Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Regione di al-Sharqiyya
Ibra5.jpg
Localizzazione
Regione di al-Sharqiyya - Localizzazione
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti

Regione di al-Sharqiyya è una regione dell'Oman.

Da sapere[modifica]

Paesaggio lungo la strada 28 in direzione di Ibra

Scarsamente popolata, la regione di Al Sharqiyah è rimasta isolata finché l'apertura nel 2008 di una nuova strada in gran parte litoranea dalla capitale a Sur ne ha reso più facile l'accesso.

L'interesse della regione è soprattutto paesaggistico e non mancherà di affascinare i cultori dell'ecoturismo. Alberghi e posti di ristoro non sono frequenti e per pernottare è necessaria portarsi dietro una tenda che si pianterà di preferenza su una delle tante spiagge che bordano il litorale.

Cenni geografici[modifica]

La regione è prevalentemente desertica. Nel percorrerla in auto si alternano paesaggi desertici con scarsa vegetazione e qualche rilievo alla presenza di dune di sabbia che caratterizzano la regione delle Wahiba Sands.

Lungo la costa il clima è più temperato per la presenza del mare ma ugualmente secco e con poca vegetazione.

Quando andare[modifica]

Il miglior periodo è l'inverno dato che le temperature estive ma anche nelle altre stagioni sono piuttosto estreme.

Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • Sur — Al capolinea dell'autostrada che ha inizio dalla capitale, Sur è una città di 80.000 abitanti tra spiagge deserte. Costituisce la base per escursioni alla riserva delle tartarughe marine di Capo (Ras) al Jinz.
  • Al Kamil — Centro di 25.000 abitani all'incrocio di importanti strade con possibilità di alloggio.
  • Ibra (ابراء) — Secondo centro della regione, Ibra è famosa per il suo suq e la produzione di oggetti artigianali.
  • Ras al-Jinz — Estremo punto orientale della penisola arabica, il promontorio Al-Jinz è stato istituito a riserva naturale per la protezione della tartaruga marina.

Altre destinazioni[modifica]

  • Masirah — Un isola desertica fuori dal sentiero battuto.
  • Qalhatunesco Antica città portuale e sito Unesco per la presenza di un mausoleo. Fu anche visitata da Marco Polo.
  • Wahiba Sands — Una zona di dune abitata da nomadi particolarmente famosa per chi desidera trascorrere qualche giorno isolato dal mondo e vuole provare l'esperienza del deserto.


Come arrivare[modifica]

In auto[modifica]

Autostrada 23

L'autostrada R17 collega Sur a Mascate.

L'Autostrada al-Sharqiyya collega Bidbid a Sur passando per Ibra. La stessa poi si biforca diventando la R35 che termina a Al-Ashkhara.

Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

L'auto è il miglior modo per spostarsi agevolmente all'interno della regione.

Cosa vedere[modifica]

Deposizione delle uova al Ras al-Jinz
  • 1 Riserva delle tartarughe di Ras al-Jinz (45 km south of Sur), +968 9655 0606, @ . Ecb copyright.svg 8 OMR adulti, 2 OMR bambini dai 5 ai 12 anni, sotto i 5 anni gratis (nov 2019). Simple icon time.svg Tour guidati Lun-Dom 21:00; prenotazione raccomandata. Questa riserva delimita una parte di spiaggia critica per la nidificazione delle tartarughe verdi in via di estinzione, ed è sotto la protezione del Ministero dell'Ambiente. L'unico modo per visitarla è con una guida autorizzata e i gruppi sono limitati a 15 persone. Settembre-novembre è il periodo migliore per assistere sia alla deposizione delle uova che alla nascita delle piccole tartarughe. Ras al-Jinz su Wikipedia Ras al-Jinz (Q2131791) su Wikidata
La dolina di Bimmah
  • 2 Bimmah Sinkhole (anche Parco Hawiyat Najm o Parco della meteora caduta) (6 km a sud di Dibab/Dabab, sulla strada da Qurayyat a Sur). Ecb copyright.svg Gratuito. Una profonda voragine a circa 500 m dalla costa, piena di acqua salmastra blu-verde. La gente del posto dice che un meteorite sia caduto in questo luogo, originando questa depressione naturale e formando un piccolo lago. La dolina si trova all'interno di un parco recintato, con area picnic e servizi igienici. Il nuoto è permesso. La dolina è collegata a diverse reti di grotte, ancora non del tutto esplorate. Bimmah Sinkhole (Q20190533) su Wikidata
  • 3 Tombe di Jaylah (per raggiungere il sito si può seguire questo itinerario). In questo sito sono presenti circa 90 tombe a torre della civiltà di Umm an Nar, ossia tra il 2700 e il 2000 a.C. erette con sovrapposizione di pietre e di forma circolare ricordano quelle di Bat.
  • 4 White Sand Beach (5 km a sud di Fins, tramite una polverosa strada lungo la costa). Ideale per lo snorkeling. In loco non ci sono servizi e per l'accesso è necessario avere un fuoristrada.
  • 5 Wadi Tiwi (Si accede dall'uscita per il villaggio di Tiwi, sulla strada R17). Il villaggio di Tiwi segna il punto di partenza di un impegnativo percorso fuoristrada. L'inizio della strada è asfaltato, ma poco dopo aver superato il villaggio di Harat Bidah degrada in una strada sterrata prima di terminare al villaggio di Mibam. Wadi Tiwi (Q3565018) su Wikidata


Cosa fare[modifica]

Wadi Shab
  • 1 Wadi Shab (Wadi Ash Shab) (1 ora e mezza a sud di Mascate, sulla strada R17). Simple icon time.svg Lun-Dom 8:00-16:00. Uno dei wadi più belli e rinomati , facilmente accessibile da Mascate, con acqua tutto l'anno. L'ingresso è sotto il cavalcavia della strada R17, con disponibilità di parcheggi e ampi servizi igienici. Il percorso inizia dalla parte opposta del corso d'acqua e barcaioli locali chiederanno 200 baisa per trasportare i visitatori. Il percorso parzialmente cementificato si snoda davanti a un sistema di irrigazione Aflaj (patrimonio UNESCO), piantagioni di palme e villaggi, e ripide pareti rocciose. Alla fine il cemento scompare ed è necessario fare qualche arrampicata prima di affiorare ad una serie di invitanti piscine d'acqua. Un antro nascosto può essere visitato nuotando attraverso le piscine, accessibile solo con nuoto subacqueo per 1/2 metri. Pianificare in tre ore tra andata e ritorno.
Saltuariamente dopo le piogge invernali, alcune sezioni del percorso vengono spazzate via, quindi sarà più difficile seguirlo. Inoltre si consiglia vivamente di indossare già i costumi da bagno (senza cambiarsi a cielo aperto!). Anche se alcuni omaniti saranno troppo educati per dire qualcosa ai visitatori che ignorano questa semplice cortesia, lo trovano comunque profondamente offensivo. Wadi Shab su Wikipedia Wadi Shab (Q76641862) su Wikidata
  • 2 Wadi Al Khabbah.


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Regione di al-Sharqiyya
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Regione di al-Sharqiyya
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.