l'acqua sono comode per camminarci, mentre altre in cui parzialmente ristagna possono essere spigolose ma non taglienti. Bisogna fare attenzione a camminare nelle zone interamente bianche perché quelle più scure indicano la presenza di muschio che è scivoloso. D'inverno le pozze più a valle (ossia più lontane dalla sorgente) possono essere particolarmente fredde. Le cascate possono essere visitate in autonomia o con tour organizzati e possono essere visitate anche in notturna.
Teatro di Hierapolis
Nympheum
  • Rovine di Hierapolis. Ecb copyright.svg 20 TL e include l'accesso alle cascate (gennaio 2014). Patrimonio architettonico della città antica: un teatro romano di circa 12.000 posti molto ben conservato, una vasta necropoli e il martyrion dell'apostolo Filippo, il cui complesso occupa per intero la collina che sovrasta la città. Nel sito archeologico opera dal 1957 la missione archeologica italiana di Hierapolis di Frigia. La città risale all'età ellenistica ma fu ricostruita tra la fine del I ed il III secolo a valle del rovinoso terremoto del 60 d.C. Con la costruzione delle mura di fortificazione bizantine, alla fine del IV secolo, la parte nord della città, compresa l'agorà commerciale, fu esclusa dal perimetro urbano ed utilizzata come cava di materiale da costruzione da utilizzare nel reimpiego. Hierapolis diviene in questa fase un importante centro della cristianità e lungo l´asse viario principale furono costruite una chiesa extraurbana (Terme-chiesa), la cattedrale con il battistero, la basilica a pilastri e, sulla collina orientale, il martyrion di San Filippo apostolo. Fu il terremoto del VI secolo a demolire la gran parte degli edifici cittadini, mura incluse. All'interno delle rovine di Hierapolis sono molte le antiche strutture che si possono ammirare. Qui di seguito le principali:
    • Viale Frontinus.
    • Agorà.
    • Porta Bizantina a Nord.
    • Porta Bizantina a Sud.
    • Gymnasium.
    • Fontana del Tritone.
    • Casa con Capitello Ionico.
    • Latrina.
    • Area sacra di Apollo.
    • Canali di acqua ed il Nympheum.
    • 1 Plutonium. "Plutonion di Ierapoli" su Wikidata
    • Mura.
    • Teatro.
    • Martirium di San Filippo.
    • Chiesa Direkli.
    • Area della necropoli.
    • Hamam Basilica.
    • Cattedrale.
    • Grande complesso delle terme (Le terme romane).
    • Porta di Domiziano (La Porta Frontinus).
    • Vestigia del medioevale castello selgiuchide.
  • Karahayit (a 5 minuti da Pamukkale). Altre formazioni calcaree di dimensione nettamente inferiore rispetto a quelle principali e con la particolarità di essere di color rosso anziché bianco. Volendo sul posto si può fare anche i fanghi.


Eventi e feste[modifica]

  • Festival internazionale di musica e cultura (International Pamukkale Music and Culture Festival), +90 (258) 265 21 37. Simple icon time.svg Dal 1 al 30 settembre. Nel 1995, in risposta ai danni causati alle splendide cascate, fu organizzato un festival con artisti e cantanti provenienti da tutto il mondo. Da allora, ogni anno a settembre si svolge questa manifestazione. Non essendoci un sito web ufficiale, è necessario contattare le istituzioni di Denizli per avere maggiori informazioni sull'edizione in corso.


Cosa fare[modifica]

