Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Usseglio
Dal sentiero che da Margone sale al Rifugio Luigi Cibrario
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Usseglio
Usseglio
Sito istituzionale

Usseglio (Ussèj in piemontese, Usèi o Isseui in francoprovenzale, Ussel in francese) è un comune in provincia di Torino.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Situato in un pianoro che si apre al termine della valle di Viù, la più meridionale delle tre valli di Lanzo, confina con il territorio francese ad ovest, la val d'Ala a nord e la Val di Susa a sud; l'unica strada di collegamento è però la SP 32 che porta a valle verso Germagnano.

Il panorama del comune è tipicamente alpino: tra le montagne che svettano, si nota a sudovest il Rocciamelone, la cui cima è possibile raggiungere anche da questo versante; la Punta Lunella a sud; la Croce Rossa a nord; ma soprattutto il monte Lera, la cui inconfondibile forma caratterizza il panorama del paese.

Il pianoro di Usseglio è formato dalla Stura di Viù, uno dei tre rami che formano la Stura di Lanzo. Il fiume ha indubbiamente carattere torrentizio, e non sono rarissimi fenomeni alluvionali, che possono anche interessare alcuni dei suoi immissari, come il rio Arnas e il rio Venaus; quest'ultimo è però generalmente asciutto, salvo in primavera quando si sciolgono le nevi sulle montagne.

Ci sono vari laghi nel territorio comunale, sia naturali che artificiali. Il più grande di questi ultimi è quello di Malciaussia, creato tra le due guerre quando venne costruita una diga per fare una centrale idroelettrica, sommergendo tra l'altro la vecchia frazione.

Sulle montagne a nord ci sono anche il lago della Rossa, uno dei più alti d'Italia (oltre i 2600 metri) e quello della Torre; a sud, il piccolo lago Nero.

Cenni storici[modifica]

La zona di Usseglio fu abitata prima dell'era cristiana: il nome celto era probabilmente Uxeilos ("posto in alto"), e quello latino Hoc Cælum.

Nella zona sono state ritrovate due are votive, una dedicata a Ercole e l'altra a Giove. La prima porta inciso il nome di Marco Vibio Marcello e ora si trova sulla facciata della vecchia parrocchiale; l'altra è stata rinvenuta nel 1850, reca il nome di Claudio Casto, ed è stata collocata davanti alla Cappella di San Vito nella frazione Piazzette.

Nel medioevo il territorio ha avuto una serie di cambiamenti di dominio, fino a che nel 1418 tornò definitivamente sotto i Savoia.

All'inizio del Novecento la vicinanza di Usseglio a Torino la fece diventare una meta abbastanza ambita per le famiglie nobili piemontesi, e sembra che anche la famiglia reale abbia fatto vari periodi di villeggiatura e caccia nella valle.


Come orientarsi[modifica]

Frazioni[modifica]

Usseglio possiede le seguenti frazioni: Chiaberto, Cortevicio, Crot, Malciaussia, Margone, Perinera, Pian Benot, Pianetto, Piazzette e Villaretto.

Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

La parrocchiale della Maria Vergine Assunta
  • Chiesa parrocchiale. Il complesso della vecchia chiesa parrocchiale risale al periodo tra l'XI ed il XVII secolo; si tratta di edifici raggruppati intorno ad una piazzetta che era l'antico cimitero.
La parrocchiale è d'origine romanica, riadattata nella prima metà del Seicento. Nel rimaneggiamento la facciata attuale, rivolta a levante, prese il posto dell'antica abside. Pure il campanile è romanico e risale al secolo XI o XII: sono però rimasti solamente i due piani inferiori della costruzione originaria.
Sulla facciata è stata murata una lapide romana in buono stato di conservazione, risalente al II secolo d.C., proveniente da Bellacomba di Arnàs (2476 m), riportante una dedica votiva "a Ercole da parte di Marco Vibio Marcello". Ancora sulla facciata si possono notare alcuni graffiti di epoca imprecisata, illustrati da un pannello ubicato nei pressi, sotto la tettoia d'ingresso al piazzale della chiesa.
L'attuale parrocchiale, in stile neo-barocco, è stata costruita tra il 1911 e il 1971 e contiene una pregevole Via Crucis in bronzo e due grandi dipinti provenienti dalla vecchia parrocchiale.
  • Museo Civico "Arnaldo Tazzetti". Inaugurato nel 2004.


Eventi e feste[modifica]

  • Festa patronale (Assunzione di Maria Vergine). Simple icon time.svg 15 agosto. Ogni frazione ha comunque la sua cappella e il suo patrono: San Vito e San Desiderio a Piazzette, San Giacomo a Pianetto, San Rocco a Chiaberto, San Fedele a Cascine e Sant'Antonio al Cortevizio, San Pietro a Villaretto, San Michele a Perinera, San Lorenzo a Pian Benot, San Bernardo a Malciaussia, San Camillo al Lago della Rossa, oltre che la Madonna della Neve all'Andriera e Sant'Anna sulla strada verso il lago della Torre.
  • Mostra Regionale della Toma e dei formaggi tipici delle Valli di Lanzo. Simple icon time.svg A metà luglio. Organizzata dalla Pro Loco locale e dal Comune.
  • Festa sulla Neve. Simple icon time.svg Tra febbraio e marzo. Passeggiata con le ciaspole su un percorso di 6 km che raggiunge la frazione Perinera.
  • Festa della Transumanza e della Patata di Montagna. Simple icon time.svg Primo fine settimana di ottobre. Festa dedicata alle famiglie e celebra il ritorno a valle delle mandrie.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Usseglio
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Usseglio
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.