Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Benelux > Belgio > Bruxelles > Pentagono > Quartiere Marais-Jacqmain (Bruxelles)

Quartiere Marais-Jacqmain (Bruxelles)

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Quartiere Marais-Jacqmain
(Bruxelles)
Place des Martyrs
Stato
CAP

Marais-Jacqmain è un distretto che fa parte del Pentagono della città di Bruxelles.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Orientamento
Quais
Rosa dei venti it 08p.svg Saint-Josse-ten-Noode
Quartiere del centro Libertés


Cenni storici[modifica]

Sfortunatamente, in questa zona e ad eccezione di Place des Martyrs, molti edifici furono vittime della haussmannizzazione della fine del XIX secolo e di Bruxelles degli anni '60 e '70.

Come orientarsi[modifica]

Se la parte orientale ("le paludi") è piuttosto dedicata alle amministrazioni, ai ministeri e agli uffici delle banche, la parte occidentale ("Jacqmain-Adolphe Max") è totalmente dedicata al commercio al dettaglio. Qui si trova Rue Neuve che, lungo i suoi 590 metri in linea retta, è la via commerciale più frequentata del Belgio con oltre 52.000 visitatori giornalieri, ma anche la più costosa con gli affitti , nel 2010, di € 1.680 per m2, che ha il secondo centro commerciale più grande del paese, City 2 con una superficie di 51.000 m2. È in questa nuova strada che il Belgio ha vissuto la sua più grande catastrofe, dalla sua indipendenza, il 22 maggio 1967 con l'incendio del grande magazzino Innovation (ora Galeria Inno) che ha causato 323 morti e 150 feriti.

Come arrivare[modifica]

In treno[modifica]

  • 1 Stazione Bruxelles-Congrès. "Brussels Congress railway station" su Wikidata

In metro[modifica]

  • 2 De Brouckère. Linee STIB-MIVB Line 1.svg STIB-MIVB Line 5.svg "De Brouckère metro station" su Wikidata
  • 3 Botanique. Linee STIB-MIVB Line 2.svg STIB-MIVB Line 6.svg "Botanique/Kruidtuin metro station" su Wikidata

In tram[modifica]

  • 4 Stazione De Brouckère. Linee STIB-MIVB Line 3.svg STIB-MIVB Line 4.svg STIB-MIVB Line 31.svg STIB-MIVB Line 32.svg


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Notre-Dame du Finistère
Il pulpito della verità di Notre-Dame du Finistère.
  • attrazione principale 1 Église Notre-Dame du Finistère (In Brussels metro icon.svg stazione "De Brouckère" linee STIB-MIVB Line 1.svg STIB-MIVB Line 5.svg, in Brussels tramway icon.svg fermata "De Brouckère" linee STIB-MIVB Line 3.svg STIB-MIVB Line 4.svg STIB-MIVB Line 31.svg STIB-MIVB Line 32.svg, in Brussels bus icon.svg fermata "De Brouckère" STIB-MIVB Line 29.svg STIB-MIVB Line 38.svg STIB-MIVB Line 46.svg STIB-MIVB Line 47.svg STIB-MIVB Line 63.svg STIB-MIVB Line 66.svg STIB-MIVB Line 71.svg STIB-MIVB Line 86.svg STIB-MIVB Line 88.svg), +3222175252. Questa chiesa, iniziata nel 1708 e completata nel 1730, è costruita sul sito di altri due luoghi di culto. È di stile classico rinascimentale con un'influenza del barocco del Brabante con le sue linee rette ammorbidite. La statua della Vergine Maria circondata dalle dodici stelle dell'Apocalisse che sormonta il portale fu inserita nel 1857. All'interno, i quattro dipinti di fratellanza, in legno di quercia, risalenti al 1723, sono le opere più antiche. La sedia della verità, risalente al 1758, una scena scolpita in quercia con un'architettura fantastica che rappresenta la caduta dell'umanità tra l'albero della vita e quello della morte. In una cappella laterale, costruita nel 1854, c'è una statua della Madonna del Buon Successo del XVII secolo dalla vecchia chiesa degli Agostiniani. "Church of Our Lady of Finistère" su Wikidata
  • 2 Centro belga del fumetto (Centre belge de la bande dessinée, Belgisch Centrum voor het Beeldverhaal), Rue des Sables, 20 (In treno stazione Bruxelles-Congrès,in Brussels metro icon.svg stazione "Botanique" linee STIB-MIVB Line 2.svg STIB-MIVB Line 6.svg), +3222191980, @ visit@cbbd.be. Ecb copyright.svg tariffe. Simple icon time.svg Lun-Dom 10:00-18:00 (biblioteca e centro documentazione chiuso la domenica e il lunedì, sala lettura chiusa il lunedì). Ospitato in un ex negozio all'ingrosso di tessuti in stile art nouveau e progettato da Victor Horta nel 1906, il museo è aperto dal 1989 e ha un'area di 4.200 m2. È dedicato ai fumetti europei in generale e più in particolare ai fumetti belgi. Ha anche la più grande biblioteca di fumetti e il più grande centro di documentazione accessibile al mondo. Centro belga del fumetto su Wikipedia "Centro belga del fumetto" su Wikidata

Place de Brouckère[modifica]

