Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordorientale > Trentino-Alto Adige > Trentino > Valle dell'Adige > Valle dei Laghi

Valle dei Laghi

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Valle dei Laghi
I monti Brento e Casale visti dalla sponda Est del lago di Cavedine
Stato
Regione
Capoluogo

Valle dei Laghi è una valle alpina del Trentino-Alto Adige.

Da sapere[modifica]

La denominazione, un neotoponimo creato nella seconda metà del Novecento, è dovuta alla presenza di numerosi laghi,

Cenni geografici[modifica]

La valle dei Laghi è una valle del Trentino sud-occidentale che scorre in direzione circa NNE-SSW dalla soglia di Terlago fino al Basso Sarca.


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • Calavino — È noto soprattutto per i suoi laghi e per l'omonimo Castel Toblino che sorge su un promontorio lacuale.
  • Cavedine — Ubicato nella Valle di Cavedine o Val del Vent, vanta alcune vestigia romane e siti di interesse naturalistico.
  • Lasino — Castel Madruzzo e il lago di Lagolo sono le sue principali attrattive.
  • Terlago — lo dice già il suo nome: è il paese fra i laghi, oppure dei tre laghi: di Terlago, lago Santo, lago di Lamar.

Altre destinazioni[modifica]

  • Lago Santo — Percorrendo la Strada del Laghi il Lago Santo di Terlago è il primo specchio d'acqua che si incontra; proseguendo si raggiunge in brevissimo tempo l’altro lago, il Lago di Lamar.
  • Lago di Cavedine — Oggi è poco balneabile a causa dello sfruttamento idroelettrico che ne rende l'acqua fredda e il livello idrometrico variabile. Ciò nonostante viene praticato il windsurf per la presenza costante di brezze quali l' Ora del Garda.
  • Lago di Lagolo — È situato a 950 metri sul livello del mare fra Calavino e Lasino. Non ha immissari ma si notano delle sorgenti sotto il livello dell'acqua, mentre ha un piccolo emissario per scaricare a valle le acque eventualmente eccedenti. Il lago nella sua parte meridionale è ricco di canneti. La sua massima profondità è di 7 metri.
  • Lago di Lamar — Situato a 714 metri di altitudine, per la sua singolare posizione è ascrivibile sia alla valle dei Laghi, per vicinanza geografica, sia al bacino della val d'Adige. L'ambiente circostante è quello del faggio e dell'abete. Vi è una buona presenza di fauna, la quale è raramente disturbata da un turismo non invasivo. Sulla sponda meridionale, a circa trenta metri d'altezza rispetto alla superficie dell'acqua, si apre l'abisso di Lamar, profonda spelonca riconducibile al carsismo che interessa l'intera zona.
  • Lago di Santa Massenza — È un lago di origine glaciale che si trova fra di Vezzano e Padergnone ed è collegato al Lago di Toblino da un breve canale.
Le sponde occidentali e meridionali del lago sono facilmente raggiungibili, mentre quelle settentrionali e orientali sono occupate rispettivamente dalla centrale idroelettrica di Santa Massenza e da vigneti.
Nonostante lo scarico delle acque della centrale abbia modificato le condizioni idrologiche del lago, la fauna ittica è ricca e variegata.
Sulla sponda settentrionale del lago sorge la centrale idroelettrica di Santa Massenza che sfrutta le acque del lago di Molveno e del lago di Ponte Pià. Fu costruita nel 1951 ed è la più potente del Trentino con una potenza di 350 MW e un produzione annua di 760 GWh.
  • Lago di Terlago — È un piccolo lago naturale; le sue acque hanno un singolare colore bruno-olivastro dovuto alla variegata flora acquatica, che non trova altri analoghi riscontri nel Trentino. È considerato un vero "paradiso" dai pescatori per la presenza di numerose e pregiate specie ittiche: il luccio, la non troppo diffusa trota lacustre autoctona, la carpa, la tinca, il cavedano e via dicendo. Sulle rive del lago si trovano varie attività: il Bar Lido di Terlago posto sulla sponda est del lago, Bar lido Lillà posto sulla sponda ovest, un campeggio, un albergo-Garnì ed un ristorante-pizzeria.
Il lago è balneabile e durante il periodo estivo è attivo il servizio di "spiaggia sicura" con la presenza quotidiana, ad orari prestabiliti, di un bagnino.
Utilizzato per l'attività di pesca, è l'ecosistema lacustre più produttivo del Trentino.
Dal 2015 è stata aperta nel periodo aprile-ottobre un'attività sportiva, con il gioco sull'acqua “LakeLine”, per la simulazione del Kitesurf.
  • Lago di Toblino — È un piccolo lago di fondovalle circondato da un rigoglioso canneto e da una vegetazione particolarmente interessante. Il lago e l'area circostante sono stati dichiarati un biotopo per interessi naturalistici sia botanici sia etologici, ed è come tale tutelato dalla Provincia autonoma di Trento. La balneazione non è tecnicamente vietata, ma la bassa temperatura dell'acqua e le forti correnti la sconsigliano fortemente.

Laghi minori


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Nel territorio esistono numerosi edifici di carattere storico quali, tra i tanti, i castelli di Madruzzo e Toblino, la cappella del XVI secolo e la chiesetta del XVIII secolo dei SS. Mauro Grato e Giocondo a Calavino, la villa Ciani Bassetti a Lasino, le parrocchiali nei vari comuni della valle, i numerosi capitelli votivi testimoni della pietà popolare.

Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]



Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.