Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Cascate dell'Iguazú
Cataratas do Iguaçu (portoghese), Cataratas del Iguazú (spagnolo)
Cascate dell'Iguazú dall'alto
Tipo area
Stato
Regione
Territorio
Anno fondazione
Sito istituzionale

Cascate dell'Iguazú è un'area protetta situata nella Mesopotamia in Argentina e nel Paraná in Brasile.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Una delle grandi meraviglie naturali del mondo, le cascate dell'Iguaçu si trovano vicino al triplo confine tra Brasile, Paraguay e Argentina. L'area è nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il Parco nazionale dell'Iguazú (Parque Nacional Iguazú) si trova sul lato argentino delle cascate e il Parco nazionale dell'Iguaçu si trova sul lato brasiliano.

Le cascate dell'Iguazú sono per certi versi le più grandi del mondo, e spesso paragonate ad altre due grandi cascate, le cascate del Niagara e le cascate Vittoria. Le prime hanno una portata media annua leggermente più alta di Iguaçu e le seconde sono leggermente più elevate. Ciò che distingue Iguaçu è la sua larghezza di circa 2.700 metri, che è quasi quanto le cascate del Niagara e Vittoria messe insieme. Inoltre, il flusso più alto registrato dell'Iguaçu è molto più alto di entrambe le altre cascate.

Flora e fauna[modifica]

I grandi rondoni scuri che vivono dietro le cascate

Con circa 450 specie di uccelli, c'è molto da vedere per gli amanti del birdwatching. I punti salienti includono gli iconici grandi rondoni scuri che vivono sulle pareti rocciose dietro le mura e cinque tipi di tucani tra cui il grande tucano. Potete anche avvistare aironi, aquile selvatiche, pappagalli e il minacciato guan dalla fronte nera.

I gatti selvatici come giaguari, margay e ocelot vivono nella regione. Altri mammiferi degni di nota includono formichieri giganti, tapiri, lontre giganti e coati. La vita acquatica include caimani yacare, tartarughe e, naturalmente, diverse specie di pesci e, come ci si aspetterebbe da un ambiente tropicale, c'è anche una varietà di insetti in giro.

Un punto culminante della flora locale è il ceibo (albero del corallo Cockspur), che fiorisce con il fiore nazionale dell'Argentina.

Quando andare[modifica]

 Clima gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic
 
Massime (°C) 33 32,6 31,1 28,2 25,2 23,1 23,7 25,3 26,9 28,8 31 32,5
Minime (°C) 19,6 20 18,4 15,4 12,2 10,4 9,7 11,3 13,5 15,3 16,5 18,6
Precipitazioni (mm) 188,3 191,2 184,4 146,6 135,5 137,4 90,2 110,6 142,2 231,9 150 171,5

Poco a sud del Tropico del Capricorno, il clima è classificato come subtropicale umido. La temperatura media diurna varia tra circa +25°C d'estate e +15°C d'inverno. Per un luogo con stagioni secche e umide, la differenza tra loro è minore. In media ci sono nove giorni di pioggia mensili da ottobre a febbraio e sei a maggio e luglio.

Cenni storici[modifica]

Il primo europeo a vedere le imponenti cascate fu il conquistatore Álvar Núñez Cabeza de Vaca nel 1541. Molto prima, i Guaraní che abitavano l'area diedero alle cascate un nome, una variante del quale è usata oggigiorno. Per un periodo in epoca coloniale era conosciuta come Cascate di Santa Maria. Queste terre un tempo appartenevano al Paraguay; i confini furono ridisegnati dopo la guerra del Paraguay del 1860.

