Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Penisola iberica > Spagna > Isole Baleari > Minorca

Minorca

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Minorca
Menorca.jpg
Localizzazione
Minorca - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Minorca - Stemma
Minorca - Bandiera
Stato
Regione
Superficie
Abitanti
Sito istituzionale

Minorca è un'isola nell'arcipelago delle Baleari.

Da sapere[modifica]

La baia di Mahón, il capoluogo dell'isola, è il secondo più grande porto naturale del mondo (l'unico più grande è Pearl Harbour). L'intera isola è una Riserva Biologica Europea, il che significa, ad esempio, che la costruzione di grossi hotel viene mantenuta al minimo nella maggior parte delle località di interesse turistico. È un'isola relativamente quieta e familiare, ma ci sono anche alcuni ottimi locali se sapete dove andare, ma preparatevi ad alcuni "lunghi" spostamenti per raggiungerli, la maggior parte delle località turistiche ha solo bar aperti fino a tardi.

L'isola è stata dichiarata dall'UNESCO riserva della biosfera.

Questa è l'isola ideale per le famiglie con bambini piccoli, o per chi cerca una vacanza più tranquilla alla scoperta dei vecchi villaggi e delle splendide spiagge che contornano Minorca.

Cenni geografici[modifica]

Si tratta della seconda isola per estensione dell'arcipelago delle isole Baleari, situata nel Mar Mediterraneo ad est di Maiorca-

Il punto più alto dell'isola è il Monte Toro, che dai suoi 357 m di altezza permette di dominare con lo sguardo l'isola nella sua intera estensione.

Quando andare[modifica]

Clima mediterraneo, con estati calde ed inverni temperati

Cenni storici[modifica]

Durante il XVIII secolo, Minorca fu causa di contesa tra le potenze britanniche, francesi e spagnole. E a buon ragione, il porto di Mahón, il miglior porto naturale del Mediterraneo, e uno dei migliori del mondo, poteva proteggere interamente, dietro i suoi spaventosi forti, la più grande flotta dell'epoca. Il Trattato di Utrecht, firmato nel 1713, sancì l'inizio della prima presenza britannica sull'isola, almeno fino al 1755. Richard Kane, il primo governatore britannico. è ancora molto amato per il suo importante supporto all'agricoltura dell'isola, egli introdusse infatti la coltivazione delle mele, promosse l'allevamento di bestiame, e costruì strade e riserve idriche in uso ancora oggi. In seguito furono ancora due le presenze britanniche a Minorca, dal 1763 al 1781 e dal 1798 al 1808. I britannici lasciarono dietro di loro molto più di semplici terrapieni e fortificazioni. Cose di più svariata natura e che contribuirono allo sviluppo di Mahón, la quale accettò entusiasticamente le opportunità di commercio che le si presentarono e l'abolizione dell'Inquisizione, la salsa che tradizionalmente viene usata su una gran quantità di pietanze (chiamata "grevi" dal "gravy" di origine inglese), la lavorazione tradizionale del legno e le tecniche di progettazione e costruzione delle navi, e per ultimo il drink più famoso di origine inglese: il gin. La "Golden Farm", una residenza estiva che domina la baia di Mahón, è uno dei simboli della dominazione britannica dell'isola, così come le finestre a ghigliottina e i bovindi che si possono vedere nei palazzi del quartiere vecchio della capitale.

Con il Trattato di Amiens, stipulato nel 1802 fra la Gran Bretagna e la Francia napoleonica, Minorca fu assegnata definitivamente alla Spagna.

Lingue parlate[modifica]

I locali parlano una particolare forma di Catalano chiamato "Menorquin" (Minorchino), una sorta di dialetto non facilmente comprensibile nemmeno dai madrelingua spagnoli. I molti parlano comunque anche un inglese di livello accettabile, specialmente nelle aree più turistiche.

Territori e mete turistiche[modifica]

  • L'isola è divisa in otto divisioni amministrative - Mahón, Es Castell, Sant Lluis, Alaior, Es Mercadal, Es Migjorn, Ferreries e Ciutadella.
  • Mahón è la capitale, nota per i suoi bar, ristoranti e il suo porto.

La principale area turistica si trova lungo la costa sud dell'isola e comprende i villaggi di Santo Tomas, Son Bou, Cala en Porter, Binibeca, Punta Prima e S'Algar.

Da non perdere il quartiere vecchio di Ciutadella de Menorca. L'antica cittadella araba, le strette strade di pietra tra nobili palazzi, il porto naturale con ottimi bar e ristornati.

