Scarica il file GPX di questo articolo

Parco nazionale della Cherca

Da Wikivoyage.
Europa > Balcani > Croazia > Dalmazia > Dalmazia settentrionale > Parco nazionale della Cherca
Parco nazionale della Cherca
Nacionalni Park Krka
Veduta del parco
Tipo area
Stato
Superficie
Anno fondazione
Sito istituzionale

Il Parco nazionale della Cherca (Nacionalni Park Krka) è un parco nazionale della regione di Sebenico in Croazia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Il parco vanta una superficie di 109 km² estesa lungo il fiume Krka, nella conte di Sebenico-Knin. Il fiume Krka sorge ai piedi del monte Dinara nei pressi di Knin e lungo il suo corso forma 7 cascate. Krka è il 22° fiume più lungo della Croazia.

Flora e fauna[modifica]

Il Parco Nazionale presenta una ricca fauna e una grande biodiversità: 18 specie di pesci, 222 specie di uccelli, 18 specie differenti di pipistrello, rettili e anfibi per un totale di circa 860 specie.

Cenni storici[modifica]

Il Parco nazionale della Cherca è il settimo parco nazionale della Croazia ed è stato istituito nel 1985.

Come arrivare[modifica]

Chorwacja, dzieci w parku narodowym na rzece Krka 9.JPG
Krk waterfalls.jpg

In auto[modifica]

A Trieste passare l'ex confine di Pesek/Kozina, e proseguire fino al confine croato dove imboccare l'autostrada fino a Sebenico. L'alternativa è uscire a Fiume (Rijeka), proseguire sulla strada costiera. La strada costiera è piena di curve e a corsia unica, ma in cambio offre un bel panorama. L'autostrada è di nuova costruzione, in ottimo stato, a due corsie, tranne nella galleria di Sv. Rok (lunga 5 km). In caso di forte vento il tratto da Sv. Rok a Maslinac può rimanere chiuso al traffico.

In nave[modifica]

Partendo da Sebenico è possibile raggiungere Skradin anche in barca a vela, in quanto il fiume Krka è navigabile.

In treno[modifica]

Raggiungere Sebenico in treno, partendo dall'Italia, non è consigliabile, in quanto il collegamento ferroviario più veloce richiede due cambi treno 2 15 ore di viaggio.

In autobus[modifica]

Dall'autostazione Silos di Trieste parte quotidianamente un pullman internazionale (per Ragusa) che ferma anche Sebenico. Nei mesi estivi di maggior afflusso turistico è consigliabile prenotare alla stazione di Trieste (tel. +39 040 425020) il posto a sedere e andare ad acquistare il biglietto la mattina stessa della partenza (non è possibile comperarlo prima). Succede spesso che l'autobus sia pieno e diversi turisti rimangono a terra. Oltre a questa linea ci sono diverse corse per Fiume da dov'è possibile prendere un altro autobus per Sebenico.

Permessi/Tariffe[modifica]

  • Da novembre a febbraio: adulti 30 kn, bambini dai 7 ai 14 anni 20 kn.
  • Da marzo a maggio, e ottobre: adulti 80 kn, bambini 60 kn.
  • Da giugno a settembre: adulti 95 kn, bambini 70 kn.

Nel parco vige il divieto di: fare il bagno al di fuori dei luoghi previsti, pescare senza permesso, raccogliere o danneggiare piante e alberi, cacciare o disturbare gli animali, accendere il fuoco, campeggiare, lasciare rifiuti ecc.

Come spostarsi[modifica]

All'interno del parco vengono organizzate anche gite con imbarcazioni.

Cosa vedere[modifica]

Il convento di Visovac
Cascata Skradinski Buk
  • Lago di Visovac. Si trova tra le cascate Roŝki slap e quelle di Scardona. In mezzo al lago è presente un isolotto, sul quale sorge un convento di frati francescani, una chiesa e un museo.

Cascate[modifica]

  • Bilušić a 16 km dalla sorgente è la prima cascata del fiume Krka, alta 22 m e larga 106 m.
  • Brljan o Ćorić a 3 km dalla prima cascata, alta 15,5 m.
  • Manjolovac le cascate più alte del fiume Krka e anche una tra le più spettacolari, a 500 m dalla cascata di Brljan.
  • Rošnjak a 1 km dalla cascata di Manjolovac si trova la cascata più bassa (solo 8,4 m).
  • Miljacka non raggiungibile in quanto è incorporata nel complesso della centrale idrica.
  • Roški slap la cascata principale è alta 22,5 m e si trova all'entrata nel lago di Visovac. In mezzo al lago sorge un isolotto che ospita una chiesetta, un convento di frati francescani e un museo.
  • Skradinski buk l'ultima cascata è nota per i suoi 17 gradini che le donano particolare fascino. Qui si possono visitare anche gli antichi mulini e la collezione etnografica.

Fortezze[modifica]

Sul territorio del Parco Nazionale della Cherca sono presenti numerose fortezze, per lo più in rovina, costruite per difendersi dai Turchi. Tra esse si citano:

  • Nečven, costruita nel XV secolo e caduta in mano ai Turchi nel 1522. Riconquistata nel 1688, il complesso fu abbandonato un secolo dopo;
  • Čučevo, costruita nel medioevo, cadde anch'essa in mano ai Turchi, che la usarono come carcere. Fu distrutta nel 1648;
  • Bogočin, posta sulla sinistra del fiume Cherca a monte della cascata Roŝki slap, si trova vicina a un insediamento che si presume risalente all'età del ferro;
  • Ključica si trova sul fiume Cicola e fu costruita nel 1330. I Turchi occuparono Ključ nel 1546, da dove furono cacciati nel 1648. Da allora la fortezza è stata abbandonata;
  • Burnum era un accampamento romano. Qui veniva controllato il passaggio attraverso il fiume Cherca da dove passavano le unità militari romane. Burnum fu distrutto nel 639 durante le invasioni avaro-slave.


Cosa fare[modifica]

  • Bungee jumping. Dal ponte di Sebenico, sul fiume Krka.


Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Sebenico (Šibenik)
  • Parco archeologico di Bribirska Glavica, a 15 km da Skradin


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene informazioni su come arrivare, sulle principali attrazioni o attività da svolgere e sui biglietti e orari d'accesso.