Scarica il file GPX di questo articolo

Udaipur (Rajasthan)

Da Wikivoyage.
Asia > Asia del Sud > India > India occidentale > Rajasthan > Udaipur (Rajasthan)
Udaipur
Udaipur: il "Lake Palace Hotel" visto dall'alto del "City Palace"
Bandiera
Udaipur (Rajasthan) - Bandiera
Stato
Stato federato
Altitudine
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Posizione
Mappa dell'India
Udaipur (Rajasthan)
Udaipur
Sito del turismo
Sito istituzionale

Udaipur è una città del Rajasthan, stato dell'India occidentale.

Da sapere[modifica]

Udaipur è una città dall'aspetto romantico per via del suo fiabesco palazzo che si specchia sulle rive del lago Pichola. Il suo carattere da favola non è sfuggito alla Disney che vi ha ambientato parecchi film, l'ultimo dei quali è stato quello dal titolo "Cheetah Girls: One World".

Nel 1983 vi fu girato un altro film di successo, dal titolo "Octopussy - Operazione_piovra" della serie "James Bond".

Il lago Pichola non è il solo che bagna Jaipur. Più a nord stanno i laghi (Sagar) Fateh e Saroop. Tutti e tre sono di origine artificiale e non di rado si seccano al di fuori della stagione monsonica.

Udaipur è spesso chiamata la "Venezia dell'India" o il "Kashmir del Rajasthan" con riferimento a Srinagar, altra città lacustre nello stato di Jammu e Kashmir.

Quando andare[modifica]

Settembre - marzo costituisce il miglior periodo per una visita a Udaipur

Cenni storici[modifica]

Udaipur è di origini recenti rispetto ad altre città del Rajasthan. Fu fondata nel 1568 da Udai Singh, dopo che la capitale del suo regno, Chittorgarh era stata espugnata e conquistata dalle truppe dell'imperatore Akbar (1542 – 1605).

Rana Udai Singh era un esponente della dinastia Sisodia che aveva costituito fin dal VII secolo lo stato di Mewar in questa parte dell'odierno Rajasthan. I suoi discendenti regnarono su Udaipur con il titolo di Maharana fino al 1947, anno della proclamazione dell'indipendenza dell'India.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Udaipur ha un piccolo aeroporto, il "Maharana Pratap Singh", dal nome di un re leggendario vissuto nel medioevo. L'aeroporto è a circa 20 km da Udaipur. Gli spostamenti da/per il centro avvengono in taxi. Di seguito un elenco delle compagnie che vi operavano nel 2008:

In auto[modifica]

Udaipur dista 271 km Ajmer e 403 km da Jaipur, località situate entrambe a nord di Udaipur, lungo la strada per Delhi (680 km).

In direzione sud stanno Ahmedabad (250 km), Vadodara, Surat e Mumbai (793 km)

In treno[modifica]

La stazione ferroviaria di Udaipur (UDZ) si trova nell'angolo sud-est della città, appena fuori la mura. È servita da linee secondarie. Per prenotare un treno on line bisogna conoscerne il numero. Alcuni sono riportati di seguito:

  • Il treno n° 9943 parte ogni giorno alle 19:45 e arriva a Ahmedabad alle 04:20 del giorno seguente.
  • Il treno n° 2966 parte quotidianamente alle 21:35 e arriva a Jaipur alle 07:10 del giorno successivo.
  • Il Mewar Express (treno n° 2964) collega Udaipur a Delhi (DLI). Parte alle 18:35 e arriva a Delhi alle 06:10 del giorno successivo


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

City Palace[modifica]

