Scarica il file GPX di questo articolo

Tematiche turistiche > Destinazioni a tema > Patrimoni mondiali dell'umanità > Patrimoni mondiali dell'umanità nella Repubblica Ceca

Patrimoni mondiali dell'umanità nella Repubblica Ceca

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Questa è la lista dei Patrimoni mondiali dell'umanità presenti in Repubblica Ceca al 2019.

Introduzione[modifica]

Logo UNESCO
Bandiera nazionale

La Repubblica Ceca ha accettato la Convenzione UNESCO per i Beni dell'Umanità il 26 marzo 1993.

Lista dei patrimoni dell'umanità[modifica]

Sito Anno Tipo Criteri Descrizione Immagine
1 Centro storico di Praga 1992 Culturale (ii)(iv)(vi) Costruiti tra l'XI e il XVIII secolo, il centro storico, la Malà Strana ("quartiere piccolo") e la Nové Město ("la città nuova") testimoniano la grande influenza culturale e architettonica che la città ha esercitato sin dal Medioevo. I numerosi monumenti storici quali il castello, la cattedrale di S. Vito, il ponte di Carlo, le chiese e i palazzi, sono stati costruiti per lo più nel XIV secolo, durante il dominio di Carlo IV, Imperatore del Sacro Romano Impero. Prague 07-2016 View from Old Town Hall Tower img3.jpg
2 Centro storico di Český Krumlov 1992 Culturale (iv) Situato sulle rive del fiume Moldava, la città è stata costruita intorno a un castello del XIII secolo, che presenta elementi gotici, rinascimentali e barocchi. Si tratta di un eccellente esempio di piccolo centro medievale dell'Europa centrale, il cui patrimonio architettonico è rimasto intatto, grazie soprattutto all'evoluzione pacifica che la città ha vissuto negli ultimi cinque secoli. Cesky Krumlov Balc2.jpg
3 Centro storico di Telč 1992 Culturale (i)(iv) Le case di Telč, costruita sulla sommità di una collina, erano originariamente fatte di legno. Dopo un incendio avvenuto nel XIV secolo la cittadina è stata ricostruita in pietra, con l'aggiunta di una cinta muraria e di stagni artificiali. Il castello gotico è stato anch'esso ricostruito nel XV secolo. Telč, Vnitřní Město 01.jpg
4 Chiesa del pellegrinaggio di San Giovanni Nepomuceno a Zelená Hora 1994 Culturale (iv) La chiesa di San Giovanni Nepomuceno, ancora oggi meta di pellegrinaggi, si trova a Zelená Hora, non lontano da Ždár nad Sázavou, in Moravia. Costruita all'inizio del XVII secolo con pianta a forma stella, è il lavoro più eccentrico del grande architetto Jan Blažej Santini Aichel, il cui stile originale si colloca a metà tra il Gotico e il Barocco. Žďár nad Sázavou - 26.jpg
5 Kutná Hora: Centro città storico con la Chiesa di Santa Barbara e la Cattedrale di Nostra Signora di Sedlec 1995 Culturale (ii)(iv) Kutná Hora si sviluppò di pari passo allo sfruttamento delle miniere di argento. Nel XIV secolo divenne città regia e fu arricchita di monumenti che simboleggiavano la sua prosperità. La chiesa di Santa Barbara, perla del tardo gotico, e la cattedrale di Nostra Signora di Sedlec, restaurata secondo il gusto barocco del primo Settecento, influenzarono molto l'architettura dell'Europa centrale. Questi capolavori sono oggi parte del ben conservato tessuto urbano medievale della città, insieme ad una serie di bellissime abitazioni private. Kutna Hora CZ St Barbara Cathedral front view 01.JPG
6 Paesaggio culturale Lednice-Valtice 1996 Culturale (i)(ii)(iv) Tra il XVII e il XX secolo i duchi di Liechtenstein trasformarono i propri domini nella Moravia meridionale in modo da creare un paesaggio di straordinaria bellezza, sancendo l'unione tra l'architettura barocca (soprattutto quello dei lavori di Johann Bernhard Fischer von Erlach), il classico e il neogotico dei castelli di Lednice e di Valtice, insieme alle campagne, rimodellate secondo i principi del romanticismo inglese nell'architettura del paesaggio. Con 200 km² di superficie, è uno dei paesaggi artificiali più grandi in Europa. Lednice, zámek (04).jpg
7 Giardini e castello a Kroměříž 1998 Culturale (ii)(iv) Kroměříž si trova in corrispondenza di un antico guado attraverso il fiume Morava, ai piedi dei monti Chřiby, che dominano la parte centrale della Moravia. I giardini e i castelli di Kroměříž costituiscono un ottimo e perfettamente conservato esempio di reggia barocca con giardino. Kromeriz04.JPG
8 Villaggio storico di Holašovice 1998 Culturale (ii)(iv) Holašovice è un esempio tipico e magnificamente conservato di villaggio tradizionale dell'Europa centrale. In esso si possono ammirare numerose abitazioni popolari del XVIII e XIX secolo, costruiti in uno stile conosciuto come "barocco popolare della Boemia meridionale", disposti secondo un piano urbanistico che risale al Medioevo. Holašovice4.JPG
9 Castello di Litomyšl 1999 Culturale (ii)(iv) Il castello di Litomyšl era stato, in origine, un castello rinascimentale, appartenente ad una tipologia nata in Italia ma successivamente adottata e sviluppata ulteriormente nell'Europa centrale durante il XVI secolo. Il suo stile e le decorazioni sono particolarmente raffinati e arricchiti con elementi tardo-barocchi, aggiunti nel XVIII secolo. La serie delle costruzioni ancillari è rimasta pressoché intatta. Zámek Litomyšl 1.JPG
