Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Sardegna > Oristano

Oristano

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Oristano
Eleanor statue Oristano.jpg
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Oristano
Oristano
Sito istituzionale

Oristano è una città della Sardegna occidentale, capoluogo dell'omonima provincia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Oristano si trova nella parte settentrionale della pianura del Campidano, detta Campidano di Oristano e confina con Baratili San Pietro, Cabras, Nurachi, Palmas Arborea, Santa Giusta, Siamaggiore, Simaxis, Solarussa, Villaurbana e Zeddiani.



Come orientarsi[modifica]

Frazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aeroporto di Oristano-Fenosu
  • 1 Aeroporto di Oristano-Fenosu (IATA: FNU) (A 3 km da Oristano). Utilizzato fino al 2011 per voli turistici e charter. Attualmente chiuso al traffico passeggeri e utilizzato a partire dal 2013 dal VII Reparto Volo della Polizia di Stato. Nei mesi estivi ospita anche gli elicotteri della flotta antincendio regionale.

Gli aeroporti aperti al traffico passeggeri invece sono:

  • 2 Aeroporto di Cagliari-Elmas (IATA: CAG) (Situato a circa 89 km da Oristano), +39 070 211 211, fax: +39 070 241 013. L'aeroporto è servito da Ryanair con Milano-Orio al Serio, Treviso, Cuneo, Bologna, Pisa, Roma-Ciampino e alcune città europee, da Alitalia con Roma-Fiumicino e Milano-Linate, da Easyjet, Volotea e altre compagnie aeree che operano voli nazionali e con l'Europa.
  • 3 Aeroporto di Alghero-Fertilia (IATA: AHO) (Situato a 148 km da Oristano), +39 079 935011. L'aeroporto è servito da Ryanair con Milano-Orio al Serio, Bologna, Pisa e alcune città europee, da Alitalia con Roma-Fiumicino e Milano-Linate e da altre compagnie aeree come Volotea, Easyjet, ecc... che operano voli nazionali e con l'Europa.
  • 4 Aeroporto di Olbia Costa Smeralda (IATA: OLB) (Situato a 179 km da Oristano), +39 0789 563 400, fax: +39 0789 563 401. L'aeroporto è collegato con diverse città italiane ed europee da Airitaly (la cui sede della compagnia è basata in questo aeroporto) con Roma-Fiumicino, Milano-Linate, Milano-Malpensa, Bologna, Verona e Torino e altre compagnie aeree di linea e low cost tra cui Easyjet, Volotea, Smartwings, Transavia, British Airways, Austrian e tante altre.

Dai tre aeroporti è possibile, grazie a diverse compagnie di autonoleggio presenti, noleggiare un'auto per venire qua.

In auto[modifica]

  • Da Cagliari, Sassari e Porto Torres percorrere la Strada Statale 131 Carlo Felice e prendere una delle uscite per Oristano situate lungo la superstrada.
  • Da Alghero percorrere la Strada Provinciale 42 dei Due Mari e la Strada Statale 291 della Nurra in direzione Sassari, poi, prendere l'uscita per Cagliari e immettersi sulla Strada Statale 131 Carlo Felice e percorrerla fino a uno degli ingressi di Oristano.
  • Da Golfo Aranci, Olbia, Siniscola e Nuoro percorrere la Strada Statale 131 d.c.n. in direzione "Abbasanta-Cagliari", poi immettersi sulla Strada Statale 131 Carlo Felice in direzione Cagliari e percorrere quest'ultima fino a uno degli ingressi di Oristano.
  • Da Tortolì percorrere la Strada Statale 198 di Seui e Lanusei, poi, dopo 2 km, seguire le indicazioni per Nuoro e svoltare a destra sulla strada provinciale 27, arrivati a Villagrande Strisaili, girare a sinistra seguendo sempre le indicazioni per Nuoro, poi immettersi sulla strada Statale 389 Var Nuoro-Lanusei e percorrerla fino a Nuoro. Arrivati qui non entrare in città ma immettersi sulla Strada Statale 131 d.c.n. in direzione "Abbasanta-Cagliari", poi immettersi sulla Strada Statale 131 Carlo Felice in direzione Cagliari e percorrere quest'ultima fino a uno degli ingressi di Oristano.
  • Da Lanusei percorrere la Strada Statale 198 di Seui e Lanusei, poi seguire le indicazioni per Nuoro e svoltare a destra sulla Strada Statale 389 di Buddusò e del Correboi che dopo circa 10 diventa Strada Statale 389 var Nuoro-Lanusei, percorrere quest'ultima fino a Nuoro. Arrivati qui non entrare in città ma immettersi sulla Strada Statale 131 d.c.n. in direzione "Abbasanta-Cagliari", poi immettersi sulla Strada Statale 131 Carlo Felice in direzione Cagliari e percorrere quest'ultima fino a uno degli ingressi di Oristano.

