Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Milano sud
(Milano)
Porta ticinese, la porta sud-occidentale della città
Stato
Regione

Milano sud è un distretto della città di Milano.

Da sapere[modifica]

Milano sud è una zona principalmente residenziale di Milano. Sebbene qui sia possibile trovare un paio di vecchi luoghi di interesse, non ce ne sono tanti come nel Centro storico, inoltre questa parte della città è più "locale" e "ordinaria". Se vi piace il verde, qui ci sono diversi piccoli parchi sparsi per la zona.

Probabilmente l'attrazione più conosciuta qui sono i canali (Navigli) che in passato sono stati utilizzati per la navigazione dalla campagna lombarda. È molto popolare per sedersi in uno dei bar lungo i canali sorseggiando un drink, mentre altre riserve d'acqua si trovano più a est intorno Porta Ticinese.


Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

Le linee della metropolitana M2 e M3 collegano la zona al centro, ma se si sta visitando la zona intorno Porta Ticinese e si vuole camminare il meno possibile, si puo prendere il tram.

C'è una stazione ferroviaria vicino ai Navigli; Stazione di Porta Genova. Attualmente è utilizzata solo per i treni locali da Mortara, un comune del Pavese a circa 55 km.

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

All'interno di Santa Maria delle Grazie al Naviglio
Palazzina Liberty di Parco Vittorio Formentano
Naviglio Grande

Monumenti storici[modifica]

  • 1 La Rotonda della Besana. Un complesso neoclassico del XVIII secolo, oggi uno spazio espositivo.
  • 2 Porta Ticinese. La zona circostante è composta da un quartiere dello stile molto vecchio, rimasto quasi intatto dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Di notte ai milanesi piace passeggiare nei pressi delle Colonne di San Lorenzo.
  • 3 Porta Ticinese medievale (Porta Cicca). Circa 600 metri a nord lungo Corso di Porta Ticinese esiste un'altra porta omonima d'epoca medievale.
  • 4 Porta Romana. La porta a sudest della città, la "porta verso Roma" ha una costruzione più semplice di quella Ticinese. Milano ha avuto una "Porta Romana", come parte integrante della sua cinta muraria già quando la città faceva parte dell'Impero Romano. Successivamente ha dato il nome al quartiere che è situato nei pressi della vicina stazione metropolitana.

Chiese[modifica]

  • 5 Chiesa di Santa Maria delle Grazie al Naviglio, Piazza Santa Maria delle Grazie, 1-2 (Presso la riva settentrionale del Naviglio Grande). Omonima della chiesa patrimonio mondiale dell'UNESCO, situata nella parte occidentale della città. La chiesa attuale ha solo poco più di un secolo di vita, costruita in stile neoromanico ed è la terza chiesa costruita in quel luogo.
  • 6 Chiesa di Santa Maria al Paradiso, Corso di Porta Vigentina 2-18. Costruita alla fine del XVI secolo per il Terzo Ordine di San Francesco. Gran parte dei suoi interni, tra cui decorazioni e dipinti, sono stati conservati.
  • 7 Chiesa di Santa Maria presso San Celso, Corso Italia 39. Una chiesa e santuario del tardo XV secolo con molte opere di artisti milanesi barocchi e rinascimentali.
  • 8 Basilica di Sant'Eustorgio, piazza Sant'Eustorgio, 3. La facciata originale della basilica, risalente al secolo XII, è frutto di un restauro in stile neoromanico, compiuto dall'ingegnere Giovanni Brocca tra il maggio 1864 e l'agosto 1865. Essa presenta da allora la tipica forma a capanna, con archetti sporgenti al di sotto del cornicione superiore. L'interno della basilica è suddiviso in tre navate sormontate da volte a crociera. Basilica di Sant'Eustorgio su Wikipedia basilica di Sant'Eustorgio (Q672082) su Wikidata
  • 9 Basilica di San Calimero, via San Calimero, 4. La basilica appare oggi come un edificio in stile neoromanico, con una facciata in cotto ricostruita ex novo, e un interno decorato in stile medievaleggiante con concessioni di gusto pre-raffaellita nei dipinti. La cripta conserva l'altare-tomba del vescovo San Calimero, in cui furono traslate le ossa del santo nel 1609 per volere del vescovo Federigo Borromeo.
  • 10 Chiesa di Santa Maria Della Pace, via San Barnaba, 42. La chiesa si presenta, esternamente, in stile gotico lombardo, ripristinato nell'abito dei restauri del 1900. La chiesa rappresenta la sede della luogoteneza per l'Italia Settentrionale dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. La facciata è a capanna, con paramento murario in laterizi. Il fianco sinistro della chiesa è caratterizzato dal susseguirsi delle cappelle laterali che sporgono dalla parete della navata. In prossimità della facciata, si trova un piccolo portico che precede l'ingresso laterale della chiesa. L'interno, a navata unica a cinque campate, è in un sobrio stile rinascimentale che si è andato a sovrapporre al gotico originale, ancora visibile nelle strutture. Nella chiesa vi erano pregevoli affreschi di Gaudenzio Ferrari parti dei quali, staccati, sono esposti presso la Pinacoteca di Brera. La chiesa rappresenta la sede della luogoteneza per l'Italia Settentrionale dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.
San Pietro in Gessate - Abside
  • 11 Chiesa di San Pietro in Gessate, via Chiossetto, 20. La chiesa risale al XV secolo ed è un bell'esempio di architettura del Quattrocento lombardo. L'architettura si deve a Guiniforte Solari o al figlio Pietro Antonio, ed è articolata in tre navate con campate a pianta quadrata coperte da volte a crociera ogivali, affiancate da due file di cappelle a terminazione poligonale. La chiesa fu gravemente danneggiata dai bombardamenti del 1943.
  • 12 Chiesa di San Barnaba, via della Commenda, 3 (Milano sud). La chiesa di San Barnaba, la cui facciata della chiesa è un puro esempio di architettura manierista, fu costruita su disegno dell'architetto perugino Galeazzo Alessi nel 1561. L'interno della chiesa di San Barnaba è a navata unica con tre cappelle per lato e le pareti sono decorate con stucco dorati.

