Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Italia > Sicilia > Sicilia occidentale > Enna

Enna

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Enna
Enna Innenstadt.jpg
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Enna
Enna
Sito istituzionale

Enna è una città della Sicilia.

Da sapere[modifica]

Oggi la città è vertice di un turismo "mordi e fuggi" assai sviluppato, anche se il turismo di permanenza media o lunga si concentra prevalentemente in estate o durante la rinomata Settimana Santa di Enna.

Il nome Enna è stato introdotto nel 1927 con il processo di denominazione fascista, che riprendeva dove era possibile i nomi di età classica. Fino a quella data infatti il comune di Enna era chiamato Castrugiuvanni e italianizzato in Castrogiovanni. L'origine etimologica del nome proverrebbe da un termine della lingua sicana, Ennaan, ellenizzato in Ἔννα (Henna) per i Greci e rimasto pressoché invariato per i Romani.

Cenni geografici[modifica]

Enna,è il capoluogo di provincia più alto d'Italia (centro abitato 931 m; Castello di Lombardia 992 m), si trova al centro della Sicilia, nella parte più elevata di un'ampia dorsale montuosa, che svetta sulla valle del Dittaino e fa parte della catena montuosa dei monti Erei. A 10 km a sud del centro storico si trova il lago Pergusa, a 677 m intorno al quale è costruito l'omonimo autodromo. I fiumi hanno principalmente carattere torrentizio, se si escludono il Dittaino, affluente del Simeto, ed il Salso o Imera meridionale.

Quando andare[modifica]

Sebbene storicamente si siano registrate temperature più estreme (da -6 a 41 °C), mediamente l'escursione termica annuale varia dai 3 ai 26 °C. Agosto è il mese più caldo con temperature che variano da 18 a 26 °C, mentre gennaio è il mese più freddo con temperature nell'intorno di 3-6,5 °C.

Letture suggerite[modifica]

  • Carmelo G. Severino. Enna. La città al centro. Gangemi, 1996. ISBN 88-7448-681-2
  • Anna Maria Corradini. Enna: storia e mitologia attraverso le fonti classiche. Papiro.


Come orientarsi[modifica]



Come arrivare[modifica]

Uscita di Enna sulla A19

In aereo[modifica]

Gli aereo porti più vicini sono quelli di Catania (Fontanarossa) e Palermo (Punta Raisi, ribatezzato Falcone e Borsellino)

In auto[modifica]

La città ha uno svincolo autostradale della A19> Palermo-Catania

In treno[modifica]

  • 1 Stazione di Enna (Fuori dal centro abitato.). Questa stazione è posta lungo la direttrice Palermo-Catania.

In autobus[modifica]

Enna è collegata ai comuni limitrofi e ai grossi centri della Sicilia tramite diverse linee di Autobus

Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

La SAIS autolinee gestisce il servizio urbano ad Enna e la collega a diversi comuni della provincia e della regione, compagnie che vanno o partono da Enna sono Interbus, Isea viaggi, Romano, Astra autolinee, Etnatrasporti, Sais Trasporti e altre.


Cosa vedere[modifica]

Grazie alla sua lunga storia, Enna può vantare un patrimonio monumentale tra i più ampi e vari della regione, e alcuni tesori artistico-architettonici di un certo pregio. La maggior parte dei luoghi d'interesse sorge lungo l'asse viario della via Roma, che percorre tutto il centro storico della città. Parte da piazza Neglia, dove sorge la chiesa di san Tommaso, e, passando per le cinque piazze più grandi di Enna Alta, finisce al castello di Lombardia, il monumento più importante.

Castello di Lombardia
  • 1 Castello di Lombardia, Via Lombardia, +39 0935 502362. Il castello di Lombardia, edificio simbolo della città di Enna, è un imponente fortezza che si erge sul punto più elevato della città. Con i suoi 26.000 m² di superficie è uno dei castelli di epoca medievale più grandi d'Italia. Il castello di Lombardia deve il suo nome a una guarnigione di soldati lombardi posta a difesa dell'antica fortezza durante la dominazione normanna della Sicilia. Castello di Lombardia su Wikipedia "castello di Lombardia" su Wikidata


Rocca di Cerere
  • 2 Rocca di Cerere. Ecb copyright.svg ingresso gratuito.


