Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Regione dell'Egeo
Gecekondu Izmir.jpg
Localizzazione
Regione dell'Egeo - Localizzazione
Stato
Superficie
Abitanti

Regione dell'Egeo (in turco Ege Bölgesi) è una regione turistica della Turchia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

La costa egea della Turchia è fiancheggiata da una successione di città moderne con viali fiancheggiati da palme e un approccio della gente piuttosto liberale, città con vecchi quartieri pieni dell'elegante architettura neoclassica del XX secolo e rovine di quelle che un tempo erano le maggiori potenze del Mediterraneo nell'antichità; il tutto sostenuto da fertili vallate e colline, i cui lati sono punteggiati da pittoreschi villaggi e grandi uliveti, che contribuiscono a fare della Turchia uno dei maggiori produttori di olio d'oliva al mondo. Non c'è da meravigliarsi se gran parte dell'arte e della filosofia antiche - da Aristotele a Omero, molti erano cittadini di città lungo questa costa. Qui si è sviluppata la coltivazione del vino e del miele, grazie ad un clima favorevole tutto l'anno.

Nel sud della regione si trova l'antico paesaggio della Caria, la terra dei Cariani e di Alicarnasso, l'odierna Bodrum. Più a nord, parti della Lidia appartengono alla regione dell'Egeo.

Cenni storici[modifica]

Durante l' epoca romana, la Turchia dell'Egeo e le parti limitrofe dell'Anatolia centrale costituivano la provincia dell'Asia (da qui "le sette chiese dell'Asia ", vedi sotto ). Il nome della provincia è stato successivamente esteso per includere tutto il continente che si trova a est.

Lingue parlate[modifica]

Il turco è la lingua madre della regione. Ma poiché il turismo è una delle industrie principali, trovare qualcuno che sappia comunicare in inglese o tedesco non è generalmente un problema.

Territori e mete turistiche[modifica]

      Regione dell'Egeo settentrionale — Clima più mite rispetto al sud con oliveti ovunque.
      Regione dell'Egeo centrale — Izmir e la sua vicinanza con un sacco di storia e belle cittadine di mare.
      Regione dell'Egeo meridionale — Cristallino mare turchese e verdeggianti agrumeti.

Centri urbani[modifica]

  • Afyonkarahisar
  • Aydın
  • Ayvalık — Ridente cittadina a nord con notevoli esempi di architettura greca/neo-classica un po' ovunque. Situata sulla costa del Mar Egeo, di fronte all'isola greca di Lesbo.
  • Bergama (Pergamo) — Nella provincia di Smirne situata vicino alle rovine della antica città di Pergamo.
  • Denizli — Cittadina famosa principalmente per la sua vicinanza con Pamukkale.
  • Kuşadası — Stazione balneare di vecchia data nella provincia di Smirne vicino il sito archeologico di Efeso. Il nome significa "Isola degli uccelli. Ha un grande porto utilizzato dalle navi da crociera intorno al Mediterraneo.
  • Kütahya
  • Manisa
  • Muğla — Piacevole città dell'entroterra, con un centro storico ben conservato.
  • Smirne (İzmir) — Terza più grande città della Turchia, e bella città costiera. Innegabilmente il capoluogo della regione.
  • Uşak

Altre destinazioni[modifica]

  • Afrodisia — Grandi rovine di un'antica città fondata in onore della dea dell'amore
  • Efesounesco Un tempo la capitale della provincia romana dell'Asia Minore, oggi uno dei siti romani che si trovano in condizioni migliori in Turchia e uno dei siti archeologici più grandi d'Europa.
  • Pamukkaleunesco Il "castello di cotone": un bianco mondo di travertini.
  • Parco nazionale della Penisola di Dilek — Forse il più selvaggio tratto di terra sulla costa turca dell'Egeo a 26 km da Kuşadası, con i suoi boschi rigogliosi, sentieri e spiagge desolate, questo è un grande e lontano rifugio dagli agglomerati di cemento locali. [1].
  • Sardis — Le rovine della capitale dei Lidi, gli inventori del "denaro", sostenute dal monte Tmolos


Come arrivare[modifica]

Travertini di Pamukkale

In aereo[modifica]

I principali aeroporti di questa regione si trovano vicino a Izmir, Bodrum e Dalaman. Tutti gestiscono una serie di voli internazionali e voli nazionali (nazionali) molto più frequenti.

In auto[modifica]

La maggior parte dei grandi hotel, tour operator e società di autonoleggio sono situati nelle province di Izmir e Bodrum.

In nave[modifica]

Tutte le principali città costiere hanno collegamenti in traghetto con le isole greche più vicine.