Una spedizione tedesca alla fine del XIX secolo ha "riscoperto" le cascate, segnando l'inizio per il turismo e studi accademici più approfonditi sulle cascate. Allora, la regione era ancora una giungla impenetrabile dal lato argentino. La parte argentina è stata dichiarata parco nazionale nel 1934, quella brasiliana cinque anni dopo. Cinquant'anni dopo, nel 1984, la parte argentina fu iscritta nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO, seguita dalla parte brasiliana due anni dopo. In seguito le cascate sono state elette come una delle Nuove sette Meraviglie della Natura, ed è infatti uno dei luoghi più importanti di un continente particolarmente famoso per le attrazioni naturali.

Come arrivare[modifica]

Le cascate sono solitamente raggiunte attraverso una delle tre città dei tre confini tra Brasile, Argentina e Paraguay.

La città sul lato brasiliano è Foz do Iguaçu, grande e ragionevolmente sicura per gli standard brasiliani. La cittadina sul versante argentino si chiama Puerto Iguazu ed è piccola e graziosa.

Sebbene le cascate si trovino solo tra il Brasile e l'Argentina, Ciudad del Este, la città sul lato paraguaiano, si trova proprio di fronte al ponte col Brasile. È un centro frenetico (ma eccitante) per il contrabbando e i prodotti elettronici a basso costo, ma alcuni dicono che non è sicuro.

In aereo[modifica]

Sia le città brasiliane che argentine hanno aeroporti vicini. Dall'aeroporto di Puerto Iguazu ci sono diversi voli al giorno per Buenos Aires e altre città dell'Argentina.

Brasile[modifica]

Aeroporto internazionale di Foz do Iguazú
  • -25.600278-54.4851 Aeroporto internazionale di Foz do Iguazú (IATA: IGU) (appena fuori dalla strada principale tra la città di Foz do Iguaçu e l'ingresso al Parco Nazionale dell'Iguaçu). Servito da TAM Airlines, Gol Transportes Aéreos, Trip Airlines, Sol Linhas Aéreas e LAN con voli di linea diretti da e per Lima, San Paolo Guarulhos/Congonhas, Rio de Janeiro, Curitiba, Recife, Salvador, Cascavel, Porto Alegre, Londrina e altri. Una finestra sul lato sinistro dell'aereo offrirà una splendida vista aerea delle cascate all'atterraggio.
I taxi sono prontamente disponibili: andate al banco dei taxi all'ingresso dell'edificio del terminal e dite loro la destinazione (parlano inglese), organizzeranno un'auto e daranno un prezzo. Potete pagare con carta al banco o pagare in contanti all'autista. Aspettatevi che la tariffa per Foz do Iguaçu sia di circa R $25-30. La tariffa per l'ingresso al parco in Brasile è più vicina e sarà inferiore. L'aeroporto si trova sulla linea di autobus tra Foz do Iguaçu e l'ingresso del Parco Nazionale. La linea di autobus numero 120 effettua corse ogni mezz'ora ed è economica (R$ 3,75) (a giugno 2019), efficiente e facile da usare. La fermata è proprio fuori dall'edificio del terminal: salite sulla parte anteriore dell'autobus e pagate la persona seduta al tornello (il resto viene dato) prima di passare. L'autobus passa molti dei principali hotel sulla strada per la città (le fermate sono frequenti) e finisce al terminal degli autobus dall'altra parte della città, dove c'è un amichevole ufficio di informazioni turistiche. Nella direzione opposta, l'autobus vi lascerà appena fuori dal centro visitatori principale, all'ingresso del parco.
Se alloggiate al Meliá Iguazu (dal lato argentino), o semplicemente soggiornando nella città di Puerto Iguazu dal lato argentino, si consiglia invece di noleggiare un'auto all'aeroporto (prenotare in anticipo), in modo da poter viaggiare dall'hotel alla città vicina e anche per darvi la flessibilità di andare sul lato brasiliano delle cascate e visitare diga di Itaipu. Altrimenti, un taxi di sola andata dall'aeroporto di Foz do Iguaçu al Meliá costa R$100 (non include AR$60/persona tassa d'ingresso per il parco), e circa AR$150 per tornare all'aeroporto dall'hotel. Un taxi dall'aeroporto internazionale di Foz do Iguazu (Brasile) a Puerto Iguazu (Argentina) costerà $ 40. Dovrete organizzare un viaggio in taxi sul lato brasiliano del parco per circa AR $ 150 (assicuratevi di negoziare). Per andare e venire da Puerto Iguazu, c'è un autobus che costa 5 AR e passa ogni mezz'ora, ma l'ultimo parte alle 20:00, quindi se state cenando più tardi, dovrete noleggiare un taxi per circa 70 AR. Potete anche noleggiare un'auto dall'hotel (vi porteranno l'auto) ma prenotate in anticipo (e controllate le tariffe) poiché potrebbe esserci una carenza di auto e di solito è più costoso (AR $ 300-450 al giorno). Foz do Iguaçu International Airport (Q1431328) su Wikidata

