Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Balcani > Bulgaria > Tracia settentrionale > Plovdiv

Plovdiv

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Plovdiv
Пловдив
Scorcio della vecchia Plovdiv
Stemma e Bandiera
Plovdiv - Stemma
Plovdiv - Bandiera
Stato
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Bulgaria
Plovdiv
Plovdiv
Sito del turismo
Sito istituzionale

Plovdiv è la seconda città bulgara in ordine di grandezza e una delle città più antiche d'Europa. È stata dichiarata Capitale europea della cultura per il 2019 assieme a Matera.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

La città di Plovdiv è situata sulle sponde del fiume Marica, nella parte meridionale della piana di Plovdiv, una pianura alluvionale che forma la parte occidentale dell'Alta Pianura di Tracia, circa 152 km a sud-est della capitale Sofia. È circondata dagli Antibalcani a nord-ovest e dai monti Rodopi a sud.

Il territorio su cui sorge Plovdiv comprende sei colli di sienite, tradizionalmente chiamati dai suoi abitanti tepeta: Džendem, Bunardžik, Sahat, Nebet, Džambaz e Taksim. Gli ultimi tre formano il nucleo centrale e antico della città. Fino all'inizio del XX secolo i colli erano sette ma il più piccolo (Markovo Tepe) è stato distrutto.

Quando andare[modifica]

Il clima temperato è caratterizzato da un forte contrasto di temperature tra estate e inverno, che lo rende molto simile ad un clima continentale. Le estati sono in genere calde e secche, gli inverni sono, invece, spesso molto freddi. La temperatura media annua è di 12,3 °C mentre la temperatura massima media è nel mese di luglio (33 °C). L'umidità relativa media è del 73% ed è più elevata in dicembre (86%) e più bassa nel mese di agosto (62%). Le precipitazioni totali sono di 540 mm: i mesi più piovosi dell'anno sono maggio e giugno con una precipitazione media di 66,2 mm, mentre il più secco è agosto con una media di 31 mm. La profondità media della coltre di neve è da 2 a 4 cm, ma in alcuni inverni può raggiungere i 70 cm o più. Le nebbie sono frequenti nei mesi più freddi, soprattutto lungo le rive del Marica.

Cenni storici[modifica]

Plovdiv è la più antica città continuamente abitata in Europa, che ora si trova su sei colline. Il primo insediamento tracio sulla collina di Nebet risale al 6.000 a.C. I primi abitanti della città erano presumibilmente tribù trace.

Nel 342 a.C. Filippo di Macedonia conquistò la città e le diede il nome Philippopolis ("Philippos" e "polis" - città). Nel 12 d.C. i Romani iniziarono a conquistare le province della Tracia sul territorio che oggi è la Bulgaria. Dopo la morte del re tracio Remetalce III nel 46 d.C., la Tracia fu proclamata ufficialmente provincia romana. Durante questo periodo la città di Plovdiv era già un importante centro amministrativo e subito dopo fu proclamata città metropolitana della provincia della Tracia. La città fu chiamata Trimontium (una città su tre colline) ma presto riacquistò il suo precedente nome Philippopolis.

Durante la lunga occupazione dell'Impero Ottomano, fu costruita una grande moschea ancora presente nell'area centrale. Durante il periodo comunista, su una delle tre colline principali che dominano la città, fu eretta una statua al milite ignoto russo.

Oggi Plovdiv è una famosa meta turistica e punto d'ingresso per molti altri punti d'interesse. Plovdiv è famosa per ospitare due volte all'anno la Fiera Internazionale di Plovdiv e per i suoi siti archeologici.

A Plovdiv potete trovare aiuto e maggiori informazioni sulla città da uno dei due Centri di informazione turistica: il primo si trova nel centro della città, tra l'edificio della posta e Odeon; quando si arriva in città in treno o in autobus attraverso le stazioni "Ugh" o "Rhodopi", è uno dei primi edifici che si incontrano. La seconda si trova nel centro storico, sulla via principale (S. Saborna), poco prima del Museo Etnografico e della Chiesa di San Konstantin ed Elena. C'è anche uno sportello informativo all'interno della stazione ferroviaria. Gli uffici turistici possono aiutarvi, ma non aspettatevi un buon livello di inglese. Potete sempre provare a utilizzare il wifi gratuito nelle stazioni degli autobus e in quelle ferroviarie.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

Anfiteatro

In aereo[modifica]

L'aeroporto internazionale di Plovdiv si trova vicino al villaggio di Krumovo, a 15 km dal centro città (circa 20 minuti in auto). Dall'Italia ci sono voli diretti RyanAir da Bergamo Orio al Serio.