In treno[modifica]

Il principale hub della regione per il trasporto ferroviario è Izmir.

In autobus[modifica]

La maggior parte delle città orientate al turismo ha servizi di autobus diretti da molti altri importanti centri del paese, come Istanbul.

Come spostarsi[modifica]

In treno[modifica]

Il treno è un ottimo mezzo per gli spostamenti a medio/lungo raggio perché è sicuro ed economico. Le carrozze dispongono di bagni spaziosi attrezzati con fasciatoio.

In autobus[modifica]

Tipicamente usati per spostamenti a lungo raggio. Anche se molte agenzie viaggio cercheranno di convincervi del contrario, questo mezzo ha un costo decisamente superiore, ma sulle tratte prive di rotaia è l'unica scelta possibile.

Cosa vedere[modifica]

Biblioteca di Efeso

L'Egeo è la regione con la più alta concentrazione di rovine di antiche città in Turchia, il che non dovrebbe sorprendere dato che questo era il cuore delle civiltà degli Eoli, Ionici, Lidi e Cari. Aspettatevi di imbattervi in rovine ogni 10 chilometri circa. Alcune, come Efeso, che molto probabilmente è la città antica meglio conservata di tutto il bacino del Mediterraneo, ad eccezione di Pompei, mostrano ancora gran parte del loro antico splendore, mentre altre potrebbero non sembrare a prima vista offrire molto più di un mucchio di colonne di marmo crollate. Oltre a Efeso, altri probabili contendenti ad essere sulla lista di molti viaggiatori nella regione includono Assos, Pergamo, Mileto e Didyma, ma anche alcuni siti spesso trascurati come Sardi e Afrodisia meritano una visita. Inoltre, poiché la maggior parte delle città e dei paesi ancora abitati nella regione sono semplicemente versioni moderne di città antiche (è difficile trovare una città più giovane di 3000 anni nella regione), è sempre possibile vedere ancora un altro pezzo inaspettato di antiche rovine, anche in una città dall'aspetto moderno come Izmir.

Quando arrivate nella fatica di visitare una città antica dopo l'altra, potrebbe essere il momento utile di cercare l'architettura medievale selgiuchide e ottomana per cui alcune delle regioni turche sono famose. Tuttavia, la politica della terra bruciata dell'esercito greco in ritirata negli ultimi giorni della guerra greco-turca del 1919-1922, o la guerra di indipendenza nota in Turchia, lasciò molte città dell'Egeo in macerie. Indipendentemente da ciò, il villaggio dell'entroterra di Birgi, a sud-est di Izmir , spesso inesplorato è uno dei luoghi che sono sfuggiti felicemente a tale distruzione, e la sua Çakıroğlu Konağı, una villa a tre piani dipinta a colori al rovescio è un raro piacere per gli appassionati di architettura. Potrebbe anche essere possibile visitare la strana moschea che risale ai giorni dei principati di frontiera turchi (che salirono al potere dopo che l'autorità centrale selgiuchide scomparve con l'invasione mongola nel XIII secolo), che ha uno stile di transizione post-selgiuchide, ma pre-ottomano unico. I fan del neoclassicismo sono più fortunati, poiché le città costiere che erano abitate dai greci ottomani e che erano piene di edifici neoclassici sono rimaste intatte: Ayvalık , Foça , Alaçatı e Çeşme sono le città in cui dovreste andare se questo è ciò che state cercando.

Tanti anni di guerre e invasioni fanno sì che i castelli e le cittadelle siano un segno imperdibile del paesaggio regionale. Quelli che si trovano a Bodrum , Kuşadası e Çeşme costituiscono piuttosto il simbolo delle rispettive città, mentre il piccolo e pittoresco castello del villaggio costiero di Çandarlı, è una delle principali attrazioni dell'area circostante. Tuttavia, se state cercando qualcosa di veramente impressionante e fuori dai sentieri battuti, dirigitevi verso Babakale ("il castello del padre"), che da secoli si trova orgogliosamente sulla punta più occidentale della terraferma asiatica.

Le sette chiese d'Asia[modifica]

La Turchia dell'Egeo ha giocato un ruolo importante nello sviluppo del cristianesimo primitivo e di particolare rilievo sono le sette chiese d'Asia: Efeso, Smirne, Pergamo, Tiatira, Sardi, Filadelfia e Laodicea. Sebbene le profezie non si riferissero a chiese fisiche, e solo Pergamo, Efeso e Filadelfia hanno chiese di epoca romana rimaste, tutte queste città hanno rovine di qualche tipo e Sardi ha le rovine di una sinagoga. A parte Izmir (Smirne), che non ha molto in termini di rovine romane, ma è una delle principali città della Turchia, le più popolari di queste città sono Efeso e Pergamo, con Sardi e Laodicea che arrivano molto indietro, e Akhisar (Thyatira) e Alaşehir (Filadelfia) non sono quasi mai visitate dai turisti (tranne i pochi che cercano di vedere le Sette Chiese). Mentre le rovine di epoca romana di Akhisar e Alaşehir sono minime rispetto a Efeso, Pergamo, Sardi o persino Laodicea, queste città sono ancora interessanti da visitare, poiché rimangono centri agricoli locali, con sensazioni sorprendentemente diverse.