Parchi e giardini[modifica]

  • 13 Giardini della Guastalla (Parco della Guastalla), Ingressi: via Francesco Sforza, via San Barnaba, via Guastalla (Raggiungibile da via Crocetta, stazioni metro: Porta Romana, Missori o anche San Babila. Non lontano dal Duomo). Simple icon time.svg Lun-Dom 7:00-19:00 (marzo 20:00, aprile e ottobre 21:00, maggio-settembre 22:00). Tra i più antichi (fondati nel XVI secolo), ma piuttosto piccoli, giardini di Milano, e sono molto vicino al quartiere universitario. I parchi però sono stati aperti al pubblico solo nel XX secolo. Vi si può fare una bella passeggiata, e si dispone anche di una struttura simile a un tempio classico oltre ad anche una sorta di stagno con una ringhiera in stile barocco che lo circonda.
  • 14 Parco Papa Giovanni Paolo II (Parco delle Basiliche). Simple icon time.svg Lun-Dom 6:30-22:00 (aprile-giugno 23:00, luglio-settembre 23:30). Il vecchio nome deriva dal fatto che collega due basiliche: San Lorenzo e Sant'Eustorgio. Un tempo era un luogo per l'uso di droghe e comportamenti anti-sociali, ma fortunatamente è stato ripulito e ridisegnato nell'ultimo decennio ed è ora più piacevole.
  • 15 Parco Vittorio Formentano (Largo Marinai d'Italia). Un parco con molti alberi differenti nel sud-est di Milano, presso la sede di un ex mercato. Il parco ospita anche un edificio in stile liberty, chiamato Palazzina Liberty, dove si tengono spettacoli teatrali e concerti.

Musei[modifica]

  • 16 Museo Diocesano, corso di Porta Ticinese, 95. Situato presso i Chiostri di Sant'Eustorgio, parte dell'antico convento domenicano, nel museo sono conservate opere possedute dalla Diocesi di Milano.
  • 17 Laboratori atelier Ansaldo - Teatro alla scala, via Bergognone, 34. Museo diviso in tre padiglioni nei quali è possibile vedere gli operai al lavoro con le scenografie dei vari spettacoli e il magazzino che conserva le migliaia di costumi che sono stati usati duranti le recite Alla Scala. Eccezionalmente è anche possibile visitare la sartoria.
  • 18 Museo di Sant'Eustorgio, piazza Sant'Eustorgio, 3.
  • 19 MUDEC (Museo delle Culture), via Tortona 56, @ .

Altro[modifica]

  • Navigli Una volta il centro della vita commerciale della città (i canali industriali), dopo anni di abbandono, questi graziosi luoghi "milanesi per eccellenza" ospitano attualmente molti locali notturni aperti fino a tardi, e oggi, c'è un bel mix di antichi negozi, bar funky e boutique alla moda.

I Navigli sono costituiti da:

  • 20 Naviglio Grande. L'ultima Domenica di ogni mese c'è un mercatino dell'antiquariato lungo il Naviglio Grande. Ai lati del canale si trovano ristoranti e negozi, tra cui librerie.
  • 21 Naviglio Pavese.
  • 22 Vicolo dei Lavandai, vicolo Privato Lavandai, 2-6. Vicino al Naviglio grande, che fornisce l'acqua al torrentello el fossett, in questo vicolo fino alla prima metà del XX secolo le lavandaie pulivano i propri panni munite di secchio, sapone-spazzole e candeggina stando inginocchiate sul brellin di legno.
  • 23 Università Luigi Bocconi - Nuova Sede, via Corrado Guglielmo Röntgen, 19. Progettata dalla compagnia irlandese Grafton Architects, e, più precisamente, da Shelley McNamara e Yvonne Farrell è un ottimo esempio di architettura contemporanea a Milano.
  • 24 Palazzo Sormani, corso di Porta Vittoria, 6. Oggi il palazzo ospita la biblioteca centrale comunale
  • 25 Palazzina Liberty, Largo Marinai d'Italia. Progettata nel 1908 dall'architetto Alberto Migliorini, faceva originariamente parte del Verziere, l'antico mercato ortofrutticolo esistito dal 1911 al 1965. È l'unica struttura ancora oggi rimasta dell'antico complesso. È caratterizzata dalle ampie vetrate, da una facciata in classico stile art nouveau e dai motivi decorativi interni delle piastrelle in ceramica. Dal 1994 l'Orchestra da Camera Milano Classica vi svolge la propria stagione concertistica; è anche sede della Casa della Poesia.


