Scarica il file GPX di questo articolo

Asia > Asia del Sud > India > Pianure indiane > Delhi > Distretto di Delhi Centro

Distretto di Delhi Centro

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Distretto di Delhi Centro
(Delhi)
Moschea Jama Masjid
Stato
Sito web

Distretto di Delhi Centro è un quartiere di Delhi è situato immediatamente a nord di Nuova Delhi.

Da sapere[modifica]

Il centro di Delhi ospita il quartiere degli affari e quello di Shahjahanabad (Old Delhi), un tempo sede degli imperatori della dinastia moghul.

Entro i limiti del centro si trovano alcune delle principali attrattive cittadine come Jama Masjid, la più nota delle moschee della capitale e il Red Fort.


Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

Delhi centro: Chawri Bazar
  • Chandni Chowk — Il quartiere del più antico mercato cittadino ed anche uno dei più affollati. Si trova nel settore nord del centro, vicino il forte rosso. Molte le moschee, tra cui Fatehpuri e Jama Masjid, la più grande dell'India. Spesso le strade rionali non sono altro che semplici vicoli dove si affacciano le più svariate botteghe oltre a esercizi di ristorazione di incerta classificazione. 1 Gali Paranthe Wali (letteralmente: "La strada del pane fritto") è il nome di un vicolo famoso da secoli per i suoi localini che offrono cibo tradizionale a prezzi irrisori. Una menzione merita anche 2 Dariba Kalan, una traversa di Chandni Chowk poco prima dell'ingresso al Forte Rosso. Il suo nome deriva dal persiano "Dur e be baha", ovvero la strada delle incomparabili perle. In epoca moghul la strada era infatti famosa per le sue numerose botteghe di oreficeria e di incastonatura di pietre preziose. Ancora oggi la strada è piena di gioiellerie e argenterie ma si tratta di esercizi commerciali e non artigianali. Nel 1739 le truppe dell'invasore Nadir, scià di Persia, misero a sacco le botteghe operando una strage inaudita. Fu in quell'occasione che fu trafugato il trono del Pavone incastonato di gemme e portato a Teheran dove ancora si trova.
  • Chawri Bazar — Il quartiere più a sud, sul fianco ovest della Jama Masjid. È una strada piena di officine meccaniche dove si riparano vetture e rickshaws ma funziona anche come mercato all'ingrosso di generi di cartoleria e, in minor misura, di oggetti in rame.
  • Paharganj — Un quartiere pieno di alloggi e ristoranti a buon mercato (dhaba). Si trova oltre la stazione ferroviaria di New Delhi ed è un'area dalle strade strette e congestionate, ancora più che altrove. Naturalmente il rumore la fa da padrone, soprattutto nelle vicinanze della stazione.
Raj Ghat - Il luogo dove fu cremato il Mahatma Gandhi
  • Civil Lines — Fu il quartiere coloniale prima della fondazione di Nuova Delhi. Vi risiedeva infatti il commissario nominato dalla compagnia Orientale delle Indie, una specie di ambasciatore presso la corte del Gran Moghul. Si estende a nord della città vecchia in prossimità della riva dello Yamuna dove sta il Raj Ghat, il luogo dove fu cremato il corpo del Mahatma Gandhi.
  • Majnu-ka-tilla — Il quartiere oltre le Civil Lines è, amministrativamente, parte del distretto Nord di Delhi. I suoi residenti sono per lo più Tibetani che vi dimorano dal tempo in cui il loro paese fu invaso dalla Repubblica Popolare Cinese. Per quanto sia ancora possibile vedere gruppi di monaci nella caratteristica tonaca giallo-arancione e qualche anziana in abito tradizionale, il quartiere ha perso il suo carattere originario e la maggioranza della gioventù segue le mode occidentali, sia nel vestire sia nelle abitudini, come dimostrano i numerosi Internet cafes della zona. Majnu ka Tila ha il vantaggio di essere un luogo molto meno rumoroso del centro e di disporre di alberghi convenienti anche se un pizzico più cari di quelli di Paharganj. Si trova inoltre a non eccessiva distanza dalla stazione metro di Vidhan Sabha (linea gialla) il che agevola i propri spostamenti all'interno della città.
  • Karol Bagh — Il quartiere del settore ovest, a ridosso dell'omonima stazione della metro. Ajmal Khan è il nome della sua strada principale, piena zeppa di negozi. È un'area a carattere residenziale con molti alberghi di media categoria. Un tempo era il quartiere musulmano di Delhi, come dimostrano le sue molte moschee non più adibite al culto. Dopo l'esodo dei musulmani in Pakistan e in Bangladesh, vi si sono installate famiglie provenienti dal Tamil Nadu e dall'India meridionale in genere.
  • Patel Nagar — Un vasto quartiere nel settore ovest del centro servito da più stazioni della metro.

Nota:Pahar Ganj, Darya Ganj e Karol Bagh sono divisioni del centro che hanno anche valore amministrativo.