Argentina[modifica]

Aeroporto di Puerto Iguazú
  • -25.73722-54.473542 Aeroporto di Puerto Iguazú (IATA: IGR) (a circa 15 minuti dall'aeroporto al parco/Meliá e a circa 30-45 minuti da Puerto Iguazú.). Un aeroporto dedicato alle cascate, con voli prevalentemente nazionali.
C'è una fermata dei taxi al ritiro bagagli dove puoi prenotare il trasferimento a Puerto Iguazú o al Meliá. Considerate invece di noleggiare un'auto (Hertz, Budget, ...) per darvi più flessibilità, specialmente se avete intenzione di trascorrere una giornata anche in Brasile. Aeroporto di Puerto Iguazú su Wikipedia Aeroporto di Puerto Iguazú (Q1962002) su Wikidata

Paraguay[modifica]

Aeroporto di Ciudad del Este
  • -25.455278-54.8433333 Aeroporto di Ciudad del Este (Aeroporto Internazionale Guaraní IATA: AGT) (nella vicina città di Minga Guazú, a 32 km (20 miglia) da Ciudad del Este e a 40 km da Foz do Iguaçu). Ha collegamenti nazionali diretti con Asunción operati da Paranair e Sol del Paraguay e con Pedro Juan Caballero solo da Sol del Paraguay.
Per arrivare dall'aeroporto al centro città potete prendere un taxi per circa GS.140.000 o l'autobus Minga Guazú, che parte dall'aeroporto verso Ciudad del Este una volta al giorno alle 13:00. La tariffa dell'autobus è GS.3.000. Al ritiro bagagli potete prenotare il trasferimento a Puerto Iguazú o al Meliá. Considerate invece di noleggiare un'auto (Hertz, Budget, ...) per darvi più flessibilità, specialmente se avete intenzione di trascorrere una giornata anche in Brasile. È a circa 15 minuti dall'aeroporto al parco/Meliá e a circa 30-45 minuti da Puerto Iguazú. Aeroporto di Ciudad del Este su Wikipedia aeroporto internazionale Guaraní (Q2673205) su Wikidata

In auto[modifica]

Le principali compagnie di autonoleggio hanno uffici all'aeroporto brasiliano di Foz do Iguaçu. Assicuratevi di menzionare al momento della prenotazione che intendete attraversare il lato argentino per visitare il parco. Avete bisogno di un'autorizzazione speciale dalla compagnia di autonoleggio per fare ciò. L'assicurazione acquistata sull'auto a noleggio brasiliana non è valida in Argentina. Dovete comprare una "carta verde" speciale mentre siete ancora sul lato brasiliano. È venduto alle bancarelle della lotteria. Un pass di tre giorni costa R$45. Se fermati senza "carta verde" dal lato argentino, si rischiano multe molto pesanti. Noleggiare un'auto dà molta flessibilità nell'esplorare entrambi i lati delle cascate.

In autobus[modifica]

Gli autobus da tutte le principali città del paese arrivano in ciascuna delle tre città.

