Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia meridionale > Molise > Appennino molisano > Molise centrale > Montorio nei Frentani

Montorio nei Frentani

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Montorio nei Frentani
Montorio nei Frentani -panorama-
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Montorio nei Frentani
Montorio nei Frentani
Sito istituzionale

Montorio nei Frentani è un centro del Molise.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Nell'Appennino molisano del Molise centrale dista 12 km da Larino, 33 da Termoli, 47 da Campobasso, 53 da San Severo.

Cenni storici[modifica]

Il paese, di origini antichissime, apparteneva alla contea di Larino e successivamente a quella di Loritello nel periodo normanno. Durante la seconda guerra punica III secolo a.C. il territorio di Montorio fu oggetto di numerose lotte tra Fabio Massimo e Annibale. Con il crollo dell'Impero romano le popolazioni per sottrarsi alle invasioni barbariche, si raggrupparono nello stesso territorio, dove poi nacque il paese attuale.

Qui furono costruite le prime abitazioni, intorno al castello e alla chiesa già esistenti, che facevano parte del sistema di difesa studiato da Vito Avalerio e dai De Molisio, entrambi conti normanni, come appare nel Catalogo borrelliano intorno al secolo XII. Montorio così entrò a far parte della Contea di Molise e fu feudo dei De Molisio fino al secolo XIII.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

Il paese si divide tradizionalmente fra Terra Vecchia (o Rocca) e Borgo Murato. Sono ancora visibili torri e porte di accesso, purtroppo segnate dagli sfregi del terremoto. Le porte principali sono: Porta Falsa, Porta San Pietro (o Magliano), Porta Larino (o San Sebastiano).

Il borgo antico si caratterizza anche per le sue fontane, che un tempo servivano per l'approvvigionamento dell'acqua: Fonte Vacchia, Fonte Trocche, Fonte San Michele, Fonte San Mauro, Fonte San Marco.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Italian traffic signs - direzione bianco.svg

In auto[modifica]

  • Autostrada A14 Italia.svg Autostrada Adriatica A14 in direzione di Pescara, uscire a Termoli, seguire la direzione Campobasso/Larino, prendere la SS 87 (strada statale Bifernina), proseguire in direzione Montorio nei Frentani (SP 91).
  • Autostrada A1 Italia.svg Autostrada del Sole A1, uscire a Caianello, svoltare in direzione di Benevento, proseguire per Campobasso, SS 17, poi SS 647, svoltare sulla SP 131 in direzione di San Martino in Pensilis/Ururi, continuare sulla SS 87 (strada statale Bifernina) e proseguire in direzione Montorio nei Frentani (SP 91).
  • Da Campobasso prendere la SS 87, proseguire per la SS 647, svoltare sulla SP 131 in direzione di San Martino in Pensilis/Ururi, continuare sulla SS 87 (strada statale Bifernina) e proseguire in direzione Montorio nei Frentani (SP 91).
  • Da Termoli prendere la SS 16, continuare per la SS 87 (strada statale Bifernina), seguire le indicazioni per Montorio nei Frentani (SP 91).

In treno[modifica]

In autobus[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Chiesa dell'Assunta. Costruita come chiesa normanna, fu fondata nuovamente nel 1738; dopo che il terremoto del 1656 aveva ridotto le tre navate in una sola. La chiesa oggi ha ancora tre navate ricostruite, con pianta basilicale.
La sobria facciata ha un portale con cornice classicheggiante, affiancata da una poderosa torre come campanile. L'interno è decorato da un dipinto fiammingo della Vergine Assunta, da una teca con le reliquie di San Costanzo. Inoltre vi è un altare con la pala di Santa Caterina d'Alessandria.
  • Chiesa di Santa Maria del Carmine. La piccola chiesa ottocentesca è a navata unica, stile neoclassico. Facciata semplice con finestra centrale e un campanile a vela.
  • Palazzo nobile Magliano. In origine forse il castello, il palazzo fu completato dopo la ricostruzione del terremoto del XVII secolo. La possente struttura ha muratura a scarpa, pianta rettangolare con ingresso scandito da un portale con due colonne doriche.
  • Porta urbica. Unico elemento medievale del centro: la porta è stata costruita nel XIII secolo con arcata a sesto acuto.
  • Raccolta ornitologica "Carfagnini". Raccoglie circa seicento esemplari catturati tutti nella zona di Montorio e paesi limitrofi. Comprende anche una quantità di specie attualmente scomparse, e rappresenta quindi una importante documentazione della fauna che un tempo popolava queste zone.
Tra le specie più interessanti: l’ Aquila del Bonelli; l’Aquila Reale, catturata nei Colli di Montorio ed imbalsamata con un’ apertura d’ali di oltre due metri; il rarissimo Biancone; il Gufo Reale ormai estinto nei boschi molisani; il Falco Pellegrino; la Quaglia e i suoi pulcini; un Barbagianni in posizione di difesa. Di grande interesse sono anche i lupi, la marmotta, il tasso, il gatto selvatico, la puzzola e la volpe. Tutta la collezione è custodita nella casa di Teodorico Carfagnini ed è a disposizione del pubblico a richiesta.
  • Siti archeologici. Nel territorio del comune sono state effettuate scoperte archeologiche: corredi tombali del V secolo a.C., resti del villaggio medievale fortificato di Gerione, luoghi di culto dell'acqua con resti di fontane. Questi ultimi sono legati alla presenza benedettina nel territorio, che ha dotato le campagne di percorsi e cammini ancora usati.


