Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Monghidoro
Chiostro della Cisterna
Appellativi
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Monghidoro
Sito del turismo
Sito istituzionale

Monghidoro è un paese appenninico dell'Emilia, al confine con la Toscana.

Da sapere[modifica]

Monghidoro si trova sul crinale tra le valli del Savena e dell'Idice. Da qui domina un territorio agreste disseminato di campi e boschi intervallati da piccole borgate storiche ed edifici religiosi: testimonianze sacre ma anche semplici centri di aggregazione che identificavano i singoli insediamenti abitati, dalle più grandi chiese parrocchiali ai semplici oratori di campagna, fino ai pilastrini votivi esempi di devozione popolare delle genti rurali.

La sua posizione elevata, posta in un ambiente naturalistico di notevole rilevanza, fa sì che Monghidoro sia meta privilegiata di villeggiatura climatica durante il periodo estivo, soprattutto dagli abitanti della Pianura Padana in cerca di conforto dalla calura e dall'afa. Dista 40 km dal capoluogo emiliano e 60 km da Firenze.

Sebbene non abbia infrastrutture adatte al turismo sciistico, rimane una piacevole e tranquilla località da frequentare anche in inverno quando le temperature scendono e arriva la neve.

Storia[modifica]

Monghidoro è posto in posizione strategica sulla strada che da Bologna porta verso la Toscana e Firenze. La sua storia è da sempre legata alla vicina dogana di confine tra lo Stato Pontificio e il Granducato di Toscana.

Le prime testimonianze storiche sono di una Plebs Mongodori, ovvero una pieve che serviva le popolazioni contadine circostanti, che è possibile identificare intorno all'attuale cimitero. Il toponimo "Monghidoro" deriva secondo un'ipotesi da Mons Gothorum, in latino "Monte dei Goti". Successivamente con l'espansione del comune di Bologna, che spezza il dominio dei signori feudali dell'Appennino, viene fondato qui nel 1264 un castello denominato Scaricalasino posto appunto a confine del contado bolognese. Questo castello era sito dove oggi si trova il Parco del Castellaccio il cui nome ricorda appunto la fortezza.

Nel 1528 viene costruito nel paese il Monastero di San Michele ad Alpes, su ordine del capitano di ventura Armaciotto de' Ramazzotti, nativo proprio di Monghidoro. L'unica testimonianza a noi giunta di questo complesso è l'antico chiostro, dato che la chiesa cinquecentesca fu abbattuta dopo la guerra. Il convento gestito dai monaci olivetani diventerà il riferimento politico, religioso, culturale ed economico del paese e delle zone circostanti per i successivi tre secoli.


Come orientarsi[modifica]

Frazioni[modifica]

Oltre al capoluogo comunale sono presenti quattro frazioni principali: Campeggio, Frassineta, Piamaggio e Vergiano, oltre a molte altre borgate e abitazioni sparse per il territorio.

  • 1 Monghidoro. Capoluogo comunale, antico centro sulla strada tra Bologna e Firenze, vero e proprio crocevia storico e geografico.
  • 2 Campeggio (a 5,5 km dal capoluogo).
  • 3 Frassineta (a 5,5 km dal capoluogo). Frassineta (Q18438338) su Wikidata
  • 4 Piamaggio (a 3 km dal capoluogo). La frazione più grande del comune. Piamaggio (Q18438551) su Wikidata
  • 5 Vergiano (a 6 km dal capoluogo). Vergiano (Q18438780) su Wikidata


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Italian traffic signs - direzione bianco.svg

In auto[modifica]

  • Autostrada A1 Italia.svg Autostrada A1 (Autostrada del Sole). Provenendo sia da Bologna che da Firenze, i caselli più vicini sono quello di Pian del Voglio (20 km) e Rioveggio (24 km). Autostrada A1 (Italia) su Wikipedia
  • Strada Statale 65 Italia.svg Strada Statale 65 (SS della Futa). L'infrastruttura viaria principale è la strada statale che collega Bologna con Firenze. Monghidoro è situata al km 64. Strada statale 65 della Futa su Wikipedia

In treno[modifica]

  • treno 8 Stazione FS di S. Benedetto - Castiglione (a circa 30 km di distanza). Tratta Bologna - Prato. Linee Trenitalia e Linea S1B del Servizio Ferroviario Metropolitano di Bologna.