L'alternativa è atterrare a Sofia e poi prendere un autobus diretto per Plovdiv.


Come spostarsi[modifica]

La zona del centro storico ha un'ampia area pedonale, quindi è molto probabile che vi sposterete a piedi.

In taxi[modifica]

I taxi e gli autobus sono i mezzi di trasporto più diffusi e frequenti.

In auto[modifica]

Se invece pensate di spostarvi con una vostra auto fate attenzione: Plovdiv ha uno dei più alti tassi di incidenti stradali del Paese.

Cosa vedere[modifica]

La vecchia Plovdiv è piccola e percorribile a piedi, con la strada principale del centro città bloccata al traffico automobilistico. Ci sono diversi edifici come musei, alberghi, ristoranti, ecc. e merita una visita se ne avete la possibilità. Il vicino Teatro Romano, scoperto negli anni '70 durante un progetto di costruzione, fa parte della zona pedonale, e in genere qui e nelle vicinanze si trovano mercanti che vendono opere d'arte e altri oggetti. Passeggiate per le strade acciottolate vicino al centro città per trovare la secolare chiesa di Santa Marina con una torre di legno unica nel suo genere, la moschea risalente al periodo dell'Impero Ottomano, e sulla vicina collina il centro storico della città. Il centro storico della città vecchia era murato, e ha una notevole porta d'ingresso. Il vicino ristorante Puldin dispone di sale sotterranee dove si possono vedere le vecchie mura e i manufatti storici. Proseguendo sulla collina, diverse case più antiche sono ora musei. L'anfiteatro romano con vista sulla città sottostante è parzialmente restaurato e ancora utilizzato per concerti e altri eventi. Quando si va all'altra estremità della strada pedonale, vicino al Centro di Informazione Turistica e all'ufficio postale, si vedono l'Odeon e il Foro Romano. Questo aveva tre lati di 13 negozi su ogni lato, e un quarto per la banca, la biblioteca e altre istituzioni di questo tipo.

