Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Francia > Francia sudorientale > Provenza-Alpi-Costa Azzurra

Provenza-Alpi-Costa Azzurra

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Provenza-Alpi-Costa Azzurra
Panorama di Antibes
Localizzazione
Provenza-Alpi-Costa Azzurra - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Provenza-Alpi-Costa Azzurra - Stemma
Provenza-Alpi-Costa Azzurra - Bandiera
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito del turismo
Sito istituzionale

Provenza-Alpi-Costa Azzurra (Provence-Alpes-Côte d'Azur) è una delle regioni della Francia.

Da sapere[modifica]

Completamente compresa nella regione è la Costa Azzurra, che parte della località di Cassis, terminando alla frontiera italiana, uno dei luoghi della Francia più frequentati dai turisti nazionali e stranieri.

Cenni geografici[modifica]

Confina ad est con l'Italia (Piemonte e Liguria), dalla quale è separata dalle Alpi. Al suo interno, a 10 km dal confine con l'Italia, racchiude il piccolo Principato di Monaco. A nord confina con il Rodano-Alpi, ad ovest con la Linguadoca-Rossiglione dalla quale è separata dal Rodano, mentre a sud è bagnata dal mar Mediterraneo.

Cenni storici[modifica]

Colonizzata già dai Greci, la regione faceva parte della provincia romana transalpina denominata "Provincia Romana", da dove deriva il suo nome attuale, dal latino "Provincia" e, posteriormente, Narbonnaise. La regione fu poi abitata da differenti tribù germaniche, come gli Ostrogoti, i Burgundi e i Franchi. Nell'anno 879 dopo Cristo, la regione fu incorporata al reame sotto il nome di Provence e poi, nel X secolo, integrata al reame d'Arles. Agli albori del XII secolo, fu sottomessa alla giurisdizione dei conti di Barcellona sotto il regno di Pietro II d'Aragona. Poi, perdette ogni autonomia, restando sottomessa alla casa d'Anjou che governò dal 1245 al 1482 fino al regno di Luigi XI di Francia e fu definitivamente annessa nel 1483. 1720-1722: la Grande Peste, partita da Marsiglia, Invase la Provenza e la devastò fino agli Stati pontifici.


Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Alpi dell'Alta Provenza (Alpes-de-Haute-Provence) — La parte montuosa settentrionale della storica Provenza. Il Luberon orientale e le gole del Verdon sono tra i punti salienti della regione.
      Alpi marittime (Alpes-Maritimes) — Principalmente conosciuta per la Costa Azzurra, le Alpi Marittime vantano 300 giorni di sole all'anno. La parte settentrionale della regione appartiene alle Alpi francesi.
      Bocche del Rodano (Bouches-du-Rhône) — Vincent van Gogh è stato ispirato dalla campagna di questa regione. Sono presenti anche zone umide come la Camargue, il paesaggio rurale delle Alpilles, il pittoresco villaggio di Cassis e molte altre destinazioni interessanti.
      Alte Alpi (Hautes-Alpes) — Parte delle Alpi francesi. È tra i punti più alti d'Europa.
      Varo (Var) — Noto per le sue località balneari, yacht, personalità ricche e famose, l'architettura romanica e medievale e il vino.
      Vaucluse — Un territorio nell'entroterra battezzato Fontaine-de-Vaucluse. È particolarmente famoso per il Luberon, villaggi pittoreschi ricercati dai visitatori stranieri per il suo stile di vita rilassato.

Centri urbani[modifica]

  • Marsiglia — Capoluogo della regione e seconda città della Francia per numero di abitanti.
  • Aix-en-Provence — Città d'arte e universitaria. Terra natia e di eterno riposo di Paul Cézanne.
  • Antibes
  • Arles — Fonte di ispirazione per Vincent van Gogh. Ospita numerosi resti romani.
  • Avignone — Nota per il palazzo dei papi dove molti papi e antipapi hanno vissuto tra il XIV e XV secolo.
  • Cannes — Offre dimora a facoltosi e a gente di spettacolo, oltre ad ospitare l'annuale festival del cinema.
  • Cassis
  • Gordes
  • Grasse
  • Istres
  • La Seyne-sur-Mer
  • Mentone
  • Montfavet
  • Nizza — Maggiore località balneare nella riviera francese e punto d'accesso per l'Italia.
  • Orange
  • Tolone — Città di medie dimensioni con un centro storico.

Altre destinazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


Altri progetti