Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Sciacca
Sciacca
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Sciacca
Sciacca
Sito istituzionale

Sciacca è una città della Sicilia.

Da sapere[modifica]

Sciacca è un a destinazione turistica molto popolare ed i potenziali turistici sono assai variegati.

Nel centro storico rimangono ancora dei bastioni del XVI secolo e tre porte ancora quasi completamente intatte.

Antiche e suggestive tradizioni permeano ancor'oggi il tessuto sociale della cittadina; a testimonianza ne sono il maestoso e centenario Carnevale ( i cui carri sono costruiti in carta pesta), il pellegrinaggio verso la Basilica di San Calogero, la processione della Madonna del Soccorso ( matrona della città e legata sin dal XVII secolo alla cittadina marinara) e la festa dedicata a S. Pietro cui è anche dedicata la banchina portuale e la chiesa che vi si affaccia.

Caratteristiche anche le presenze di terme, acque sulfuree e grotte di vapore che arricchiscono la cittadina e ne hanno conseguito un tentativo via referendum di denominare la cittadina in "Sciacca Terme".

Quando andare[modifica]

È consigliabile visitare Sciacca nella stagione estiva, essendo la cittadina ampiamente attrezzata lungo la sua costa di spiagge rocciose e sabbiose oppure nel periodo carnevalesco, difatti la Sciacca riceve più attrattiva nel suo centenario Carnevale caratterizzato da carri di media grandezza costruiti in cartapesta, colorati, spesso su sfondi che ritraggono i suoi mari e le sue ceramiche e arricchiti da particolari cinetiche e giochi luminosi.

Cenni storici[modifica]

Abitata in età preistorica dai Sicani e successivamente dai Romani ( che già appresero delle ricchezze termali), Sciacca fu conosciuta dall'invasione di varie popolazioni, soprattutto arabi e normanni che contribuirono alla crescita del paese.

Nel XVI secolo, contemporaneamente alla costruzione di chiese e monasteri, la città si trovò contesa per circa 70 anni fra due famiglie nobiliari, i Luna e i Perollo. Tale avvenimento storico è noto come "Il caso di Sciacca".

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Non esiste un aeroporto in provincia, tanto meno nel comune; è comunque distante circa 120 km da due scali aeroportuali:

  • Aeroporto di Punta Raisi, a Palermo
  • Aeroporto Vincenzo Florio, a Trapani

In auto[modifica]

Da Palermo e Trapani imboccare prima la Autostrada A29 Italia.svg Palermo-Mazara del Vallo e poi la Strada Statale 115 Italia.svg; se invece da Agrigento basta impegnare solamente la Strada Statale 115 Italia.svg .

In autobus[modifica]

Il collegamento di Sciacca con le maggiori città siciliane è reso dalle compagnie: SAIS, Lumia, Interbus, Ast e Flixbus.

Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

La cittadina saccense può essere percorsa grazie alla compagnia di bus comunali Aeternal (talvolta traslitterato nella dicitura latina Ǽternal).

I bus confluiscono nel capolinea principale di zona Porta Palermo per poi percorre le strade del paese.Il bus 1 collega Porta Palermo alla Salita del Monte San Calogero, il bus 2 collega il capolinea al quartiere San Michele e lo Stadio sito all'ingresso della Perriera, il bus 3 si addentra di più Perriera per poi prolungarsi verso le zone balneari di Contrada Foggia e San Marco, il bus 4 (attivo solo nella stagione invernale) e il "sostituto" bus 5 percorrono il centro storico.

La stessa ditta poi coadiuva il trasporto di navette scolastiche prettamente mattutine e navette per il Carnevale che parte dalla Perriera (il parcheggio è situato di fronte lo stadio alternativo Giuffrè) per poi far sosta prima in C.da Stazzone e poi in pieno centro, parallelamente alla piazza centrale Angelo Scandaliato.

Maggiori info sulle tratte e sugli orari sono disponibili al sito della compagnia o al recapito telefonico +39 0925 21154.

In taxi[modifica]

Per noleggiare un taxi oppure anche solo usufruire del servizio navetta:



Cosa vedere[modifica]

Musei[modifica]

  • 1 Museo del Carnevale di Sciacca, Via Fratelli Bellanca (nel quartiere della Perriera), +39 0925 22606. Simple icon time.svg Mar-Dom 9:00-13:00 e 15:00-19:00. Composto dalla sala "Vito Tornambè" costernato da un esteso parco. La sala è bipiana (i due piani sono collegati da una scala a chiocciola) e contiene modellini dei carri delle scorse edizioni del Carnevale accompagnati da alcuni cenni storici, pezzi in cartapesta dei carri che sfilavano e poi quadri, caricature e fotografie sull'arte carnevalesca che tappezzano le pareti della sala. Il parco, oltre ad intrattenere i più piccoli con le classiche giostre da giardino, propone talvolta spettacoli dedicate al carnevale.
  • Museo del Giocattolo, via Fratelli Argento. Ospita una piccola collezione di giocattoli degli anni 1890-1990.

Chiese[modifica]

Palazzi storici[modifica]

Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Sciacca
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Sciacca
  • Collabora a Wikiquote Wikiquote contiene citazioni di o su Sciacca
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.