Tutte queste città ad eccezione di Pergamo possono essere raggiunte (o la città più vicina a non più di 20 minuti di minibus), in treno, tuttavia ad eccezione di Selçuk (Efeso) e Denizli (Laodicea) i treni passano solo un poche volte al giorno e gli orari potrebbero essere scomodi.

  • Sia Selçuk che Denizli possono essere raggiunte con il treno regionale Denizli-Izmir. Minibus, taxi o una lunga passeggiata saranno necessari per raggiungere entrambi i siti dalle città associate.
  • Sardis (Sart in programma) e Alaşehir possono essere raggiunti con il treno regionale Izmir-Uşak. La stazione dei treni per Alaşehir è al centro dei due, mentre la posizione della stazione di Sart sembra essere poco più di un chilometro dal complesso della palestra.
  • Akhisar può essere raggiunta con il 6 Eylül o il 17 Eylül express tra Izmir e Bandirma, ognuno dei quali circola solo una volta al giorno. La stazione stessa è a sette isolati, o circa 400 metri, dalle rovine.

È anche possibile prendere autobus o minibus tra le città. A Izmir, gli autobus raggiungono ciascuna di queste città a intervalli che vanno da ogni mezz'ora (Bergama / Pergamon) a ogni due ore (Alaşehir). È probabile che gli autobus tra le altre città siano meno frequenti, quindi se prevedete di fare un giro intorno a Izmir, chiedete alla stazione degli autobus quando passano gli autobus per la prossima città.

Cosa fare[modifica]

Con la sua lunga costa scoscesa, trovare un posto per una nuotata è un compito arduo nella regione. Per quanto riguarda gli sport acquatici correlati, alcune città sono più adatte di altre; ad esempio le acque di Alaçatı e Bitez sono note per essere ottime per il windsurf.

Con il clima mediterraneo e la latitudine più meridionale della maggior parte dell'Europa, non c'è molto spazio per gli sport invernali nella regione (nelle località costiere nevica solo una volta o leggermente ogni decennio: ecco perché la gente del posto trova le foto dell'anfiteatro di Efeso sotto la neve così magiche e le trasformano in cartoline). Mentre i residenti affamati di neve di Izmir si riversano sul Monte Spilo vicino a Manisa in ogni occasione per assistere alla nevicata, in quella montagna in particolare non nevica molto da permettere lo sci o altri sport legati alla neve. Per questi, potrebbe essere più utile dirigersi verso l'interno verso il Monte Bozdağ, o l'antico monte Tmolos tra Salihli e Ödemiş, che, con il suo laghetto di montagna, è bellissimo in ogni stagione.

Per quanto riguarda le acque termali, l'Egeo è meno conosciuto come destinazione rispetto ad altre regioni turche. Due luoghi particolarmente degni di nota possono essere Ilica, che ha sorgenti termali che scaricano dal fondo del mare all'interno di piscine naturali rocciose, e molto più famosa Pamukkale, che offre l'esperienza unica di nuotare tra antiche colonne rovesciate che giacciono sul fondo di un acqua termale piena come una piscina, che è stata in uso per millenni.

Si può fare la crociera blu lungo la costa turca.

A tavola[modifica]

Bevande[modifica]

Mentre la viticoltura è un grande business nell'entroterra agricolo della regione, la maggior parte dei prodotti è della varietà Sultana, che non viene trasformata in vino, ma piuttosto esportata come uva passa secca. Un certo numero di città intorno a Denizli ha un certo livello di fama per i loro vini rossi che spesso hanno un sapore forte, mentre il villaggio di Şirince è famoso a livello nazionale per i suoi vini prodotti da quasi tutti i frutti che si possono immaginare.

Una bevanda unica nella regione è il sübye di Tiro, fatto stranamente di semi di melone.

Mentre alcune delle città dell'entroterra potrebbero essere un po' più conservatrici di quelle sulla costa, non siete mai troppo lontani da una bottiglia di Efes lager ogni volta che avete sete nella regione.

Sicurezza[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Regione dell'Egeo
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Regione dell'Egeo
2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per dare un'idea generale sulla regione e offre una descrizione di possibili mete.