Udaipur: il City Palace
Scalinate sul lato del City Palace che si affaccia sul lago Pichola
  • City Palace. La maggiore attrazione cittadina è costituita da questa reggia, la più vasta del Rajasthan, la cui costruzione iniziò al tempo del maharana Udai Singh II (1537 - 1572) e non fu completata che due secoli più tardi dal suo discendente Sangram Singh II (1710-1734). Si erge sul pendio di una collina in posizione dominante sul lago di Pichola. Visto dall'esterno il complesso da l'impressione di un unico palazzo adornato con torri ottagonali a cupola. In realtà è costituito da 4 edifici maggiori più innumerevoli altri, più piccoli e collegati tra loro da une serie di cortili, giardini, scale e corridoi così da costituire un inestricabile labirinto. Per visitarlo tutto è necessario ricorrere ai servigi di una guida.
  • Zanana Mahal. Era il luogo adibito a gineceo. Fu restaurato alla fine del XX secolo e portato ai suoi antichi splendori da Arvind Singh, rappresentante della dinastia Mewar.
  • Rang Angan (Corte Reale). È un patio al cui centro sorge un tempietto, il Dhuni Mata che segna il luogo che un asceta avrebbe suggerito a Udai Singh II per la fondazione della sua nuova capitale. Costituisce la parte più antica del palazzo. Le mura del cortile sono decorate con affreschi che ritraggono episodi della vita del maharana Pratap Singh I.
  • Mor Chowk (Patio dei Pavoni). Con i suoi stupendi mosaici in vetro colorato raffiguranti per l'appunto pavoni, "Mor Chowk" è la struttura più ammirata del City Palace. Fu costruito nel XVII secolo con la funzione di durbar (area di ricevimento ufficiale degli ospiti) ma i mosaici furono aggiunti alla fine del XIX secolo.
  • Chini Chitrashali. È una costruzione coeva del patio dei pavoni. Il suo nome significa palazzo delle meraviglie della Cina. Ospita infatti collezioni di porcellane e vetri cinesi.
  • Moti Mahal (Palazzo delle perle). Il Moti Mahal è famoso per le sue decorazioni in specchi variopinti così da sembrare un vero caleidoscopio.
  • Amar Mahal. È un giardino con fontane e chioschi costruito su uno sperone rocciose in posizione dominante sul lago.
  • Dil Khushal. È il nome di un salone con il pavimento di specchi.
  • Karan Vilas. Il palazzo ospita il "Govenment Museum", noto in passato come "The Victoria Hall Museum". Vi sono esposte sculture in bronzo e in pietra e un gran numero di iscrizioni di epoca giainista. Nella sezione dedicata alle armi spicca una pesante armatura appartenuta al maharana Pratap Singh (1572-1597). Tra i reperti archeologici si nota una colossale testa di Shiva con un copricapo molto elaborato. Risale al VII secolo d.C. La sezione delle miniature comprende più di 9,000 esempi realizzati tra il XVII e il XIX secolo. Simpatica la collezione di turbanti antichi, tutti molto elaborati e dai colori estremamente vivaci.
  • Shambhu Niwas Palace. Fu realizzato tra il 1861 e il 1874 e funge ancora da residenza dell'attuale maharana. Le sponde del lago in corrispondenza del palazzo sono sistemate a giardini pubblici con piccoli ghats. Le due isolette davanti sono Jag Mandir a sinistra e Jag Niwas (palazzo del lago).

Città vecchia[modifica]

Il centro della città è circondato da mura erette dal maharana Kam Singh (1620-1628). Delle cinque porte che permettono l'accesso al centro la più interessante è la Porta dell'Elefante (Hathi Pol) che si apre sul tratto settentrionale della cinta muraria. Le attrazioni maggiori all'interno della città fortificata sono:

  • Tempio di Adinath. Un tempio jainista del XVI secolo appartenente alla setta di Digambara.
  • Tempio di Jagadasha. Un tempio induista del 1650 consacrato a Visnu.