Come arrivare[modifica]

  • 3 Stazione di Nuova Delhi. La principale stazione ferroviaria a servizio della capitale indiana. Stazione di Nuova Delhi su Wikipedia stazione di Nuova Delhi (Q2742296) su Wikidata


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Delhi Gate. Una delle 13 porte superstiti che si aprivano nella cinta muraria fatta costruire dallo scià Jahan nel XVII secolo. Della mura in mattoni che originariamente avevano un perimetro di quasi 9 km non sussistono oggi che pochi tratti lungo la riva del fiume Yamuna. Delhi Gate (Q5253759) su Wikidata
  • 2 Jama Masjid. Jama Masjid su Wikipedia Jama Masjid (Q233678) su Wikidata
  • 3 Sri Digambar Jain Lal Mandir. Sri Digambar Jain Lal Mandir (Q3635137) su Wikidata
  • 4 Raj Ghat. Il Raj Ghat è una semplice piattaforma di marmo nero che segna il luogo della cremazione del Mahatma Gandhi avvenuta il 31 gennaio 1948. Una fiamma eterna brucia in una delle estremità del monumento sul quale sono riportate le parole "Ô Rāma" (tradotte come "O Dio"), esclamate dal primo leader dell'India indipendente prima di spirare. Il monumento sta sulle rive del fiume Yamuna. Due musei dedicati a Gandhi si trovano nelle vicinanze. Raj Ghat and associated memorials (Q1210083) su Wikidata


Forte Rosso[modifica]

Diwan I Am all'interno del Forte Rosso
Rang Mahal
Diwan I Kash
  • 5 Forte Rosso (Lal Qila). Il Forte Rosso è una città dentro la città che fu la reggia degli imperatori Moghul fino alla loro destituzione nel 1857. Le mura che circondano Lal Qila hanno un perimetro di 2 km. I Britannici ne alterarono in seguito l'aspetto costruendovi soprattutto caserme. Essi provvidero anche a colmare di terra il fossato che un tempo circondava il forte. Forte rosso su Wikipedia Forte rosso (Q45957) su Wikidata
  • 6 Porta di Lahore. Il monumentale ingresso al Forte Rosso è costituito dalla Porta di Lahore che conduce al Chatta Chowk, una strada coperta ai cui lati si aprivano numerose botteghe che offrivano ai fortunati abitanti del forte quanto di meglio producesse l'India nei secoli XVII e XVIII. Lahori Gate (Q16931856) su Wikidata
  • 7 Casa del tamburo (Naqqar Khana). Naqqar Khana è un enorme portale attraverso il quale si accede alla reggia. È così chiamata perché in epoca moghul vi si radunavano 5 volte al dì i tamburini che avevano la funzione di scandire la vita quotidiana della corte con le loro percussioni strumentali. Naubat Khana (Red Fort) (Q16895720) su Wikidata
  • 8 Diwan-i-Am. Oltrepassata la casa del tamburo si accede a un cortile ove si erge il Diwan-i-Am, un vasto padiglione un tempo adibito alle pubbliche udienze. Al centro del muro esterno della struttura spicca ancora oggi una balconata riccamente decorata da dove il Gran Mogol era solito assistere alle udienze. Diwan-i-Am (Q16829863) su Wikidata
  • 9 Zenana. Sul retro del Diwan-i-Am e in prossimità del fiume Yamuna stanno gli appartamenti privati dell'imperatore e i suoi annessi, costituiti da una serie di padiglioni risalenti alla prima metà del XVII secolo. I due più a sud erano gli zenana, ovvero gli harem. Il più piccolo detto Mumtaz Mahal è oggi un museo mentre il più grande, detto Rang Mahal colpisce per la sua decorazione e per la vasca in marmo antistante, alimentata dalle acque del Nahr-i-Behisht, un canale artificiale il cui nome significa "fiume del paradiso". Rang Mahal (Red Fort) (Q16899120) su Wikidata
  • 10 Khas Mahal. Il terzo padiglione, noto come Khas Mahal, accoglieva gli appartamenti privati dell'imperatore. Della struttura fa parte una torre detta Mussaman Burj che si erge di fronte le mura della cittadella. Da qui ogni mattina si affacciava il sovrano per mostrarsi al popolo e riceverne l'omaggio. Khas Mahal (Q16852143) su Wikidata
  • 11 Diwan-i-Khas. Il padiglione seguente è detto Diwan-i-Khas e serviva da udienze private o per adunanze della corte. È qui che si trovava il famoso trono del pavone trafugato da Nadir, scià di Persia e portato a Teheran nel 1739. Diwan-i-Khas (Q16829867) su Wikidata
  • 12 Hamam. Oltre il Diwan-i-Khassi trovano gli Hamam o bagni turchi Hammam (Q16840917) su Wikidata
  • 13 Moschea delle perle (Moti Masjid). costruita al tempo di Aurangzeb, il successore di Shah Jahan. Moti Masjid, Delhi (Q2991448) su Wikidata


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Gli alberghi economici di Paharganj, all'uscita della stazione di Nuova Delhi

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • Bajaj Indian Homestay. 10 stanze
  • Bed and Breakfast New Delhi - I-9 Maharani Bagh. Tel.: +919899099042. Email: bnbnewdelhi@gmail.com http://www.bnbnewdelhi.com. Tre stanze con bagno privato e wi fi gratis.
  • Mehar Castle - http://www.meharcastle.com Prezzi: 750 Rupie per la singola, 1500 per la doppia
  • Sunstar Residency - 8A/50, W.E.A. Channa Market, Karol Bagh. Tel.: 25853688, 89, 42503285, 42502767 email hotelsunstar@yahoo.co.uk http://www.hotel-sunstar.com. Prezzi: Da 1300 rupie per la doppia.
  • Bed and Breakfast New Delhi, India - C-34, Anand Niketan, Delhi. Tel.:+919868104893. Email: innatdelhi@yahoo.co.in http://www.innatdelhi.com. Tre stanze con bagno privato e wi fi gratis.


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita al distretto. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).