Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Grecia > Grecia settentrionale > Macedonia (Grecia) > Macedonia Centrale > Serres

Serres

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Serres
Σέρρες
Serres - Palazzo della Prefettura
Bandiera
Serres - Bandiera
Stato
Regione
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Grecia
Serres
Serres
Sito del turismo
Sito istituzionale

Serres è una città della Macedonia, capoluogo dell'omonima prefettura.

Da sapere[modifica]

Cenni storici[modifica]

Serres acquistò importanza in epoca proto-bizantina divenendo sede vescovile. Nel X secolo divenne un importante avamposto militare a guardia della strada che legava Costantinopoli a Salonicco. Nel 1206 fu espugnata dai Bulgari. Quindici anni più tardi entrò a far parte del despotato d'Epiro e, dopo 25 anni, dell'impero di Nicea. Nonostante questi passaggi di mano, la città si sviluppò economicamente e culturalmente. Nel 1345 cadde nelle mani del re di Serbia Stefano Dušan. Nel 1371 tornò sotto il dominio dei Bizantini che la tennero fino al 1383, anno in cui fu occupata dagli Ottomani. Il loro dominio durò più di 5 secoli. Durante la I guerra balcanica, la città fu occupata dai Bulgari che però furono costretti a cederla ai Greci dopo la conclusione della II guerra balcanica. Prima di evacuare le truppe bulgare provvidero a distruggere la città dandole fuoco. I Bulgari tornarono ad occupare la città per ben due volte nel corso della I e della II guerra mondiale ma sempre furono costretti a riconsegnarla alla Grecia in forza della sottoscrizione dei trattati di pace

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Serres - La chiesa dei Santi Teodoro
  • Chiesa dei Santi Teodoro. Situata nel centro cittadino, noto come quartiere di Varosi, fu eretta nel 1224 al tempo del despota d'Epiro Teodoro Comneno, sul sito di un'altra chiesa del VI secolo. Fu la cattedrale di Serres. Subì gravi danni dall'incendio attizzato dall'esercito bulgaro nel 1913. Conserva notevoli mosaici
  • Moschea del pascià Mehmet, Via Prossis, +30 2510 224 716, +30 2510 224 716. Il più grande e il meglio conservato dei monumenti ottomani di Serres. Fu innalzata nel 1492 su commissione del pascià Mehmet, genero del sultano Bayezid II, come informa la targa in marmo a fianco dell'ingresso centrale. La cupola centrale ha un diametro di 15 metri
Museo di Serres
  • Museo archeologico. È ospitato nel Bezesteni, il mercato coperto dell'epoca ottomana. Sta sulla piazza Eleftherias al centro di Serres. Le collezioni comprendono frammenti di statue di epoca romana e frammenti di mosaici bizantinia
  • Acropoli di Serres. Su una collina a nord del centro. Risale ad epoca bizantina, molto probabilmente al X secolo. Il re serbo Stefano Dusan, una volta catturata la città, si preoccupò di rinforzare le mura della fortezza. A quel tempo risale il bastione "Oreste", dal nome del generale del re, che ancora oggi si staglia sulla collina dell'Acropoli, dominando il paesaggio di Serres


Eventi e feste[modifica]

  • Gynakokratia (Il dominio delle donne) (Ha luogo nel villaggio di Nea Petra). Simple icon time.svg 8 gennaio. Le donne prendono per un giorno il potere, eleggono un loro presidente e escono per le strade intrattenendosi nei pubblici bar. Gli uomini rimangono in casa e si occupano delle faccende domestiche. Se qualcuno di loro osa uscire per strada viene bagnato con un secchio di acqua fredda.
  • Anastenaria (Nel villaggio di Santa Elena a 14 km da Serre). Simple icon time.svg 21 maggio. Festa ortodossa in onore dei Santi Costantino ed Elena viene accompagnata da esibizioni di danza su carboni ardenti.
  • Nel villaggio di Nigrita, l'usanza locale vuole che nella settimana dopo Pasqua una giovane del luogo si lasci cadere in un pozzo nella piazza del paese. Dopo di che si da avvio a danze accompagnate da musiche tradizionali. Si tratta della rappresentazione drammatica in memoria di una ragazza che nel 1830 cadde nel pozzo mentre attingeva l'acqua morendo annegata.


