Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Italia > Italia nordorientale > Veneto > Padovano > Arquà Petrarca

Arquà Petrarca

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Arquà Petrarca
Arqua panorama.jpg
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Arquà Petrarca
Arquà Petrarca
Sito del turismo
Sito istituzionale

Arquà Petrarca è una città del Veneto.

Da sapere[modifica]

Arquà Petrarca è un comune della provincia di Padova diventato famoso perché vi soggiornò Francesco Petrarca, la cui tomba si trova ancora al di fuori della chiesa arcipetrale. Il comune di Arquà è presente nella lista dei borghi più belli d'Italia e dei paesi premiati con una bandiera arancione dal TCI (Touring Club Italiano).

Cenni geografici[modifica]

Arquà Petrarca è ubicato ai piedi del Monte Piccolo e del Monte Ventolone, nei Colli Euganei.

Cenni storici[modifica]

Grazie a reperti risalenti all'età del bronzo ritrovati presso il Lago di Costa è stato possibile stabilire che la zona di Arquà Petrarca era abitata già in antichità.

Durante il medioevo, ma probabilmente già in epoca barbarica, il paese si sviluppò poiché si trovava sulla linea difensiva che andava dalla rocca di Monselice alla Valle San Giorgio, Cinto Euganeo e la fascia pianeggiante verso Vicenza, a occidente dei colli. In epoca medievale venne anche costruito un castello (castrum) abitato da Rodolfo Normanno.

A partire dal 1370 Francesco Petrarca trascorse qui gli ultimi cinque anni della sua vita.

Come orientarsi[modifica]

Per informazioni rivolgersi alla Pro Loco di Arquà Petrarca, sede: Palazzetto Consortile via Zane 2/b - sede operativa: Via Castello 6, +39 0429 777327, @ proloco@arquapetrarca.com. Simple icon time.svg martedì 14.00 - 18.00 giovedì 15.00 - 19.00 sabato 09.00 - 13.00.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

In auto[modifica]

Per Arquà Petrarca passano le seguenti strade statali e provinciali:

  • Strada Statale 16 dir;
  • Strada Provinciale 21;

In treno[modifica]

Italian traffic signs - icona stazione fs.svg

Le stazioni ferroviarie più vicine sono quelle di:


In autobus[modifica]

Arquà Petrarca è collegato con Padova dalla linea 806 (Padova-Este). [1]

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Oratorio della SS. Trinità
  • 1 Casa di Francesco Petrarca, Via Vallese 4, +39 0429 718294, fax: +39 0429 718294, @ musei@comune.padova.it. Ecb copyright.svg intero:4€, ridotto 2€, gratuito fino a 6 anni (2013). Simple icon time.svg Marzo-Ottobre:9.00-12.30/15.00-19.00, resto dell'anno:9.00-12.30/15.00-17.30 Giorno di chiusura: lunedì. Casa in cui visse Francesco Petrarca.
  • 2 Chiesa arcipretale di S. Maria. All'esterno della chiesa è conservata la tomba del Petrarca.
  • 3 Oratorio della SS. Trinità (Vicino alla casa di Petrarca). Qui era solito recarsi per pregare Petrarca poiché la chiesa arcipetrale era troppo lontana per lui negli ultimi anni della sua vita.


Eventi e feste[modifica]

  • Festa delle giuggiole (XXXIII ed. - 2013). Simple icon time.svg Prima e seconda domenica di ottobre. Manifestazioni in costume, assaggi delle giuggiole, tipico prodotto locale, e vendita del liquore da esse ricavate, chiamato "brodo di giuggiole".
  • Festa dell'olio novello (IX ed. - 2013). Simple icon time.svg 24 novembre 2013 (ultima domenica di novembre).

Mercati[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Nel suo territorio si produce un ottimo olio di oliva; Arquà Petrarca fa parte dell'Associazione nazionale Città dell'olio.

Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • Ufficio Postale di Arquà Petrarca, Via Fontana 2, +39 0429 718155. Simple icon time.svg Aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 13.45, il sabato dalle 8.20 alle 12.45. Per info poste.it.


Nei dintorni[modifica]

  • Padova
  • Monselice — Il nucleo fortificato del castello e il percorso del Santuario delle sette chiese dominano la città dal colle che la fiancheggia. Interessanti il centro storico ed il Duomo Vecchio.
  • Este — Culla degli Estensi, conserva il castello dei Carraresi con le fortificazioni. Mantiene un aspetto nobile datole dai palazzi Sei-Settecenteschi che vi costruì la nobiltà veneta.
  • Montagnana — Città murata, conserva intatto il quadrilatero di mura e le torri merlate. Ha un suggestivo centro storico che le è valso l'ingresso nel novero dei Borghi più belli d'Italia.

Itinerari[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.