Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Nigeria orientale
Benue SE Yola.jpg
Stato
Superficie

Nigeria orientale è una regione della Nigeria.

Da sapere[modifica]

La regione è composta principalmente dalla divisione amministrativa dello Stato di Taraba, combinata con parti degli Stati di Adamawa e Benue. L'altopiano di Mambilla comprende ampie parti dell'area. Con un'altitudine media di 1.600 metri offre paesaggi spettacolari.

Cenni geografici[modifica]

La regione orientale della Nigeria confina con il fiume Niger a ovest e ha un confine amministrativo e culturale con la regione settentrionale della Nigeria a nord. Il confine orientale si trova tra il confine tra Nigeria e Camerun e la costa meridionale si trova lungo il Golfo di Guinea.

La regione ha tre tipi di vegetazione. Le zone costiere a sud sono dominate da paludi di mangrovie e corsi d'acqua di marea. Più a nord delle paludi si trova la foresta pluviale tropicale. Nella parte più settentrionale della regione si trova la savana della Guinea. I principali fiumi della regione includono i fiumi del sistema del delta del Niger come Qua Iboe, Cross River, Orashi River e Imo River. L'altopiano di Obudu nella zona nord-orientale, l'Obane le colline di Ikom lungo il confine orientale con il Camerun sono alcuni degli altopiani della regione.

Cenni storici[modifica]

Nel 1849, John Beecroft, il governatore di Fernando Po, divenne l'agente del console britannico per le Anse del Benin e del Biafra, per regolare il commercio nei porti locali tra i residenti e le ditte mercantili britanniche. L'aumento del commercio all'interno dei porti ha portato alla spinta di diverse aziende europee a costruire una stazione commerciale a Onitsha. Nel 1879, la maggior parte delle aziende si fusero per formare la United African Company e ricevettero una carta per gestire un protettorato costiero nel 1885. Nel 1884, il quartier generale dell'agente britannico per le anse di Benin e Biafra fu trasferito da Fernando Po a Calabar e nel 1889, il protettorato dei fiumi petroliferi, in seguito noto come protettorato costiero del Niger fu istituito. Il protettorato della Nigeria meridionale fu formato nel 1900 e nel 1914 il dominio coloniale britannico aveva stabilito la maggior parte delle divisioni amministrative nel protettorato della Nigeria meridionale. Nel 1939, la provincia meridionale fu divisa in provincia occidentale e provincia orientale. Durante il periodo di guerra , alle province fu dato più potere a causa della carenza di personale.

Storicamente, i residenti della Nigeria orientale avevano una cultura individualista e democratica. Per stabilire un governo indiretto all'interno delle divisioni amministrative, gli inglesi iniziarono la tendenza a rafforzare i poteri dei capi di villaggio tradizionali oltre i loro doveri tradizionali precoloniali.

Insieme ai commercianti britannici, i missionari cristiani stabilirono anche basi missionarie nella regione. Nel 1846, il reverendo Hope Masterton Waddell formò un ramo della Missione della Chiesa di Scozia.

Prima della seconda guerra mondiale, c'erano cinque grandi città nella Nigeria orientale, Port Harcourt ed Enugu create dopo la prima guerra mondiale, Calabar, Uyo, Ikot Ekpene, Onitsha e Aba. La maggior parte delle persone viveva in piccole comunità e città. L'aumento del commercio ha contribuito alla migrazione degli uomini verso i paesi e le città per trovare lavoro e commerciare, ma durante il Natale e altri periodi di festa, di solito tornano a casa. Gli uomini hanno anche costruito le loro case familiari nei loro villaggi nativi.

Cultura e tradizioni[modifica]

L'autorità tradizionale in molti villaggi è guadagnata dall'uomo più anziano della famiglia prossimo al trono o da un uomo ricco che ha pagato gli altri detentori del titolo. Tra gli Efiks e gli Ibibio, le società segrete mascherate hanno svolto un importante ruolo sociale e normativo. Le società mascherate tenevano sotto controllo i debitori e giocavano un ruolo importante nelle feste locali. In molte aree della regione, l'uso di tribunali indigeni per saldare i debiti e il prezzo della sposa erano importanti istituzioni sociali.

Anche la danza e lo sport sono importanti elementi sociali nella regione orientale.


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • Jalingo — Capitale dello stato di Taraba.
  • Makurdi — Sorge sulle fertili rive del fiume Benue, principale affluente del Niger, donandogli il nome di "paniere alimentare della nazione".
  • Wukari — Sede della Kwararafa University.
  • Yola — Capoluogo dello stato Adamawa affacciato sul fiume Benue.

Altre destinazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

Le regioni orientali costituiscono una parte piuttosto remota della Nigeria, con infrastrutture di trasporto limitate. Arrivare qui comporta principalmente viaggi in autobus o in auto 4x4.

In aereo[modifica]

C'è un aeroporto nella regione, a Jalingo. Vede voli dalla capitale Abuja, ma il servizio regolare da altre città è molto limitato.

In auto[modifica]

Non ci sono grandi valichi di frontiera dal Camerun: le condizioni stradali nelle zone di confine variano da cattive a inesistenti.

In treno[modifica]

Makurdi, all'estremità occidentale della regione, è collegata a Port Harcourt tramite ferrovia, ma i treni passeggeri sono lenti e poco frequenti.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.