Cosa fare[modifica]

  • Escursioni a cavallo, +30 23270 41450, +30 6947 15224 (mobile), fax: +30 23270 41476. Possono essere praticate nella zona del lago Kerkinis, oltre a quelle in bicicletta e in canoa. Occorre rivolgersi al sign Giannis Reklos (Γιάννης Ρέκλος) proprietario della pensione Oikoperiigitis (escursioni ecologiche) oltre che di una scuderia di cavalli messi a disposizione degli ospiti. Escursioni a cavallo possono essere praticate anche nella zona montana di Lailià. Sono organizzate dall'albergo Aetopetra.


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi elevati[modifica]

  • Agios Ioannis (Άγιος Ιωάννης) (2 km dal centro). Un bel posto con molti alberi di platano e dove scorrono numerosi ruscelli. Vi funzionano ristoranti e taverne di pesce.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Nei dintorni di Serres
  • Viglatoras, +30 23270 51231. Raccomandato agli amanti dell'ecoturismo. Si trova nelle vicinanze del villaggio di Ano Porria sulle rive del lago Kerkinis. La costruzione è una casa in pietra in stile tradizionale macedone. Gli interni sono arredati in modo molto curato così da creare atmosfere suggestive. La prima colazione è abbondante e nello stile locale
  • Hotel Hamam (Nel villaggio di Anghistri), +30 23230 41420.
  • Hotel Agkistro (Nel villaggio di Anghistri), +30 23230 28518.

Prezzi medi[modifica]

Nei dintorni di Serres
  • Hotel Aetopetra (Nel centro sciistico di Lailià), +30 23213 00933, @ . Albergo di cat "B" (4 stelle).
  • Pensione Oikoperiyitìs (Nel villaggio di Kerkini, sulle rive dell'omonimo lago), +30 23270 41450. Pensione di 26 stanze. Il proprietario della pensione, Giannis Reklos possiede anche una scuderia di cavalli offrendo l'opportunità di compiere escursioni nella zona del lago Kerkini o sui monti omonimi. Possibilità di praticare il canottaggio sul lago

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]

In caso di emergenza è possibile chiamare i seguenti numeri:

  • n° di emergenza: 100
  • Vigili del fuoco: +30 23210 22199


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Lailià (Λαϊλιά) — Stazione climatica nell'alta vallata di Agion Anargirion, 25 km a nord di Serres. La strada che vi conduce passa attraverso paesaggi molto verdi. Due km oltre e a quota 1.847 m si trova una pista di un km per la pratica dello sci con un impianto di risalita costituito da 3 seggiovie. Gli sci si possono affittare sul luogo. Esiste uno chalet-rifugio con capacità ricettiva di 80 posti e servizio di bar/ristorante (tel +30 23210 62400). Il centro è in funzione solo nei fine settimana da venerdì a domenica. La neve si mantiene al massimo fino alla seconda metà di marzo
  • Lago Kerkini — L'altra attrazione turistica nei dintorni di Serres. Vi si possono praticare le escursioni a cavallo e in canoa. Nelle vicinanze del lago sono allevati un migliaio di bufali e esistono progetti di dar avvio alla produzione di mozzarelle di bufala, unico centro di produzione in tutta la Grecia. Si raggiunge facilmente in treno da Salonicco o da Serres.
  • Anghistro — Una quarantina di km a nord del lago Kerkini, muovendo in direzione della frontiera con la Bulgaria (posto di frontiera di Promachona), si trova l'incantevole villaggio Anghistro (Αγκιστρο) con un piccolo stabilimento termale che sfrutta sorgenti di acque calda (40°) ricche di sali di carbonio. Consigliato il percorso della vicina strada panoramica che da Siderokastro segue il corso del fiume Strimona.

Itinerari[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).