Torre di Federico II
  • 3 Torre di Federico II. La torre, parte dell'antico sistema difensivo chiamato "Castello Vecchio" è uno dei simboli della città di Enna.


  • 4 Belvedere. Il belvedere è una piazza panoramica storica di Enna. Circondata da locali e bar in cui prendersi una meritata pausa, la piazza ospita la bella fontana con la raffigurazione del ratto di Proserpina, antico mito greco-romano legato al ciclo delle stagioni. Accanto alla piazza inizia il viale panoramico, il vero e proprio Belvedere, che offre una magnifica vista sulla campagna e i paesi circostanti.


Duomo di Enna
  • 5 Maria Santissima della Visitazione (Duomo), tra piazza Duomo e via Roma (a 500 metri dal castello), +39 0935 503165. Ecb copyright.svg 0€. Simple icon time.svg 9:00-13:00 - 16:00-19:00 (tranne il Lunedì). Il bellissimo duomo di Enna, a pochi passi dal Castello, è una delle opere architettoniche più importanti della città. La sua ricchezza di stili, gli affreschi del Borremans, gli interni gotici con influenze catalane e la sua storia che risale al Medioevo meritano sicuramente una visita.


  • Chiesa di San Marco.


Enna - Chiesa di San Francesco d'Assisi
  • 6 Chiesa di San Francesco d'Assisi. Chiesa di San Francesco d'Assisi (Enna) su Wikipedia "chiesa di San Francesco d'Assisi (Enna)" su Wikidata


  • Museo Alessi di Enna. Situato in locali in stile gotico-catalano, traccia dell'impianto trecentesco originario del Duomo, il Museo Alessi - il cui progetto di allestimento è stato redatto dall'architetto Andrea Nonis - espone alcune collezioni di una certa ricchezza, tra cui si segnalano la sezione numismatica, con 4.000 monete greco-romane, alcune collezioni appartenute a famiglie nobili e il Tesoro della Chiesa Madre, che custodisce un vasto ventaglio di pezzi d'oreficeria siciliana, come la celebre Corona della Madonna in oro tempestato di diamanti. Il museo è attualmente chiuso. Museo Alessi su Wikipedia "Museo Alessi" su Wikidata
  • 7 Museo Archeologico Regionale di Enna. Fondato negli anni 1980, conserva numerosi reperti rinvenuti in diversi siti archeologici della Sicilia interna, tra cui alcuni noti in ambito internazionale, come la città indigena ellenizzata di Morgantina o la celeberrima Villa del Casale di Piazza Armerina. Museo archeologico regionale di Enna su Wikipedia "Museo archeologico regionale (Enna)" su Wikidata
  • Museo Musical Art 3 M. Raccoglie "opere musicali" esponendo virtualmente i quadri di artisti siciliani o che hanno operato in Sicilia dal XV al XX secolo. Vi sono inoltre mostre fotografiche temporanee ed è sede di iniziative culturali riguardanti arte e tradizioni locali e non. Museo Musical Art 3M su Wikipedia "Museo Musical Art 3M" su Wikidata


Eventi e feste[modifica]