  • Bagno termale gratuito. Dentro le vasche calcaree delle cascate di travertino è consentito fare il bagno nelle calde acque termali.
  • Bagno termale a pagamento. Ecb copyright.svg 32 TL (gennaio 2014). All'interno di quella che era l'antica piscina (antik havuz o antique pool) è presente una struttura termale dotata di bar, negozi di souvenir ecc... Una volta pagato il biglietto si ha il diritto di stare in acqua per due ore, ma quando non c'è molta gente si può anche abbondare. La profondità dell'acqua varia e comunque la parte più profonda in cui non si tocca è separata da molte rocce sommerse e antiche colonne. La struttura mette a disposizione un armadietto (a fronte di una cauzione), gli spogliatoi e un fon per asciugarsi i capelli (fondamentale nel periodo invernale). Non è possibile accedere alle terme con alcun tipo di calzare, quindi o si lasciano nell'armadietto o si lasciano nelle scarpiere poste dinnanzi alla vasca. La persona che si occupa di controllare i biglietti prima di entrare in vasca dovrebbe essere anche quella che si assicura che alla vostra uscita ritroviate ciò che avevate lasciato.
  • Peeling con i pesci. Ecb copyright.svg 15 TL per 20 minuti (gennaio 2014). Dentro la struttura termale è presente uno stand con parecchie vasche contenenti una moltitudine di pesciolini che si occuperanno di farvi il peeling ai piedi (e un po di solletico!) non appena li immergerete nella vasca.
  • Parapendio. Le agenzie locali offrono oltre alle classiche escursioni, anche la possibilità di lanciarsi col parapendio in coppia con un maestro, per sorvolare dall'alto tutte le bellezze naturali e architettoniche di Pamukkale.


Acquisti[modifica]

L'area di Pamukkale/Denizli è famosa per il cotone e per gli oggetti per la casa. Molti dei tipici souvenir turchi vengono prodotti qua quindi tipicamente hanno prezzi inferiori.

Molte strutture non accettano (o quantomeno ostacolano) le carte di credito però spesso accettano l'euro al posto della lira turca. Per ritirare contanti è possibile trovare una serie di bancomat afferenti a diversi istituti bancari, nella via principale che separa la città dalle cascate, la Memet Akif Ersoy bulvari.


Come divertirsi[modifica]

In bassa stagione la città di sera è praticamente deserta. In alta stagione, grazie all'ingente afflusso di turisti, i bar locali sono frequentati fino ad una certa ora.


Dove mangiare[modifica]

Il cibo migliore e più fresco si trova nelle piccole pensioni a conduzione familiare, ma per un grande ristorante all'aperto dove si può mangiare il borek, le frittelle turche e affacciato su tutta la valle, si può provare Alis sulla strada principale, poco prima di entrare in la città.

I vini prodotti a Pamukkale si stanno lentamente affermando, anche se in generale il vino turco potrebbe non essere apprezzato da tutti.

Prezzi modici[modifica]

  • Kayaş, Atatürk Caddesi 3. Ecb copyright.svg le portate principali costano intorno tra 5 e 15 TL. Simple icon time.svg aperto per pranzo e cena. Situato in centro città vicino a tutti i principali alberghi serve cucina turca e internazionale (coreano, giapponese, ecc...) in un ambiente tradizionale ma alla moda. Dotato un grande schermo e quindi adatto anche a socializzare e per bere semplicemente qualcosa.

Prezzi elevati[modifica]

  • Mehmet's Heaven, Atatürk Caddesi 25 (sulla strada principale vicino ai travertini). Ecb copyright.svg le portate principali costano intorno a 20 TL. Simple icon time.svg aperto per colazione, pranzo e cena. Dalla sua veranda sul retro, in cui ci si può sedere anche su grandi cuscini, si gode una vista eccellente su Pamukkale. Buon cibo e proprietario accogliente.


Dove alloggiare[modifica]

Ci sono piccole pensioni a conduzione familiare, nel villaggio a sud dei travertini. La maggior parte hanno piscine riempite con la verdastra acqua calda dai travertini. Spesso offrono anche cibo turco molto delizioso.

Prezzi medi[modifica]

