Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Balcani > Bulgaria > Costa bulgara del mar Nero

Costa bulgara del mar Nero

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Costa bulgara del mar Nero
Panorama di Sveti Vlas e della sua marina
Stato

Costa bulgara del mar Nero è una regione turistica della Bulgaria.

Da sapere[modifica]


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • Burgas — Quarta città della Bulgaria per numero di abitanti e primo porto del paese per traffico mercantile, Burgas costituisce il principale accesso alle spiagge e ai centri balneari del sud.
  • Varna — Varna e il suo aeroporto costituisce l'accesso ai centri balneari del nord. A differenza di Burgas che trattiene non molti villeggianti, Varna è di per sé un centro turistico di primaria importanza.

Altre destinazioni[modifica]

Costa meridionale

  • Ahtopol (Ахтопол)
  • Dyuni (Дюни) — Lussuoso complesso alberghiero realizzato nel 1987 da una società austriaca nella zona di pinete costiere tra Sozopol e Tsarevo. I clienti degli alberghi di Dyuni, il cui nome significa "Le Dune", sono vacanzieri di lingua tedesca che hanno sottoscritto un pacchetto tutto compreso.
  • Nesebăr (Несебър) — Antica colonia greca, Nesebăr occupa il promontorio che limita a sud la spiaggia del rinomato centro baneare Sunny Beach. Nel 1983, Nesebăr fu inserita nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità.
  • Primorsko (Приморско) — Cittadina su un promontorio a circa 52 km a sud di Burgas con un bianco arenile lungo 1 km.
  • Rezovo (Резово) — Villaggio di meno di 100 anime sul confine con la Turchia. È molto visitato d'estate ma non è possibile proseguire in Turchia. Guadare il fiume che segna il confine è facile ma illegale.
  • Sozopol (Созопол) — Frequentato centro balneare sul sito di una città fondata nel VII secolo a.C. da coloni greci di Mileto, Sozopol si trova a sud di Burgas e conserva ancora un centro storico adagiato su una penisoletta dalle vecchie case in pietra e in legno che le conferiscono un carattere unico.
  • Sunny Beach (Слънчев бряг) — Condivide a pari merito con Sabbie d'oro il titolo di maggior centro balneare della riviera bulgara. Il complesso alberghiero (più di 800 alloggi con 15.000 posti letto) sorge a circa 35 km a nord di Burgas e fu realizzato in epoca comunista a partire dal 1958.
  • Sveti Vlas (Свети Влас) — Il più grande porto turistico della Bulgaria dove gettano l'ancora enormi yacht battenti per lo più bandiera russa. Per le strade del centro balneare è facile vedere fiammanti ferrari e porsche.
  • Tsarevo (Царево) — Villaggio in posizione pittoresca su un tratto di costa frastagliata, a 70 km a sud di Burgas. Tsarevo è frequentata come stazione balneare fin dagli anni 60 del XX secolo, quando molte imprese statali vi fondarono centri vacanze per i propri lavoratori.
  • Černomores (Черноморец) — Villaggio tradizionale bulgaro di circa 2000 abitanti in posizione incantevole sul golfo di Burgas. Presenta diverse spiagge attorniate da querceti. D'estate la popolazione del piccolo centro si moltiplica per dieci.

Costa settentrionale

  • Albena (Албена) — Complesso turistico 30 km a nord di Varna adatto per famiglie. Fu inaugurato nel 1969 e privatizzato nel 1990.
  • Balčik (Балчик) — Cittadina di 20.000 abitanti con una tenuta appartenuta alla regina Maria di Romania, oggi trasformata in giardino botanico.
  • Bolata (Болата) — Piccola baia dalla forma perfettamente circolare, all'estremità di un canyon che intaglia il brullo e monotono altopiano della Dobrugia. Lungo il canyon stanno gli edifici abbandonati di una base militare segreta realizzata durante il regime comunista.
  • Bozhurets (Божурец) — Villaggio tra alte e impressionanti scogliere, Bozhurets è rinomata per i lussuosi complessi alberghieri circondati da vasti campi da golf realizzati dagli ex campioni Gary Player e Ian Woosnam.
  • Cavarna (Каварна) — Cittadina di circa 10.000 abitanti poco più a sud di Capo Kaliakra. Giace su un piccolo golfo a forma di mezzaluna e possiede un porto turistico.
  • Rusalka (Русалка) — 80 km a nord di Varna, Rusalka è l'ultimo centro balneare, prima del confine con la Romania. Situata su un tratto di costa dirupata coperta da querceti, Rusalka, il cui nome significa Sirena, sorse nel 1968 come complesso alberghiero che imitava lo stile dei club med. Dieci anni dopo la caduta del regime comunista l'intero complesso fu messo all'asta e acquisito da una compagnia privata per circa 2.000 milioni di dollari. Oggi Rusalka è frequentata soprattutto da Tedeschi con l'hobby del tennis.
  • SS. Constantino e Elena (Св. св. Константин и Елена) — Grande complesso di alberghi, appena a nord di Varna (10 km). Realizzato nel periodo comunista e noto al tempo come Druzhba (Amicizia), è tuttora frequentato da villeggianti provenienti dalla Russia e da vari paesi medio-orientali.
  • Sabbie d'oro (Zlatni pjasǎci, Златни пясъци) — Il centro balneare della Bulgaria di più antica data e tuttora il più rinomato della costa a nord di Varna.
  • Sunny Day (Слънчев_ден) — Complesso di alberghi di lusso un tempo riservato alle alte cariche del partito comunista bulgaro. Dieci anni dopo la caduta del regime comunista, l'intero complesso fu acquisito dall'uomo d'affari bulgaro Georgi Gergov.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Capo Kaliakra
  • 1 Kaliakra (Калиакра) — Lungo e stretto promontorio nelle vicinanze della cittadina di Cavarna. È fatto di nude rocce calcaree che scendono a strapiombo sul mar Nero. Le rocce, alte all'incirca 70 m, sono ricche di ossidi di ferro che conferiscono al promontorio una caratteristica colorazione rossastra. Il continuo moto ondoso ha eroso il promontorio formando anfratti, grotte ed archi dove trovano rifugio numerosi uccelli nidificatori. Sul promontorio sono presenti ruderi di epoca bizantina.


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.