Scarica il file GPX di questo articolo

Africa > Africa meridionale > Namibia > Namibia meridionale > Lüderitz

Lüderitz

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Lüderitz
Panorama di Lüderitz con la Felsenkirche (Chiesa della Roccia) in primo piano.
Stemma
Lüderitz - Stemma
Stato
Regione
Abitanti
Posizione
Mappa della Namibia
Lüderitz
Lüderitz
Sito istituzionale

Lüderitz è una città sulla costa meridionale della Namibia.

Da sapere[modifica]

Come Swakopmund anche Lüderitz ha conservato tracce del periodo coloniale anche se meno appariscenti.

La città trae il nome da un commerciante del tabacco originario di Brema, tale Adolf Lüderitz che nel 1883 si assicurò i diritti di proprietà sull'area dopo averla acquistata da un capo locale.

La zona costituì il primo embrione della colonia dell'"Africa del Sud-Ovest" creata dai Tedeschi. Appena un anno dopo, infatti, il 1° ministro Von Bismarck dichiarò la zona di Lüderitz, protettorato della Germania. I primi coloni si dedicarono all'allevamento di ovini con capi di razza karakul importati dall'Asia centrale.

Il karakul, nonostante il suo aspetto smagrito, è un tipo di pecora che ben si adatta al clima arido della Namibia. La scelta si dimostrò vincente e permise ai primi coloni di espandere le loro attività al settore caseario, all'esportazione di lana e alla produzione artigianale di tappeti che tuttora è possibile acquistare nei negozi di Lüderitz.

Lüderitz conobbe i suoi anni migliori dopo la scoperta dei diamanti nel 1908. Oggi i suoi abitanti sono occupati nella pesca e nella coltivazione di ostriche.

Quando andare[modifica]

Lüderitz ha fama di essere la città più ventosa di tutta la Namibia. I venti che spirano dall'Oceano a una velocità media di 30 km/h concedono alla città una tregua di appena 30 giorni all'anno.


Come orientarsi[modifica]

La principale arteria di Lüderitz è la Bismarktraße che conduce al porto che si apre sul golfo riparato detto "Robert Harbour". A metà percorso sta l'ufficio postale del 1907 e di fronte la stazione ferroviaria.

Sul tratto finale della Bismark street confluisce la Dias street, una strada che costeggia la baia di Sturmvogelbucht. Lungo la Dias street sono dislocati il Nest Hotel e il piccolo museo di Lüderitz. La strada è intitolata a Bartolomeu Dias, il navigatore portoghese che per primo pose piede nella baia di Lüderitz.

Tra le due arterie si interpone la "Diamond Hill", una piccola altura panoramica dove sono situate la "Felsenkirche" e la "Goerke House", i due maggiori monumenti di Lüderitz.

Molti esempi di case coloniali sono situati sulla Bergstraße, la via in leggera salita che si distacca dalla Bismark Strasse


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Air Namibia opera voli da Windhoek, Walvis Bay e Città del Capo. L'aeroporto è 10 km ad est del centro sulla strada nazionale "B4"

In auto[modifica]

Lüderitz dista 683 km da Windhoek passando per Maltahöhe e Helmeringhausen. Le strade hanno pavimentazioni in ghiaia e un legante di tipo bituminoso. In totale occorrono meno di 10h.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

La "Görke Haus" in Lüderitz
  • Goerke House, Diamantberg street (Diamond Hill). Considerata il più bell'edificio coloniale di Lüderitz, la Goerke House fu eretta nel 1909 secondo i dettami dello "Jugendstil" per conto di Hans Goerke, azionista della compagnia che allora si occupava di estrazione e commercializzazione di diamanti.
  • Felsenkirche (Chiesa della Roccia) (Diamond Hill). Eretta nel 1912 su disegno dell'architetto Albert Bause, la chiesa luterana presenta al suo interno vetrate policrome.
  • Museo di Lüderitz, Dias Street, +264 063 202582. Simple icon time.svg Orario invernale (Giugno-settembre) 16.30–18.30. Orario estivo (Novembre-marzo): 17.00–18.00. Chiuso il sabato e le domeniche. Minuscolo museo che espone diamanti falsi e oggetti creati da Boscimani e Nama.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Il campeggio è situato sulla Shark Island, il promontorio che delimita Robert Harbour ad ovest.

Pensioni

Prezzi medi[modifica]

Alberghi


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Kolmanskop — Villaggio abbandonato a 10 km da Lüderitz sulla B4. Si sviluppò a cavallo tra il XIX e il XX secolo in seguito alla scoperta dei diamanti. Il suo declino, molto lento, iniziò dopo il 1920. Ai tempi del suo splendore Kolmanskop importava acqua potabile da Città del Capo, distante più di 1.000 km e il suo ospedale, oggi invaso dalla sabbia, era dotato di apparecchiature ultramoderne per l'epoca, quali macchine ai raggi X per le lastre.
  • Diaz Point — La punta estrema che delimita la baia a nord fu il luogo ove nel 1488 sbarcò il navigatore portoghese Bartolomeu Dias, primo europeo a porre piede su questo tratto di costa. A Diaz Point sta una replica del "Padrão", croce su un basamento in pietra che recava scolpite le insegne del Portogallo e costituiva una sorta di rivendicazione territoriale da parte dei navigatori portoghesi. Poco distante sta Halifax Island con una colonia di pinguini.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.