  • Melrose House Hotel, Vali Vekfi Ertürk Cad. No:8, +90 258 272 22 50, fax: +90 258 272 31 20, @ sales@melroseresidence.com. Ecb copyright.svg 35/40€ per una singola/doppia con colazione. Pensione a conduzione familiare nella zona est della città, con piccola piscina lato strada e con tutte le stanze dotate di aria condizionata. Mettono a disposizione un loro mezzo di trasporto per accompagnare gli ospiti all'ingresso del parco di Pamukkale o alla fermata dei dolmuş da/per Denizli. Accettano solo pagamento in contanti: sia lire turche che euro. La proprietaria parla benissimo inglese mentre i suoi collaboratori fanno del loro meglio per comunicare e farsi capire.
  • Artemis Yoruk Hotel, Atatürk Cad. 48/A, +90 258 272-26-74, fax: +90 258 272-26-75, @ info@artemisyorukhotel.com. Ecb copyright.svg 12/20€ per una singola/doppia con colazione. 9/14€ per il dormitorio, anch'esso con colazione a seconda del periodo ma lungo la strada si trovano sistemazioni analoghe ma molto più economiche.. Situato proprio di fronte alla fermata del bus con una piscina, un bel giardino e un ristorante panoramico che serve cucina tradizionale turca. Camere con bagno privato, TV e aria condizionata. I proprietari parlano inglese.
  • Venüs Hotel, Pamuk Mah. Hasan Tahsin Cad. 16, +90 258 272-21-52, fax: +90 258 272-29-93, @ info@venushotel.net. Ecb copyright.svg 20/28€ per una singola/doppia con colazione. Un hotel confortevole con connessione internet wireless, una piscina riempita con acqua termale dai travertini. Camere con bagno privato e aria condizionata. Il personale in grado di parlare inglese.
  • Hotel Dört Mevsim (dört mevsim), +90 258 272-20-09, fax: +90 258 272-26-32, @ info@hoteldortmevsim.com. Ecb copyright.svg 10/18/26€ per una dormitorio/singola/doppia tutte con colazione inclusa. Accettano le carte di credito. Check-in: 7:30-23:30, check-out: 11:30. Albergo a conduzione familiare molto cordiale e accogliente con connessione wifi, piscina, parcheggio gratuito, servizio di baby sitter e aria condizionata. Gli animali domestici sono accettati senza alcun costo aggiuntivo. Consentono di fare camping sul loro cortile. La serva servono a pagamento un cena deliziosa.


Sicurezza[modifica]

Pamukkale è una cittadina tanto piccola quanto tranquilla. Alcuni commercianti lasciano addirittura la loro merce fuori dal negozio tutta la notte fiduciosi che nessuno passerà a sottrargli niente. È auspicabile che i turisti non gli facciano cambiare modo di pensare col passar del tempo.

In caso di emergenza possono essere chiamati i seguenti numeri locali (oltre a quelli nazionali):


Come restare in contatto[modifica]

Internet[modifica]

La maggior parte delle strutture offre la connessione wifi inclusa nel prezzo.

Tenersi informati[modifica]

  • Ufficio turistico (All'ingresso superiore del sito di Hierapolis). Simple icon time.svg Lun-Sab 8:00-19:00.

In ogni caso tutte le strutture saranno in grado di fornire adeguate indicazioni su come visitare la città e i suoi dintorni autonomamente. Relativamente ai tour organizzati è preferibile comparare più offerte prima dell'acquisto.

Nei dintorni[modifica]

  • Denizli — È la città più grande situata nei suoi dintorni, nonché primario punto di arrivo per tutti coloro che raggiungono la città in pullman o treno.
  • Grotte di Kaklik (Kaklık Mağarası) (a 30 minuti da Pamukkale). Ecb copyright.svg Ingresso 2 TL. Considerata la Pamukkale sotterranea perché ricrea all'interno di una grotta le stesse formazioni calcaree presenti nella montagna dinnanzi alla città. La grotta è visitabile a piedi su una passerella e non ci si può immergere nell'acqua. Al di fuori è presente una vasca in cui immergersi, anche se esteticamente è tutta un'altra cosa rispetto a quelle di Pamukkale. Il modo più semplice per arrivarci è con un tour organizzato o in auto; è possibile arrivarci anche con i mezzi locali ma non è immediato.


Informazioni utili[modifica]

Spesso il dolmuş che da Denizli vi porterà gratuitamente a Pamukkale vi farà scendere dinnanzi ad un'agenzia viaggi locale e alcune di queste agenzie possono mentire sul prezzo dei biglietti di ingresso delle attrazioni locali (gonfiandoli) facendo apparire la loro richiesta economica di un tour organizzato più appetibile. Stessa cosa con i prezzi di pullman e dei treni, facendo apparire questi secondi molto più cari (a favore dei loro servizi), quando in realtà i treni costano meno della metà.

Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).