Chiesa di S. Luigi dei Francesi
Il monastero di Bačkovo
  • 1 Cattedrale cattolica di San Luigi dei Francesi. Realizzata nel 1861 in stile barocco, vi fu installato il primo organo in Bulgaria. Nel 1931 un incendio danneggiò gravemente la chiesa distruggendo l'organo. Dopo l'incendio l'edificio fu di nuovo ricostruito. Fu affrescata dall'artista Stamatov Krusty. La facciata attuale in stile neoclassico fu opera dell'architetto Kamen Petkov. Il campanile fu costruito nel 1898 ed è dotato di 5 campane dono di Papa Leone XIII, prodotte a Bochum in Germania. La chiesa racchiude la tomba di Maria Luisa di Borbone-Parma (1870-1899), prima moglie di Ferdinando I di Bulgaria. Cattedrale di San Luigi (Plovdiv) su Wikipedia cattedrale di San Luigi dei Francesi (Q2942391) su Wikidata
  • 2 Monastero di Bačkovo. Fondato nel 1083. Secondo per importanza storica e valore artistico solo al monastero di Rila. Al centro del complesso monastico si trovano due chiese unite fra loro: la più piccola, dedicata agli arcangeli Michele e Gabriele, è del XII secolo; la grande, dedicata alla Vergine, è del 1604. Principale attrattiva della chiesa è l'icona della Vergine (di fattura bizantina) ritenuta miracolosa e che potrebbe risalire al VII secolo. Il suo rivestimento venne prodotto nel 1819 dalla scuola di gioielleria dello stesso monastero. Fuori dal recinto monastico si trova la cappella ossario della Santa Trinità, a due piani dell'XI secolo. La cappella reca influenze orientali, armene, siriane e georgiane; l'alternanza di pietra e cotto nella muratura esterna è propria dello stile del primo regno bulgaro. All'interno sono custoditi affreschi della seconda metà del Trecento, tra i più alti esempi di arte bizantina. Monastero di Bačkovo su Wikipedia Monastero di Bachkovo (Q47020) su Wikidata
  • 3 Moschea Dzhumaya. Ricostruita nella forma attuale per volontà del sultano Murad II, sorge sui resti dell'antica cattedrale di Sveta Petka Tarnovska. Dzhumaya Mosque (Q3409197) su Wikidata
  • Moschea Tashkopryu.
Filippopoli: l'odeon
Filippopoli: il teatro romano
Filippopoli: lo stadio romano
  • Foro romano. Costruito nel II secolo, il foro era il centro economico, politico e culturale di Filippopoli. Di forma quadrata, misurava 184 m per 136 m ed era circondato da un portico colonnato. Ai lati orientale, meridionale e occidentale sorgevano magazzini, a nord si trovavano gli edifici più importanti, alcuni in parte riportati alla luce. Nella parte nord-orientale del foro sorgono i resti dell'Odeon.
  • 4 Teatro romano. Fu eretto tra il 114 e il 117, sotto Traiano, come risulta da un'iscrizione ivi scoperta. La cavea allo stato originale era in grado di accogliere da 5.000 sino a 7.000 spettatori. Settori diversi del teatro erano riservati ai distretti in cui era divisa la città. Attualmente della cavea si sono conservate quattordici gradinate, che insieme ai resti della scena e del proscenio testimoniano ancora la ricchezza decorativa dell'edificio. Teatro romano (Plovdiv) su Wikipedia teatro romano di Plovdiv (Q1363208) su Wikidata
  • 5 Ippodromo (stadio) romano. L'antico stadio di Filippopoli si trova nella centralissima piazza Džumaja e fu originariamente usato per lo svolgimento dei giochi atletici. Qui ebbero luogo i giochi di Kendrijski e Alessandria, in onore del dio Apollo e Alessandro Magno. Solo alla fine del IV secolo lo stadio cominciò ad essere utilizzato come pista da gara per le corse dei carri, perché l'imperatore Teodosio proibì i giochi atletici. L'antico circo romano poteva ospitare circa 30.000 spettatori e fu uno degli edifici più imponenti e significativi della fiorente città di Filippopoli. Stadio antico (Plovdiv) su Wikipedia Stadio antico (Q7205170) su Wikidata
  • Trakart. In un passaggio aperto nel sottopasso pedonale del bulevard Zar Boris III Obedinitel, fra le rovine dei palazzi risalenti all'epoca del dominio romano, si trova il centro culturale Trakart, il cui interno custodisce mosaici del III secolo, notevoli per dimensione e stato di conservazione. Furono rinvenuti in loco negli anni ottanta del Novecento, scavando fra i resti di una grande casa ricostruita dopo la devastazione gota del 251. Dell'abitazione, che era collegata alla vicina basilica, nel IV secolo sede di un importante concilio ecumenico, non rimangono che le fondamenta, utili comunque per leggere la planimetria: si distinguono l'ingresso principale della casa, le stanze e parte del quadriportico.
Il tesoro trace
  • 6 Museo archeologico regionale di Plovdiv. Una delle prime istituzioni culturali bulgare, inaugurato nel 1882. Possiede una delle più ricche collezioni di 100 000 reperti del patrimonio culturale di Plovdiv e del suo territorio. Il museo custodisce uno dei tesori traci di maggior rilievo e importanza della Bulgaria. Composto da oggetti in oro che appartenevano a un sovrano trace sconosciuto della tribù Odrisi che regnava alla fine del IV secolo e l'inizio del III secolo a.C., prodotto a Lampsaco città dell'Asia Minore, è composto da un set di nove oggetti d'oro per riti cerimoniali con un peso complessivo di 6,100 kg. Il set comprende una phiale (un piatto) e otto rhyta (contenitori) di forme diverse: zoomorfe (a testa di cervo e ariete) e antropomorfe (a testa di amazzone). Il tesoro è stato rinvenuto nel 1949 in una tomba trace vicino alla città di Panagyurishte in provincia di Plovdiv. Inoltre il museo espone una ricca e variegata collezione di antiche opere d'arte greca, romana e bizantina. Museo archeologico regionale di Plovdiv su Wikipedia Museo archeologico regionale di Plovdiv (Q637043) su Wikidata
  • 7 Museo etnografico regionale di Plovdiv. Si trova in un ricco palazzo del 1847 nel tipico stile della rinascenza bulgara, dove accoglie una ricca collezione etnografica costituita da materiale proveniente dalla regione di Plovdiv. Museo etnografico regionale di Plovdiv su Wikipedia Museo etnografico regionale di Plovdiv (Q876619) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]