Da Puerto Iguazú ci sono autobus dal Gate 11 alla stazione principale degli autobus fino all'ingresso delle cascate ogni 20 minuti per AR $ 130 a tratta (gennaio 2019), gestiti da Rio Uruguay. Ci sono anche autobus che attraversano semplicemente il confine su cui potete semplicemente saltare il giorno per una tariffa molto bassa, ma dovete ricordare all'autista dell'autobus di fermarsi per il visto per l'ingresso.

Da Foz do Iguaçu gli autobus passano ogni mezz'ora dal terminal degli autobus al centro visitatori all'ingresso del parco nazionale, passando per molti dei principali hotel della città lungo la strada. La tariffa fissa di R$ 3,55 rende l'autobus un modo molto economico per visitare le cascate ed è anche facile da usare. Se iniziate il viaggio al terminal degli autobus, pagate la tariffa entrando nel terminal e salite sull'autobus attraverso la porta posteriore (l'autobus è il n. 120 per il "Parque Nacional" - l'ufficio informazioni turistiche del terminal indicherà la giusta direzione se avete problemi a trovarlo). Quando salite sull'autobus da qualsiasi altra parte, usate la porta d'ingresso e pagate al tornello a bordo. Il viaggio dura circa 40 minuti. Gli orari possono essere trovati sul sito web della città di Foz do Iguaçu.

Non è raro che i poliziotti controllino i passaporti nel lato argentino delle cascate, anche durante i viaggi interni. Dovreste portare con voi alcuni documenti di cittadinanza. Se venite dal lato brasiliano, informate l'autista dell'autobus che dovete fermarvi al valico di frontiera brasiliano per farvi timbrare il passaporto. Se provate a rientrare in Brasile senza essere stati timbrati potreste dover pagare una multa consistente.

Da Ciudad del Este potete camminare o prendere un taxi attraverso il ponte di confine fino a Foz do Iguaçu e procedere verso le cascate come sopra.

A piedi[modifica]

Se soggiornate in uno dei due hotel del parco (sia sul lato argentino che su quello brasiliano), siete a pochi passi dalle cascate, quindi non c'è bisogno di taxi o autobus. Considerate ciò quando pianificate il viaggio. Controllate la sezione "Dove dormire" per i dettagli.

Permessi/Tariffe[modifica]

Lato argentino[modifica]

Dal lato argentino l'ingresso al parco dipende da dove provenite. I visitatori statunitensi, europei e asiatici pagano il prezzo massimo di AR $ 800 (giugno 2019). I residenti dei paesi del Mercosur (Brasile, Argentina, Paraguay, Uruguay e Venezuela) pagano meno. Le carte di credito saranno accettate solo con un documento d'identità, quindi assicuratevi di avere contanti come riserva - solo pesos argentini per entrare nel parco, con il secondo giorno a metà prezzo se fate timbrare il biglietto prima di partire il primo giorno. C'è un bancomat vicino all'ingresso principale, ma spesso è senza contanti. La maggior parte dei negozi di cibo e souvenir all'interno del parco accettano carte di credito, ma assicuratevi di avere abbastanza pesos per la giornata. I giorni successivi al parco sono gratuiti se dite loro che soggiornate al Meliá.

Il parco è aperto dalle 08:00 alle 18:00. Il deposito bagagli è disponibile all'ingresso per 100/150 AR$ per un bagaglio medio/grande.

Lato brasiliano[modifica]

R$69 (gennaio 2019, incl. R$10 per il trasporto in autobus all'interno e R$2 donazione volontaria da finanziare) a persona, più economico per i residenti brasiliani, argentini, paraguaiani, uruguaiani e venezuelani. I biglietti possono essere acquistati anche tramite il sito ufficiale del parco.

Come spostarsi[modifica]

Entrambi i lati del parco sono ben serviti da sentieri.

Sul lato argentino del parco c'è un trenino che parte ogni 30 minuti circa da vicino all'ingresso e arriva fino all'inizio del sentiero per la Garganta del Diablo.