In autobus[modifica]

  • Italian traffic sign - fermata autobus.svg
    Servizio di linea regolare gestito da TPER, effettua corse verso Bologna e le località circostanti. Sono presenti anche collegamenti con la Toscana tramite la compagnia Busitalia.


Come spostarsi[modifica]

È consigliato munirsi di automobile propria per girare nei dintorni; Altrimenti si può girare a piedi o in bicicletta.


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Chiostro della Cisterna (Piazzetta S. Leonardo). Chiostro dell'antico monastero di San Michele ad Alpes.
  • 2 Croce dell'Alpe (Sull'Alpe di Monghidoro). Punto panoramico situato in mezzo ai boschi dell'Alpe di Monghidoro. Nelle giornate più limpide è possibile vedere addirittura le Alpi.
  • 3 Rovine dell'Osteria del Fantorno (Sull'Alpe di Monghidoro). Resti e macerie di un'antica osteria posta sulla strada per la Toscana, distrutta probabilmente in un incendio nel XIX secolo.
  • 4 Museo della Civiltà Contadina dell'Appennino, Via Provinciale 13 (presso Piamaggio), +39 331 4430004. Ecb copyright.svg offerta libera. Simple icon time.svg Dom (su prenotazione). Ricostruzione della vita rurale dell'appennino bolognese.
  • 5 Chiesa di San Prospero (Santuario della Madonna di Lourdes) (presso Campeggio). Chiesa parrocchiale con riproduzione della grotta di Lourdes.
  • 6 Chiesa di Sant'Andrea (in località Sant'Andrea di Savena). Chiesa del XIV secolo.
  • 7 Dogana delle Filigare (passato il confine con la Toscana, in località Filigare). Antico complesso della Dogana granducale. Dogana delle Filigare su Wikipedia Dogana delle Filigare (Q30889422) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]

  • 9 Mangirò, Via del Mercato 2, +39 051 6555292. Simple icon time.svg prima domenica di Luglio. Camminata enogastronomica attraverso i campi e i boschi attorno a Monghidoro.
  • 10 Festa patronale di Santa Maria Assunta (per le strade di Monghidoro). Simple icon time.svg settimana di Ferragosto. Festa dedicata al patrono del paese, con vari eventi e spettacoli.
  • 11 Festa dell'Alpe (presso il Prato della Radeccia). Simple icon time.svg Ferragosto. Tradizionale festa mangereccia che si tiene sull'Alpe ogni ferragosto.


Cosa fare[modifica]

Monghidoro non possiede grandi attrattive di interesse storico-artistico, tuttavia è situato in un contesto naturalistico interessante, idoneo per escursioni a piedi o in bicicletta. In particolare, sono presenti due aree naturalistiche di un certo rilievo: l'Alpe di Monghidoro e il Parco provinciale La Martina (SIC La Martina - Monte Gurlano).

Il territorio è attraversato dai seguenti sentieri CAI: 805, 823, 905, 907, 909, 921 e 927.

Acquisti[modifica]

  • Il mercato settimanale si tiene il giovedì mattino nelle strade del centro.
  • Fiera dei Santi Pietro e Paolo, ultima domenica di giugno.
  • Fiera di San Michele, ultima domenica di settembre.
  • Mercatini del venerdì, bancarelle per le vie del paese nel periodo estivo.

Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • 12 Poste Italiane, Piazza Giacomo Matteotti 5 (presso il Municipio), +39 051 6554564.


Nei dintorni[modifica]

Informazioni utili[modifica]

  • 13 IAT Monghidoro (presso il municipio), +39 331 4430004, @ . Simple icon time.svg Mer 9.00-12.30 15.00-18.00 Gio-Sab 9.00-12.30 16.00-18.00 Dom 9.00-12.30. Ufficio informazioni turistiche del comune.


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Monghidoro
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Monghidoro
2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).