Scarica il file GPX di questo articolo

Asia > Asia del Sud > Nepal > Himalaya nepalese > Parco nazionale di Sagarmatha

Parco nazionale di Sagarmatha

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Parco nazionale di Sagarmatha
Sagarmatha National Park
Entrata al Parco
Localizzazione
Parco nazionale di Sagarmatha - Localizzazione
Tipo area
Stato
Regione
Superficie
Anno fondazione
Sito istituzionale

Parco nazionale di Sagarmatha (sagaramāthā rāṣṭriya nikuñja, Sagarmatha in lingua nepalese vuol dire “colei la cui fronte tocca il cielo”) è un'area protetta situata nel Nepal.

Da sapere[modifica]

È a riserva naturale più famosa del Nepal e nel 1979 venne dichiarata dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità.

Cenni geografici[modifica]

Il parco si trova nel Nepal orientale e contiene al suo interno una parte dell'Himalaya, compresa la parte meridionale dell'Everest.

Spazia in altitudine dai 2.700 di Lukla ai 2.800 metri di Jorsale agli 8.850 della cima dell'Everest.

Flora e fauna[modifica]

Fauna del Parco

Nella zona forestale crescono betulle, ginepri, pini, bambù e rododendri. Al di sopra si trovano arbusti ed altre piante piccole. Al crescere dell'altitudine la vegetazione diventa composta da muschi e licheni, fino ad un'altezza di circa 5.750 metri, la linea della neve perenne sull'Himalaya.

Sopra i 3.500 metri si diradano gli abeti, lasciando il posto a betulle, rododendri e ginepri. Le foreste offrono l'habitat ad almeno 118 specie di uccelli, tra cui fagiani dell'Himalaya, fagiani insanguinati, gracchi corallini e gracchi alpini. Il parco nazionale di Sagarmatha ospita anche specie rare quali moschidi, yak, leopardi delle nevi, orsi bruni dell'Himalaya e panda minori. Altre forme di vita del parco sono i cervi, scimmie, lepri, volpi di montagna e lupi Himalayani. Questi animali sono presenti in pochi esemplari, per cui non sempre si riescono ad osservare.

L'ossigeno diminuisce con l'aumentare dell'altitudine. Gli animali che abitano il parco si sono adattati alla scarsità di ossigeno ed alle basse temperature. Hanno un pelo folto che trattiene il calore corporeo. Gli orsi vanno in letargo durante l'inverno quando non si trova il cibo.

Quando andare[modifica]

In tarda primavera o primo autunno; verso la sua fine, è ancora possibile spingersi senza problemi fino a Tengboche. La temperatura massima è di 11 °C nella regione del Khumbu. La stagione calda va da aprile a inizio giugno.


Come arrivare[modifica]

Aeroporto di Lukla

Non ci sono strade che danno accesso alla zona, solo sentieri percorribili a piedi.

In aereo[modifica]

  • Aeroporto di Lukla, con volo o elicottero da Kathmandu, quindi uno-due giorni di trekking per raggiungere Namche Bazar (3.440 m). Soprattutto a fine stagione si sono lunghe liste di attesa all'aeroporto di Lukla.
  • Aeroporto di Tengboche

In autobus[modifica]

Da Kathmandu a Jiri, il capolinea più orientale, in autobus; 184 km, durata del viaggio da 6 a 8 ore a causa delle strade tortuose. Quindi il sentiero a piedi verso Lukla dura sette o otto giorni. Molte spedizioni dell'Everest sono passate per Jiri, chiamata "Gateway to Mt. Everest".

Permessi/Tariffe[modifica]

Ingresso al Parco

Il centro visitatori si trova sulla cima di una collina a Namche Bazar, insieme ad una compagnia dell'Esercito Nepalese che ha il compito di difendere il parco. L'entrata meridionale si trova poche centinaia di metri a nord di Mondzo, a 2.835 metri, ad un giorno di viaggio da Lukla.

All'ingresso è necessario esibire il trekking permit e, pagando una cifra di 1.000 rupie nepalesi (NPR) (circa 10 dollari), si riceve il permesso d'ingresso assieme ad istruzioni e norme che è necessario rispettare tra cui portare fuori dal Parco ogni rifiuto e rispettare flora e fauna selvagge.

Come spostarsi[modifica]

Esclusivamente a piedi.

Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]

  • 1 Mercato di Namche Bazar. Ogni Sabato mattina sopra il sentiero principale della città di Namche Bazar, gli sherpa delle valli circostanti vendono i loro prodotti agricoli e prodotti elettronici da Kathmandu. Mentre le merci stesse non possono essere interessanti ai turisti il mercato stesso è certamente. Da vedere anche la "area di parcheggio" dei Yak al di sopra del mercato.


Acquisti[modifica]

Oggetti di artigianato locale: statuette in legno o metallo, ciotole, campane tibetane in bronzo, bracciali e braccialetti in argento. Contrattare sempre. Vasta scelta di abbigliamento e attrezzatura da montagna.

Dove mangiare[modifica]

Fare riferimento alle strutture del villaggio di Namche Bazar.

Dove alloggiare[modifica]

Fare riferimento alle strutture del villaggio di Namche Bazar.

Sicurezza[modifica]

Il mal di montagna colpisce anche le persone giovani e in salute ed è un problema vero e proprio nella zona. Se si avvertono capogiri, si soffre di palpitazioni o di forti mal di testa, è necessario tornare subito a un'altitudine più bassa. Non prendete alla leggera il mal di montagna: può causare anche la morte!

Come restare in contatto[modifica]

Telefonia[modifica]

I cellulari italiani funzionano abbastanza bene, ma è costoso il traffico voce e dati. Consigliato acquistare un sim locale o effettuare le telefonate nei phone center, che hanno un prezzo conveniente, oppure con Skype in internet point.

Internet[modifica]

Il villaggio di Namche Bazar dispone di alcuni internet café, facendone uno dei pochi luoghi di quest'area del Nepal in cui si può avere accesso a internet. Wi-Fi a pagamento in molti lodge.

Nei dintorni[modifica]

Campo base Everest (versante nepalese) visto da Khumbu Icefall

Itinerari[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.