Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Penisola iberica > Portogallo > Azzorre > Faial

Faial

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Faial
Isola di Faial - Panorama di un tratto della costa settentrionale
Localizzazione
Faial - Localizzazione
Stato
Regione
Superficie
Abitanti

Faial è una delle Isole Azzorre.

Da sapere[modifica]

Faial è la più occidentale del gruppo centrale delle Azzorre. È situata ad ovest dell'isola di Pico, dalla quale è separata da un canale marino largo appena 8 km. I numerosi belvederi sul suo versante orientale offrono belle viste sul vulcano di Pico.

L'isola ha una forma vagamente rassomigliante a un pentagono. Come tutte le Azzorre è di origine vulcanica. Nel suo centro è situata la caldeira di 2 km di diametro e 400 m. di profondità. Le pareti interne del cratere sono coperte da fitta vegetazione tra cui numerose ortensie che hanno valso a Faial l'appellativo di "Ilha Azul" (Isola azzurra). Tra il 1957 e il 1958 Faial conobbe un'intensa attività vulcanica che comportò la formazione di un'isoletta poi saldatasi alla terraferma con un breve istmo.

Capoluogo isolano è Horta, adagiata su un profondo golfo nell'angolo sud orientale. Il golfo costituisce il miglior approdo naturale di tutte le Azzorre. Durante la seconda guerra mondiale fu il luogo prescelto per l'installazione di una base militare USA. Oggi il porto turistico di Horta è ingombro di yacht privati di una certa stazza che vi fanno scalo nel corso della loro traversata dell'Oceano. Salpano in genere dalle coste della Cornovaglia diretti all'isola di Barbados, la più orientale dei Caraibi.

Cenni geografici[modifica]

La vetta più alta è Cabeço Gordo con i suoi quasi 1.000 m.


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

Ponte in legno sul percorso "da Levada"
  • Caldeira — Il centro di Faial è occupato da un grosso cratere, detto "Caldeira". La strada dal capoluogo passa per Flamengos, primo villaggio ad essere fondato dai coloni europei. Nei suoi paraggi sta il giardino botanico. Interessante anche la gita lungo la "Ribeira dos Flamengos", un corso d'acqua che attraversa una verdissima vallata. La discesa nel cratere è impegnativa e in genere richiede una guida locale. Ciò nonostante l'escursione è interessante perché permette di osservare le foreste di lauri (Laurisilva) che un tempo ricoprivano tutta l'isola. Una volta visitata la Caldeira è possibile ridiscendere in direzione di Praia Norte o nella zona di Capelo dominata da paesaggi lunari della costa. Il sentiero di 3 km detto "percurso da Levada" è facilmente percorribile da chiunque ed è apprezzato dagli appassionati di ecoturismo. Un suo prolungamento ha inizio nei pressi di un lago artificiale e penetra attraverso un tunnel all'interno di un vulcano basaltico "Cabeço dos Trinta" per poi sfociare direttamente nel cratere. Altra escursione è quella a "Cabeço Gordo", il punto più elevato dell'isola (1043 m.) che offre una vista panoramica sulla Caldeira.
  • 1 Capelo — Villaggio nel nord ovest prossimo al luogo delle eruzioni del 1957-1958 che trasformarono il paesaggio di quest'angolo di Faial. L'eruzione del "Vulcão dos Capelinhos" durò un anno intero accompagnata da continue scosse sismiche. Il 10 ottobre del 1958 si formò la "ilha nova" che nei giorni immediatamente successivi crebbe in volume fino a saldarsi con la terraferma. Oggi (anno 2012) il vulcano è in fase di quiescenza, fatto che ne rende possibile la visita. I turisti vengono accolti in un vicino centro dove ha inizio un sentiero che conduce al faro, situato proprio sulla scarpata del cratere.
  • Castelo Branco — Altro villaggio tradizionale del versante sud, prossimo alla pista aeroportuale. Nelle sue vicinanze sta il morro di Castelo Branco, un imponente promontorio di origine vulcanica poi fortemente eroso dagli agenti marini. Oggi costituisce una riserva naturale a protezione della ricca avifauna che lo ha scelto come sua dimora.
  • 2 Feteira — Villaggio rurale di 2.000 abitanti sul versante meridionale dominato dai ruderi di una fortezza che fungeva da difesa dalle incursioni dei pirati durante il XVII secolo.
  • Horta — Capoluogo isolano, Horta è sede del parlamento della regione autonoma delle Azzorre. Città molto vivace, Horta è stata soprannominata "Capital do Mar" grazie al suo porto ingombro di imbarcazioni di ogni tipo. Un tempo ad Horta facevano scalo navigatori solitari come Sir Francis Chichester ed Éric Tabarly che nel 1964 vinse la regata "Single-Handed Trans-Atlantic Race". Oggi invece gli yacht privati all'ancora nella marina non si contano più. Il suo golfo è limitato a sud dal Monte da Guia, un promontorio che prende il nome da "Nossa Senhora da Guia" (Nostra Signora che ci guida), patrona dei pescatori in Portogallo e figura derivata dalla chiesa ortodossa. Fino al XVIII secolo Monte da Guia e il sottostante golfo di Porto Pim furono infatti un centro della caccia alla balena. Più prosaicamente Monte da Guia è il punto dove si intersecano cavi sottomarini che permettono le telecomunicazioni tra l'Europa e le Americhe.
  • 3 Praia do Almoxarife — La spiaggia di Almoxarife si estende sulla baia omonima posta immediatamente a nord del golfo di Horta e separata da questo dal promontorio detto "Morro da Espalamac". La spiaggia è fatta di arena nera e accoglie l'unico campeggio di Faial. Sempre sul suo limite meridionale si estende Poço das Asas, una riserva naturale. Poço das Asas è un posto idilliaco con piccole cascate che formano piscine naturali avvolte da lussureggiante vegetazione. Attraversato il parco si esce in corrispondenza del belvedere (Miradouro) di Nossa Senhora da Conceição nel villaggio omonimo, attaccato ad Horta.
  • Praia do Norte, Cedros, Salão, Ribeirinha — Quattro villaggi del versante settentrionale battuto da venti impetuosi e onde fragorose che rendono impossibile la balneazione. Non a caso il litorale nord è indicato come costa brava (costa selvaggia). Si tratta di una costa a falesie erose dall'azione dell'oceano. La strada che attraversa i villaggi è comunque panoramica e si snoda tra paesaggi contrastanti ora di lava nera, ora di un verde intenso. In particolare la zona collinare di Ribeirinha presenta suoli molto fertili ed è caratterizzata da frutteti che spuntano tra vaste distese di fiori d'ortensia.