Centri urbani[modifica]

  • Cala en Porter (Cala'n Porter) — Sulla costa meridionale a 11 km da Mahón, Cala’n Porter è una delle spiagge più rinomate di Minorca.
  • Ciutadella de Menorca (anche solo Ciutadella o Ciudadela) — Secondo centro di Minorca, Ciutadella è situata sul versante occidentale ed è collegata a Mahón da una strada interna. L'arteria tocca i centri di Alaior, Es Mercadal e Ferreries. Ex capitale durante la dominazione francese.
  • Fornells — Un piccolo villaggio di pescatori che ha alcuni grandiosi ristoranti di pesce. Tra due profonde baie, Fornells è la più rinomata località della costa settentrionale, situato sulla sponda di una pittoresca baia. Nei suoi dintorni sta Platja Binimella, una bella spiaggia dove molti bagnanti praticano il nudismo. Famosi sono i panorami di Cap de Cavalleria.
  • Mahón (Maó) — Capoluogo di Minorca con uno dei più grandi porti naturali del mondo, Mahón è situata in fondo a una insenatura della costa orientale, talmente lunga e stretta da sembrare un fiordo.
  • Platges de Son Bou — Bella spiaggia dotata di alberghi sulla costa meridionale, Platges de Son Bou risultano affollate anche in periodi di bassa stagione.

Altre destinazioni[modifica]

Le spiagge della costa meridionale sono di più facile accesso rispetto alla loro controparte settentrionale ed hanno un privilegio in più: sono al riparo dai venti.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Minorca è facilmente raggiungibile in aereo, con voli di linea, dall'Italia facendo scalo a Barcellona, durante la stagione estiva però entrano in funzione molti voli charter che raggiungono l'aeroporto di Mahón (MAH) direttamente dai principali scali italiani. L'aeroporto di Mahón si trova a circa 4,5 Km dal centro cittadino.

È anche disponibile un regolare servizio di traghetti sia dalla Spagna che da Maiorca.


Come spostarsi[modifica]

I taxi sono il mezzo di trasporto più popolare se non volete noleggiare un'auto - in ogni caso ci sono moltissime compagnie di noleggio tra cui poter scegliere - i bus non sono molto regolari e la maggior parte dei giovani locali si muovono in scooter.

Con mezzi pubblici[modifica]

Autobus

La compagnia di trasporti è Transportes Menorca.

La tratta principale serve Mahón, Alaior, Es Mercadal, Ferreries e Ciutadella e corre lungo il centro dell'isola. La maggior parte degli autobus partono una volta all'ora e costano poco, da €4 a €5 per andare da Ciutadella a Mahón.

La maggior parte delle spiagge del versante ovest sono servite da bus che partono dalla Plaza in Ciutadella. Altri bus partono dalle Ferreries, Alaior e la fermata principale dell'isola e' quella di Mahón, che serve Sant Lluis e tutte le spiagge sul versante est. Son Bou si raggiunge da Alaior.

In taxi[modifica]

I taxi sono un mezzo comodo se non avete troppi spostamenti in programma. Tuttavia in alta stagione possono esserci lunghe attese prima di trovarne uno.

In auto[modifica]

Ci sono diverse agenzie come Avis, Hertz, Europcar, sia all'aeroporto che nei resorts - si consiglia di prenotare prima dell'arrivo per evitare lunghe attese. Muoversi in macchina è l'opzione migliore assieme agli scooter per raggiungere ogni parte dell'isola

A luglio e ad agosto e' facile che i parcheggi delle spiagge più conosciute siano pieni. In questi casi, quando l'accesso alle spiagge è solo una viuzza stretta questa viene chiusa per evitare ingorghi.

Parcheggi[modifica]

Cercate di parcheggiare in sicurezza, in ogni caso la chiave di tutto è il buon senso. È meglio non parcheggiare in luoghi dove potete essere causa di ostruzione o di pericolo agli altri utenti della strada, anche se molti Minorchini lo fanno. In effetti pare essere un prerequisito per ottenere la patente.

In città le aree di parcheggio sono identificabili dalle righe blu, il biglietto deve essere preso da una delle macchinette vicine e potete ottenere permessi di sosta da 30 minuti, 1 ora o 2, e non dimenticate di esporre il ticket all'interno della macchina. Non parcheggiate davanti a garage, aperture o passi carrai, la maggior parte hanno davanti un segnale VADO PERMANENTE, GUAL PEMANENT.