  • Festa Patronale Ennese di Maria SS. della Visitazione il 2 luglio — La patrona di Enna è Maria SS. della Visitazione che si festeggia il 2 luglio: in tale ricorrenza i membri scalzi della omonima confraternita portano, a spalla, la nave d'oro con la statua della Madonna per le vie della città sino ad arrivare alla Chiesa Francescana di Montesalvo dove sosterá per due settimane. La statua della Madonna è adornata con gioielli d'oro offerti da persone devote nell'arco di secoli. Altro appuntamento è l'ultima domenica di agosto con la festa della Madonna di Valverde.
  • Settimana Santa di Enna — Importantissimo appuntamento sono i festeggiamenti della Settimana Santa di Enna che hanno come culmine la solenne processione del venerdì Santo, unica in Italia, durante la quale migliaia di confratelli incappucciati percorrono le vie della città creando un'atmosfera suggestiva e irreale.
  • Festeggiamenti del Signuruzzu du Lacu (Signore del Lago) sul Lago Pergusa — La festa si svolge durante la prima settimana di maggio, e ha il suo culmine la Prima domenica, con la benedizione delle Acque del Lago. Seguono i giochi pirotecnici e uno spettacolo di musica leggera o teatrale.
  • Festa del Beato Girolamo De Angelis sacerdote ennese e compatrono della città — I festeggiamenti iniziano la penultima domenica di novembre e culminano il 4 e 5 dicembre, con processione e giochi pirotecnici.
  • Festa della Madonna di Valverde — La festa della Madonna di Valverde ha origini molto antiche. La Vergine di Valverde fu la prima patrona del popolo Ennese, sino al 1412 (anno dell'arrivo del simulacro della Madonna della visitazione in città e attuale patrona). La festa ha il suo clou l'ultima domenica di agosto, tra processione, luminarie, fuochi pirotecnici e concerti. Da notare la netta somiglianza con la festa patronale.
  • Festa della Madonna dei Carusi — Quella della Madonna dei Carusi è una delle feste più sentite dal popolo ennese. La festa venne istituita per onorare i giovani operai delle miniere e metterli sotto la protezione di Maria. La festa culmina la prima domenica di settembre, con la processione, i giochi pirotecnici e il festival canoro dei bimbi, in piazza Sant'Agostino.
  • Festa del SS. Crocifisso di Papardura — Nello splendido santuario arroccato di Papardura si svolge il 13 e il 14 settembre una delle feste più antiche della città, con la degustazione delle " Cudduredde", la benedizione con una reliquia della Santa Croce, la tradizionale fiera di settembre in piazza Europa.
  • Festa dell'Immacolata — Processione del Simulacro della Vergine sino al carcere, saluto dei detenuti, ritorno e giochi pirotecnici al Belvedere Marconi.
  • Fiere e altro
    • Fiera di maggio e settembre
    • Fiera del Bestiame
    • Mercato del martedì
    • Mercatino rionale di Via Mercato S. Antonio
    • Torneo Internazionale della Musica (TIM), semifinali e finali dal 2007
    • Stagione motoristica dell'Autodromo di Pergusa
    • Stagione concertistica e convegnistica dell'Università Kore di Enna
    • Stagione teatrale del Teatro Garibaldi
    • Programma natalizio ed estivo


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Enna è ricca di prodotti gastronomici tipici, che per la loro raffinata peculiarità hanno riscosso e continuano ad avere un lodevole successo come specialità d'élite nel panorama alimentare nazionale. Tra i più famosi, si segnalano:

  • Il Pan del Dittaino, che si fregia del prestigioso marchio comunitario DOP, prodotto artigianalmente.
  • Il piacentino ennese, particolarissima qualità di formaggio impreziosita dall'aggiunta dello zafferano, che gli conferisce gusto e colorazione inconfondibili e noti in ambito nazionale.
  • La cassatella di Agira, prelibato dolce di pasta di frolla a mezzaluna ripieno di un impasto di cacao, mandorla tritata, scorza di limone ed altri ingredienti.
  • I vucciddati, dolce di pasta frolla simile alla cassatella di Agira. Il ripieno può essere di fico, mandorla o marmellata.

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Bar dell'angolo, Via Roma, 366. Bar e pasticceria molto apprezzato in città.

Prezzi medi[modifica]

  • 2 Gran caffè russo. Possibilità di mangiare rustici, pizza o pasti completi.


Dove alloggiare[modifica]

Le strutture ricettive, nonostante offrano metà dei posti letto alberghieri presenti in provincia, non sono ancora sufficienti.


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Riserva naturale speciale Lago di Pergusa — Uno dei punti focali della natura siciliana a 5 km da Enna, ospitante la Selva Pergusina (area forestale) e l'unico lago naturale della Sicilia interna, dal quale transita la maggior parte dell'avifauna migratoria isolana.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.