In nave[modifica]

Il porto di Oristano, situato a pochi chilometri dalla città, è utilizzato solitamente per scopi industriali come ad esempio la movimentazione delle merci, ma negli ultimi anni è stato utilizzato anche come terminal crociere per lo sbarco di turisti. Per chi vuole arrivare qui in nave è possibile sbarcare con la macchina a Cagliari (84 km da Oristano), a Porto Torres (142 km da Oristano), a Olbia (182 km da Oristano), a Golfo Aranci (201 km da Oristano) e a Tortolì-Arbatax (165 km da Oristano).

In treno[modifica]

  • 5 Stazione di Oristano, Piazza Ungheria. Posta lungo la ferrovia Cagliari-Golfo Aranci, permette di raggiungere il Nord (Macomer, Ozieri, Sassari, Golfo Aranci e altri centri del nord Sardegna e Sardegna centro occidentale) e il Sud Sardegna (Cagliari e vari centri del Campidano). Stazione di Oristano su Wikipedia stazione di Oristano (Q3970353) su Wikidata

In autobus[modifica]

  • Stazione Autolinee ARST, Via Cagliari 185. Da qui partono e arrivano i bus da e per i centri e le località della provincia e del resto della Sardegna.


Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Servizio espletato dall'Arst.


Cosa vedere[modifica]

Architetture religiose[modifica]

