Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Sassari
Veduta del centro storico di Sassari dal Grattacielo Nuovo
Stemma e Bandiera
Sassari - Stemma
Sassari - Bandiera
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Sassari
Sito istituzionale

Sassari è una città della Sardegna, capoluogo dell'omonima provincia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Sassari si trova nella regione storica della Nurra e confina con Alghero, Muros, Olmedo, Osilo, Ossi, Porto Torres, Sennori, Sorso, Stintino, Tissi, Uri e Usini.


Come orientarsi[modifica]

Vie principali[modifica]

  • Corso Vittorio Emanuele II, anticamente denominata Platha de Codinas
  • Corso Trinità, con frammenti della cinta muraria medievale e vicolo Godimondo.
  • Le mura, del XVIII sec. sono visibili lungo il perimetro della città medioevale, ed in particolare in corso Vico, corso della SS. Trinità e in via Torre Tonda; la torre tonda detta anche Turondola è accessibile da piazza Università.

Piazze[modifica]

  • Piazza Castello, dal nome del castello aragonese del 1330 che sorgeva al posto della caserma La Marmora.
  • Piazza Tola, dove era situata la misura pubblica, era infatti la carra manna, con monumento a Pasquale Tola del 1903.
  • Piazza d'Italia, con il monumento a Vittorio Emanuele II del 1899.

Frazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

In nave[modifica]

In treno[modifica]

Stazione di Sassari
  • 3 Stazione di Sassari. Sassari è raggiungibile in treno da tutta la Sardegna. Stazione di Sassari su Wikipedia stazione di Sassari (Q3970916) su Wikidata


Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Servizio espletato dall'ATP.


Cosa vedere[modifica]

Monumenti[modifica]

  • 1 Fontana di Rosello. Del 1606 tardorinascimentale, ove la statua di San Gavino è una copia di quella originale datata 1975, mentre le statue delle stagioni sono datate 1828. Fontana di Rosello su Wikipedia fontana di Rosello (Q3747423) su Wikidata

Musei[modifica]

  • 2 Museo storico della Brigata Sassari, Piazza Castello, 9 (All'interno della caserma La Marmora). Ecb copyright.svg Ingresso libero. Simple icon time.svg Lun-Ven 8:00-16:30, Sab 8:00-13:00. Museo della Brigata Sassari su Wikipedia Museo della Brigata Sassari (Q3868031) su Wikidata
  • 3 Museo Nazionale Archeologico-Etnografico G.A. Sanna, Via Roma, 64. Fatto costruire per conservare le collezioni di Giovanni Antonio Sanna successivamente donato allo Stato, arricchito con la sezione etnografica ed ampliato. Le opere più importanti sono Madonna col Bambino di Bartolomeo Vivarini e S. Sebastiano di Giovanni del Giglio. Museo nazionale archeologico ed etnografico G. A. Sanna su Wikipedia Museo nazionale archeologico ed etnografico G. A. Sanna (Q743529) su Wikidata
  • 4 MUS'A (Museo Sassari Arte), Via S. Caterina (Nell ex collegio gesuitico Canopoleno). Ecb copyright.svg 2€. Simple icon time.svg Lun-Ven 9:00-13:30, Mar anche 15:00-17:30. Pinacoteca cittadina di recente apertura. Pinacoteca nazionale di Sassari su Wikipedia Pinacoteca nazionale di Sassari (Q3867641) su Wikidata
  • 5 Museo diocesano del Tesoro del Duomo, Piazza Duomo (All'interno della chiesa e della cripta di San Michele). Fra i dipinti, Fuga in Egitto di Alessandro Turchi e la Madonna dell'Unità di Charles-Amédée-Philippe van Loo ed un pregiatissimo stendardo processionale del quattrocento. chiesa di San Michele (Q55903516) su Wikidata

Chiese[modifica]

Chiesa di Santa Caterina
  • 6 Chiesa di Santa Caterina. Del XII secolo, terminata nel 1607. Chiesa di Santa Caterina (Sassari) su Wikipedia chiesa di Santa Caterina (Q3672916) su Wikidata
  • 7 Chiesa della Madonna del Rosario, Piazza Rosario, 2. Con facciata del 1759, nella parete di fondo della cappella absidale è da segnalare il retablo ligneo del 1686.
  • 8 Chiesa di Sant'Andrea. Con facciata barocca del 1648. Chiesa di Sant'Andrea (Sassari) su Wikipedia chiesa di Sant'Andrea (Q3672423) su Wikidata
  • 9 Chiesa di S. Antonio Abate, Piazza S. Antonio. Del 1709, con facciata barocca, da segnalare il retablo in legno dorato.
  • 10 S. Maria di Betlem. Del XII-XIX secolo, complesso che aveva funzione istituzionale a cui i gremi, le congregazioni dei lavoratori facevano capo, e dove tuttora si conservano i candelieri per l'omonima festa del 14 agosto. Nel chiostro la fontana del brigliadore del XVI sec. Chiesa di Santa Maria di Betlem (Sassari) su Wikipedia chiesa di Santa Maria di Betlem (Q3674022) su Wikidata
Cattedrale di San Nicola
  • 11 Cattedrale di San Nicola (Duomo di San Nicola). Del XII secolo, con interno gotico a unica navata, la sagrestia dei beneficiati e la sagrestia capitolare, coro ligneo in noce sardo del settecento. Cattedrale di San Nicola (Sassari) su Wikipedia cattedrale di San Nicola (Q728211) su Wikidata