Sul lato brasiliano c'è un servizio di autobus che collega le cascate con altre attività. Quel servizio va dall'ingresso alla fine del parco ogni 10 minuti in entrambe le direzioni.

Tra i due paesi[modifica]

Da Foz do Iguaçu a Puerto Iguazu c'è un autobus che parte appena fuori dal terminal degli autobus, all'angolo tra Rua Mem de Sá e Rua Tarobá. Costa R$4 o AR$8. L'autobus può o meno fermarsi al posto di controllo del confine brasiliano, ma in genere si ferma al posto di controllo del confine argentino, dove verrà timbrato il passaporto. Potete anche cambiare valuta estera al checkpoint del confine argentino, ma tenete presente che l'autobus potrebbe partire senza di voi se impiegate troppo tempo, lasciandovi prendere un taxi (~AR$80) o aspettare il prossimo autobus. Questo autobus termina alla stazione degli autobus di Puerto Iguazu, dove potete prendere l'autobus per il Parco Nazionale.

Da Puerto Iguazu al Parco Nazionale delle Cascate dell'Iguaçu brasiliano: Rio Uruguay gestisce un autobus ogni ora dal terminal degli autobus che aspetta l'immigrazione argentina e brasiliana. Infatti, non dovete nemmeno uscire dall'autobus per la dogana brasiliana, l'autista ritirerà il vostro passaporto e lo farà timbrare. Primo autobus per le cascate brasiliane: 08:30, ultimo autobus per tornare a Puerto Iguazu: 17:00. Un biglietto di andata e ritorno costa AR $ 320 (giugno 2019). Convenientemente ci sono grandi armadietti per gli zaini all'ingresso delle cascate (acquistate la chiave nel negozio - R $ 9). Ciò significa che potete vedere le cascate e poi prendere l'autobus per tornare in città (o all'aeroporto) e scendere.

Visto[modifica]

Le formalità di frontiera sono applicate tra i due parchi. Attraversare il confine tra questi paesi è abbastanza rilassato: le autorità presumono che la maggior parte delle persone sia in gita di un giorno attraverso il confine. I titolari di passaporto UE non hanno bisogno di un visto per entrare in Brasile per turismo. Inoltre, a partire dal 2019. Tuttavia, ricordatevi di scendere dall'autobus al confine per farvi timbrare il passaporto. Alcuni autisti di autobus non vi diranno quando farlo, quindi è meglio verificare.

Potrebbero esserci linee su entrambi i lati del confine, a seconda dell'ora del giorno e dei giorni festivi.

Controllate anche per quanto riguarda i requisiti di immunizzazione. Il Brasile richiede anche l'immunizzazione contro la febbre gialla prima di entrare se il passaporto mostra che avete visitato alcuni paesi sudamericani specifici (la Guyana, per esempio).

Cosa vedere[modifica]

Cascate dell'Iguazù dall'elicottero
  • -25.6915-54.43991 Cascate. Sono uno spettacolo fantastico poiché tonnellate d'acqua si gettano sulle scogliere e la nebbia si alza tra la giungla. Sono più alte delle cascate di Niagara e larghe più del doppio, per le quali si dice che Eleanor Roosevelt abbia esclamato alla sua prima vista delle cascate: "Povera Niagara!"
Vale la pena trascorrere una giornata su ogni lato delle cascate, soprattutto se avete intenzione di fare una delle gite in barca o altre attività offerte. Non limitatevi a correre oltre i punti di vista principali e andarvene. È importante avere una buona prospettiva del parco in generale per apprezzare questo fantastico spettacolo. Mentre la maggior parte delle cascate si trova in Argentina, dal lato brasiliano si ha una visione migliore.

Lato argentino[modifica]

Veduta dal lato argentino

Indossate indumenti impermeabili e proteggete la fotocamera in quanto può bagnarsi abbastanza in alcuni punti. Alcune persone visitano le cascate in costume da bagno (consigliato in estate).