La cattedrale di Santa Maria Assunta
  • 1 Cattedrale di Santa Maria Assunta (Sorge nel centro storico cittadino, in piazza Duomo.). Distrutta in un assedio, è stata ricostruita sotto il regno di Mariano II. Della struttura originale rimangono solo basi dell'abside e del campanile e la cappella del Rimedio, che ospita alcune sculture medievali. Nel 1733 la Cattedrale gotica del XIII secolo fu abbattuta per far posto ad una barocca. Alla ricostruzione del XVII secolo appartiene la Cappella dell'Archivietto. Al suo interno sono custodite le reliquie di Sant'Archelao.
  • Seminario Tridentino.
  • Antica Canonica della Cattedrale.
  • Chiesa di San Francesco (situata in via Sant'Antonio, nel centro storico.). In stile neoclassico, l'attuale chiesa è opera dell'architetto cagliaritano Gaetano Cima nel 1835
  • Chiesa e monastero di Santa Chiara (Situata nel centro storico). Il complesso venne edificato nel 1343 ad opera del Giudice Pietro III di Arborea su una preesistente chiesa dedicata a San Vincenzo. È un edificio in stile Franco-Gotico con una singola navata e un'abside quadrata. È uno dei pochi resti dell'arte medievale a Oristano.
  • Chiesa e chiostro del Carmine (Si trova nel centro storico di Oristano, in via del Carmine.). Opera dell'architetto Viana, fu costruita su commissione del Marchese d'Arcais in uno stile Barocco-Rococò. Si tratta di uno dei migliori esempi di Barocco e Rococò oristanesi.
  • Chiesa del Santo Spirito. la chiesa è citata in alcuni documenti del XVI, ma solo un'indagine archeologica potrebbe rivelare con esattezza le origini più antiche di questo edificio, che secondo alcune ipotesi rimanderebbe all'età bizantina.
  • Chiesa di San Sebastiano. conosciuta anche come San Sebastiano fuori le mura, era l'unica chiesa medievale, con San Martino, che si trovava fuori dal circuito murario della città, era frequentata soprattutto da pellegrini e contadini.
  • Chiesa e monastero delle Cappuccine. L'intero complesso religioso della chiesa e del convento delle monache cappuccine venne edificato nel 1739 ad opera del facoltoso cittadino oristanese Pietro Ibba.
  • Chiesa della Beata Vergine Immacolata e convento dei cappuccini. La chiesa e l'annesso convento furono eretti nel 1608 ad opera della munificenza del nobile oristanese Domenico Paderi. Il complesso subito edificato fuori dalla cinta muraria, sulla strada che porta verso la chiesa e il convento di San Martino, sin dalle origini ospita i padri cappuccini.
  • Chiesa di San Martino. Citata nel testamento di Ugone II del 1335, fu edificata presumibilmente nel XIII sec. e mostra scolpiti in un capitello, gli stemmi con i pali d'Aragona affiancati all'albero eradicato d'Arborea.
  • Chiesa e Convento di San Domenico. Vennero edificate nel 1634 ad opera del nobile oristanese don Baldassare Paderi. L'intero complesso ospitò i frati domenicani fino al 1832.
  • Oratorio della Purissima. Antica cappella oratorio della Confraternita dell'Immacolata Concezione detta della Purissima, documentata già dal XVII secolo.
  • Chiesa di San Sebastiano. Edificata sul finire del XVI e gli inizi del XVII secolo, è considerata la più antica chiesa parrocchiale dei borghi della città.
  • Chiesa e ospedale di Sant'Antonio Abate (Hospitalis Sancti Antoni). Citato nel testamento di Ugone II d'Arbore del 1335 è situato all'interno della città murata, era adibito all'assistenza dei malati. La chiesa di Sant'Antonio annessa all'ospedale, di origine gotica, presenta un campanile a vela a due luci e risulta con l'orientamento della facciata ad ovest.
  • Chiesa di San Mauro Abate.
  • San Giovanni dei fiori. Inizialmente chiamata San Giovanni di fuori, era una delle chiesette campestre della città medievale
  • Chiesa di Sant'Efisio (Si trova nel quartiere di Su Brugu). Chiesa barocca risalente al XVIII secolo
  • Chiesa di Santa Lucia (Si trova nel centro storico poco distante dalla chiesa di santa Chiara.). Chiesa attualmente in stile neoclassico.
  • Chiesa di San Saturnino. Riedificata nel 1901, risulta sovrapposta un antichissimo edificio chiesastico intitolato al martire cagliaritano San Saturno. Offre al suo interno un altare maggiore realizzato in pregevole marmo toscano.
  • Cimitero di San Pietro. L'edificazione risale al 1835 ad opera di Monsignor Giovanni Bua, Arcivescovo Arborense.
  • Chiesa di San Paolo Apostolo (Ubicata nei quartieri di Toràngius e Axi Anadis.). È stata costruita negli anni novanta ed è stata mantenuta dai frati francescani di San Francesco fino al 2013.
  • Chiesa di San Giuseppe lavoratore (Si trova nel quartiere Sa Rodia.).
  • Chiesa di Sacro Cuore. Ubicata nella zona da cui prende il nome e chiamata in precedenza "Corea", è una chiesa in cemento armato risalente agli anni sessanta-settanta.
  • Chiesa di San Giovanni Evangelista (Si trova nel quartiere San Nicola.).