  • Se vi piace la musica si tengono concerti nella sala sinfonica di fronte all'ufficio postale principale. I biglietti costano 3-5 euro, e la qualità è buona.
  • Plovdiv Jazz Fest. Simple icon time.svg In autunno.


Cosa fare[modifica]

Plovdiv offre molte cose da fare e la maggior parte di esse sono facilmente raggiungibili a piedi.

  • Passeggiare sulle colline - godersi il tramonto da tutte le diverse colline è d'obbligo. Camminare fino alla cima nel tardo pomeriggio, scegliere qualcosa da bere e rimanere lì per il tramonto. Scendete a godervi la vita notturna una volta che è buio. Sulla Mladeshki c'è un trenino che va su e giù. Costa 1 lev. Sulla collina Bunardjik si può vedere il monumento del milite ignoto russo - è dedicato a tutti i soldati russi morti nella guerra russo-turca.
  • Centro storico . davvero affascinante e con un po' di fortuna si può assistere a spettacoli dal vivo di vario genere, incluse opere liriche presso l'antico teatro romano.
  • Centro - Godetevi il parco centrale durante il giorno, soprattutto se fa molto, molto caldo di giorno, e di notte - le splendide fontane cantanti. Poi girate per la strada principale e i suoi bar/discoteche.
  • Tour gratuito di Plovdiv - Il tour gratuito in lingua inglese è disponibile tutti i giorni alle 11:00 e alle 18:00 (maggio-settembre) o alle 14:00 (ottobre-aprile) nonostante il maltempo, anche nei giorni festivi. Punto di partenza - Edificio Comunale (Municipio di Plovdiv). Punto di arrivo - Nebet Hill. Organizzato da guide dell'organizzazione no-profit "Free Sofia Tour". Non c'è bisogno di prenotazione, basta presentarsi! Maggiori informazioni sul sito web del Free Plovdiv Tour.


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Plovdiv ha una vita notturna vivace. Il quartiere di Kapana (la trappola), recentemente rinnovato, è stato trasformato in zona pedonale ed è ora pieno di caffè, bar, piccoli ristoranti e negozietti.

Locali notturni[modifica]

  • Kotka & Mishka, ul. Hristo Dyukmedzhiev 14, +359 87 840 7578. Vasta scelta di birre local e internazionali.
  • 1890, ul. Hristo Dyukmedzhiev 6, +359 89 847 3055. Bella atmosfera e musica.
  • Alfreddo Gelateria. Buon caffè, wifi gratuito, un sacco di giovani, e una splendida vista sulla piazza.
  • San Diego Limousines (Лимузини San Diego), +359 885326959. Ecb copyright.svg Da 22 BGN/pax per la prima ora; 11 BGN/pax per ogni ora addizionale. Simple icon time.svg Open 24/7. Un'esperienza stravagante di giorno o di notte - un club su ruote. Pacchetti all-inclusive in bundle con una scelta di extra come un bar completo, ballerine esotiche, trasferimenti aeroportuali o interurbani.


Dove mangiare[modifica]

In generale mangiare a Plovdiv dovrebbe essere economico. Assicuratevi di provare anche la cucina bulgara: carni in umido, insalate e formaggi freschi e buon vino locale. In ogni caso si trovano anche i soliti fast food.

Prezzi modici[modifica]

Il fast food più economico potrebbe costare da 0,50-1,00lv a 2-3lv e si trova lungo la strada principale. Ci sono un sacco di questi posti che offrono pizza, cibo tradizionale e kebab. Ci sono McDonalds, KFC, Kastello, Verdi e altri ristoranti popolari.