Fuori dal centro[modifica]

Udaipur: L'albergo "Lake Garden Palace" (Jag Mandir)
Udaipur e i laghi circostanti visti dalla collina del forte Sajjangarh (Palazzo del monsone)
  • Jag Mandir. Più noto come "Lake Garden Palace", è situato su un'isola del lago Pichola di fronte il City Palace. La sua costruzione fu iniziata dal Maharana Karan Singh II (1620-1628) per essere completata sotto il suo successore e figlio, Maharana Jagat Singh I (1628-1652). Oggi è adibito ad albergo di lusso. Oltre che per le ricche decorazioni in marmo, il palazzo è famoso per i suoi magnifici roseti, inframezzati da palme, fontane e piscine. Darikhana è il nome di una terrazza contornata da colonne e adibita a ristorante.
  • Shilpgram. A 3 km dal centro in direzione dei Monti Arawallis, Shilpgram è un centro di artigianato tradizionale istituito nel 1989. Comprende un museo etnografico e una mostra permanente di strumenti musicali.
  • Ahar. Località a 4 km dal centro. Vi si trovano i cenotafi (chatri) dei sovrani di Mewar e il palazzo reale delle cremazioni. Ahar è molto antica. Fu capitale di un regno costituitosi nel X secolo d.C. Di quell'epoca non rimane che un tempio dedicato a Shiva e le rovine di altri cinque dedicati a Mahavira, fondatore del giainismo. Nel piccolo museo locale è esposto il materiale dagli scavi archeologici nella zona.
  • Sajjangarh Fort (Palazzo del Monsone). Un palazzo sulla cima di una collina di 340 m. con viste panoramiche sulla città sottostante e i suoi laghi. Il palazzo fu realizzato nel 1884 per fungere da residenza estiva del sovrano Sajjan Singh. Nel film "Octopussy - Operazione Piovra" il palazzo del Monsone è apparso come residenza di Kamal Khan, personaggio-rivale di James Bond che fu interpretato dall'attore francese Louis Jourdan.


Udaipur è anche una città di parchi e giardini che si estendono sulle rive dei laghi circostanti e anche sui loro isolotti.

  • Saheliyon Ki Bari. Il parco più bello di Udaipur è un lussureggiante giardino sistemato sulle rive del Fateh Sagar agli inizi del XVIII secolo. Ospita numerosi padiglioni un tempo destinati agli svaghi delle damigelle d'onore della regina. Il nome significa infatti "Giardino delle dame". Molti di questi padiglioni furono ricostruiti nel XIX secolo.
  • Nehru Island Park. Allestito su un'isolotto del Fateh Sagar. Le fioriere sono inframezzate da numerose fontane. Vi funziona un ristorante.


Eventi e feste[modifica]

  • Gangaur. Festa in onore della dea Parvati, consorte del dio Shiva. È a data variabile e ricorre nel mese di chaitra, corispondente ai nostri marzo-aprile. Celebra l'inizio della stagione monsonica che si spera apporti piogge abbondanti e di conseguenza un ricco raccolto. Consiste in processioni soprattutto di donne nubili che si tingono le mani e talvolta il viso di henna nella speranza di trovare più facilmente un marito. La festa prevede anche cortei di elefanti e esibizioni di artisti popolari.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Le imponenti mura della fortezza di Kumbhalgarh
  • Kumbhalgarh (105 km a nord-ovest da Udaipur) - Le mura della fortezza di Kumbhalgarh hanno un perimetro di 35 km. Si ritiene che siano le più lunghe del mondo dopo la grande muraglia cinese. La fortezza è stata costruita su una cima dei monti Aravalli a 1100 m. di altitudine. All'interno delle mura stanno circa 300 templi gianisti. È possibile pernottarvi.
  • Ranakpur - Proseguendo oltre Kumbhalgarh si incontra Ranakapur, piccolo centro con templi gianisti molto ammirati per le loro ricche sculture.
  • Chittorgarh - Situata ad est, a circa 114 km di distanza, Chittorgarh fu capitale dei Mewar prima di Udaipur ed è famosa per la sua fortezza ritenuta una delle più belle del Rajasthan

Itinerari[modifica]

Giro del Rajasthan e del Gujarat

Udaipur: Il lago (sagar) Fateh


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.