Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Macedonia Occidentale
Villaggio di Nimfeo
Localizzazione
Macedonia Occidentale - Localizzazione
Bandiera
Macedonia Occidentale - Bandiera
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito del turismo
Sito istituzionale

Macedonia Occidentale è una regione della Grecia.

Da sapere[modifica]

Unica regione della Grecia senza sbocco al mare, la Macedonia Occidentale presenta attrazioni legate tra loro da un filo comune rappresentato dai suoi paesaggi alpestri.

Snobbata dai turisti internazionali che amano crogiolarsi al sole su spiagge di isole famose come Santorini e Mykonos, la Macedonia Occidentale rimane una delle mete preferite del turismo domestico: soprattutto d'agosto molti greci rifuggono spiagge affollate preferendo soggiornare in uno dei paesini intorno al parco nazionale del Pindo o dedicarsi alle escursioni nel remoto parco di Prespa o ancora campeggiare nei boschi nei pressi della città lacustre di Kastoria.

La Macedonia Occidentale è anche ricca di pittoreschi villaggi dalle tradizionali case in pietra alcuni dei quali come Nymfaio e Siatista sono annoverati tra i più belli di Grecia.

La Macedonia Occidentale è anche una meta adatta agli appassionati di enologia: la cittadina di Amyntaio è piena di aziende vinicole immerse in grandi tenute e alcune di queste dispongono di alloggi raffinati per i loro visitatori.


Territori e mete turistiche[modifica]

Le 4 unità regionali della Macedonia Occidentale

La Macedonia Occidentale è divisa in quattro unità regionali che prendono il nome dai rispettivi capoluoghi:

      Unità regionale di Grevena — La regione è famosa per i boschi di conifere del parco nazionale del Pindo e per i villaggi tradizionali in pietra dove si parla un dialetto neolatino (vlachochoria in greco)
      Unità regionale di Kastoria
      Unità regionale di Kozani


Centri urbani[modifica]

Unità regionale di Florina

  • 1 Florina (Φλώρινα)
  • 2 Nymfaio (Νυμφαίο) — è un villaggio abbarbicato sulle falde del monte Vitsi a quota 1350 e tra estesi boschi.
  • 3 Pisoderi (Πισοδέρι) — A 18 km da Florina e vicino l'omonimo passo montano, Pisoderi è un villaggio situato a quota 1600 m. ed attorniata da estese faggete. Più in alto è situata la stazione sciistica di Vigla.

Unità regionale di Grevena

  • 4 Avdella (Αβδέλλα)
  • 5 Grevena (Γρεβενά, Grevená)
  • 6 Kosmati (Κοσμάτι)
  • 7 Perivoli (Περιβόλι) — Situata a un'altitudine di 1250–1370 metri Perivoli è un villaggio abitato d'inverno da non più di una dozzina di famiglie che parlano il dialetto aromani (Vlachi / Βλάχοι in greco). D'estate Perivoli è pieno di vita grazie ai villeggianti che vi affluiscono con l'intento di compiere escursioni al parco nazionale del Pindo.
  • 8 Vasilitsa (Βασιλίτσα) — Stazione di villeggiatura con interessanti alberghi tra superbi boschi di conifere e latifoglie e centro di sport invernali con impianti di risalita sci.

Unità regionale di Kastoria

  • 9 Kastoria (Καστοριά, Kastoriá)

Unità regionale di Kozani

Altre destinazioni[modifica]

  • 1 Parco nazionale dei laghi di Prespa (Εθνικός Δρυμός Πρεσπών, Ethnikòs Drymòs Pindou) — La Piccola e la Grande Prespa sono due laghi situati là dove si incontrano i confini di Grecia, Albania e Macedonia del Nord. Alla Grecia non appartengono che porzioni minori dei due laghi. La zona è istituita a parco nazionale.
  • 2 Parco nazionale del Pindo (Εθνικός Δρυμός Πίνδου, Ethnikòs Drymós Pindou) — Un grande parco che esteso su una serie di monti impervi dei quali il più alto è lo 1 Smolikas, il più alto monte di Grecia dopo il' Olimpo.
Il parco è poco attrezzato (un paio di rifugi) e i telefoni cellulari non funzionano al suo interno per cui la visita richiede attenta programmazione.
Nel parco vivono esemplari di orso bruno di capriolo e di camoscio. Sono presenti anche colonie di lupi, gatti selvatici, volpi, cinghiali oltre a a varie specie di uccelli anche rapaci, rettili e anfibi.
Il principale accesso al parco è dal villaggio di Perivoli menzionato dianzi.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aeroporto internazionale più vicino è quello di Salonicco. Una volta scesi dovrete recarvi alla stazione degli autobus Macedonia (dall'altra parte della città) e lì individuare l'autobus per la vostra destinazione finale in Macedonia Occidentale. Se questa è Florina potreste optare anche per il treno.

In auto[modifica]

Svincolo Kozani-nord tra la Autokinetodromos A2 number.svg e la Autokinetodromos A27 number.svg

La Macedonia Occidentale è attraversata da una moderna autostrada, la Via Egnazia o Autokinetodromos A2 number.svg che inizia dal porto di Igoumenitsa e termina alla frontiera greco-turca. Nel tratto che attraversa la Macedonia Occidentale, la A2 tocca i due capoluoghi di Grevena e Kozani e presenta altresì due diramazioni con caratteristiche autostradali:

  • Autokinetodromos A29 number.svg. La A29 è un'autostrada di 79 km che ha inizio allo svincolo di Siatitsa e termina dopo 72 km a 2 Kristallopigi, il posto di frontiera con l'Albania. La A29 tocca Kastoria, famosa per le sue chiesette bizantine e i loro pregevoli affreschi. Motorway 29 (Q389388) su Wikidata
  • Autokinetodromos A27 number.svg. La A27 ha inizio dallo svincolo di Kozani Nord e si arresta dopo 78,5 km al 3 posto di frontiera di Niki con la Macedonia del Nord. Tocca la città di Florina. Oltre confine sta 4 Bitola, città ai piedi del massiccio montuoso Baba, rinomata località di villeggiatura. Motorway 27 (Q389386) su Wikidata

In treno[modifica]

  • Ferrovia Salonicco-Florina. L'unica ferrovia della Macedonia Occidentale è la Salonicco-Florina. È una ferrovia non elettrificata e a binario unico lunga circa 200 km. I treni effettuano fermate intermedie a Veria ed Edessa, due località turistiche di un certo interesse, menzionate da qualsiasi guida degna di questo nome. Informazioni su orari sul sito treni OSE. Ferrovia Salonicco-Bitola su Wikipedia Ferrovia Salonicco-Bitola (Q7783478) su Wikidata

In autobus[modifica]

Gli autobus del consorzio KTEL provvedono a collegare i vari centri regionali con le altre città greche. Particolarmente frequenti sono le corse da/per Salonicco. Ogni unità regionale ha il suo consorzio KTEL:


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • Ponte di Portitsa (Yefìri Portitsas). Dei numerosi ponti in pietra costruiti nel periodo ottomano, questo di Portitsas è considerato il più bello semplicemente perché ha come sfondo l'ingresso di una gola selvaggia tra pareti rocciose che sembrano dover crollare in pochi istanti. Aggiunge suggestione il rumore scrosciante delle acque dell'Aliakmonas che si fa impetuoso proprio in questo tratto, tra i villaggi di Spileo e Lykotrypa (il buco del lupo).


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


Altri progetti