Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Riserva naturale orientata Bosco della Ficuzza, Rocca Busambra, Bosco del Cappelliere e Gorgo del Drago
Bosco di Ficuzza
Localizzazione
Riserva naturale orientata Bosco della Ficuzza, Rocca Busambra, Bosco del Cappelliere e Gorgo del Drago - Localizzazione
Tipo area
Stato
Regione
Territorio
Superficie
Anno fondazione
Sito istituzionale

Riserva naturale orientata Bosco della Ficuzza, Rocca Busambra, Bosco del Cappelliere e Gorgo del Drago è un'area protetta situata in Sicilia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

La Riserva ricade nei comuni di Monreale, Godrano, Mezzojuso, Corleone e Marineo. A ovest, proprio ai confini della riserva si trova l'invaso artificiale del Lago Scanzano. La riserva è ricca di corsi d'acqua a carattere torrentizio, che formano diversi laghetti naturali, i cosiddetti "gorghi".

Cenni storici[modifica]

L'area boscosa dei feudi di Ficuzza, Lupo e Cappelliere fu risparmiata dal disboscamento fino ai primi anni dell'Ottocento perché territorio impervio e roccioso, meno adatto alla pratica dell'agricoltura. All'inizio dell'Ottocento viene donato dai latifondisti a Ferdinando I delle Due Sicilie per farne sua riserva di caccia. Ferdinando vi fece edificare la "Casina Reale di caccia" dove sorse il piccolo borgo di Ficuzza, oggi frazione di Corleone.

Nel 1860, con l'Unità d'Italia, l'area diviene proprietà del Demanio del Regno d'Italia che cedette ai privati gran parte delle aree già disboscate. Nel 1871 quanto resta viene affidato all'Amministrazione Forestale ed il comprensorio dichiarato inalienabile. Negli anni l'area vive un periodo di grave degrado, e la legna utilizzata per vari scopi. Nel 1948 l'area diviene proprietà dell'Azienda Foreste Demaniali della Regione Siciliana, e comincia il rimboschimento. Si dovrà attendere il 26 luglio 2000 per l'istituzione della riserva naturale.

Come arrivare[modifica]

In auto[modifica]

Da Palermo attraverso la strada a scorrimento veloce Palermo-Agrigento, si imbocca l'uscita per Bolognetta e quindi proseguendo sulla SS118 sino a Marineo e oltre, in direzione di Corleone. Superato il lago Scanzano si incontra sulla sinistra il bivio per Ficuzza, segnalato da un obelisco. Questo è l'accesso più facile e conosciuto.

Altri possibili accessi si trovano nei pressi dei centri abitati di Godrano e Mezzojuso.

Permessi/Tariffe[modifica]


Come spostarsi[modifica]

A piedi[modifica]

La riserva è attraversata dal sentiero SE che parte dal messinese e raggiunge la zona di Trapani.

Dal piccolo centro abitato di Ficuzza la segnaletica guida verso diversi sentieri che si inoltrano nella riserva.

Cosa vedere[modifica]

Real Casina di Caccia
  • 37.881913.37771 Real Casina di Caccia di Ficuzza, Via del Bosco, Ficuzza, +39 0918460108. Simple icon time.svg Lun-Ven 9:00-14:30, Sab-Dom 9:00-20:00. Questo edificio era la riserva di caccia del re Ferdinando. L'edificio si trova a Ficuzza che formalmente non rientra nel perimetro della riserva ma ne è ai confini. Al suo interno c'è un museo dove sono esposti animali impagliati, reperti della palazzina e dei dintorni e cartelli riguardanti la riserva. Nelle cantine sono conservate delle piante presenti nella riserva. Real Casina di Caccia di Ficuzza su Wikipedia Real Casina di Caccia di Ficuzza (Q18164805) su Wikidata
Lago Coda di Riccio
  • 37.873613.39912 Lago Coda di Riccio. Nei pressi dell'invaso sorge un esemplare monumentale di Quercus suber, dall'età stimata di circa 400 anni.
  • 37.85555613.3972223 Rocca Busambra. Rocca Busambra su Wikipedia Rocca Busambra (Q1772490) su Wikidata
  • Acqua ammucciata. Piccolo antro di origine tettonica che ospita una sorgente
  • Alpe Ramosa.
  • 37.8630813.431694 Cozzo Fanuso (1078 m).
  • 37.9011813.40865 Gorgo Lungo.
Pulpito del re
  • 37.88161613.4001576 Pulpito del re (dalla SP26 prendere uno dei sentieri sterrati, poi lasciata l'auto proseguire a piedi.). Si tratta di una roccia posta su di un colle da dove il Re Borbone sostava durante le battute di caccia, da cui il nome. Il pulpito è composto da dei gradini scavati nella roccia e da un ampio sedile.


Cosa fare[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Sentieri dell'entroterra palermitano.

Sono possibili diversi percorsi escursionistici visualizzabili qui.

  • Gorgo del Drago e Rocca Busambra. Percorso da fare a cavallo di 21 km e un dislivello di 1280 m. Centro Equestre Agriturismo Gorgo del Drago il riferimento per organizzare questa attività e conoscere gli altri percorsi.
  • In mountain bike. La riserva presenta diverse possibilità di utilizzo della bicicletta come ad esempio l'ex tracciato ferroviario compreso tra Godrano e Ficuzza. Ma anche alcuni percorsi spesso frequentati a cavallo sono utilizzabili come quello dalla Rocca Argenteria in direzione contrada Pirrello, ma si può anche proseguire salendo verso la Rocca Busambra.


Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Rifugi organizzati[modifica]

Rifugi non organizzati[modifica]

  • 37.87212713.4283875 Rifugio Capreria.
  • 37.88728513.428226 Portella di Pero.
  • 37.916613.38037 Rifugio val dei conti.
  • 37.92141513.3966328 Rifugio del Cappelliere.


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Godrano, Ficuzza e Mezzojuso. Percorso da fare in bicicletta di 35 km con un dislivello di circa 1000 m tra Godrano, Ficuzza e Mezzojuso.


Altri progetti

ParcoBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.