Davanti alle case possono esserci i cordoli dei marciapiedi dipinti in bianco e rosso o in giallo per indicare dove non è consentito il parcheggio

Ci sono anche parcheggi disponibili per disabili, di solito anche le targhette straniere possono essere accettate ma non sempre, dipende da chi controlla, nel dubbio, e se c'è un poliziotto nelle vicinanze chiedete prima.

Un veicolo parcheggiato in contravvenzione potrebbe essere rimosso, solitamente un adesivo giallo con il numero di targa dell'auto attaccato al cordolo del marciapiede dove l'auto era parcheggiata vi illustrerà dove potrete recuperare il veicolo.

Informazioni sul noleggio auto e assicurazioni[modifica]

La maggior parte dei segnali stradali sono standard in tutta Europa, le leggi sulla circolazione, le restrizioni sul parcheggio e la guida in genere saranno quindi molto simili a ciò a cui siete abituati, ovviamente un po' di buon senso vi permetterà di godere di una piacevole vacanza priva contrattempi spiacevoli.

Alcuni Consigli[modifica]

Quando noleggiate un'auto dovete sempre portare con voi i documenti di noleggio, la vostra patente e un documento d'identità o la fotocopia dello stesso. Se estendete il periodo di noleggio assicuratevi di estendere allo stesso tempo il contratto di noleggio, altrimenti non sarete coperti dall'assicurazione. I guidatori devono avere almeno 25 anni ed essere in possesso della patente da almeno 3. Fate attenzione quando parcheggiate la macchina, quando firmate il contratto di noleggio vi fate carico anche delle multe che il veicolo ha preso nel periodo in cui ne eravate in possesso. Le cinture di sicurezza sono OBBLIGATORIE sia davanti che nei sedili posteriori, i bambini fino ai 12 anni devono sedersi dietro, il numero di cinture di sicurezza evidenzia il numero di passeggeri che siete autorizzati a trasportare, non siete assicurati per un numero superiore. L'assicurazione copre tutti i danni tranne danni alle ruote o all'interno dell'abitacolo (es. bruciature di sigarette ecc.), così come non sono coperti i danni causati dalla negligenza del guidatore. Quando noleggiate un'auto chiedete sempre cosa l'assicurazione non copre, avete il diritto di saperlo, e potete anche chiedere di poter leggere il contratto d'assicurazione della compagnia.

In caso di emergenza[modifica]

Nel caso rimaniate in panne, senza benzina, o abbiate un incidente, il triangolo di sicurezza dev'essere posto a 50 metri di distanza davanti e dietro l'auto, e il giubbotto giallo o arancione di sicurezza dev'essere indossato quando uscita dall'auto. Sia i triangoli che il giubbotto possono essere trovati nel vano portaoggetti o nel baule dell'auto. In caso di incidenti annotate la targa dell'altra auto e il nome /indirizzo dei guidatori, se sono spagnoli chiedete la loro carta d'identità (D.N.I.). Controllate il nome della loro compagnia d'assicurazione e se si rifiutano potete chiamare la Guardia Civil. Qualora dovessero esserci feriti, non spostate il veicolo e i feriti e chiamate immediatamente la Guardia Civil e un'ambulanza al numero 061

Se non ci sono feriti ed entrambe le parti sono d'accordo, non c'è necessità di chiamare la polizia. Prendete sempre nome /indirizzo di qualunque testimone. Nel vano portaoggetti dovrebbe trovarsi l'equivalente spagnolo dell'italiana constatazione amichevole, un modulo che deve essere compilato e firmato da entrambe le parti coinvolte che devono anche trattenerne una copia ciascuno. Informate le vostra compagnia assicurativa entro 2 ore da ogni genere di incidente. Se la macchina è a noleggio la vostra compagnia è l'agenzia di noleggio.

In moto[modifica]

Il vantaggio di moto/scooter è che non avrete problemi a parcheggiare. In alta stagione le strade di accesso ad alcune spiagge sono chiuse perché i parcheggi sono pieni, ma questo non e' un problema se si viaggia in moto/scooter.

Cosa vedere[modifica]

Cala Mitjana
  • Visitate il Monte Toro (il punto più alto dell'isola, vicino Es Mercadal) per godere di una fantastica vista dell'isola.
  • Il villaggio di pescatori di Fornells.
  • Cala Galdana, un luogo davvero pittoresco, andate fino alla cima della scogliera per una sbalorditiva vista dell'area e del mare.