Altre destinazioni[modifica]

  • Baía do Porto Pim — Separata dal golfo di Horta dal promontorio di Monte da Guia, la baia accoglie la spiaggia omonima, molto frequentata per la sua vicinanza al capoluogo.
  • 1 Varadouro — Baia del versante orientale limitata a sud dal morro di Castelo Branco e a nord dalla Ponta do Varadouro ove si trova la spiaggia omonima, tra le poche di Faial che permettano un bagno tra le ruggenti onde dell'oceano. La spiaggia è infatti al riparo degli alisei che invece spazzano furiosi la costa settentrionale e orientale. In alternativa è possibile bagnarsi in una delle sorgenti d'acqua calda sparse nei paraggi.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]


Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Farias è il nome delle autolinee locali che provvedono a collegare i vari centri isolani. Domenica e festivi le corse sono annullate.

Cosa vedere[modifica]


Eventi e feste[modifica]

  • Semana do Mar. Regata che si tiene nel mese di agosto ed è accompagnata da un festival gastronomico, concerti tenuti da bande regionali e danze folcloristiche.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Peter Café Sport

Locali notturni[modifica]

  • Peter Café Sport, Rua José Azevedo 9 - Horta. Storico locale inaugurato nel 1918 e frequentato da lupi di mare solitari che facevano scalo a Horta nelle loro traversate atlantiche dai Caraibi alle coste europee. Tuttora il locale è frequentato da Yachtsmen.


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • Bar Do Clube Naval Da Horta, Tv. do Carreiro (Horta). piatti semplici di carne e pesce, toast e hamburger

Prezzi medi[modifica]

  • Genuíno Restaurante, Rua Nova (Horta).
  • Taberna de Pim, Restauração Lda., Rua Nova 3 (Horta).


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Morro de Castelo Branco
Praia do Norte

Itinerari[modifica]

Periplo di Faial[modifica]

Supponendo di uscire dal capoluogo in direzione dell'aeroporto e con l'intento di compiere il giro dell'isola (100 km circa) nel senso delle lancette dell'orologio, incontreremo i luoghi riportati di seguito: Baía do Porto Pim, Feteira, Castelo Branco, Varadouro, Capelo, Praia do Norte, Cedros, Salão, Ribeirinha e Praia do Almoxarife.


Poço das Asas
Panorama di Horta dal Monte da Guia
Monte da Guia


Altri progetti