10 Colonna della santa trinità a Olomouc 2000 Culturale (i)(iv) Questa colonna commemorativa, eretta nei primi anni del XVIII secolo, è l'esempio migliore di un tipo di monumento tipico dell'Europa centrale. Eseguita nello stile regionale conosciuto come "Barocco di Olomouc", alta 35 m, è decorata con numerose sculture, opera dell'artista Moravo Ondrej Zahner. Holy Trinity Column in Olmütz.jpg
11 Villa Tugendhat a Brno 2001 Culturale (ii)(iv) Villa Tugendhat a Brno, progettata dall'architetto Mies van der ROhe, è un esempio perfetto dello stile moderno in architettura così come si è sviluppato negli anni Venti in Europa. Il suo valore consiste nell'applicazione dei concetti spaziali ed estetici più innovativi, tesi a soddisfare le esigenze del nuovo stile di vita attraverso lo sfruttamento dei nuovi vantaggi offerti dalla produzione industriale moderna. Villa Tugendhat-20070429.jpeg
12 Quartiere ebraico e Basilica di San Procopio a Třebíč 2003 Culturale (ii)(iii) Il complesso del quartiere ebraico, del cimitero ebraico e della basilica di San Procopio a Třebíč testimoniano la coesistenza delle culture ebraica e cristiana dal Medioevo al XX secolo. Il quartiere ebraico illustra in modo eccellente i diversi aspetti della vita in questa comunità. La basilica di San Procopio, costruita come parte del monastero benedettino all'inizio del XIII secolo, rappresenta perfettamente l'influenza che il patrimonio architettonico dell'Europa occidentale ha esercitato su questa regione. Třebíč Basilika Jihlava Ghetto.jpg
Regione mineraria dei 13 Monti Metalliferi 2019 Culturale (ii)(iii)(iv) I Monti Metalliferi si estendono su una regione della Germania sud-orientale (Sassonia) e della Repubblica Ceca nord-occidentale, che contiene una grande quantità di metalli sfruttati dalle miniere dal Medioevo in poi. La regione divenne la più importante fonte di minerale d'argento in Europa dal 1460 al 1560 e fu l'innesco per le innovazioni tecnologiche. Lo stagno era storicamente il secondo metallo ad essere estratto e trattato nel sito. Alla fine del XIX secolo, la regione divenne un importante produttore globale di uranio. Il paesaggio culturale dei Monti Metalliferi è stato profondamente modellato da 800 anni di miniere quasi continue, dal XII al XX secolo, con miniere, sistemi pionieristici di gestione delle risorse idriche, siti innovativi di lavorazione e fusione dei minerali e città minerarie. Kupferhübel-Mednik-3.jpg
Paesaggio dell'allevamento e dell'addestramento dei cavalli da tiro cerimoniali a 14 Kladruby nad Labem 2019 Culturale (iv)(v) Situata nella zona di Střední Polabí nella pianura dell'Elba, la proprietà è costituita da terreni pianeggianti sabbiosi e comprende campi, pascoli recintati, un'area boschiva ed edifici, tutti progettati con l'obiettivo principale di allevare e addestrare cavalli kladruber, un tipo di cavallo da tiro utilizzato nelle cerimonie dalla corte imperiale asburgica. Una scuderia imperiale fu fondata nel 1579 e da allora è stata dedicata a questo compito. È una delle principali istituzioni di allevamento di cavalli in Europa, sviluppata in un momento in cui i cavalli svolgevano ruoli fondamentali nei trasporti, nell'agricoltura, nel supporto militare e nella rappresentazione aristocratica. Kladruby 1.jpg
Legenda Unesco
(i) Rappresentare un capolavoro del genio creativo dell'uomo.
(ii) Mostrare un importante interscambio di valori umani in un lungo arco temporale o all’interno di un'area culturale del mondo, sugli sviluppi dell'architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio.
(iii) Essere testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà vivente o scomparsa.
(iv) Costituire un esempio straordinario di una tipologia edilizia, di un insieme architettonico o tecnologico o di un paesaggio che illustri uno o più importanti fasi nella storia umana.
(v) Essere un esempio eccezionale di un insediamento umano tradizionale, dell’utilizzo di risorse territoriali o marine, rappresentativo di una cultura (o più culture) o dell’interazione dell’uomo con l’ambiente, soprattutto quando lo stesso è divenuto per effetto delle trasformazioni irreversibili.
(vi) Essere direttamente o materialmente associati con avvenimenti o tradizioni viventi, idee o credenze, opere artistiche o letterarie dotate di un significato universale eccezionale.
(vii) Presentare fenomeni naturali eccezionali o aree di eccezionale bellezza naturale o importanza estetica.
(viii) Costituire una testimonianza straordinaria dei principali periodi dell’evoluzione della terra, comprese testimonianze di vita, di processi geologici in atto nello sviluppo delle caratteristiche fisiche della superficie terrestre o di caratteristiche geomorfiche o fisiografiche significative.
(ix) Costituire esempi significativi di importanti processi ecologici e biologici in atto nell’evoluzione e nello sviluppo di ecosistemi e di ambienti vegetali e animali terrestri, di acqua dolce, costieri e marini.
(x) Presentare gli habitat naturali più importanti e significativi, adatti per la conservazione in situ della diversità biologica, compresi quelli in cui sopravvivono specie minacciate di eccezionale valore universale dal punto di vista della scienza o della conservazione.

Altri progetti