Il parco è abbastanza ben organizzato: hanno una linea ferroviaria in modo da poter arrivare dall'ingresso ai principali circuiti (Circuito Superior, Garganta del Diablo, ecc.). Hanno anche stand gastronomici all'interno del parco vicino alle stazioni ferroviarie, ma cibo e bevande sono molto costosi. È una buona idea portare del cibo e dell'acqua se avete intenzione di trascorrere la giornata nel parco.

Ci sono cinque piste principali tutte asfaltate e ben segnalate ad eccezione di Sendero Macuco:

  • -25.684-54.44672 Circuito Superiore. È a pochi passi da alcuni bei punti panoramici lungo il bordo superiore delle cascate.
  • -25.6831-54.44553 Circuito Inferiore. È una passeggiata più lunga all'estremità inferiore delle cascate con l'attrazione principale che è il punto di osservazione per guardare il Salto Bossetti e Dos Hermanas. Questo percorso porta anche al servizio di traghetti gratuito per Isla San Martin (chiusa o meno) e ai tour operator.
Isla San Martin
  • -25.6875-54.44234 Isla San Martin. Ha due punti di osservazione principali su diversi lati delle cascate. Ci sono anche molti uccelli. Accesso solo in barca (gratuito). Può essere chiusa quando il livello del fiume è alto, ma sarà chiusa anche quando non è affatto alto, in quanto sembra essere una scusa eterna. C'è un cartello alla biglietteria che mostra "san martin cerrado". Isla de San Martín (Q9009794) su Wikidata
Garganta del Diablo
  • -25.6957-54.43615 Garganta do Diablo. L'attrazione principale del lato argentino, che si traduce in "Gola del diavolo": non andartene senza averla vista! C'è un treno gratuito che corre fino a una passerella lunga 1 km attraverso il fiume per stare appena indietro dal ferro di cavallo principale delle cascate dove il ruggito e gli spruzzi sono più forti. Devil's Throat (Q11699394) su Wikidata
  • -25.6788-54.45026 Sendero Macuco. Simple icon time.svg A maggio 2018 è chiuso e nessuno dello staff sa rispondere perché. È il sentiero attraverso la foresta pluviale fino alla cascata Arrechea ed è un buon modo per allontanarsi dalla folla. Sono circa 7 km di ritorno su un sentiero non asfaltato ma facile che parte dall'Estacion Central. È possibile nuotare sotto la cascata, quindi considerate di portare un costume da bagno e un asciugamano. Una brochure informativa per il sentiero è disponibile presso il punto informazioni del parco. Si consiglia di farlo alla luce del giorno, quindi non provate se sono le 15:00 o le 16:00.

Occasionalmente i sentieri saranno chiusi a causa di avvistamenti di puma.

Lato brasiliano[modifica]

  • -25.6871-54.43967 Riva del fiume. Mentre il lato argentino presenta un elaborato sistema di sentieri e un piccolo arcipelago di isole e punti panoramici, il lato brasiliano è semplicemente costituito dalla riva del fiume lunga circa 2 km con diversi punti panoramici posti lungo di essa e una serie di sentieri sull'acqua fino a un impressionante punto panoramico sul bordo della cascata più grande.
  • -25.691-54.43698 Panorama della Garganta do Diablo. Un eccellente panora da lontano assieme al resto delle cascate.
  • -25.614-54.48269 Parque das Aves. Ecb copyright.svg R$ 40. Un parco ornitologico (non limitato ai piccoli uccelli; gli struzzi sono un punto culminante), dall'altra parte della strada rispetto al Parco nazionale brasiliano dell'Iguaçu. Parque das Aves (Q1894779) su Wikidata


Cosa fare[modifica]

Barche

Sotto le cascate si possono fare spettacolari gite in barca.