Siti archeologici[modifica]

Resti preistorici possono essere visti in tutte le Isole Baleari, ma per la maggior parte si trovano proprio a Minorca, spesso si possono scorgere dalla strada, magari in mezzo ad un campo, circondati da animali al pascolo quando la loro presenza è stata ormai dimenticata. Sono resti della cultura Talaiot della tarda età del bronzo, i talaiot sono grandi costruzioni in pietra di forma conica il cui scopo è ancora oggetto di dibattito, nonostante pare ormai assodato che qualunque funzione abbiano avuto, non fossero torri d'avvistamento.

Altre strutture che possono essere avvistate sono le "navetas", costruzioni delle dimensioni di una piccola casa e dalla forma di una barca rovesciata, che possono essere state abitate, ma che più probabilmente erano tombe, e i "taulas" enormi strutture formate da due blocchi di pietra a forma di T.

I siti migliori sono: il "villaggio" a Trepucò, al limite della città di Mahón, sulla strada per l'aeroporto, oppure la "Navetas d'es Tudons" vicino a Ciutadella

Spiagge[modifica]

Cala en Turqueta

Le spiagge sono generalmente meravigliose - con molto spazio "sabbioso". Alcune località hanno spiagge più piccole (come Cala Galdana e Cala en Porter) ma ecco che ad esempio possiamo trovare a Son Bou circa 3 kilometri di splendida sabbia.

Spiagge incontaminate, sia sulla costa Nord che su quella Sud sono destinazioni ideali o uno stop piacevole per il pranzo. Al Nord: Cavalleria, Binimel-la, Pregonda e Cala Pilar; al Sud: Binigaus Escorxada, Trebaluger, Mitjana e Macarella. Dovendo scegliere le migliori sembrano essere Cala Pilar al Nord e Macarella al Sud

Altro[modifica]


Eventi e feste[modifica]

In Luglio e Agosto si svolgono i concerti del Barocco e Rinascimento nella chiesa di Fornells.


La più famosa fiesta di Minorca è la Fiesta de San Joan a Ciutadella il 23 e 24 di Giugno. I cavalli allevati a Minorca sono i protagonisti della festa e l'intera città è un'esplosione di colori e movimento, ci sarebbe bisogno di un intero sito per poter descrivere la festa nei suoi particolari e nelle sue cerimonie, pare sufficiente dire che le cerimonie e i rituali della festa si svolgono nelle antiche strade di Ciutadella nella maniera più eccitante e sbalorditiva possibile. Il ruolo svolto dai cavalli e cavalieri locali è uno degli elementi unici di Minorca, i cavalli allevati sull'isola vengono fatti "danzare" sulle note della minorchina jota, la più famosa è la "San Joan" jota. Tutto ciò si svolge nella piazza della città. Ovviamente tutti i villaggi di Minorca, in occasione di San Joan, hanno simili feste di cavalli, ed ognuna di esse possiede qualcosa di speciale e che le caratterizza in maniera unica.

Cosa fare[modifica]

I teenager potranno trovare la maggior parte delle località troppo tranquille di sera - ma andando verso le grotte potrete trovare un club che non teme confronti, si tratta del Cova d'en Xoroi situato a Cala en Porter nel sud dell'isola

Dato che Minorca ha moltissimo da offrire è consigliata per i turisti una vacanza "attiva" e all'aria aperta. Il genere di attività che troverete qui di seguito vi permetteranno di comprendere il carattere davvero speciale di Minorca, un'isola ricca di sorprese e con una forte identità, e non una recente "invenzione turistica".

Windsurf[modifica]

La prima raccomandazione è quella di imparare il windsurf e la vela a Fornells, uno dei punti migliori di tutto il Mediterraneo.

Immersioni subacquee[modifica]

Ci sono moltissimi siti per immersioni a Minorca, tutti con acqua limpida e molti di questi con splendidi fondali, relitti o grotte. Per imparare o per immergersi con esperti a Minorca provate Ulmo Scubadiving, in Addaia. Sono molto professionali, con personale gentile e vi daranno una personale attenzione.

Trekking[modifica]

Albufera de es Grau. Il Parco Naturale si allunga fino a Favaritx, da dove potete apprezzare la splendida vista, la migliore della costa Est. Potrete avere una buona vista della costa Nord dell'isola dalla cima del Monte Toro e , più vicino al mare, dall'Arenal d'en castell, vicino a Fornells, subito ad est di Son Saura.