Palazzi[modifica]

  • 12 Casa Farris. Corso Vittorio Emanuele II 23, del XV sec.
  • 13 Casa di Re Enzo. Con capitelli scolpiti, del 1400.
  • 14 Teatro Civico, Corso Vittorio Emanuele II, 35. Del 1826. Teatro Civico (Sassari) su Wikipedia teatro civico di Sassari (Q3981937) su Wikidata
Palazzo Giordano
  • 15 Palazzo Giordano, Piazza d'Italia, 19. In stile neogotico, progettato nel 1878. Palazzo Giordano su Wikipedia palazzo Giordano (Q3890216) su Wikidata
  • 16 Palazzo di S.Sebastiano. Circa del 1820. Palazzo Quesada di San Sebastiano su Wikipedia Palazzo Quesada di San Sebastiano (Q18202767) su Wikidata
  • 17 Palazzo d'Usini, Piazza Tola. Del 1577 dove ha sede la Biblioteca comunale. Palazzo Manca di Usini su Wikipedia Palazzo Manca di Usini (Q3891160) su Wikidata
  • 18 Palazzo Ducale. Sede del municipio, di fine settecento. Palazzo Ducale (Sassari) su Wikipedia Palazzo Ducale (Q3361301) su Wikidata
  • 19 Palazzo dell'Università. Con facciata del 1929 mentre la posteriore è quella cinquecentesca originale, l'Aula Magna è del 1929. Università degli Studi di Sassari su Wikipedia Università degli Studi di Sassari (Q532822) su Wikidata
  • 20 Palazzo della Provincia (Si affaccia su Piazza d'Italia). In stile tardo neoclassico, è visitabile al primo piano l'Aula consiliare del 1881 con decorazioni di Giuseppe Sciuti. Palazzo della Provincia (Sassari) su Wikipedia Palazzo della Provincia (Q16586456) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]

  • Candelieri. Simple icon time.svg 14 agosto. Faradda di li candareri su Wikipedia Faradda di li candareri (Q3739491) su Wikidata
  • Cavalcata sarda. Simple icon time.svg Penultima domenica di maggio. Cavalcata sarda su Wikipedia Cavalcata sarda (Q3663874) su Wikidata


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

L'altare di Monte d'Accoddi
Spiaggia di Porto Palmas
La baia di Porto Ferro
Lago di Baratz
  • Santuario preistorico Monte d'Accoddi — Complesso prenuragico situato a circa 12 km da Sassari sulla strada che porta a Porto Torres Ex S.S.131. Aperto in orario Mar-Dom 8:00-17:00 da ottobre a marzo o 9:00-18:00 da aprile a settembre.
  • Porto Palmas — Spiaggia del comune di Sassari che si trova tra Palmadula e l'Argentiera. Molto importante per le attività di pesca, fu considerato a fine Settecento come uno dei porti più buoni dell'isola e un insenatura di grande importanza. La spiaggia è composta da sabbia di colore oro scuro, con l'acqua è di colore azzurro misto al verde, la vegetazione circostante è tipica meditterranea. Nel 2017 e 2018 per due anni consecutivi, assieme a Porto Ferro è stata premiata bandiera blu, la spiaggia ogni estate viene utilizzatta dai turisti per il suo habitat incontaminato. Il fondale è perlopiù sabbioso. La spiaggia dispone di alcuni servizi. Vicino alla spiaggia vi è un cimitero dalla quale sono sepolti i minatori. La si può raggiungere attraverso la SP 18 (Sassari-Argentiera). La spiaggia ha una forma a mezzaluna dalla lunghezza di circa 200 metri, con alle estremità due scogliere che ne delimitata l'estensione. Vicino ad essa vi sono le miniere Argentiera, con le ex abitazioni e locazioni per minatori oggi trasformate e riconvertite in spazi per la villeggiatura.
  • Porto Ferro — Baia con una splendida spiaggia.
  • Lago di Baratz — L'unico lago naturale della Sardegna.


La spiaggia di Platamona
Cala dell'Argentiera
  • Platamona
  • Fiume Santo
  • Spiagge dell'Argentiera, La Pedraia, Lampianu e Biancareddu — Tra cui: Rena Mayore, Cala dell'Argentiera, Cala rocchi san Nicola, La frana, Spiaggia di Lampianu, Spiaggia di Punta Lu Nibaru, Cala di Punta Agliastroni (Cala Capo Negru), Spiaggia di Punta Lu Pisanu, Calette di Porto Palmas Nord, Cala di Punta la Banderetta, Caletta Lago delle Vergini, Cala Di La Carazza e Cala di Fora.


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Sassari
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Sassari
  • Collabora a Wikiquote Wikiquote contiene citazioni di o su Sassari
  • Collabora a Wikinotizie Wikinotizie contiene notizie di attualità su Sassari
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.