Lato argentino[modifica]

  • Iguazu Jungle Explorer, . Offre gite, comprese gite in barca (consigliate) e gite su camion 4WD attraverso il parco (non così interessante). Da prenotare presso l'ingresso o sul circuito inferiore prima di scendere al traghetto. Se fate una delle gite in barca (AR$100 per una breve, AR$200 per una lunga che vi porta anche lungo il fiume), preparatevi a bagnarvi (riceverete una borsa asciutta per la vostra telecamera).

Lato brasiliano[modifica]

  • Macuco safari. Offre gite in barca fino alla base delle cascate di Iguaçu in barche da 20 persone. Il tour inizia al cancello d'ingresso lungo la strada, dove salite a bordo del camion che vi porterà attraverso la giungla verso il punto di consegna. Un narratore descriverà la fauna lungo il percorso. Alla fine della corsa, fate una facile escursione fino al molo dove dovreste indossare l'impermeabile, un salvagente e mettere i vostri oggetti di valore/cose asciutte in sacchetti di plastica. La corsa lungo il fiume fino alle cascate è piuttosto divertente poiché le barche sono alimentate dai due grandi motori necessari per navigare tra le rapide. Durante la corsa viene acquisito un video per l'acquisto successivo. La prima sosta è all'inizio delle cascate vicino al punto di partenza per i tour in barca argentina. C'è tempo per le foto e poi per riavvolgere la macchina fotografica e risalire il fiume verso la Gola del diavolo. Non potete avvicinarvi così tanto alle grandi cascate poiché diventa estremamente pericoloso. Tuttavia, il capitano vi porterà molto vicino. Vi bagnerete: un impermeabile non è sufficiente. Se possibile, portate vestiti asciutti e riponeteli negli armadietti forniti al punto di partenza.

Se andate fino alla stazione "Las Cateratas", vi verranno offerte, ad esempio, attività di rafting e discesa in corda doppia a prezzi migliori. Quando arrivate poco prima che le attività chiudano per la giornata o semplicemente non siano occupate, potete facilmente contrattare sul prezzo e ottenere una tariffa davvero buona!

Acquisti[modifica]

Su entrambi i lati delle cascate è possibile acquistare souvenir, ma sono molto costosi rispetto ai souvenir che si possono acquistare sulla strada principale di Foz do Iguaçu e Puerto Iguazu.

Dove mangiare[modifica]

Argentina[modifica]

L'hotel Meliá proprio all'interno del parco offre una buona alternativa alle bancarelle di cibo spazzatura. C'è una bella terrazza dove potete riposare da cui potete vedere la nebbia che esce dalle cascate e generalmente tucani e altri uccelli che volano intorno.

È inaspettatamente difficile fare colazione in città prima delle 09:30, tutto è ancora chiuso quindi preparatevi qualcosa al vostro alloggio.

Brasile[modifica]

C'è un -25.6921-54.43431 buffet che si trova proprio accanto alla gola alla stazione di Porto Canoas alla fine del percorso a piedi. Il cibo non è buono ma la vista sul fiume rende uno spettacolo surreale perché le cascate sono molto vicine ma non potete davvero vederle a parte la nebbia e il rumore. È un bel posto dove mangiare. Oltre al buffet a R$40, potete prendere un pasto combinato (hamburger) in uno dei punti vendita proprio di fronte al ristorante a buffet per circa R$10.

Dove alloggiare[modifica]

Cascate dell'Iguaçu dal lato argentino

Ci sono solo due opzioni per soggiornare all'interno del parco a pochi passi dalle cascate: Meliá in Argentina e Hotel das Cataratas in Brasile. Entrambi sono un po' costosi e sfruttano la loro posizione. La maggior parte delle persone preferisce soggiornare a Foz do Iguaçu sul lato brasiliano o a Puerto Iguazu in Argentina, dove si possono trovare un gran numero e una gamma di opzioni di alloggio. Il trasporto alle cascate durante il giorno è 20 minuti in autobus.

Lato argentino[modifica]

Vedi l'articolo su Puerto Iguazú per un buon numero di opzioni di alloggio in questa zona.