Eventi e feste[modifica]

  • Noi...Artisti di Questa Terra. Simple icon time.svg in agosto. Rassegna di artisti e personaggi famosi del Molise, ha lo scopo di celebrare chi ha reso illustre il nome della regione nel mondo dell'arte e della cultura.
  • Sant'Antonio abate. Simple icon time.svg 17 gennaio. La festa di Sant'Antonio segna per il pasese l'inizio del Carnevale. La manifestazione, più partecipata nei tempi andati, sta ritornando in auge, con sfilate di maschere per le vie del paese, musica e canti popolari.
  • Tavola di San Giuseppe. Simple icon time.svg 19 marzo. Nelle famiglie si allestisce un altare alla vigilia e si imbandisce la tavola di San Giuseppe; ai visitatori dell'altare vengono offerti maccheroni con la mollica di pane, le screppelle e le zeppole. La tavola imbandita prevede almeno tredici commensali, che devono comprendere una coppia di anziani, otto uomini, la Sacra Famiglia. Si servono tredici portate, che devono essere porzioni di magro e scarse.
  • San Costanzo e Sant'Antonio. Simple icon time.svg 12-13 giugno. La festa è caratterizzata da funzioni religiose con processioni e manifestazioni laiche quali esibizioni di orchestre bandistiche, orchestrine da piazza e fuochi pirotecnici.
  • Madonna del Carmine e processione con "manuocchi". Simple icon time.svg Il 16 luglio. Si tengono tre processioni con la statua della Madonna portata dalle donne. I cortei sono preceduti da donne che portano i Manuocchi, ossia covoni di grano addobbati con nastri colorati e on l'immagine della Madonna.
  • San Rocco. Simple icon time.svg Il 16 agosto. Festa a carattere religioso con manifestazioni ricreative.
  • Sagra delle Tolle. Simple icon time.svg Seconda domenica di agosto. Il giorno prima si raccoglie nei campi il granoturco; in piazza si sfogliano, la domenica, le tolle, ossia il tutolo di mais che viene fatto bollire per diverse ore e poi consumato, a ricordo di quando costituiva quasi l'unico alimento delle classi povere. Si tengono poi balli popolari e spettacoli musicali in piazza.
  • Maitinate. Simple icon time.svg Il 31 dicembre. Gruppi di ragazzi (con qualche adulto) vanno di casa in casa a declamare strofe dirette ai padroni di casa. Ottengono in cambio frutta secca o dolci natalizi, o bicchieri di vino (gli adulti).


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Nel suo territorio si produce un ottimo olio di oliva; Montorio nei Frentani fa parte dell'Associazione nazionale Città dell'olio.

Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • 1 Bar Ristorante Manna, Piazza Umberto I°, 3, +39 0874 826238.
  • 2 Locanda del Borgo, Via IV novembre, 8, +39 0874 826417.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]

Italian traffic signs - icona farmacia.svg Farmacia


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Larino — Città con un notevole passato, vanta un bel Borgo medievale; la sua cattedrale è fra i migliori monumenti del Molise. Dopo Termoli è il centro d'attrazione più importante della Costa molisana.
  • Termoli — È il centro principale della costa molisana e seconda città della Regione per numero di abitanti. Il suo nucleo antico, con la cattedrale e le fortificazioni, sorge su un promontorio sul mare.
  • Campobasso — La città vecchia si sviluppa su un colle attorno al castello in posizione dominante. La città moderna si è sviluppata nel piano. È il centro più popoloso del Molise, di cui è capoluogo regionale.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.