Architetture civili[modifica]

  • Palazzo degli Scolopi (Piazza Eleonora). Sede del comune
  • Palazzo Giudicale (ex carcere) (Si trova in piazza Manno). Le prime fonti che ne testimoniano l'esistenza si trovano nelle cronache dell'arrivo in Oristano dell'Arcivescovo di Pisa, Federico Visconti nel 1263. Notizia confermata nel testamento del Giudice Ugone II nel 1335, che lo localizza su un lato della piazza Maioria, l'odierna piazza Manno.
  • Palazzo d'Arcais (Via Dritta). Sede della provincia
  • Casa di Eleonora (Situata in via Parpaglia.).
  • Seminario Arcivescovile (Situato in via Duomo).
  • Casa de La Ciudad (Situata in piazza Eleonora).

Monumenti e architetture militari[modifica]

La torre di San Cristoforo
  • Cinta Muraria. Circuito murario della città di Oristano che si snodava per un percorso di 2 km lungo le attuali via Mazzini, via G. M. Anjoy, via Solferino, via Cagliari, via Diego Contini e piazza Roma, rafforzato da torrioni difensivi merlati in corrispondenza delle porte e da 28 torrette quadrilatere.
  • 2 Torre di Mariano II (chiamata anche Torre di San Cristoforo) (Si trova in piazza Roma.). Eretta nel 1290, era una delle due principali porte d'ingresso dell'antica cinta muraria. La gemella Torre di San Filippo o Port'a Mari, che era ubicata nell'attuale Piazza Manno, è stata abbattuta nel 1907, quando in grave stato di abbandono e fatiscenza fu giudicato "di nessun valore artistico o culturale" da parte del Ministero della pubblica istruzione.
  • Torre di Portixedda (Situato all'incrocio tra le vie Mazzini, Garibaldi e Solferino.).
  • Statua di Eleonora d'Arborea (Si trova in Piazza Roma.). È stata realizzata dallo scultore Ulisse Campi e dell'architetto Mariano Falcini, e la sua inaugurazione ha avuto luogo il 22 maggio 1881.
  • Monumento ai Caduti di tutte le guerre (Si trova in Piazza Mariano IV.).

Musei[modifica]


Eventi e feste[modifica]

La Sartiglia
  • Sartiglia. Simple icon time.svg Ultima domenica di carnevale e martedì grasso. Manifestazione equestre incentrata sulla corsa all'anello per le vie del centro città.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]

Numeri utili[modifica]

  • Questura di Oristano, Via Beatrice D'Arborea 4, +39 0783 21421.
  • Polizia municipale, Piazza Eleonora 44, +39 0783 78396, fax: +39 0783 777648. Simple icon time.svg Lun, Mer e Ven 9:00-12:00, Mar e Gio 9:00-12:00 e 16:00-18:00.
  • Polizia Locale, Via Azuni 10, +39 0783 212121. Simple icon time.svg 09:00-12:00, 16:00-18:00.
  • Carabinieri, Via Felice Loffredo, +39 0783 3251.
  • Guardia di Finanza Comando Provinciale Nucleo Polizia Tributaria Oristano, Via Beatrice D'Arborea 27, +39 0783 72360.
  • Comando Guardia Di Finanza - Sala Operativa, Via Enrico de Nicola 2, +39 0783 70470.
  • Vigili Del Fuoco, Via del Porto 8, +39 0783 375011. Simple icon time.svg Lun, Mer-Ven 10:00-12:00, Mar 15:00-17:00.
  • Ospedale San Martino, Via Rockfeller, +39 0783 3171, fax: +39 0783 317396.
  • Casa Di Cura Madonna Del Rimedio, Via Giotto 6, +39 0783 77091. Simple icon time.svg Lun-Sab 7:30-19:00.
  • Centro di Riabilitazione Santa Maria Bambina, Via Santa Maria Bambina 11, 09070 Oristano, +39 0783 34421.
  • Poliambulatorio San Giorgio, Via Versilia 18/B, +39 0783 211763. Simple icon time.svg Lun-Ven 9:00-12:30 e 15:30-18:30.


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]



Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.