  • Supa Bar, ул. Виктор Юго 27, +359 87 729 0030. Ecb copyright.svg ~3 leva. Simple icon time.svg 08:00-00:00. Ottime zuppe. Si trova vicino ad uno degli ingressi del grande parco dello zar Simeonov.
  • 1 Chili 1, ул. Авксентий Велешки 38 (vicino alla biblioteca), +359 878 87 87 24. Ecb copyright.svg 3-5 leva.
  • 2 Chili 2, Пешеходен мост (sul ponte pedonale), +359 878 87 87 24. Ecb copyright.svg 3-5 leva.

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]

I posti più costosi si trovano nel centro storico, in cima alla collina. Ci sono anche alcuni ristoranti fuori dal centro. I ristoranti più cari però offrono un'esperienza molto più esaustiva specie se cercate le specialità bulgare.

  • Ale House, ул. Капитан Райчо 54 (a est del Trimonzium hotel), +359 884 320 111. Ecb copyright.svg 20-30 BGN. Birreria-ristorante in stile bavarese.
  • 4 Smokini, 12 Otets Paisiy street (Sulla strada parallela alla strada pedonale principale. Si trova a 200 metri a sud della moschea di Dzhumaya.), +359 999 000 996. Ecb copyright.svg 20-30 BGN. Precedentemente chiamato "Chuchura", un punto di riferimento per Plovdiv. Ora è visto come un ristorante avventuroso per i viaggiatori internazionali. Offre un mix tra la cucina tradizionale bulgara e le prelibatezze internazionali. L'interno è spazioso con decorazioni industriali e vintage.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • The Crib, Kiril i Metodiy 2 (In centro, vicino alle principali attrazioni), +359 877708892. Ecb copyright.svg 9 Euro. Check-in: 12:00, check-out: 11:00. Bella terrazza e colazione inclusa.
  • Hostel Mostel, 13, Petar Parchevich Str., Ул. Петър Парчевич 13 (Proprio di fronte alla piazza centrale di Plovdiv. A meno di 10 minuti a piedi dalla stazione centrale dei treni e degli autobus, a meno di 5 minuti a piedi dal centro storico), +359 897 100 185, @ . Ecb copyright.svg Da 20 BGN per un posto letto con colazione e basica cena. Personale cordiale e disponibile che parla bene l'inglese, pulito, posto relativamente nuovo, wifi ovunque, spazio per le tende, cucina per l'uso, armadietti (non chiave come descritto sul sito web). Servizio di lavaggio disponibile.
  • Hotel Plovdiv Guest, 20 Saborna Street (Nel centro storico), +359 32 622 432, @ . Dodici camere nel cuore della zona turistica. Non solo un hotel, ma anche un luogo per attività culturali e incontri dove si possono trovare anche un centro di informazioni turistiche, una sala espositiva con uno stand per la vendita di opere d'arte e souvenir, un caffè dell'arte con una galleria d'arte dove si svolgono vari eventi culturali e seminari. L'art cafè (24 posti a sedere) è utilizzato anche per la prima colazione e allo stesso tempo è un luogo perfetto per mostre, seminari, letture letterarie e altri eventi culturali. Le camere sono molto pulite e lucide. Ognuna ha il suo colore e il suo mood.
  • Star Hotel, Patriarh Evtimiy Str. 13 (A 15 minuti a piedi dalla stazione degli autobus, a 10 minuti a piedi dal centro storico e a 2 minuti dall'ufficio postale centrale (dove inizia il tour a piedi gratuito di Plovdiv) e dal centro turistico di Plovdiv). situato nel bel mezzo della strada principale dello shopping. Le camere sono ampie e pulite, e il personale è cortese e disponibile. L'arredamento è datato ma affascinante. Circa 30 euro a notte.
  • Ulpia House, piazza Tsar Kaloyan 17 (A 7 minuti a piedi dallo Stadio Romano), +359 32 39 23 60, @ . Ecb copyright.svg Singole 15 euro, doppie 25 euro. Disponibili triple e quadruple. Guest house, non un ostello. Possibili sconti per soggiorni più lunghi e bassa stagione. Uso della cucina, caffè gratuito. Bel giardino privato. Veloce Wifi gratuito. La famiglia che lo gestisce parla bene l'inglese.


Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.