Place de Brouckère
  • 3 Place de Brouckère (In Brussels metro icon.svg stazione "De Brouckère" linee STIB-MIVB Line 1.svg STIB-MIVB Line 5.svg, in Brussels tramway icon.svg fermata "De Brouckère" linee STIB-MIVB Line 3.svg STIB-MIVB Line 4.svg STIB-MIVB Line 31.svg STIB-MIVB Line 32.svg, in Brussels bus icon.svg fermata "De Brouckère" STIB-MIVB Line 29.svg STIB-MIVB Line 38.svg STIB-MIVB Line 46.svg STIB-MIVB Line 47.svg STIB-MIVB Line 63.svg STIB-MIVB Line 66.svg STIB-MIVB Line 71.svg STIB-MIVB Line 86.svg STIB-MIVB Line 88.svg). Resa famosa dalla canzone di Bruxelles di Jacques Brel, questa piazza fu inaugurata nel 1897, quasi vent'anni dopo la costruzione dei viali centrali, di cui è essa stessa il centro. Fino all'inizio del XX secolo, era il posto più prestigioso di Bruxelles e dai molti cartelli pubblicitari luminosi, era paragonata a una "mini Broadway". Oggi, rimane la presenza di due prestigiosi palazzi: l'hotel Metropole e l'hotel Atlanta. Dal 2015, si svolgono qui i fuochi d'artificio del nuovo anno e che, come a Times Square, si esegue il conteggio luminoso finale. "place de Brouckère" su Wikidata

Place des Martyrs[modifica]

Place des Martyrs
  • Place des Martyrs (In treno stazione Bruxelles-Congrès,in Brussels metro icon.svg stazione "De Brouckère" linee STIB-MIVB Line 1.svg STIB-MIVB Line 5.svg). Costruita nel 1775 dall'architetto Claude Fisco Leuven, è il primo esempio di architettura in stile neo-classico della capitale. Il disegno delle facciate è anche coerente: al piano terra si hanno pareti divisorie, la cui profondità è pari a metà di quella delle incisioni, che sottolineano l'orizzontalità del montaggio; le finestre sono dotate di archi: tra il piano terra e il primo piano corre un stilobate; il piano terra sostiene pilastri su un piano e mezzo; il tutto è sormontato da un fregio con triglifi e metope e coronato da un attico; le facciate hanno un tetto a sella continuo. Nel 1830 vennero seppellite le prime vittime delle battaglie rivoluzionarie. Per molto tempo è stata una zona residenziale popolare, lontano dal trambusto della vicina Rue Neuve, ma dopo una lunga disaffezione, il luogo è diventatp ideale per gli investimenti di aziende di prestigio, pubbliche e private. Attualmente ospita uffici ministeriali della Comunità fiamminga, uffici di architettura e un teatro: il teatro di Place des Martyrs. Nel suo centro, il monumento e la cripta dei martiri della rivoluzione del 1830. A destra di questo monumento, proveniente dalla rue Saint-Michel, il monumento in bronzo con pietra blu dedicato al conte Federico de Merode, eroe della Rivoluzione belga. A sinistra, il monumento a Jenneval, paroliere dell'inno nazionale belga La Brabançonne il cui corpo riposa nella cripta centrale.
  • 4 Monumento e cripta ai martiri della rivoluzione del 1830. Ecb copyright.svg Gratis. Simple icon time.svg Sempre aperto. Il monumento, inaugurato nel 1838, costruito in pietra blu e decorato con statue e pannelli in marmo di Carrara, si trova nel mezzo di una cripta funeraria scavata nel centro di Place des Martyrs. La statua principale rappresenta la Libertà che iscrive i giorni del 23, 24, 25 e 26 settembre 1830 nel libro degli ospiti con, ai suoi piedi, il Leone del Belgio che giace sulle catene spezzate della schiavitù. L'accesso alla cripta funeraria avviene tramite due gradini sul retro del monumento. È una galleria coperta da una pianta quadrata i cui archi in pietra bianca poggiano su potenti colonne di pietra blu. Sotto le arcate, 27 lastre di marmo nero su cui sono incise in lettere d'oro il nome e il luogo di nascita di 466 rivoluzionari caduti durante i combattimenti del settembre 1830. "Pro Patria monument, Brussels" su Wikidata

Art nouveau[modifica]

  • 5 Grandes Galeries Belges, Rue Neuve 36-38. "" su Wikidata
  • 6 Hôtel Métropole, Place de Brouckère. "Hotel Metropole, Brussels" su Wikidata


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Passage du Nord
  • 1 Passage du Nord (Noorddoorgang) (In Brussels metro icon.svg stazione "De Brouckère" linee STIB-MIVB Line 1.svg STIB-MIVB Line 5.svg, in Brussels tramway icon.svg fermata "De Brouckère" linee STIB-MIVB Line 3.svg STIB-MIVB Line 4.svg STIB-MIVB Line 31.svg STIB-MIVB Line 32.svg, in Brussels bus icon.svg fermata "De Brouckère" STIB-MIVB Line 29.svg STIB-MIVB Line 38.svg STIB-MIVB Line 46.svg STIB-MIVB Line 47.svg STIB-MIVB Line 63.svg STIB-MIVB Line 66.svg STIB-MIVB Line 71.svg STIB-MIVB Line 86.svg STIB-MIVB Line 88.svg). Questa galleria commerciale in stile eclettico con cariatidi barocche fu costruita nel 1881-1882. Collega rue Neuve al boulevard Adolphe Max e il suo nome deriva dal fatto che quest'ultimo, all'epoca della costruzione della galleria, era chiamato boulevard du Nord. Se in origine conteneva trentadue negozi, oggi con l'espansione di alcune aziende che hanno consolidato diverse superfici, ne elenca solo venti. Tra questi c'era la Coltelleria del Re fondata nel 1750 e uno dei due stendardi di Davidoff nel "Pentagono". "Passage du Nord - Noorddoorgang" su Wikidata


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.