Cosa fare[modifica]

  • 1 Auditorium di Milano, Largo Gustav Mahler. La sede dell'orchestra Verdi con un programma di musica classica e moderna.


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

  • 1 Rita, Via Angelo Fumagalli, 1, +39 02 8372865. È il luogo ideale per un cocktail o per mangiare. Hanno rigoroso codice per la preparazione di cocktail: niente sciroppi, solo frutta fresca.
  • 2 Cicco Simonetta, Via Cicco Simonetta 16. Ecb copyright.svg Lunedì: birra a 3€. Un pub bohemien con spettacoli comici e musicali.

Locali gay[modifica]

  • 3 Black Hole, Viale Umbria 118. Ex lesbo-club.

Spettacoli[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Osteria del Gnocco Fritto, Via Pasquale Paoli 2 (Difronte al Naviglio Grande), +39 02 5810-0216. Ecb copyright.svg Coperto 4,5€, portate 8/11€. Il coperto comprende cestini di dolci fritti accompagnati da salumi, formaggi o marmellate. Il ristorante ha un secondo locale più a sudovest.

Aperitivo[modifica]

Una concentrazione di locali per l'aperitivo si trovano nella zona vicino alla basilica di San Lorenzo e Corso di Porta Ticinese, o in zona Navigli (M2 Stazione Porta Genova). Si può anche prendere il tram 3 alla fermata "Piazza Ventiquattro Maggio". Da Porta Ticinese, in direzione ovest nella zona del canale di Navigli. Qui di seguito alcuni di questi locali.

  • 2 La Ringhiera, Ripa di Porta Ticinese, 5.
  • 3 Slice, Via Cardinale Ascanio Sforza, 9.
  • 4 Mas, Ripa di Porta Ticinese, 11.

Prezzi medi[modifica]

  • 5 Antica trattoria Bagutto, via Elio Vittorini, 4, +39 02 58018385. Ecb copyright.svg circa 20 EUR a testa. Simple icon time.svg 12:15–15:45, 19:15–22:45. Domenica chiuso. Si tratta del ristorante più antico d'Italia e del secondo in Europa, dopo lo Stiftskeller St. Peter di Salisburgo. Antica trattoria Bagutto su Wikipedia Antica trattoria Bagutto (Q16527177) su Wikidata
  • 6 Lacerba, Via Orti 4, @ . Per un'esperienza artistico-culinaria. Serve piatti ispirati al movimento artistico dell'inizio del XX secolo: il futurismo.
  • 7 Osteria dei Formaggi, Alzaia Naviglio Grande, 54, +39 02 8940 9415. Serve ottimi piatti di formaggio in un'intima sala di ristoro, riccamente decorata.
  • 8 El Brellin, Alzaia Naviglio Grande 14, +39 02 8940 2700, fax: +39 02 89402700, @ . Simple icon time.svg Lun-Dom 12:30-15:00 e 18:30-01:00. Per una classica cucina milanese, dove è possibile scegliere tra i classici fatti in casa come i rigatoni saltati con pancetta, alle interpretazioni moderne con ingredienti tipici come l'antipasto di torta alla zucca. I posti all'aperto la rendono una scelta perfetta in una giornata di sole.

Prezzi elevati[modifica]

  • 9 Trattoria da Armando, via Marghera, 34, +39 02 4813482.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • 1 Idea Hotel Milano Corso Genova, Via Conca Del Naviglio 20, +39 02 36 60 48 00, @ . Ecb copyright.svg Singola 60€, doppia 70€, parcheggio 20€/notte.
  • 2 Hotel Romana Residence Milan, Corso di Porta Romana 64 (A 250 metri dal Duomo), +39 02 583421, fax: +39 02 58309748. Ecb copyright.svg Doppia 159€, colazione inclusa. Moderno hotel del centro storico di Milano con 66 camere, divise in doppie, matrimoniali, triple, famiglia, junior suite e suite, dotate di bagno privato e servizi. Alcuni hanno anche una piccola cucina, e molti si affacciano sul giardino dell'hotel.
  • 3 Hotel Five, Corso Lodi 4 (corner of Via Salmini), +39 02 58313331, fax: +39 02 58436798, @ .
  • Hotel Nhow Milano, via Tortona, 35, +39 02 4898861, @ . L'hotel Nhow Milano si trova in una splendida posizione, in uno dei quartieri più dinamici di Milano. Con un design unico e contemporaneo, il Nhow Milano è il risultato di un'incredibile combinazione di moda, design originale ed eleganza. Il raffinato design minimalista e la straordinaria architettura contribuiranno a rendere il vostro soggiorno a Milano indimenticabile.

Prezzi elevati[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita al distretto. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).