  • -25.680556-54.4458331 Meliá Iguazú (precedentemente Sheraton Internacional Iguazú Resort), +54 800 3451159. Ecb copyright.svg US$305/US$365 a notte. Check-in: 15:00, check-out: 12:00. Ha una posizione straordinaria all'interno del Parco Nazionale Argentino, ai piedi delle cascate argentine. Piscina, palestra e area benessere. Altrimenti il posto sembra un po' fatiscente, ma comunque non siete venuti qui per oziare all'interno dell'hotel. C'è anche una piattaforma di osservazione sul tetto. 180 stanze. Doppia vista sulla giungla e sulle cascate Se soggiornate pagate $ 50 a notte in più per "vista sulle cascate" e chiedete una camera al 3° piano dove la vista è migliore. Assicuratevi di tenere la porta del patio chiusa la mattina presto, o le scimmie potrebbero rubare. La colazione è inclusa. Meliá Iguazú (Q1771154) su Wikidata

Lato brasiliano[modifica]

Vista dall'Hotel das Cataratas
  • -25.6843-54.43872 Belmond Hotel das Cataratas, Rodovia Br 469, Km 32, Parco nazionale dell'Iguassu, Foz do Iguassu, +55 45 2102-7000, +1 800-237-1236, . Ecb copyright.svg Da R$ 1.200. Splendida posizione all'interno del Parco Nazionale Brasiliano, arroccato in cima alle cascate. Camminate verso i punti di osservazione brasiliani e Porto Canoas. Hotel di lusso tradizionale con appuntamenti di alto livello, sale da pranzo gourmet, piscina all'aperto e tennis. Piattaforma di osservazione sul tetto. 203 camere per gli ospiti. Un albergo indimenticabile. Belmond Hotel das Cataratas (Q18385376) su Wikidata


Sicurezza[modifica]

La febbre gialla insieme ad altre malattie trasmesse dalle zanzare sono endemiche nella regione delle cascate di Iguaçu.

Come restare in contatto[modifica]

Telefonia[modifica]

Nei punti vicino l'accesso il segnale telefonico è presente, altrove lungo i sentieri può anche mancare.

Internet[modifica]

Presso il visitor center del lato argentino è presente una connessione a internet wi-fi.

Nei dintorni[modifica]

Oltre a visitare le cascate, le attività offerte dai tour operator su entrambi i lati del parco sono bere un drink o cenare a Puerto Iguazú o Foz do Iguaçu non c'è molto altro da fare in questa zona. Quindi non pianificate di rimanere qui per tutta la vacanza, 2 o 3 giorni dovrebbero andare bene. Per il lato Brasiliano non sono necessarie più di 4 ore totali. Spesso è più economico volare dal lato brasiliano a San Paolo, ad esempio, che prendere l'autobus (per non dire che è più veloce).

  • Se volete visitare un altro paese, ci sono autobus per Ciudad del Este in Paraguay da entrambi i lati. Da lì, potete dirigervi verso il resto del Paraguay o andare a vedere la diga di Itaipú, la seconda diga più grande del mondo, a circa 10 km a nord della città. Per i cittadini di alcuni paesi, è necessario un visto per passare la zona di confine e i visti non possono essere ottenuti all'arrivo a Ciudad del Este.
  • Le rovine delle missioni dei gesuiti, dichiarate Patrimonio dell'Umanità, nella provincia di Misiones, in Argentina e in Paraguay.
  • Encarnación (Paraguay) e Posadas (Argentina), città di confine a poche ore a sud-ovest delle cascate. Posadas è una bella sosta sulla strada tra Iguazú e Buenos Aires.


Altri progetti

3-4 star.svg Guida: l'articolo rispetta le caratteristiche di un articolo usabile ma in più contiene molte informazioni e consente senza problemi una visita al Parco. L'articolo contiene un adeguato numero di immagini, un discreto numero di listing. Non sono presenti errori di stile.