Cultura[modifica]

Non perdetevi i siti archeologici di talaiotes, taules e navetas. Meritano tutti una visita e sono una caratteristica di Minorca. I migliori possono essere: Torre d'en Gaumés, il villaggio di Son Catlar, Sa Torreta de Tramontana, Cova dels Coloms e le Caves a Cala Morell

Escursioni Culturali[modifica]

Ecco alcuni itinerari consigliati per combinare trekking e visite ai siti archeologici:

  • Cova dels Coloms - Sant Agustì Vell - Torrent de Binigaus - Platja de Binigaus.
  • Taula den Salord - Torre d'en Gaumés - La chiesa paleo-cristiana a Son Bou - La spiaggia di Son Bou.
  • Son Catlar - La spiaggia di Son Saoura del Sud


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Locali notturni[modifica]

Birrifici[modifica]

  • Grahame Pearce, C/ Sant Llorenç, nº 65, 07720 Sant Climent. Grahame Pearce - Sant Climent Lager prodotta a Sant Climent (Mahón) dal 2011.
  • Illa. Balearic Island Ale. Prodotta a Ciutadella dal 2010.
  • Sa Bona Birra, Plaza Llibertat 24 (Ciutadella de Menorca). Piu di 70 birre disponibili inclusa la Sa Bona Birra di produzione propria.

Bar[modifica]

La vita notturna a Minorca è più tranquilla rispetto a Maiorca o Ibiza. Andate sul lungomare dove si trovano la maggior parte dei bar.

  • Maritim Café, Moll de Llevant. Bar e terrazza vicino al Casino Maritim di Mahón. Di notte e' un Lounge Bar dove bere cocktail, long drink e ballare.
  • Dinky Bar, Paseo Maritimo (S'Algar). Simple icon time.svg Lun-Dom fino alle 2:00. Bel posto a S'Algar Resort.
  • Plaza Domingo, Cala N Forcat. Ecb copyright.svg Good Value. Gruppo di bar gestiti da gente cordiale, scelta tra stile americano, irlandese, messicano e africano, area bambini e sala giochi. Un posto per tutti, famiglie, coppie e gruppi.


Dove mangiare[modifica]

Il cibo sull'isola è molto buono; carne, pesce, frutta e verdura sono tutti locali e di buona qualità.

Formaggio Mahón
Sobrassada
Pastissets
  • Ovviamente da provare è l'aragosta a Fornells che rappresenta l'apice della cucina Minorchina.
  • Il gelato Menorquina, che prende appunto il nome dall'isola è rinomato in tutto il mondo anche se oggi viene in realtà prodotto a Barcellona. Ottimi dessert posso essere gustati nella maggior parte dei ristoranti, ma gli amanti del cioccolato, una volta assaggiato, non mangeranno null'altro che il Trufito!
  • Formaggio Mahón, o Queso de Mahón-Menorca. Minorca e' famosa per la produzione di formaggi.
  • Maionese, secondo alcune fonti proviene proprio dalla città di Mahón.
Piatti tipici
  • Aragosta, o caldereta de langosta (i.e. zuppa d'aragosta) la cui materia prima viene pescata generalmente sulle coste settentrionali intorno a Fornells.
  • Albergínies al forn (in Catalano) or berenjenas al horno (in Spagnolo). Melanzane ripiene (ci sono varianti con pomodori al osto delle melanzane)
  • Oliaigu. Zuppa tipica.
  • Sípia amb fesols. Seppia con piselli.
Insaccati
  • Sobrassada. Piu dolce e meno piccante rispetto a quella di Maiorca.
  • Carn-i-xulla o carn-i-xúa.
  • Camot o cuixot
  • Butifarró blanc (butifarró bianco)
  • Butifarró negre (butifarró nero)
Dolci
  • Pastissets
  • Amargos
  • Crespells e crespellets
  • Coca bamba
Gin
Bottiglia di Gin Xoriguer, il tipico gin di Minorca. Spesso accompagnato da limonata

A Minorca c'erano e ci sono ancora molti ginepri e nei porti c'era la flotta britannica. L'unione ha creato il Ginet un liquore ontano dalla tradizione spagnola e mediterranea e con notevoli differenze dal gin inglese.

La differenza principale è che il Minorchino ginet è distillato dall'uva, tipico del mediterraneo, e non è basato sui cereali. Il ginepro viene dal continente ma continua ad essere distillato in alambicchi di rame per poi essere conservato in botti di quercia stagionate nel gin in modo da non fargli prendere il colore del legno.

Il Gin si trova in tutta Minorca, bevuto liscio o mischiato. La Pomada si fa aggiungendo bitter lemon. È il drink che si beve normalmente durante le tante feste dell'isola.

