Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Chianti
Nel chianti prima della vendemmia
Stato
Regione

Chianti è una zona della Toscana resa famosa dall'omonimo vino rosso. Ha molto da offrire a un visitatore interessato a vino, cibo e bellezze naturali. Molte cantine sono aperte per un tour e una degustazione, e alcune offrono anche servizi di alloggio.

Da sapere[modifica]

Il Chianti è soprattutto una zona vinicola. Non è una regione amministrativa e comprende parti delle province toscane di Firenze, Siena ma in senso più esteso anche Arezzo e Pisa. La denominazione vinicola del Chianti DOCG è divisa in sette sottoregioni (Classico, Colli Aretini, Colli Fiorentini, Colline Pisane, Colli Senesi, Montalbano e Rufina), di cui Classico è il più famoso.

La regione del Chianti Classico a sua volta è definita dalle città tra Firenze e Siena : Greve in Chianti, Panzano In Chianti , Castellina in Chianti, Gaiole in Chianti e Radda in Chianti. Quasi tutte le famose tenute del Chianti si trovano vicino a una di queste città, sebbene Rufina si trovi ad est di Firenze.

Oltre al vino rosso, molti produttori producono il vino da dessert Vin Santo del Chianti e vini "Super Tuscan" che non aderiscono alle normative DOC. Alcuni producono anche olio d'oliva.


Territori e mete turistiche[modifica]

Casolare nel Chianti

Centri urbani[modifica]

Altre destinazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Dall'estero, di solito il modo migliore per raggiungere il Chianti è volare in un aeroporto in Toscana, come l' aeroporto di Pisa o Firenze, o qualche altro grande aeroporto in Italia.

In treno[modifica]

In alternativa, dall'Europa centrale si potrebbe voler prendere un treno per l'Italia. Una volta in Italia e preferibilmente in Toscana, si deve fare in modo di raggiungere Firenze; questo sarà facile in quanto la città ha buoni collegamenti ferroviari con il resto del Paese. Da Firenze ci sono diverse alternative per arrivare nel Chianti: noleggio auto, autobus, taxi, ecc.

Istruzioni più precise sono difficili da dare poiché dipendono molto da dove state partendo e esattamente dove si alloggerà (Firenze, Siena, Greve in Chianti o in qualche altro luogo della regione).


Come spostarsi[modifica]

Veduta dal Castello di Querceto

In auto[modifica]

Il Chianti è più facile da esplorare con un'auto. Il luogo più probabile per iniziare il viaggio è Firenze, dove i servizi di noleggio sono abbondanti. La strada più importante da conoscere è la Chiantigiana da Firenze a Siena, in quanto penetra nel cuore della regione, il Chianti Classico.

In autobus[modifica]

Senza auto, la regione è accessibile con gli autobus SITA da Firenze.

In bicicletta[modifica]

Le colline del Chianti sono un luogo magnifico per escursioni in bicicletta. In bicicletta si può godere al meglio dello splendido paesaggio di questa regione. Raramente si pedalerà su strade pianeggianti, come anche su passaggi ripidi, ma si dovrà fare attenzione alle ore calde del giorno durante l'estate. Si può iniziare da Greve in Chianti, ad esempio, dove si può noleggiare una bicicletta.

Cosa vedere[modifica]

Per qualcuno interessato a musei, chiese e cose del genere non è necessario lasciare Firenze o Siena. Tuttavia, la zona del Chianti può essere una base eccellente da cui esplorare la Toscana nel suo complesso senza dover soggiornare in queste città affollate. La campagna è meravigliosa e le gemme assolute da visitare sono le frazioni di Montefioralle e Volpaia e le splendide città di Greve in Chianti, Panzano in Chianti, Radda in Chianti, Castellina in Chianti.

Cosa fare[modifica]

La regione è un tesoro inestimabile per coloro che sono interessati ad esplorare la cultura eno-gastronomica della Toscana.

Con una forte concorrenza solo da alcune regioni limitrofe della Toscana e del Piemonte, il Chianti è una delle aree vinicole principali in Italia. Il modo migliore per visitare le cantine e assaggiare i loro prodotti è l'ultima domenica di maggio, quando molti produttori in tutta Italia aprono le loro porte per il festival di Cantine Aperte. Le degustazioni sono gratuite e le prenotazioni non necessarie, quindi se vi piace il vino e vi capita di essere in Toscana in quel periodo, questa è una fantastica opportunità da non perdere. Si dovrebbe comunque tenere presente che non tutto il vino prodotto nel Chianti è eccezionale e che alcuni dei migliori produttori non partecipano nemmeno a Cantine Aperte, quindi ha senso pianificare in anticipo ed essere esigenti.

Anche gli oliveti sono l'orgoglio del territorio e, sebbene normalmente non sia possibile visitare un frantoio, l'olio d'oliva può essere acquistato direttamente dai produttori. Le olive vengono molite a novembre e dicembre e l'olio nuovo, che è molto saporito per i primi mesi, è particolarmente apprezzato per le bruschette e la ribollita .

A tavola[modifica]

Il cibo nella regione è spesso ben abbinato a un bicchiere di Chianti. Si potrebbe voler scegliere Chianti più robusti con cibi come cinghiale o bistecca alla fiorentina che con pasta, ma è abbastanza comune avere un quartino o condividere una bottiglia della casa del Chianti con un intero pasto in trattorie nella regione. Naturalmente, se si è un appassionato bevitore o con un gruppo numeroso, è preferibile scegliere una bottiglia con i primi piatti (pasta o zuppa) e un'altra con i secondi piatti (di solito polli o carne rossa in questa regione).

Se si ha accesso alle proprie attrezzature per cucinare, si potrebbe voler seguire il detto del cuoco che il cibo ha un sapore migliore quando si uso un buon vino nelle proprie salse, e quindi bere un po' dello stesso vino durante il pasto mette in evidenza i sapori di entrambi: cibo e vino.

Bevande[modifica]

Azienda vitivinicola nel Chianti

Chi vuole andare nel Chianti, è naturale assumere che vorrà bere del vino. Il Chianti è un Sangiovese in purezza, sebbene possano essere prodotti altri vini in cui sono aggiunte quantità minori di altri vitigni. Esistono diverse filosofie sulla produzione dei vini: alcuni preferiscono le miscele tradizionali con il sangiovese e altre uve locali (comprese quelle bianche), alcuni usano varietà internazionali come il merlot, e infine ci sono quelli che usano solo il sangiovese per il loro Chianti.

Il gusto del vino dipende molto dalle decisioni del produttore, ma anche dal luogo esatto in cui vengono coltivate le viti. Il Sangiovese è conosciuto come un'uva piuttosto difficile da coltivare e le differenze nella terra influenzano il gusto del vino risultante. Tradizionalmente il Chianti è un vino leggero con elevata acidità con un gusto leggermente amaro ma fruttato e aromi di frutti di bosco. Poiché i mercati internazionali richiedono vini ricchi di frutta e alcolici, anche il Chianti sta cambiando e le versioni più moderne hanno un gusto più pieno, sebbene meno riconoscibile.

Infrastrutture turistiche[modifica]

Ci sono molte incantevoli città in cima alla collina nel Chianti con molti buoni hotel e B&B. Tuttavia, se ci si vuole allontanare dal traffico e dal rumore, allora questa è l'occasione per soggiornare in una delle decine di "agriturismi" nella zona, lavorando fattorie che affittano anche appartamenti o camere ai viaggiatori che vorrebbero vivere in da vicino la campagna del Chianti. Ha senso scegliere una posizione centrale e usarla come base per i propri viaggi a Firenze e Siena, così come i propri viaggi nelle splendide città e villaggi, come Castellina in Chianti, San Gimignano, Panzano in Chianti, Radda in Chianti e così via sopra.

Sicurezza[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Chianti
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.