Vino

La produzione di vino sull'isola è antica ma è andata in declino nell'ultimo secolo. Recentemente sono state aperte nuove aziende vinicole.

Prezzi medi[modifica]

  • Es Pla (Pg.Marìtim de Gumersind Riera), +34 971 376 655. Meta regolare del Re Juan Carlos quando vuole mangiare specialità di pesce.
  • Windmill Restaurant (Moli d'es Raco a Es Mercadal. Sulla strada principale che collega Mahón con Ciutadella de Menorca), +34 971 375 392. Ottimo cibo e splendida posizione.
  • S'Eixerit (A Es Mercadal). Pietanze locali a prezzi ragionevoli.
  • S'Ancora (A Fornells. Situato sul porto). Buon pesce e specialità di mare e, probabilmente la migliore Paella sull'isola.
  • Es Cranc (A Fornells). Probabilmente il miglior ristorante di pesce e specialità di mare dell'isola, da provare la zuppa di pesce o frutti di mare 'Caldereta'.
  • La Ribera (A Santo Tomas, situato vicino al centro del paese tra gli hotel Santo Tomas e Lord Nelson). Il migliore della località.
  • Ca n'Olga (A Es Mercadal). Un ristorante molto rinomato.
  • Ca na Pilar (A Es Migjorn Gran). Insieme a S'Engolidor sono i migliori ristoranti del luogo.
  • S'Engolidor (A Es Migjorn Gran). Insieme a Ca na Pilar sono i migliori ristoranti del luogo.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • Posada Orsi, Carrer de la Infanta, +32 971 364 751.
  • Hostal-Residencia La Isla, Carrer de Santa Catalina, +34 971 64 92.
  • Hotel Mirador des Port, Carrer de Dalt Vilanova, +34 971 360 016.
  • CasaPas, Son Parc, +34 971151960. Check-in: any, check-out: any. 'CasaPas' Appartamento di 2 stanze vicino al golf club dell'isola.
  • Hotel Es Mercadal, Carrer Nou 49 (Es Mercadal), +34 971 15 44 39.
  • Hostal Jeni, Mirada del Toro, 81 (Es Mercadal).
  • Hotel San Luis, Arcada Comercial Hotel San Luis (S'Algar), +34 971 150 750. Check-in: 14PM, check-out: 12PM. Hotel a S'Algar Resort con 228 stanze, 3 piscine, Lobby Bar, 2 ristoranti, sala conferenze e animazione.
  • Son Bou Gardens, Son Bou, +34 971371575. Check-in: any, check-out: any. Son Bou Gardens, appartamenti a pochi minuti dalla spiaggia nudista.
  • Vista Picas Apartmentos, Cala N Forcat. Check-in: Varies, check-out: Varies. Hotel a conduzione familiare a Cala N Forcat nella parte ovest dell'isola, 5 minuti in macchina da Ciutadella, 30 minuti a piedi. Piscina grande, staff cordiale. Supermercato e locali notturni vicini
  • Playa Calan Porter, Calle Llebeig 12, +44 1442818017.

Prezzi elevati[modifica]

Non è l'opzione più economica ma si possono trovare delle ville molto belle che possono essere l'ideale per famiglie numerose. Alcune ville inoltre si trovano in posizioni spettacolari.

Sicurezza[modifica]

Ci sono due differenti forze di polizia a Minorca, ecco alcune delle differenze:

La Guardia Civil ha la divisa verde. Si trovano solitamente sulle rotatorie, sulle strade principali, ai lati delle strade, agli incroci e in qualunque altro posto dove non vi aspettereste di trovarli. Vi possono sottoporre a etilotest qualora abbiano il sospetto che abbiate bevuto, farvi una multa se non indossate le cinture di sicurezza o superate con riga continua. Sono sempre in coppia e si muovono in bici o sui veicoli della Guardia Civil. Di solito non operano in città a meno che non siano chiamati per un incidente. In estate il numero di agenti aumenta proporzionalmente all'aumento dei turisti che visitano l'isola in alta stagione, in maggior parte arrivano dalle grandi città della Spagna continentale per 1, 2 o 3 mesi.

La Polizia Nazionale ha la divisa blu. Controlla le città, i ticket di parcheggio e il flusso del traffico. Controllano anche i lavori di costruzione e i permessi di costruzione. Solitamente non avrete a che fare con la Polizia Nazionale se non in caso di multe per il parcheggio o contravvenzioni nel traffico.

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti